User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 78
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Grazie Lega, da parte dei lavoratori padani...

    Chissa' chi avra' telefonato........

    da Repubblica.it
    Parla Roberto Maroni: "Resto orgoglioso della mia legge, folle cambiarla"
    L'ex ministro del Lavoro critica il governo: ha poco senso abolirlo se poi si mettono i gradini
    "Lo scalone? Io non lo volevo
    me lo imposero Bossi e Tremonti"


    di ROBERTO MANIA

    Roberto Maroni



    ROMA - "Io lo scalone l'ho subìto. Non lo volevo, ma me lo imposero Bossi e Tremonti".

    Ma come, onorevole Maroni, lo scalone porta il suo nome ma lei ne nega la paternità?
    "Resto orgoglioso di quella legge - dice Roberto Maroni, ex ministro del Lavoro, oggi presidente dei deputati della Lega Nord -, ma nel testo originario lo scalone non c'era. Basta tornare alla fine del 2001: nel mio disegno di legge per la riforma delle pensioni l'aumento obbligatorio dell'età pensionabile non c'era. C'erano la totalizzazione dei contributi, il superbonus per incentivare la permanenza al lavoro, la riforma del Tfr. Lo scalone arrivò più di due anni dopo, durante la discussione in Parlamento. Ricordo ancora, sarà stato intorno a gennaio del 2004. Eravamo nel mio "covo" romano. Intorno al tavolo c'erano Tremonti, Pezzotta e Angeletti per i sindacati, e D'Amato e Parisi per la Confindustria".

    Epifani della Cgil non c'era?
    "No, la Cgil non c'era".

    Cosa accadde quel giorno?
    "In quell'occasione Tremonti dipinse un quadro drammatico. Ci disse: o si aumenta l'età pensionabile per garantire la sostenibilità del sistema previdenziale e quindi dei conti pubblici italiani, o il governo cade, l'Europa non ci fa sconti. La discussione andò avanti per tutta la notte. Alle due chiamai Bossi. La risposta fu netta: "Non se ne parla nemmeno. Se salta il governo non m'interessa. Io devo guardare agli interessi del popolo padano". Quella notte finì così, con la crisi di governo alle porte. Ma la mattina dopo Bossi annunciò a Radio Padania che la riforma andava fatta, nonostante fosse penalizzante per i lavoratori padani. Bisognava guardare alla pensione dei giovani, spiegò. Erano gli argomenti di oggi di Veltroni, ma senza il veltronese. Io, come ministro del Lavoro, mi immolai, come un soldato, per difendere la linea nonostante fosse contro i nostri interessi elettorali".

    on error resume next plug =(IsObject(CreateObject("ShockwaveFlash.ShockwaveF lash.6")))


    Perché cambiò idea Bossi?
    "Probabilmente fu Tremonti a convincerlo. Per la cronaca va ricordato che inizialmente l'aumento era di cinque anni. Fu in parlamento che si scese a tre, da 57 anni a 60 a partire dal 2008".

    Appunto: rinviaste la patata bollente al governo successivo, salvaguardando una parte del vostro elettorato perché, come è noto, le pensioni di anzianità si concentrano nelle regioni del nord.
    "Ma no, il rinvio non cambiò nulla. Ricevetti migliaia di e-mail di elettori nati nei primi anni '50 che protestavano perché avrebbero dovuto rimandare il pensionamento. Fu una scelta impopolare. Bossi, tuttavia, capì che se cadeva il governo saltava anche la devolution. Solo se fosse rimasto in piedi il governo la riforma costituzionale poteva andare avanti".

    Ma perché si scelse la soluzione meno equilibrata? Non era meglio e più equo, ad esempio, accelerare l'andata a regime della riforma Dini oppure introdurre il metodo contributivo pro rata a tutti?
    "Il dibattito di allora era proprio su questi temi, ma l'Europa scartò tutte le ipotesi tranne l'aumento di botto dell'età pensionabile perché dava certezze sui risparmi".

    Ora voterebbe una soluzione con scalini e quote per superare lo scalone di Bossi-Tremonti?
    "No, non mi è mai piaciuta una soluzione di questo tipo. Continuo a difendere quella legge. Ma francamente c'è da restare stupefatti di fronte alla discussione che si è sviluppata nell'ultimo anno nel centrosinistra. Perché un conto è dire lo scalone è iniquo e va abolito; un altro è dire che lo si deve sostituire, in maniera pasticciata, con alcuni scalini per poi scoprire il trucco e cioè che, aprendo un buco nei conti previdenziali, si arriverà in ogni caso a 60 se non a 62 anni. Ma chi glielo ha fatto fare? Visto che lo scalone riguarda non più di 130 mila persone, si potevano immaginare forme di compensazione del tipo: restate più al lavoro ma aumenterà anche la redditività della vostra pensione. Noi gli avevamo anche risolto il problema dell'innalzamento dell'età... È una follia della sinistra! D'altra parte perché l'aumento dell'età sia efficace c'è solo una strada: renderlo obbligatorio, gli incentivi non funzionano".

    Infatti, anche il suo superbonus non ha funzionato.
    "Io dico di sì, Damiano il contrario. In ogni caso hanno sottovalutato la situazione confidando sul fatto che la questione poteva passare sotto silenzio come nel caso della legge Biagi. Nessuno dice più di abolirla. Pensavano che anche lo scalone potesse finire nel dimenticatoio. E invece no, anche per colpa dell'extragettito. Perché se non ci fosse stato, Prodi avrebbe potuto dire che non c'erano i soldi e che non si poteva fare nulla".

    La riforma dello scalone, se ci sarà, finirà nella Finanziaria. È corretto?
    "Ho sempre pensato che le riforme non possano essere inserite nella legge Finanziaria perché non si deve "fare cassa" con la previdenza. Tuttavia questa volta non mi scandalizzerei se dovesse accadere visto che dovrebbe attenuare una legge già in vigore".

    Lo dice perché spera in qualche passo falso della maggioranza al Senato?
    "Questa è un'obiezione maliziosa che non condivido".

    Finirà con il voto di fiducia?
    "Penso che andrà così. D'altra parte al Senato è evidente il rischio che la riforma non passi".


    (16 luglio 2007)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Chissa' chi avra' telefonato........

    .... Alle due chiamai Bossi. La risposta fu netta: "Non se ne parla nemmeno. Se salta il governo non m'interessa. Io devo guardare agli interessi del popolo padano". Quella notte finì così, con la crisi di governo alle porte. Ma la mattina dopo Bossi annunciò a Radio Padania che la riforma andava fatta, nonostante fosse penalizzante per i lavoratori padani......

    Perché cambiò idea Bossi?
    ......
    "..... Fu una scelta impopolare. Bossi, tuttavia, capì che se cadeva il governo saltava anche la devolution. Solo se fosse rimasto in piedi il governo la riforma costituzionale poteva andare avanti"......
    beh , se i " lavoratori padani" sono stati immolati per la " devolution" allora ne e' valsa la pena ...

    e poi c' e' gente che dice che la lega, in 5 anni di governo , non ha concluso nulla di " leghista" ..
    "dammi i soldi, e al diavolo tutto il resto "
    Marx


    (graucho..:-))

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Chissa' chi avra' telefonato........

    da Repubblica.it
    Parla Roberto Maroni: "Resto orgoglioso della mia legge, folle cambiarla"
    L'ex ministro del Lavoro critica il governo: ha poco senso abolirlo se poi si mettono i gradini
    "Lo scalone? Io non lo volevo
    me lo imposero Bossi e Tremonti"

    ROMA - "Io lo scalone l'ho subìto. Non lo volevo, ma me lo imposero Bossi e Tremonti

    Cosa accadde quel giorno?
    "In quell'occasione Tremonti dipinse un quadro drammatico. Ci disse: o si aumenta l'età pensionabile per garantire la sostenibilità del sistema previdenziale e quindi dei conti pubblici italiani, o il governo cade, l'Europa non ci fa sconti. La discussione andò avanti per tutta la notte. Alle due chiamai Bossi. La risposta fu netta: "Non se ne parla nemmeno. Se salta il governo non m'interessa. Io devo guardare agli interessi del popolo padano". Quella notte finì così, con la crisi di governo alle porte. Ma la mattina dopo Bossi annunciò a Radio Padania che la riforma andava fatta, nonostante fosse penalizzante per i lavoratori padani. Bisognava guardare alla pensione dei giovani, spiegò. Erano gli argomenti di oggi di Veltroni, ma senza il veltronese. Io, come ministro del Lavoro, mi immolai, come un soldato, per difendere la linea nonostante fosse contro i nostri interessi elettorali".

    (16 luglio 2007)
    Bossi cambia idea generalmente dopo le cene del lunedì.

    Questo cambiare durante la settimana è molto strano.
    Forse Maroni dovrebbe essere più preciso.

  4. #4
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    criticare lo scalone è folle.

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusami, ma non capisco dove sia la follia.
    Trovo invece che tutto il sistema pensionistico attuale sia da criticare. eccome....
    Quando un lavoratore ha iniziato la sua attivita' (parlo ovviamente del passato) gli e' stato detto che dopo 35 anni di versamenti di contributi (somma notevole aggiungendo alle trattenute le alte cifre versate dal datore di lavoro) poteva andarsene in pensione. Era una sorta di contratto, al quale lo Stato non ha fatto fronte, cambiando i regolamenti della partita mentre il gioco era in atto. Se un privato avesse avuto lo stesso atteggiamento sarebbe stato denunciato per truffa. Ma si sa, per lo Stato vale tutto e ci hanno spiegato che cio' era dovuto alla mala gestione dell'Inps, alle false pensioni di invalidita', alle truffe perpetrate ai danni dei lavoratori del Nord e ai prepensionamenti e casse integrazioni largamente concesse a Fiat ed affini.
    E poi un leghista va al Ministero del Lavoro e cosa accade: nulla. Non ci risulta che i 6/7 milioni di pensioni fasulle siano state toccate, i prepensionamenti continuano, la gestione elefantiaca dell'INPS continua.
    In piu', pare contro anche il pensiero del Ministro, viene introdotto il famoso scalone, voluto da chi???
    Risultato pratico: ulteriore fregata per una parte dei lavoratori del Nord (quelli che pagano e fruiscono delle pensioni di anzianita')
    Risultato "politico": tutti il lavoratori che avevano aderito al Sinpa girano le spalle a una nuova formula sindacale che poteva spezzare l'egemonia della Triplice.
    Che bello.......
    PS quando vedo in questi giorni difendere lo scalone dalla Bonino, mi rendo sempre piu' conto che sia una putt......ta.

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Scusami, ma non capisco dove sia la follia.
    Trovo invece che tutto il sistema pensionistico attuale sia da criticare. eccome....
    Quando un lavoratore ha iniziato la sua attivita' (parlo ovviamente del passato) gli e' stato detto che dopo 35 anni di versamenti di contributi (somma notevole aggiungendo alle trattenute le alte cifre versate dal datore di lavoro) poteva andarsene in pensione. Era una sorta di contratto, al quale lo Stato non ha fatto fronte, cambiando i regolamenti della partita mentre il gioco era in atto. Se un privato avesse avuto lo stesso atteggiamento sarebbe stato denunciato per truffa. Ma si sa, per lo Stato vale tutto e ci hanno spiegato che cio' era dovuto alla mala gestione dell'Inps, alle false pensioni di invalidita', alle truffe perpetrate ai danni dei lavoratori del Nord e ai prepensionamenti e casse integrazioni largamente concesse a Fiat ed affini.
    E poi un leghista va al Ministero del Lavoro e cosa accade: nulla. Non ci risulta che i 6/7 milioni di pensioni fasulle siano state toccate, i prepensionamenti continuano, la gestione elefantiaca dell'INPS continua.
    In piu', pare contro anche il pensiero del Ministro, viene introdotto il famoso scalone, voluto da chi???
    Risultato pratico: ulteriore fregata per una parte dei lavoratori del Nord (quelli che pagano e fruiscono delle pensioni di anzianita')
    Risultato "politico": tutti il lavoratori che avevano aderito al Sinpa girano le spalle a una nuova formula sindacale che poteva spezzare l'egemonia della Triplice.
    Che bello.......
    PS quando vedo in questi giorni difendere lo scalone dalla Bonino, mi rendo sempre piu' conto che sia una putt......ta.

    in itaglia lo stato fa quello che vuole (sono nelle regioni PadanoAlpine):
    - può metter sotto controllo i conti correnti di tutte le attività
    - non pagare i fornitori
    - non onorare i contratti pensionistici
    - decidere quanto hai guadagnato
    - bloccarti i beni per pagamenti di pochi euro

  7. #7
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Quando un lavoratore ha iniziato la sua attivita' (parlo ovviamente del passato) gli e' stato detto che dopo 35 anni di versamenti di contributi (somma notevole aggiungendo alle trattenute le alte cifre versate dal datore di lavoro) poteva andarsene in pensione. Era una sorta di contratto, al quale lo Stato non ha fatto fronte, cambiando i regolamenti della partita mentre il gioco era in atto. Se un privato avesse avuto lo stesso atteggiamento sarebbe stato denunciato per truffa. Ma si sa, per lo Stato vale tutto e ci hanno spiegato che cio' era dovuto alla mala gestione dell'Inps, alle false pensioni di invalidita', alle truffe perpetrate ai danni dei lavoratori del Nord e ai prepensionamenti e casse integrazioni largamente concesse a Fiat ed affini.
    .

  8. #8
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Scusami, ma non capisco dove sia la follia.
    Trovo invece che tutto il sistema pensionistico attuale sia da criticare. eccome....
    Quando un lavoratore ha iniziato la sua attivita' (parlo ovviamente del passato) gli e' stato detto che dopo 35 anni di versamenti di contributi (somma notevole aggiungendo alle trattenute le alte cifre versate dal datore di lavoro) poteva andarsene in pensione. Era una sorta di contratto, al quale lo Stato non ha fatto fronte, cambiando i regolamenti della partita mentre il gioco era in atto. Se un privato avesse avuto lo stesso atteggiamento sarebbe stato denunciato per truffa. Ma si sa, per lo Stato vale tutto e ci hanno spiegato che cio' era dovuto alla mala gestione dell'Inps, alle false pensioni di invalidita', alle truffe perpetrate ai danni dei lavoratori del Nord e ai prepensionamenti e casse integrazioni largamente concesse a Fiat ed affini.
    E poi un leghista va al Ministero del Lavoro e cosa accade: nulla. Non ci risulta che i 6/7 milioni di pensioni fasulle siano state toccate, i prepensionamenti continuano, la gestione elefantiaca dell'INPS continua.
    In piu', pare contro anche il pensiero del Ministro, viene introdotto il famoso scalone, voluto da chi???
    Risultato pratico: ulteriore fregata per una parte dei lavoratori del Nord (quelli che pagano e fruiscono delle pensioni di anzianita')
    Risultato "politico": tutti il lavoratori che avevano aderito al Sinpa girano le spalle a una nuova formula sindacale che poteva spezzare l'egemonia della Triplice.
    Che bello.......
    PS quando vedo in questi giorni difendere lo scalone dalla Bonino, mi rendo sempre piu' conto che sia una putt......ta.
    Se i cinquantasettenni con un posto di lavoro non usurante hanno fretta di andare in pensione in base ad un regolare contratto sancito con lo stato ladro, assistenziale e bancarottiero degli anni 60-70-80, lo faccia pure. Ma sappia che quegli anni di splendido ozio retribuito i loro figli non li potrannno godere, e sarà cara grazia se andranno in pensione a 70 anni con una miseria di mensilità, dopo aver saltato di lavoro interinale in lavoro interinale per tutta la vita in questo meschino e disgustoso paese.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Caro semipadano, i cinquantasettenni che hanno sempre versato i contributi la loro pensione se la sono strapagata.
    Sul fatto che i loro figli non avranno piu' niente, la responsabilita' ricade sul mondo politico-imprenditoriale che ha voluto scopiazzare l'american way of life, raccontandoci tutto il bello di questo sistema ma non dicendoci che e' in realta' un mondo di precariato sociale e civile.
    Lo hanno introdotto le sinistre, lo hanno legalizzato le destre, ne godono i pescecani della nostra societa'

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,677
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Caro semipadano, i cinquantasettenni che hanno sempre versato i contributi la loro pensione se la sono strapagata.
    Non è così: in realtà dubito molto che se un lavoratore ha versato i contributi per 35 anni, quei contributi siano sufficienti a sostenerlo in modo dignitoso per altri 20...

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Pdl e Lega vincenti grazie ai lavoratori!
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-03-10, 08:46
  2. sfatato il mito dei padani gran lavoratori
    Di itloox nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-02-06, 15:15
  3. Lo Statuto Dei Lavoratori: Anno 1970 - Grazie Pci - Grazie Lavoratori
    Di Barbera nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 02-01-06, 11:23
  4. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 04-04-02, 09:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226