User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    04 May 2007
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Pagliarini plaude ai massoni...

    Edizione 115 del 01-06-2007

    Le Considerazioni di Draghi

    Bravo Governatore! Ma manca il federalismo
    di Giancarlo Pagliarini

    Le “considerazioni finali” che il Governatore Draghi ha letto ieri mattina meriterebbero di essere pubblicate integralmente. Cercano, più che in passato, di rappresentare il “quadro fedele” della situazione del paese. Mancano alcune informazioni e su alcuni punti io non sono per niente d’accordo, ma quel testo rappresenta comunque un concentrato di eleganza, coraggio e intelligenza. Ecco una breve sintesi dei punti più significativi, tra i tanti ricordati dal Governatore. 1. Principio di collegialità. Il nuovo statuto della Banca d’Italia adesso stabilisce il principio della collegialità per i provvedimenti che hanno rilevanza esterna. E’ stata uno dei primi cambiamenti dell’era Draghi, e rimane uno di quelli che io ho più apprezzato. 2. I padroni della Banca d’Italia. Il Governatore ha ricordato che gli azionisti della Banca d’Italia, che sono poi le stesse banche soggette al suo controllo, non hanno mai influito sull’autonomia delle decisioni del Governatore e del direttorio. Tuttavia, giustamente, ha ricordato che l’attuale struttura è obsoleta.

    Dunque presto ci saranno delle novità, di cui non possiamo che rallegrarci. 3. Il mondo corre. Draghi ha ricordato che nel 2006 l’economia mondiale è cresciuta del 5,4%: il ritmo più alto da oltre 30 anni. La crescita dell’Italia è “largamente di natura ciclica” e resta tra le più basse dell’area dell’euro, dell’UE e del mondo. Opportunamente il Governatore ha ricordato che “la produttività del lavoro è diminuita in tutti i settori….i divari indicano un ritardo nell’adeguamento del sistema produttivo italiano ai mutamenti del contesto tecnologico e competitivo”. Infatti, questo lo ricordo io, nella classifica di competitività del word economic forum la nostra continua ad essere una posizione di coda che peggiore ogni anno. 4. La consegna del silenzio. Ho già scritto su l’Opinone che sulla necessita di una forte riforma federale mi sembra ci sia quasi una consegna del silenzio. Il Governatore si limita a scrivere che “la trasformazione produttiva è ostacolata da un contesto istituzionale che rimane carente”. Avrei letto con piacere qualche considerazione tecnica (non politica) sul freno allo sviluppo del paese rappresentato dalla onnipresenza dello Stato e dal connesso assistenzialismo che continua ad impedire investimenti in ricerca, sviluppo, nuove tecnologie e nuovi prodotti. 5. Cinque interventi strutturali.

    Ciò premesso, il Governatore segnala cinque aree di intervento a suo giudizio di particolare rilievo ai fini della crescita dell’economia : 1) l’istruzione, 2) il grado di concorrenza dei servizi pubblici e privati, 3) le manchevolezze della giustizia civile, 4) l’informazione e 5) il nodo delle infrastrutture, per le quali suggerisce che “nell’interesse generale, occorre riflettere sui casi in cui è opportuno, trascorso un tempo definito, svincolare l’azione del governo centrale dall’obbligo di assenso degli enti regionali e locali interessati”. Peccato che non c’è più Gianfranco Miglio: mi immagino i commenti del profesur. Sono certo che leggeremo presto e con molto interesse quelli di Gilberto Oneto. 6. Debito di 27.000 euro? Magari! Draghi ci ricorda anche che “alla fine del 2006 il debito pubblico aveva raggiunto 1.575 miliardi, quasi 27 mila euro per ogni cittadino”. Magari fossero “solo” 27 mila. Il Governatore non ha voluto considerare il valore attuale del debito per le pensioni già maturate. Se un lavoratore ha versato i contributi sociali tutta la vita, finché campa ha il diritto di incassare la pensione. Giusto? Dunque lui ha un credito. Ma se lui ha un credito, qualcuno ha un debito. Questo qualcuno sono i giovani, sono le generazioni future, sulle cui spalle questo Stato ha deciso di trasferire non solo il debito pubblico finanziario, i 1.575 miliardi di Euro ricordati da Draghi, ma anche il debito pensionistico. I due debiti hanno la stessa, identica natura: sono lo specchio del nostro egoismo e della nostra mancanza di equità economica tra generazioni. Il “present value”, il valore attualizzato del debito per le pensioni già maturate, molto mal contato è di poco meno di 3 mila miliardi di euro, che vanno aggiunti ai 1.575 miliardi di debito pubblico finanziario. Dunque il debito dei bimbi che nascono oggi non è di “soli” 27 mila euro (magari!), ma di circa 75 mila.

    7. Old age dependency ratio. In realtà il Governatore queste cose le sa benissimo, e in filigrana ce le ricorda quando scrive “nel 2005 vi erano 42 ultrasessantenni per ogni 100 cittadini in età da lavoro: ve ne saranno 53 nel 2020 e 83 nel 2040”. Chi ha orecchie per intendere intenda. Il guaio è che i rappresentanti della “Casta” (mi riferisco al bel libro di Rizzo e Stella) non guardano oltre uno o due anni. Questi numeri drammatici erano in un allegato dello studio di Wim Kok (anno 2003) su come l’UE si muove per rispettare gli obiettivi di Lisbona. Ebbene, i numeri di quell’allegato, intitolato “old age dependency ratio” non erano commentati in nessuna parte del testo. Altra consegna del silenzio imposta dalla “Casta”, ed ha fatto bene il Governatore ad inserirli nelle sue considerazioni finali. 8. Dal 1994 non è cambiato niente. Un altro punto valido e coraggioso della relazione del governatore è questo. Scrive che il debito pubblico “è salito per trent’anni, dal 32 per cento del 1964 al 121 per cento del 1994; è sceso di 18 punti tra il 1994 e il 2004; da allora è tornato ad aumentare. Senza vendite di attività e operazioni di ristrutturazione del passivo, oggi il rapporto tra debito e prodotto sarebbe circa lo stesso del 1994”. Un modo molto elegante per dire che in tutti questi anni la “Casta” ha solo tirato a campare, ma non c’è stato nessun risanamento. Nessun miglioramento. E voglio ricordare che nel 1992 per pagare le pensioni in governo aveva dovuto intervenire sui nostri conti correnti.

    9. La vera pressione fiscale. L’avrò già spiegato e denunciato un migliaio di volte: l’ISTAT quando misura il PIL considera anche, giustamente, l’economia sommersa. Questo significa che la vera pressione fiscale non è del 42 per cento ufficiale, perché nel cento (che è il PIL, il prodotto interno lordo) c’è una significativa fetta di evasione fiscale. Dunque quelli che pagano le tasse non sono 42 su 100 ma circa 42 su 80: più del 50 per cento. Più della Svezia. Dunque ha fatto bene il Governatore a scrivere “A causa del peso dell’evasione, che resta forte nonostante qualche primo segno di recupero di getto, la differenza tra l’Italia e il resto d’Europa è maggiore se si guarda al prelievo sui contribuenti fiscalmente onesti”. 10. Un altro paese. Nelle “considerazioni” ci sono tantissimi altri punti interessanti, ma finisco la mia breve sintesi con questa citazione: “Un sistema finanziario moderno non tollera commistioni tra politica a banche”. La separazione sia netta: entrambe ne verranno rafforzate.” Sono d’accordissimo, al punto che in questi giorni al Comune di Milano è in discussione una mia mozione intitolata “Partiti politici o uffici di collocamento?”. Ma purtroppo, guardando qualche nome inserito nel “consiglio di sorveglianza” previsto dal nuovo sistema duale di una delle nuove grandi banche italiane, ho paura che la “Casta” non abbia nessuna voglia di fare passi indietro nemmeno in questo campo.



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    eh già i pericolosi massoni!!!


  3. #3
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pagliarini plaude ai massoni?

    Citazione Originariamente Scritto da TDE88 Visualizza Messaggio
    Edizione 115 del 01-06-2007

    Le Considerazioni di Draghi

    Ma prima di mettere quel titolo ti sei preso la briga di leggere cosa dice l'articolo? Sai perché da queste parti se ne vede tanta di diffamazione sistematica a priori. Che faccio oggi? MASSìììììì, butto 6 chili di letame nel ventilatore!!

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Messaggi
    98
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TDE88 Visualizza Messaggio
    Edizione 115 del 01-06-2007

    Le Considerazioni di Draghi

    Bravo Governatore! Ma manca il federalismo
    di Giancarlo Pagliarini

    Se un lavoratore ha versato i contributi sociali tutta la vita, finché campa ha il diritto di incassare la pensione. Giusto? Dunque lui ha un credito. Ma se lui ha un credito, qualcuno ha un debito. Questo qualcuno sono i giovani, sono le generazioni future, sulle cui spalle questo Stato ha deciso di trasferire non solo il debito pubblico finanziario, i 1.575 miliardi di Euro ricordati da Draghi, ma anche il debito pensionistico. I due debiti hanno la stessa, identica natura: sono lo specchio del nostro egoismo e della nostra mancanza di equità economica tra generazioni.

    e allora?

    Pagliarini riconosce che c'e' qualcuno che ha un credito per i contributi sociali versati tutta la vita ( in maggioranza i padani, dico io) e cosa propone? la cancellazione del credito (?).

    Non una parola sulle pensioni rubate dai falsi invalidi

    se questo era uno degli esponenti migliori della lega, figuriamoci gli altri.

    ps. vi immaginate un politico meridionale che propone il taglio delle pensioni fasulle? e' per questo che i padani sono, e saranno sempre, sconfitti: i nostri "ufficiali" non sanno da che parte sta il nemico e spesso e volentieri ordinano il fuoco "amico".

    possiamo solo sperare che gli extracomunitari, fra 10 anni, la facciano finita: loro sanno dove sta l'avversario.

  5. #5
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,688
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TrePi Visualizza Messaggio
    e allora?

    Pagliarini riconosce che c'e' qualcuno che ha un credito per i contributi sociali versati tutta la vita ( in maggioranza i padani, dico io) e cosa propone? la cancellazione del credito (?).

    Non una parola sulle pensioni rubate dai falsi invalidi

    se questo era uno degli esponenti migliori della lega, figuriamoci gli altri.

    ps. vi immaginate un politico meridionale che propone il taglio delle pensioni fasulle? e' per questo che i padani sono, e saranno sempre, sconfitti: i nostri "ufficiali" non sanno da che parte sta il nemico e spesso e volentieri ordinano il fuoco "amico".

    possiamo solo sperare che gli extracomunitari, fra 10 anni, la facciano finita: loro sanno dove sta l'avversario.
    non sta a me fare l'avvocato difensore di nessuno, ma chi conosce il Paglia sa benissimo che sulle false pensioni al sud (di invalidità o altro) ha già scritto e detto tutto, argomentando con tabelle e numeri ... se poi dobbiamo a tutti i costi sparare su tutti, allora va bene così

  6. #6
    FATTI NON CHIACCHERE!
    Data Registrazione
    06 May 2007
    Località
    Busti Grandi - PADANIA
    Messaggi
    114
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    Ma prima di mettere quel titolo ti sei preso la briga di leggere cosa dice l'articolo? Sai perché da queste parti se ne vede tanta di diffamazione sistematica a priori. Che faccio oggi? MASSìììììì, butto 6 chili di letame nel ventilatore!!
    giusto, che il moderatore cambi il titolo per favore

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DESIDERIO Visualizza Messaggio
    giusto, che il moderatore cambi il titolo per favore
    Perchè il termine massone ti dà fastidio?

    Si sà che Draghi è un membro del Bilderberg e di Goldman Sachs, non c'è nulla di campato per aria nel titolo andava solo spiegato il perchè.

  8. #8
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Wolf, capisco il tuo punto di vista, ma Paglia non ha formulato un apprezzamento a Draghi in generale, ma ha solo condiviso un paio di affermazioni specifiche e circostanziate di Draghi. E' come se tu dessi ragione a Bin Laden quando dice che la terra è rotonda e io scrivessi "Wolf plaude ai terroristi assassini".

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    . La vera pressione fiscale. L’avrò già spiegato e denunciato un migliaio di volte: l’ISTAT quando misura il PIL considera anche, giustamente, l’economia sommersa. Questo significa che la vera pressione fiscale non è del 42 per cento ufficiale, perché nel cento (che è il PIL, il prodotto interno lordo) c’è una significativa fetta di evasione fiscale. Dunque quelli che pagano le tasse non sono 42 su 100 ma circa 42 su 80: più del 50 per cento. Più della Svezia
    ------------------
    Quoto questo passaggio perchè chiarisce i dubbi relativi a un thread passato.
    Se ne evince che in italia la pressione fiscale che colpisce il contribuente MEDIO che non evade una lira di tassa supera il 53%. Praticamente un mezzadro post-pomederno in procinto di diventare servo della gleba.

  10. #10
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se Draghi o una qualsiasi componente delle lobbies che comandano dicono una palese realtà, non è che per forza bisogna dire "non va bene" a priori. Se un'idea buona viene da un rifondarolo o da un neofascista, non è che bisogna gettarla nel cesso senza guardare il concreto.
    Esempio recente: montezemolo ha detto che la politica e le istituzioni hanno troppi sprechi. Ed è verissimo. Bisogna sottolineare che il tizio in questione è parte integrante della politica e dei sui sperperi, quindi dovrebbe avere la decenza di tacere, però da qui a dire che quanto dice corrisponde al falso ce ne corre. Anche io condivido quanto detto da montezemolo, semplicemente perchè sono cose che sia io che molti altri diciamo da tempo immemore. E che abbia detto una cosa vera non mi sposta di un millimetro il giudizio che ho sulla persona che ha proferito quelle parole.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Frasi di massoni e contro i massoni
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 20-04-18, 19:16
  2. La Massoneria plaude Veltroni
    Di Il Pretoriano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-01-08, 15:58
  3. Letta Plaude E Udc Apre
    Di salerno69 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-08-07, 12:51
  4. La caritas plaude a Gianfighetta
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-10-03, 14:17
  5. Vittadini plaude a Tremonti....
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-07-03, 17:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226