COMUNICATO STAMPA: Il CPE sarà presente anche a Roma

Il Coordinamento Progetto Eurasia oltre alla già preannunciata manifestazione di Trieste, aderisce alla marcia organizzata a Roma il 9 giugno dal Movimento Zero di Massimo Fini contro la visita del presidente degli Stati Uniti d'America e contro la sudditanza dell'Italia agli USA e alla NATO.
Saremo presenti con una nostra delegazione ed un nostro striscione e chiediamo a tutti i simpatizzanti di partecipare numerosi. Facciamo sentire la nostra voce contro la sudditanza del governo Prodi, favorevole all'allargamento della base statunitense di Vicenza, frutto del pluridecennale servilismo dei politici italiani alle direttive di Washington. Il CPE aderisce alla marcia non per un generico e indefinito "pacifismo" ma per ribadire i principi di sovranità nazionale e continentale dell'Europa, perchè ritiene non più tollerabile l'occupazione armata del nostro suolo, che vede solo in Italia centotredici (113) strutture militari con comando statunitense o NATO, con le ovvie ripercussioni politiche che ne conseguono.
Inoltre il CPE solidarizza con tutti quei popoli che, in qualsiasi parte del mondo, stanno lottando per la propria libertà dall'oppressione straniera. Gli USA portano avanti un progetto universalista di dominio globale che ha già sparso troppo sangue nel mondo. Tale progetto non è solo politico, ma anche ideologico: gli USA stanno edificando un sistema globale neoliberale fondato sullo sfruttamento internazionale dei popoli del Terzo Mondo e sull'ineguaglianza sociale all'interno dei singoli Stati. Il riferimento, e dunque la nostra opposizione, non è solo alla politica di George W. Bush, ma all'intera storia statunitense caratterizzata da guerre, stermini e sete di conquista.

Chiunque fosse interessato a partecipare all'evento, può rivolgersi all'indirizzo di posta elettronica sotto indicato per ricevere tutte le informazioni necessarie, oppure a questo numero telefonico: 3470108825

www.cpeurasia.org - [email protected]