User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Legnano: le premesse sono buone

    Il neosindaco Vitali aveva promesso di liberare l'area oltrestazione dalla squallore e dal sudiciume dei campi nomadi ed effettivamente sembra che stia riuscendo nell'intento, mantenendo la parola... glisso sugli alberghi concessi ad alcune nomadi, inevitabile compromesso con i soliti cattocentristi; fortunatamente i soliti idioti buonisiti sinistri qui hanno poco appoggio dalla comunità, troppo spesso assediata dai rom e vittima di furti / borseggi, senza contare l'accattonaggio selvaggio fatto con neonati al seguito. E i paesi a fianco, per non diventare loro i nuovi centri del degrado, si muovono concordemente.
    Sperèmm.

    varesenews.it

    Busto Arsizio - Dopo lo sgombero di via Novara i nomadi ci sono rimandati da Busto, dove cercavano di sistemarsi. In serata, tutti via verso un incerto destino
    Un "viaggio" di 100 metri per i rom di Legnano, poi nuova espulsione
    Una scena desolante. È quella che ci si trova davanti al confine tra Busto Arsizio e Legnano, lungo la provinciale che collega la città del Carroccio con Magnago e il Castanese: là dove via Novara passa il confine con Busto e diventa viale Toscana. Qui, cinquanta metri a sud della strada, si erano insediati dozzine di rom scacciati da Legnano; da qui se ne sono dovuti andare in mattinata per spostarsi... di un centinaio di metri, sull'altro lato della strada, in piena vista di tutti i passanti, fra un boschetto di robinie e un campo coltivato. Una tendopoli improvvisata di povere cose. A neanche venti metri, sempre sul lato nord, s'imbocca una stradina presidata da un gruppo di prostitute di colore in attesa di clientela; i rom fanno un viavai continuo dal campo che hanno dovuto abbandonare alla loro nuova destinazione temporanea, attraversando la pericolosissima provinciale, battuta da un traffico intenso e veloce in tutto degno del Sempione.
    (...)
    A Legnano i rom sono stati cacciati, e nessuno vuole riprenderseli; l'amministrazione offre ospitalità solo per un certo numero di donne e bambini, ma le donne si rifiutano categoricamente di lasciare i loro uomini. A quanto sembra, solo una minorenne con un neonato di poche settimane ha accettato l'offerta. A Busto non ci sono neppure aree attrezzate per la sosta dei nomadi. Allo sgombero dei rom dal boschetto a sud della provinciale assistono discretamente alcuni agenti della Polizia locale bustese, in testa il comandante Alessandro Casale; sull'altro lato della provinciale si accalca un'umanità rassegnata.
    (...)
    Fra lo sguardo dei cronisti e quello dei nomadi ci sono pochi metri, ma in qui pochi metri c'è l'abisso fra mondi diversi ed opposti che si sono scelti diverse schiavitù: una struttura sociale rigida e organizzata da una parte, la ben misera "libertà" del clan dall'altra.Le parole hanno il loro effetto, e in mezz'ora arrivano parecchie bottiglie d'acqua, qualche casco di banane, latte e biscotti per i più piccoli: poche cose, per tirare avanti fino a stasera, poi si vedrà.
    Nel pomeriggio la situazione si complica ulteriormente: da Legnano arrivano Polizia locale e di Stato e Carabinieri per un rinnovato sgombero, mentre gli automobilisti di passaggio rallentano per curiosare. Una situazione al limite dell'incredibile, con i nomadi come gatti intrappolati sulla cancellata tra due giardini vigilati da mute di cani. Sul posto c'è fra gli altri l'ex consigliere comunale legnanese di Rifondazione Comunista Giuseppe Marazzini. «bla bla bla bla...»
    In serata l'epilogo (per ora): i nomadi lasciano il campo di fortuna (di sventura, viene da dire), scortati, per la stazione ferroviaria. La palla passa al prossimo Comune in cui andranno a sistemarsi.


    Io dico solo che se tutti i comuni si muovessero concordemente come già fatto da Legnano, Busto Arsizio e Castellanza, questa feccia dovrebbe cominciare a pensare intensivamente a tornare da dove viene o, al limite, cominciare a vivere come persone civili, che lavorano onestamente, pagano i servizi di cui usufruiscono e non si comportano come animali che pretendono di vivere a casa altrui come aggrada a loro.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Il neosindaco Vitali aveva promesso di liberare l'area oltrestazione dalla squallore e dal sudiciume dei campi nomadi ed effettivamente sembra che stia riuscendo nell'intento, mantenendo la parola... glisso sugli alberghi concessi ad alcune nomadi, inevitabile compromesso con i soliti cattocentristi; fortunatamente i soliti idioti buonisiti sinistri qui hanno poco appoggio dalla comunità, troppo spesso assediata dai rom e vittima di furti / borseggi, senza contare l'accattonaggio selvaggio fatto con neonati al seguito. E i paesi a fianco, per non diventare loro i nuovi centri del degrado, si muovono concordemente.
    Sperèmm.

    varesenews.it

    Busto Arsizio - Dopo lo sgombero di via Novara i nomadi ci sono rimandati da Busto, dove cercavano di sistemarsi. In serata, tutti via verso un incerto destino
    Un "viaggio" di 100 metri per i rom di Legnano, poi nuova espulsioneUna scena desolante. È quella che ci si trova davanti al confine tra Busto Arsizio e Legnano, lungo la provinciale che collega la città del Carroccio con Magnago e il Castanese: là dove via Novara passa il confine con Busto e diventa viale Toscana. Qui, cinquanta metri a sud della strada, si erano insediati dozzine di rom scacciati da Legnano; da qui se ne sono dovuti andare in mattinata per spostarsi... di un centinaio di metri, sull'altro lato della strada, in piena vista di tutti i passanti, fra un boschetto di robinie e un campo coltivato. Una tendopoli improvvisata di povere cose. A neanche venti metri, sempre sul lato nord, s'imbocca una stradina presidata da un gruppo di prostitute di colore in attesa di clientela; i rom fanno un viavai continuo dal campo che hanno dovuto abbandonare alla loro nuova destinazione temporanea, attraversando la pericolosissima provinciale, battuta da un traffico intenso e veloce in tutto degno del Sempione.
    (...)
    A Legnano i rom sono stati cacciati, e nessuno vuole riprenderseli; l'amministrazione offre ospitalità solo per un certo numero di donne e bambini, ma le donne si rifiutano categoricamente di lasciare i loro uomini. A quanto sembra, solo una minorenne con un neonato di poche settimane ha accettato l'offerta. A Busto non ci sono neppure aree attrezzate per la sosta dei nomadi. Allo sgombero dei rom dal boschetto a sud della provinciale assistono discretamente alcuni agenti della Polizia locale bustese, in testa il comandante Alessandro Casale; sull'altro lato della provinciale si accalca un'umanità rassegnata.
    (...)
    Fra lo sguardo dei cronisti e quello dei nomadi ci sono pochi metri, ma in qui pochi metri c'è l'abisso fra mondi diversi ed opposti che si sono scelti diverse schiavitù: una struttura sociale rigida e organizzata da una parte, la ben misera "libertà" del clan dall'altra.Le parole hanno il loro effetto, e in mezz'ora arrivano parecchie bottiglie d'acqua, qualche casco di banane, latte e biscotti per i più piccoli: poche cose, per tirare avanti fino a stasera, poi si vedrà.
    Nel pomeriggio la situazione si complica ulteriormente: da Legnano arrivano Polizia locale e di Stato e Carabinieri per un rinnovato sgombero, mentre gli automobilisti di passaggio rallentano per curiosare. Una situazione al limite dell'incredibile, con i nomadi come gatti intrappolati sulla cancellata tra due giardini vigilati da mute di cani. Sul posto c'è fra gli altri l'ex consigliere comunale legnanese di Rifondazione Comunista Giuseppe Marazzini. «bla bla bla bla...»
    In serata l'epilogo (per ora): i nomadi lasciano il campo di fortuna (di sventura, viene da dire), scortati, per la stazione ferroviaria. La palla passa al prossimo Comune in cui andranno a sistemarsi.


    Io dico solo che se tutti i comuni si muovessero concordemente come già fatto da Legnano, Busto Arsizio e Castellanza, questa feccia dovrebbe cominciare a pensare intensivamente a tornare da dove viene o, al limite, cominciare a vivere come persone civili, che lavorano onestamente, pagano i servizi di cui usufruiscono e non si comportano come animali che pretendono di vivere a casa altrui come aggrada a loro.
    mandateli a napoli , tanto spazzatura più , spazzatura meno , loro non se ne accorgono....

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Proposta accolta, la seduta è tolta.

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    29 Jun 2007
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Così si fà!....durezza,rigore marziale e cooperatività per rendere libera la nostra terra!

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    29 Mar 2009
    Messaggi
    15,775
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciao a tutti, come potete capire io non sono della Lega Nord, però sono di Legnano e quindi mi sento in dovere di intervenire.

    Quel campo rom c'è da ormai più di un anno credo, e di sgomberi ne hanno fatti parecchi anche prima delle elezioni, il problema è che sono sempre tornati, hanno rimesso su le loro baracche e il problema non sarà certo risolto con quest'ultimo sgombero.

    per corretezza riporto l'articolo per intero:
    Busto Arsizio - Dopo lo sgombero di via Novara i nomadi ci sono rimandati da Busto, dove cercavano di sistemarsi. In serata, tutti via verso un incerto destino
    Un "viaggio" di 100 metri per i rom di Legnano, poi nuova espulsione
    Una scena desolante. È quella che ci si trova davanti al confine tra Busto Arsizio e Legnano, lungo la provinciale che collega la città
    del Carroccio con Magnago e il Castanese: là dove via Novara passa il confine con Busto e diventa viale Toscana. Qui, cinquanta metri a sud della strada, si erano insediati dozzine di rom scacciati da Legnano; da qui se ne sono dovuti andare in mattinata per spostarsi... di un centinaio di metri, sull'altro lato della strada, in piena vista di tutti i passanti, fra un boschetto di robinie e un campo coltivato. Una tendopoli improvvisata di povere cose. A neanche venti metri, sempre sul lato nord, s'imbocca una stradina presidata da un gruppo di prostitute di colore in attesa di clientela; i rom fanno un viavai continuo dal campo che hanno dovuto abbandonare alla loro nuova destinazione temporanea, attraversando la pericolosissima provinciale, battuta da un traffico intenso e veloce in tutto degno del Sempione.
    I due portavoce della piccola comunità sono i fratelli Zamfir e Anka Fanel. «Siamo disperati, non abbiamo qui niente» ci dicono mentre fanno avanti e indietro trasportando teli, tappeti, qualche seggiola, masserizie varie. «Un uomo buono, un consigliere comunale (Corrado, ndr), ci ha aiutati, ci ha portati a parlare con l'assessore (Chierichetti, ndr); ma al Comune di Busto bastava che ci spostassimo di venti metri, fuori dal loro confine, e per loro era risolta... come se qui anzichè Busto e Legnano fossero, che so, l'Italia e la Germania». Una situazione grottesca che fa pensare a certi individui apolidi rimasti bloccati in aeroporto, "tra color che son sospesi".
    A Legnano i rom sono stati cacciati, e nessuno vuole riprenderseli; l'amministrazione offre ospitalità solo per un certo numero di donne e bambini, ma le donne si rifiutano categoricamente di lasciare i loro uomini. A quanto sembra, solo una minorenne con un neonato di poche settimane ha accettato l'offerta. A Busto non ci sono neppure aree attrezzate per la sosta dei nomadi. Allo sgombero dei rom dal boschetto a sud della provinciale assistono discretamente alcuni agenti della Polizia locale bustese, in testa il comandante Alessandro Casale; sull'altro lato della provinciale si accalca un'umanità rassegnata. «Guardate» ci dicono i due fratelli, «abbiamo qui varie donne con bambini, e sei o sette sono incinte. Venerdì pomeriggio la Croce Rossa legnanese ci ha portato dell'acqua, poi arrivederci e grazie». «Abbiamo sete, e nulla da bere» tuona un donnone dallo sguardo accusatore, irrompendo teatralmente in scena. «Voi che fate? Venite qui, fate le vostre foto, scrivete, domani venderete i vostri giornali, intanto noi soffriamo... siamo uomini, non animali». Effettivamente non c'è acqua sul posto, nè si vedono provviste o bottiglie: i rom sono allo sbando. Fra lo sguardo dei cronisti e quello dei nomadi ci sono pochi metri, ma in qui pochi metri c'è l'abisso fra mondi diversi ed opposti che si sono scelti diverse schiavitù: una struttura sociale rigida e organizzata da una parte, la ben misera "libertà" del clan dall'altra. Le parole hanno il loro effetto, e in mezz'ora arrivano parecchie bottiglie d'acqua, qualche casco di banane, latte e biscotti per i più piccoli: poche cose, per tirare avanti fino a stasera, poi si vedrà.
    Nel pomeriggio la situazione si complica ulteriormente: da Legnano arrivano Polizia locale e di Stato e Carabinieri per un rinnovato sgombero, mentre gli automobilisti di passaggio rallentano per curiosare. Una situazione al limite dell'incredibile, con i nomadi come gatti intrappolati sulla cancellata tra due giardini vigilati da mute di cani. Sul posto c'è fra gli altri l'ex consigliere comunale legnanese di Rifondazione Comunista Giuseppe Marazzini. «Gli hanno dato fino a stasera alle otto per sbaraccare anche da qui» riferisce per poi sfogarsi. «È una vergogna questa caccia indiscriminata ai rom, una comunità che già ha i suoi problemi, divisa com'è fra chi si vuole integrare con tutte le difficoltà e chi vive ai margini. Davvero non pensavo di vivere queste ore in un clima di intolleranza così viscerale verso questa gente, si è perso il senso della misura. I rom furono perseguitati dai nazisti come gli ebrei: hanno comunque diritto ad essere aiutati, fermo restando il rispetto delle nostre leggi. Alle scuole Toscanini del quartiere San Paolo siamo riusciti ad inserire alcuni bambini rom nelle classi, ce ne sono altri che hanno già fatto la preiscrizione, cosa sarà di loro?»
    In serata l'epilogo (per ora): i nomadi lasciano il campo di fortuna (di sventura, viene da dire), scortati, per la stazione ferroviaria. La palla passa al prossimo Comune in cui andranno a sistemarsi.

    http://www3.varesenews.it/busto/articolo.php?id=75453

  6. #6
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se contunui a sgomberare OGNI VOLTA che si riaccampano, stai tranquillo che presto cercheranno altri lidi. Se lo facessero tutti i comuni, i lidi diventerebbero inesorabilmente molto ma molto lontani da casa mia.
    Se anche tu, come me, sei dell'Oltrestazione, dovresti ben conoscere lo stato di degrado e di pericolosità del Parco Altomilanese di "nostra" competenza, dove è diventato impossibile transitarci se non in un numero sostenuto di persone insieme. Tutto grazie a questa gentaglia.

  7. #7
    PADANIA LIBERA!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    4,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vi ricordate qualche mese fa...quando la lega scacciò da un comune del Milanese la comunità rom? che qua sopra in molti accusarono la lega stessa di non aver risolto il problema ma solo di averlo allontanato?di aver passato la patata bollente a qualcun'altro?

    Vi chiedo...c'è differenza tra i due casi?
    Non so di che partito sia il sindaco di Legnano...(sul web ho letto che è di lista civica di dx) ... comunque gli faccio i complimenti per l'azione.

  8. #8
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fognaitaglia, appoggiato da annini, legaioli, democosi e pensionati. In continuità con il precedente che evidentemente, nonostante lo scandalo corruzione che ha colpito il vicesindaco e diversi imprenditori "locali" (o meglio, di residenza locale), ha riscosso successo nella cittadinanza, visto che è stato eletto al primo turno senza alcun problema.
    Il personaggio, tolti gli appoggi politici, sembra serio (non lo conosco personalmente, anche se è Llegnanese e della mia zona) e per ora sta facendo quanto ha promesso. Vedremo. Di certo la continua cementificazione selvaggia fa da controaltare alle buone azioni fatte fino ad adesso, tipo lo sgomero dei nomadi.

    PS: Wyatt, non mi pare di aver detto beh sugli sgomberi fatti altrove, anzi, semmai sono intervenuto per fare i complimenti.

  9. #9
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ah, inutile dire che io uno che si presenta con l'appoggio dei partiti romani non lo voto manco col binocolo, però è giusto riconoscere alle persone la coerenza ed i fatti concreti.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    29 Mar 2009
    Messaggi
    15,775
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Se contunui a sgomberare OGNI VOLTA che si riaccampano, stai tranquillo che presto cercheranno altri lidi. Se lo facessero tutti i comuni, i lidi diventerebbero inesorabilmente molto ma molto lontani da casa mia.
    Se anche tu, come me, sei dell'Oltrestazione, dovresti ben conoscere lo stato di degrado e di pericolosità del Parco Altomilanese di "nostra" competenza, dove è diventato impossibile transitarci se non in un numero sostenuto di persone insieme. Tutto grazie a questa gentaglia.
    ma tu hai idea di quanto costi ogni volta lo sgombero?
    ma ti pare sia il modo di andare avanti?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Governo Renzi: sarà un flop? le premesse ci sono tutte...
    Di Torbjørn Hansen nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 19-02-14, 14:48
  2. se queste sono le premesse.........
    Di sinistra_polliana nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-02-08, 13:26
  3. Finanziaria, capitolo tasse e sgravi: le premesse sono molto buone
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-09-06, 11:37
  4. ma quanto sono buone?
    Di Jaki nel forum Fondoscala
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 18-05-06, 18:33
  5. Alemanno: Ci sono tutte le premesse per Fini agli Esteri
    Di krentak the Arising! nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-11-04, 10:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226