User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La crisi dei partiti in Venetia e il successo di “VENETI”

    La crisi dei partiti in Venetia e il successo di “VENETI”

    Le ultime elezioni amministrative hanno portato alla luce segnali di profonda trasformazione dell’elettorato veneto.

    Il governo centrale dimostra ogni giorno di più gravi traumi nell’affrontare quello che l’on. Bertinotti definisce giustamente uno “sradicamento della sinistra” dalla Venetia.

    Ancor più traumatico risulta il compito di chi sta lavorando alla nascita del costituente Partito Democratico. I sindaci di molte città settentrionali si stanno ribellando ad un’impostazione chiaramente centralista del nuovo soggetto politico.

    In particolare il sindaco di Venezia Cacciari e il governatore del Friuli Illy parlano apertamente dell’esigenza di creare un Partito Democratico del Nord, libero di fare scelte politiche e alleanze territoriali e di scegliere candidature autonome.

    Questi sono i primi segnali di movimento verso un punto di non ritorno della politica italiana. Rivelano infatti un seppur timido tentativo di non sparire per sempre dalla scena politica in terra di Venetia. Sono i segnali più visibili delle recenti elezioni, ma non gli unici e probabilmente nemmeno i più importanti per quanto riguarda il futuro politico della Venetia, dato che si parla di tentativi forse tardivi di rianimazione.

    Molto più interessante sono altri punti, in particolare il successo elettorale della Lega Nord e della Casa delle Libertà e la quasi totale cancellazione dei partitini venetisti autonomisti-federalisti.

    La Lega Nord vince e nel contempo si trova però in una situazione di ostaggio politico del centro-destra.

    Galan e il centro-destra vincono, ma si trovano ostaggio della politica clientelare e affaristica del loro leader e del forte bacino elettorale italiano e parassita.

    Tutti i partiti in terra di Venetia sono uniti tra l’incudine della crisi politica nazionale e il martello delle moderne “dedizioni” delle montagne e del Veneto orientale. Aspettando che la frana arrivi in pianura e che ne seppelisca le velleità federaliste.

    Nel frattempo un soggetto politico veneto cresce e crea le basi per la formazione di una nuova classe dirigente politica veneta. In questi giorni di sofferenza dei partiti, infatti, il movimento politico “VENETI” sta affrontando l’esigenza di creare nuovi distretti e sezioni in tutta la Venetia. Una nuova sede del movimento sarà aperta a breve. Non sappiamo più dove riunirci da quanti siamo.

    Stiamo rapidamente creando una nuova classe dirigente indipendentista, che ha come obiettivo l’autodeterminazione politica di tutta la Venetia, da Bergamo a Trieste. Una nazione senza stato che ha un PIL superiore all’Austria. Una nazione senza stato che una storia di tremila anni e una cultura che riempie i musei di tutto il mondo. Una nazione senza stato che ha il reticolo industriale più innovativo e fitto di tutto il globo.

    Gianluca Busato
    Movimento "VENETI"
    www.iveneti.org

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giane Visualizza Messaggio
    [COLOR=blue][B]il movimento politico “VENETI” sta affrontando l’esigenza di creare nuovi distretti e sezioni in tutta la Venetia. Una nuova sede del movimento sarà aperta a breve. Non sappiamo più dove riunirci da quanti siamo.

    Stiamo rapidamente creando una nuova classe dirigente indipendentista, che ha come obiettivo l’autodeterminazione politica di tutta la Venetia, da Bergamo a Trieste. Movimento "VENETI"
    www.iveneti.org
    E nonostante questo caro Giane c'è chi ha il coraggio di definirci "popolo rimorchio"
    Venetia libera
    salucc

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Concordo in toto.


  4. #4
    Pensiero Libero
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    2,341
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La classe politica autonomista di cui parli non la sto vedendo sinceramente,i Veneti hanno un buon progetto ma se non si agisce in tempi brevi qui la gente si sente presa in giro e non crede più nell'autonomia!

  5. #5
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FENRIR Visualizza Messaggio
    E nonostante questo caro Giane c'è chi ha il coraggio di definirci "popolo rimorchio"
    Venetia libera
    salucc
    1) la dicitura in questione era rivolta a tutti i padani, non a voi in particolare.
    2) lasciate decidere al vostro popolo se voi dovete essere lombardi o veneti con una parlata un po' balorda (per un veneto). Non siete voi tre a decidere.

  6. #6
    www.noterdechedelada.net
    Data Registrazione
    16 Mar 2005
    Località
    al di qua dell'adda
    Messaggi
    2,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    1) la dicitura in questione era rivolta a tutti i padani, non a voi in particolare.
    2) lasciate decidere al vostro popolo se voi dovete essere lombardi o veneti con una parlata un po' balorda (per un veneto). Non siete voi tre a decidere.
    L'associazione NDCDA si batte per la rinascita dei bresciani, per la riscoperta della brescianità, la salvaguardia del territorio bresciano, la riscoperta e la salvaguardia della lingua bresciana, perchè un popolo prima di decidere dove deve andare deve capire da dove viene.

    MIA VISIONE PERSONALE (e almeno di Gioann)

    Siamo per la libertà dei popoli, anche all'interno di un contesto più vasto, i veneti ci hanno offerto questo, il programma dei VENETI non l'ho fatto ne pensato io, sono loro che ci considerano dei loro, gli insubri diversamente, e a ragione, NO (anche Oneto daltronde riconosce ciò nelle sue cartine sia etnolinguistiche differenziando nettamente ciò che il Correnti ha inopinatamente unito e a cui troppi si rifanno).
    Solo Correnti ci considera la stessa cosa degli insubri e divisi dai Veneti, ma non è un modello a cui mi rifaccio.

    Nella storia noi e i veneti siamo stati divisi ma insieme nel tempo federati con i romani, al contrario di altri, nella Venezia Augustea ci eravamo (BG ad esempio ne era esclusa), siamo stati parte dell'Austria Longobarda, la Neustria cominciava al di là del fiume, abbiamo fatto parte della Serenissima, battendoci per essa di nostra spontanea volontà (cosa che non abbiamo nella storia mai fatto per nessun altro) ottenendone benefici e gratificazioni, ci siamo ribellati, sempre di nostra sponte contro i francesi per tornare nella Venetia e questo è innegabile, sempre, beninteso (e con le regole e gli handicap di allora che oggi devono necessariamente essere rivisitate in maniera più moderna) conservando le nostre peculiarità, e questa è storia.

    La lingua è una lingua che sta tra il veneto (che l'ha influenzata durante la dominazione come mi riferiva un noto e serio linguista bresciano) e il lombardo occidentale, è cioè una delle lingue facente parte del gallo romanzo che si modifica spostandosi verso ovest ( o verso est) conservando tratti (marcatori) comuni con le altre lingue appunto gallo romanze che le diversificano dalle lingue italo romanze.


    Quindi pur non essendo VENETI tout court pensiamo (e il farlo capire alla gente è altra cosa, soprattutto perchè la gente, riacquistata la coscienza di sè stessa, deve essere libera di decidere) che una reunion con gli stessi ci possa dare di più che altre soluzioni (essendo peraltro loro che ci invitano).

    TORNANDO ALL'ASSOCIAZIONE

    Questo è già un discorso molto complicato da fare alla gente, prima di tutto c'è da far capire che si è bresciani, da far capire che si deve essere padroni del proprio futuro e spiegare che verso est si può offrire un'opportunità, poi la scelta spetta a loro, faccio già fatica a indirizzare mia figlia, mi immagino se posso far sterzare da una parte o dall'altra un popolo inconsapevole come il mio.

    That' all.

    PS a me sta bene la padania, il lombardo - veneto, pinco palla e paperino, basta che la mia gente sia consapevole della sua storia e delle sue potenzialità, sia libera di scegliere con chi stare, sia padrona del proprio territorio e del proprio destino.

    Ripeto per l'ennesima volta, disposto al dialogo con tutti sulla parte culturale e di riscoperta delle tradizioni, no a coinvolgimenti dell'associazione in ambito di bassa politica e guerra di scagne, anche se, come è evidente nello statuto, ognuno di noi può fare politica etc. etc. e l'associazione può partecipare ad eventi anche organizzati da partiti o movimenti, senza però diventare lo strumento di alcuno o legarsi ad esso o far adoperare il suo nome per publicità anche dei singoli iscritti per scopi politici.

    Sì ad una sinergia (anche telefonica come si diceva) con altre asociazioni "straniere" nostre pari, no a circuiti lilliput misto politico (più politico che) culturali trans nazionali, anche perchè, benchè io come te sia federalista (come stato di governo) non chiudo le porte in faccia a marxisti, liberisti, socialdemocratici od altro, a seconda dele istituzioni che vorrà darsi la mia gente a maggioranza.

    Ripartiamo dalla gente, dalle radici e dal consenso, creata una base seria e solida si deciderà il da farsi.

    PAR TERA, PAR MAR, SAN MARCO (e questa è mia)
    Valtrumplino sicuramente

    Lombardo forse

    Padano..per quel che resta

    Italiano MAI!

  7. #7
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Birrafondaio Visualizza Messaggio
    L'associazione NDCDA si batte per la rinascita dei bresciani, per la riscoperta della brescianità, la salvaguardia del territorio bresciano, la riscoperta e la salvaguardia della lingua bresciana, perchè un popolo prima di decidere dove deve andare deve capire da dove viene.

    MIA VISIONE PERSONALE (e almeno di Gioann)

    Siamo per la libertà dei popoli, anche all'interno di un contesto più vasto, i veneti ci hanno offerto questo, il programma dei VENETI non l'ho fatto ne pensato io, sono loro che ci considerano dei loro, gli insubri diversamente, e a ragione, NO (anche Oneto daltronde riconosce ciò nelle sue cartine sia etnolinguistiche differenziando nettamente ciò che il Correnti ha inopinatamente unito e a cui troppi si rifanno).
    Solo Correnti ci considera la stessa cosa degli insubri e divisi dai Veneti, ma non è un modello a cui mi rifaccio.

    Nella storia noi e i veneti siamo stati divisi ma insieme nel tempo federati con i romani, al contrario di altri, nella Venezia Augustea ci eravamo (BG ad esempio ne era esclusa), siamo stati parte dell'Austria Longobarda, la Neustria cominciava al di là del fiume, abbiamo fatto parte della Serenissima, battendoci per essa di nostra spontanea volontà (cosa che non abbiamo nella storia mai fatto per nessun altro) ottenendone benefici e gratificazioni, ci siamo ribellati, sempre di nostra sponte contro i francesi per tornare nella Venetia e questo è innegabile, sempre, beninteso (e con le regole e gli handicap di allora che oggi devono necessariamente essere rivisitate in maniera più moderna) conservando le nostre peculiarità, e questa è storia.

    La lingua è una lingua che sta tra il veneto (che l'ha influenzata durante la dominazione come mi riferiva un noto e serio linguista bresciano) e il lombardo occidentale, è cioè una delle lingue facente parte del gallo romanzo che si modifica spostandosi verso ovest ( o verso est) conservando tratti (marcatori) comuni con le altre lingue appunto gallo romanze che le diversificano dalle lingue italo romanze.


    Quindi pur non essendo VENETI tout court pensiamo (e il farlo capire alla gente è altra cosa, soprattutto perchè la gente, riacquistata la coscienza di sè stessa, deve essere libera di decidere) che una reunion con gli stessi ci possa dare di più che altre soluzioni (essendo peraltro loro che ci invitano).

    TORNANDO ALL'ASSOCIAZIONE

    Questo è già un discorso molto complicato da fare alla gente, prima di tutto c'è da far capire che si è bresciani, da far capire che si deve essere padroni del proprio futuro e spiegare che verso est si può offrire un'opportunità, poi la scelta spetta a loro, faccio già fatica a indirizzare mia figlia, mi immagino se posso far sterzare da una parte o dall'altra un popolo inconsapevole come il mio.

    That' all.

    PS a me sta bene la padania, il lombardo - veneto, pinco palla e paperino, basta che la mia gente sia consapevole della sua storia e delle sue potenzialità, sia libera di scegliere con chi stare, sia padrona del proprio territorio e del proprio destino.

    Ripeto per l'ennesima volta, disposto al dialogo con tutti sulla parte culturale e di riscoperta delle tradizioni, no a coinvolgimenti dell'associazione in ambito di bassa politica e guerra di scagne, anche se, come è evidente nello statuto, ognuno di noi può fare politica etc. etc. e l'associazione può partecipare ad eventi anche organizzati da partiti o movimenti, senza però diventare lo strumento di alcuno o legarsi ad esso o far adoperare il suo nome per publicità anche dei singoli iscritti per scopi politici.

    Sì ad una sinergia (anche telefonica come si diceva) con altre asociazioni "straniere" nostre pari, no a circuiti lilliput misto politico (più politico che) culturali trans nazionali, anche perchè, benchè io come te sia federalista (come stato di governo) non chiudo le porte in faccia a marxisti, liberisti, socialdemocratici od altro, a seconda dele istituzioni che vorrà darsi la mia gente a maggioranza.

    Ripartiamo dalla gente, dalle radici e dal consenso, creata una base seria e solida si deciderà il da farsi.

    PAR TERA, PAR MAR, SAN MARCO (e questa è mia)
    BELLISSIMO , MAGNIFICO MA SOPRATUTTO QUESTO VUOL DIRE AVERE GLI STESSI FINI ED IDEOLOGIE ...cambia bresciani con Valsesiani ed è più o meno quello che che ci prefiggiamo come MAV ..questo vuol dire che non importa avere anche un cordinamento , quando si ha la libertà di pensiero e la mente libera da merdate immesse in 180 anni di itaglianità ( e di deficenza personale) la direzione e comunque la stessa.

    Semper Eadem Nec Mutor In Fide


  8. #8
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    El 2 de giugno no podeva capitar in un momento mejo de sto qua.

    Pì che £a festa de£a republica ta£iana, me par el funeral!

    Sinistra a tochetini sparsi e sparìa da£a Venetia
    Galan e Cacciari che serca de no finir in canal metendose insieme col capel in man par elemoxinar el federa£ixmo da roma
    Lega Nord da na parte (a roma) e Liga Veneta da st’altra (a Venesia).
    Pne e Lfv sparìe da£a Venetia.

    Bon toxi, ciapemose sta Venesia, i ne gà £asà a strada sgonbra.

    Par mi sto qua xè el 2 giugno pì be£o da diexe ani a sta parte: anca parché diexe ani fa i gera vegnui caxa torme a£e sinque de£a matina so£o parché gaveo ciamà i Serenisimi col so nome: patrioti veneti!

    E deso, diexe ani dopo, grasie a chei toxati semo qua, a gustarse el poco tenpo che ne manca par riportar el potere po£itico in Pa£aso Duca£e, ndoe che i nostri veci lo gà exercità co tanta lungimiransa e sagesa che ancora fa meraveja in volta pal mondo.

    Toxi, semo pronti, ndemo torse l’indipendensa de£a nostra tera: da Bergamo a Trieste, el stato da tera. £a Venetia.

    PAR TERA PAR MAR SAN MARCO!!

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Jan 2013
    Località
    glüglülåndiå
    Messaggi
    1,693
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Birrafondaio Visualizza Messaggio

    MIA VISIONE PERSONALE (e almeno di Gioann)
    Cancella almeno.Perchè ci sono "almeno" molti altri bresciani che la pensano così. Più di tre.


    Citazione Originariamente Scritto da Birrafondaio Visualizza Messaggio

    PAR TERA, PAR MAR, SAN MARCO (e questa è mia)
    Di tutti i popoli ella Venethia, via...

  10. #10
    www.noterdechedelada.net
    Data Registrazione
    16 Mar 2005
    Località
    al di qua dell'adda
    Messaggi
    2,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giovanni.fgf Visualizza Messaggio
    BELLISSIMO , MAGNIFICO MA SOPRATUTTO QUESTO VUOL DIRE AVERE GLI STESSI FINI ED IDEOLOGIE ...cambia bresciani con Valsesiani ed è più o meno quello che che ci prefiggiamo come MAV ..questo vuol dire che non importa avere anche un cordinamento , quando si ha la libertà di pensiero e la mente libera da merdate immesse in 180 anni di itaglianità ( e di deficenza personale) la direzione e comunque la stessa.

    Semper Eadem Nec Mutor In Fide

    Beh, leggendo il vostro ultimo n. di valsesia ho notato che le nostre redazioni hanno lo stesso n. di giornalisti, penso pure con lo stesso stipendio
    Valtrumplino sicuramente

    Lombardo forse

    Padano..per quel che resta

    Italiano MAI!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-08-07, 12:52
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-08-07, 12:51
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-08-07, 12:48
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-05-07, 16:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226