User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 39
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    28 Nov 2011
    Messaggi
    704
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    LOMBARDIA NAZIONE......!!!!!! Imbroglio Sabaudo...o Voglia di Meridione ???

    NOI I LOMBARDI
    Chi siamo? quali diritti abbiamo?




    Chi siano il Lombardi, e quali diritti abbiano, la maggioranza delle persone non se lo chiede; la risposta è più che ovvia:



    - “I Lombardi sono i cittadini italiani residenti nei confini amministrativi della regione Lombardia e hanno i diritti che lo Stato Italiano ha previsto per loro (diritti comunque inferiori a quelli previsti per i Siciliani, i Friulani e altri)”.



    La maggioranza delle persone, però, non sa che esistono risposte ovvie (ma false) a ogni domanda che possa rimettere in discussione chi ci governa.


    Iniziamo quindi a rimettere in discussione chi pretende, senza averne titolo, di governare il Popolo Lombardo.
    ----------------------------------------
    I Lombardi sono la più antica etnia presente sul territorio!
    -etnia (= Popolo): tutti gli appartenenti, presenti, passati e futuri, a un aggruppamento umano che condividono caratteristiche genetiche, culturali e linguistiche comuni.
    I Lombardi sono un’Etnia più antica del proprio nome, lasciato dai Longobardi (Germani invasori, oggi estinti), Etnia più antica dei Romani (tribù latina ormai dispersa), Etnia più antica dei Celti (casta sacerdotale di etnie diverse), Etnia più antica di 14.000 anni (la prova è nella nostra lingua originale, cioè i “dialetti”, che esiste ancora).
    ----------------------------------------
    Un territorio è per la più antica etnia presente su di esso il proprio territorio ancestrale, sul quale quell’etnia, e solo quella, ha dei diritti naturali inalienabili; diritti codificati dalle Nazioni Unite e in seguito ratificati dallo Stato Italiano, divenendo così anche diritti legali.
    Un Popolo (o etnia) e il proprio territorio ancestrale formano una Nazione (da non confondere con gli stati nazionali, che sono un’accozzaglia di popolazioni e territori non omogenei messi insieme per gli interessi di altri). Popoli, o parti di Popoli, che si trovano su territori ancestrali di altri sono, invece, solo minoranze e possono vantare (su quei territori) solo diritti individuali, mai diritti collettivi.
    Una Nazione può essere governata solo dal proprio Governo legittimo.
    Definire quali siano i territori ancestrali Lombardi e chi siano gli appartenenti al Popolo Lombardo è una questione da affrontare con metodiche appropriate, nei tempi necessari, ma soprattutto in piena libertà decisionale, quando cioè la Lombardia tornerà indipendente. Nell’immediato i diritti legali e naturali dei Lombardi sono legati all’ultimo loro Governo Legittimo: quello delle “Cinque Giornate”, pertanto, provvisoriamente, tali diritti appartengono solo ai discendenti dei cittadini di nazionalità Lombarda iscritti nei registri dell’anagrafe dell’epoca; vengono esclusi, naturalmente, coloro che si ritenevano o si ritengono formalmente appartenenti a etnia diversa (autoesclusione).
    Su queste basi si può facilmente desumere che noi Lombardi, unitamente al resto delle etnie dell’Italia, ci troviamo in una condizione innaturale che va necessariamente cambiata.



    LA NON ANNESSIONE DEL VENETO

    (E DELLA LOMBARDIA)

    AGLI STATI SARDI



    Perché la Nazione Veneta ha due ragioni per considerarsi

    non annessa all’attuale ordinamento,

    diretto erede (senza soluzione di continuità)

    degli allora Stati Sardi





    Due sono le ragioni per l’invalidazione dell’annessione della Nazione Veneta agli allora Stati Sardi e ora all’attuale ordinamento (suo diretto erede senza soluzione di continuità).



    La prima ragione, tutti la conoscono, è stato il referendum truffa, nel quale si è fatto finta di far votare al Popolo Veneto la scelta dell’annessione (in realtà si è trattato di un vile broglio elettorale imposto con la forza dall’esercito sabaudo occupante); a tale ragione l’attuale ordinamento si oppone con la menzogna.

    Alla seconda ragione invece (che riguarda anche e sopratutto la Nazione Lombarda) l’attuale ordinamento non solo non si oppone ma ne ha convalidato con documenti ufficiali (questo per evitare rischi, nella speranza che nessuno se ne accorgesse) la sostanziale non adesione (al suo territorio) del Veneto, della Lombardia e degli altri aderenti.
    ----------------------------------------
    La seconda ragione della non validità dell’annessione del Veneto all’attuale ordinamento


    Innanzitutto chiariamo perché l’attuale ordinamento è il diretto erede (senza soluzione di continuità) degli allora Stati Sardi:
    - quando gli Stati Sardi si trasformarono (nominalmente) in Regno d’Italia fu mantenuto lo stesso ordinamento (si mantenne lo stesso Statuto, la stessa Costituzione, le stesse Leggi, le stesse istituzioni, ecc.), praticamente gli unici cambiamenti avvenuti furono il nome (da Stati Sardi in Regno d’Italia) e il fatto che gli Stati Sardi/Regno d’Italia occupassero illecitamente territori e Nazioni che occupati non volevano essere;
    - in seguito anche nel passaggio dal Regno d’Italia alla Repubblica Italiana non cambiò nulla (oltre al nome) tranne una cosa apparentemente sostanziale: “la Costituzione”; peccato che tale costituzione non fu mai sottoposta a plebiscito popolare e quindi non fu un’espressione della volontà del Popolo (determinante la fine di un ordinamento per la nascita di un altro) ma bensì una semplice legge votata dall’ordinamento corrente.
    Ma ora torniamo alla seconda ragione sopraddetta.
    Dopo le “Cinque Giornate” di Milano il Legittimo Governo di Lombardia deliberò che l’annessione della Lombardia agli Stati Sardi sarebbe potuta avvenire solo attraverso un referendum popolare il quale (in caso di risultato affermativo e appena dichiarata la fusione) prevedeva:
    1) la convocazione della Costituente Generale (a Milano), che avrebbe dovuto ratificare tale fusione (dopo averne concordato i termini con il “Piemonte”);
    2) lo scioglimento delle Camere Torinesi;
    3)la formazione di un Ministero misto residente a Milano (e quindi Milano sarebbe divenuta la capitale);
    4)l’estensione di tale delibera a tutti gli (Stati) aderenti;
    l’Italia, naturalmente, avrebbe dovuto essere una confederazione di tre Regni (Regno dell’Alta Italia, Regno dell’Italia Centrale e Regno della Bassa Italia), come si poteva evincere dal più importante documento prodotto in tal senso prima del 1848 e cioè le due edizioni del 1846 (stampate entrambe in decine di migliaia di copie, un’enormità per l’epoca), di “Pensieri sull’Italia” (più comunemente conosciuto come “L’Anonimo Lombardo”), considerato da tutti gli addetti ai lavori dell’epoca come testo guida.
    Oltre al referendum (che ebbe esito affermativo) non si fece in tempo ad attuare quanto previsto e concordato perché tornarono gli Austriaci.
    Quando gli Austriaci se ne andarono definitivamente gli Stati Sardi non attuarono nulla di quanto concordato con/e deliberato da il Legittimo Governo di Lombardia, ma si limitarono a ratificare ufficialmente nel 1859 la validità di quanto deliberato da/e concordato con il Legittimo Governo di Lombardia, ammettendo così (indirettamente) che fintanto che non si attuava quanto indicato nella legge lombarda sul referendum del 1848 la Lombardia in pratica non era né legalmente né legittimamente annessa agli Stati Sardi.
    D’altronde il rischio da parte dei Savoia di non ottenere quanto essi volevano era troppo grande perché si potessero arrischiare di rimettere tali decisioni nelle mani dei legittimi rappresentanti del Popolo Lombardo; lasciarono così la questione in sospeso sperando che nessuno osasse risollevarla.
    Ora veniamo al Veneto.
    Il 3 luglio 1848, in piena guerra con l’Austria, l’Assemblea Veneta presieduta dal Daniele Manin (capo del Legittimo Governo della Serenissima Repubblica Veneta) deliberò quanto segue:
    - “..., votiamo l’immediata fusione della città e provincia di Venezia negli stati Sardi della Lombardia (“Stati Sardi della Lombardia” e non semplicemente “Stati Sardi”, che tradotto dal gergo diplomatico significa: - “Noi votiamo la fusione con la Lombardia, che incidentalmente in questo momento fa parte degli Stati Sardi”) e alle condizioni stesse della Lombardia (cioè anche tutte quelle che riguardavano il referendum lombardo) con la quale intendiamo in ogni caso rimanere perfettamente incorporati (non subalterni ma incorporati nei destini di indipendenza e libertà), dividendone i destini politici (appunto) unitamente alle altre provincie venete.”
    e quindi il Veneto (oltre alla prima, il referendum farsa del 1866) ha una seconda ragione per non essere considerato una regione italiana ma bensì la Veneta Serenissima Repubblica: “La delibera del suo Legittimo Governo Repubblicano a condividere i destini (e i diritti) politici della Nazione Lombarda (nella piena libertà decisionale di ognuno)”.


    Aperta discussione.....



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,050
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    I padanisti - quelli veri - rifuggono dal termine e dal concetto di annessione e sono interessati a quello di adesione spontanea su base etno-culturale e socio-economica; nell'ambito di un limite massimo determinato dall'identità.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Apr 2009
    Messaggi
    757
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciao ragazzi, una domanda.
    Vi iscrivereste al Movimento Neoborbonico, sezione Lombardia?

    www.neoborbonici.it

    saluti

  4. #4
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,695
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    cosa c'entra la lombardia con i borboni

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Feb 2007
    Località
    Defungeremo all'opposizione...
    Messaggi
    781
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  6. #6
    Federalismo etnico
    Data Registrazione
    25 Feb 2005
    Località
    Meridione d'Italia
    Messaggi
    377
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Meglio una collaborazione fra identitari come i recenti incontri fra VSG e Raixe Venete con i Neoborbonici

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Apr 2009
    Messaggi
    757
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    a parte gli evidenti legami storici come giustamente ha sottolineato Aymeric, l'ultima regina delle Due Sicilie fu un Asburgo, Maria Sofia di Baviera(sorella della famosa principessa Sissi D'Austria)

    Partendo da questi presupposti voi potreste benissimo far parte dei Neoborbonici che è anche un movimento identitario.
    Seguire questi ideali significa anche rinunciare all'inutile duapposizione nord-sud e ragionare in termini pre-unitari, quando l'Italia era divisa in una sorta di federalismo in quanto i sovrani di quegli stati erano tutti imparentati tra di loro.

    In ogni caso per portare avanti gli ideali identitari è comunque necessario dialogare con i territori dell'ex regno delle due sicilie ed i neoborbonici sono gli interlocutori ideali.

    che ne pensate?

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,050
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    a parte gli evidenti legami storici come giustamente ha sottolineato Aymeric, l'ultima regina delle Due Sicilie fu un Asburgo, Maria Sofia di Baviera(sorella della famosa principessa Sissi D'Austria)

    Partendo da questi presupposti voi potreste benissimo far parte dei Neoborbonici che è anche un movimento identitario.
    Nulla contro gli identitari, a condizione della reciprocità.
    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    Seguire questi ideali significa anche rinunciare all'inutile duapposizione nord-sud e ragionare in termini pre-unitari, quando l'Italia era divisa in una sorta di federalismo in quanto i sovrani di quegli stati erano tutti imparentati tra di loro.
    La contrapposizione nord-sud è nata con lo stato italiano. Le eventuali parentele dei regnanti non cambiano di un millimetro le profonde differenze e incompatibilità fra i popoli.

    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    In ogni caso per portare avanti gli ideali identitari è comunque necessario dialogare con i territori dell'ex regno delle due sicilie ed i neoborbonici sono gli interlocutori ideali.

    che ne pensate?
    Prima indipendenza, poi dialogo.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Apr 2009
    Messaggi
    757
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciao Eridano, forse non ti è chiara l'ultima parte del mio discorso.

    Non ho messo in discussione le differenze, le parentele mica regnavano insieme un unico regno, ma diversi regni.

    Per quanto riguarda le priorità sbagli molto a pensare che l'indipendenza avverà senza dialogo e comunque solo successivamente.

    Come fai ad ottenere l'indipendenza del nord senza l'appoggio dei popoli del sud?Gia c'è al nord chi vi rema contro...

    In questo senso al sud sono molto più dinamici di voi.
    Se ancora non lo hai capito i vostri imprenditori vi hanno abbandonato e si stanno buttando tutti sulle infrastrutture logistiche del sud(porti,aeroporti,interoporti) perchè hanno capito che il nord sta colando a picco ed hanno abbandonato la nave.
    La cricca dell'unità d'italia che ancora oggi governa questo paese ha favorito all'epoca il nord solo perchè gli conveniva, ma adesso non si fa scrupoli a venderselo.
    Ciò dimostra che queste persone(come lo erano i Savoia) erano e sono degli stranieri in patria.

    saluti

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,050
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    Come fai ad ottenere l'indipendenza del nord senza l'appoggio dei popoli del sud?Gia c'è al nord chi vi rema contro...
    I Sudtirolesi hanno contato solo su sé stessi. Certo, avevano - e hanno - l'appoggio dell'Austria; ma in tal caso si tratta della stessa parte.

    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    In questo senso al sud sono molto più dinamici di voi.
    No, sanno chi sono e non lo scoerdano mai.
    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    Se ancora non lo hai capito i vostri imprenditori vi hanno abbandonato e si stanno buttando tutti sulle infrastrutture logistiche del sud(porti,aeroporti,interoporti) perchè hanno capito che il nord sta colando a picco ed hanno abbandonato la nave.
    Gli imprenditori padani, tranne rare eccezioni, sono dei codardi e dei venduti. Non hanno abbandonato la Lega e/o il padanismo, non avendovi mai aderito.
    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    La cricca dell'unità d'italia che ancora oggi governa questo paese ha favorito all'epoca il nord solo perchè gli conveniva, ma adesso non si fa scrupoli a venderselo.
    La cricca dell'unità d'italia si trova oltremanica e oltreatlantico.
    Citazione Originariamente Scritto da Gonzalo Visualizza Messaggio
    Ciò dimostra che queste persone(come lo erano i Savoia) erano e sono degli stranieri in patria.

    saluti
    Vero. I Savoia in particolare.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Lombardia nazione
    Di Ghibellino Nordico nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 470
    Ultimo Messaggio: 09-10-12, 22:30
  2. Unire il Meridione alla nazione araba
    Di PalestinaLibera nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 31-12-08, 03:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226