User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 44
  1. #1
    Valsesia=Lega al 50%
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Valsesia, la valle della super Lega

    Valsesia, la valle della super Lega
    Il segreto del successo è la politica vicina alla gente e ai suoi problemi concreti

    nostro inviato Filippo Poletti Varallo (Vc)

    - Due sono i protagonisti della Valsesia, la “gallina dalle uova d’oro” della provincia di Vercelli grazie all’industria tessile e alle centrali idroelettriche mosse dal “Nilo” locale, il Sesia: 1) il teatro sublime del monte Rosa, con la sua catena di vette lunga 25 chilometri; 2) la Lega Nord in pugno al segretario nazionale piemontese Roberto Cota. Vedere per credere: il 27 e il 28 maggio il Carroccio ha fatto faville sia a Varallo che a Serravalle Sesia, confermandosi il secondo partito a livello provinciale. E se nel primo comune il quarantunenne Gianluca Buonanno (pure vicepresidente della Provincia di Vercelli) ha meritatamente stravinto con l’80,86 per cento, nel secondo il quarantaduenne Massimo Basso ha distaccato di addirittura 42 punti percentuali il suo rivale. Per non dire, poi, della Provincia di Vercelli, dove il Carroccio ha contribuito alla vittoria della Cdl e di Renzo Masoero.
    Per capire le ragioni di questo successo occorre bussare al “capoluogo” della Valsesia, alla porta della “casa del popolo”, la “Casa bianca” di Varallo, e cioé la villa neoclassica dove ha sede il comune. La prima piacevole sorpresa è leggere che «il sindaco riceve tutti i giorni». Il voto dell’elettore - spiega il campionissimo Buonanno, sindaco di Varallo dal 2002 e da poche settimane anche vicepresidente della Provincia di Vercelli - «è un credito: se sei capace di sfruttarlo, aumenterà, altrimenti si esaurirà. Non c’è spesa di campagna elettorale che tenga: se la gente non vede i risultati, non ti voterà più».
    E i risultati a Varallo non sono mancati: a) è l’unico comune della provincia di Vercelli che non ha grandi centri commerciali; b) le nuove vie lastricate del centro storico brillano sotto il sole di giugno; c) l’amministrazione ha assoldato anche i vigili di cartone, diminuendo del 30 per cento - grazie alla vista delle sagome posizionate in città - le multe e gli incidenti; d) la “casa del popolo” sta difendendo, con le unghie e con i denti, l’autonomia della “Gerusalemme alpina”, il sacro monte cinquecentesco che la governatrice Mercedes Bresso vorrebbe accorpare, sotto il profilo amministrativo, agli altri luoghi santi del cattolicesimo piemontese.
    Gente tosta i valsesiani. Salda nei principi come nei valori della tradizione cattolica (è stato Vittorio Sgarbi a definire il sacro monte di Varallo la «cappella Sistina» del Nord). E tra i principi c’è l’attitudine al lavoro incarnato da nomi come Vincenzo Lancia, fondatore dell’omonima casa automobilistica. Da queste parti non si coltiva il riso come nella bassa vercellese ma si lavorano i tessuti o il legno, e la cultura più diffusa è quella artigiana radicata nel capoluogo novarese, oggi in mano al leghista Massimo Giordano: passeggiare nel centro storico settecentesco di Varallo significa compiere un viaggio nell’arte e nell’artigianato della valle, dove da secoli lavora un piccolo esercito di artisti, maestri costruttori, falegnami e fabbri. Negli antichi cortili e in piccoli locali hanno infatti sede un atelier di vetrate artistiche o un laboratorio di restauro, e si possono incontrare decoratori di piatti, scultori alle prese con il tornio o acquistare le calde pantofole “scapin” e i puncetti, i ricami fatti con ago, filo e tanta abilità ispirati forse cristalli di ghiaccio che, legandosi, formano i fiocchi di neve.
    Non poteva che essere la Lega a interpretare questa terra, così vicina a Novara (il collegamento ferroviario è Varallo-Novara, la diocesi è quella di Novara) così lontana da Vercelli. «La nostra gente - rimarca il trentottenne Angelo Dago, già consigliere provinciale, oggi capogruppo in Provincia di Vercelli - «è leghista: il governo centrale ha commesso il grave torto di dimenticarla. Con il voto di maggio gli elettori hanno voluto far arrivare a Vercelli la voce della valle, dando un forte segnale forte alla “bassa”».
    La Lega - aggiunge il ventiquattrenne Paolo Tiramani, coordinatore provinciale dei giovani padani, consigliere comunale a Borgosesia e nuovo consigliere provinciale - «è vicina ai cittadini. In Valsesia ha l'opportunità di dimostrare i suoi valori e la sua forza». Non è un caso che il consiglio comunale di insediamento della giunta Buonanno si sia tenuto al teatro civico e che ogni seduta sia ripresa e trasmessa da Telemonterosa: «Se il cittadino non va in consiglio comunale - puntualizzano l’assessore alla Viabilità Eraldo Botta e Pietro Bondetti, ex vicesindaco e nuovo presidente del consiglio provinciale (il candidato più votato a Varallo con il 65 per cento di preferenze) - deve essere il consiglio comunale ad andare dal cittadino».
    Concretezza: questa è la chiave del successo del Carroccio nella Valsesia. «Il lavoro istituzionale e soprattutto sul territorio fatto finora - tira le somme Cota - è encomiabile. L’obiettivo adesso è di crescere ancora, aprendo una sezione della Lega in ogni Comune della Valsesia e della provincia di Vercelli». Anche di questo e, più in generale, delle iniziative da intraprendere nella Valsesia si parlerà giovedì sera a Torino, in via Poggio 23, in occasione di una segreteria politica regionale a cui parteciperà Buonanno assieme ai parlamentari, ai consiglieri regionali e agli altri sindaci del Piemonte.
    Quel Piemonte che, guidato dal Carroccio, sta facendo un grande salto in avanti. Altro che Walter Veltroni che al mattino chiede più soldi per la capitale e la sera va a caccia di voti a Torino. Il Piemonte - come il Carroccio - è terra di principi saldi e di impegni concreti. Quegli stessi della Valsesia che, alla Lega, chiede di diminuire drasticamente il personale della Provincia di Vercelli da 240 a 200 dipendenti, di potenziare l’organico della polizia e di aprire gli uffici provinciali a Varallo, affinché siano i funzionari vercellesi ad andare in Valesia e non viceversa.
    Cose concrete, dunque, come la pittura-scultura del monte Rosa e delle 50 straordinarie cappelle del sacro monte di Varese, così divina così popolare. E così potente, come la corrente del fiume Sesia da Varallo a Vercelli fino al Po.
    VALSESIA libera.. Paolo Tiramani

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    730
    Data Registrazione
    11 Jun 2006
    Messaggi
    1,915
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  3. #3
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cose concrete, dunque, come la pittura-scultura del monte Rosa e delle 50 straordinarie cappelle del sacro monte di Varese
    .

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    29 Sep 2006
    Messaggi
    1,539
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    i vigili di cartone però sono esilaranti, mi ricordano totò e peppino.
    Propongo carabinieri di cartone davanti alle banche e agli uffici postali.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    19 Jan 2005
    Località
    Ormelle(TV,Veneto)
    Messaggi
    192
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    dovrebbe SEMPRE essere cosi la lega
    federalismo per un paese migliore

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    29 Sep 2006
    Messaggi
    1,539
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    diminuire il personale della provincia, aumentare il personale di polizia, aprire nuovi uffici : il gioco delle tre carte.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Su quale quotidiano e' stato pubblicato l'articolo?

  8. #8
    Valsesia=Lega al 50%
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Padania
    VALSESIA libera.. Paolo Tiramani

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    29 Sep 2006
    Messaggi
    1,539
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma va ?

  10. #10
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pablito el drit Visualizza Messaggio
    Valsesia, la valle della super Lega
    Il segreto del successo è la politica vicina alla gente e ai suoi problemi concreti

    nostro inviato Filippo Poletti Varallo (Vc)

    - Due sono i protagonisti della Valsesia, la “gallina dalle uova d’oro” della provincia di Vercelli grazie all’industria tessile e alle centrali idroelettriche mosse dal “Nilo” locale, il Sesia: 1) il teatro sublime del monte Rosa, con la sua catena di vette lunga 25 chilometri; 2) la Lega Nord in pugno al segretario nazionale piemontese Roberto Cota. Vedere per credere: il 27 e il 28 maggio il Carroccio ha fatto faville sia a Varallo che a Serravalle Sesia, confermandosi il secondo partito a livello provinciale. E se nel primo comune il quarantunenne Gianluca Buonanno (pure vicepresidente della Provincia di Vercelli) ha meritatamente stravinto con l’80,86 per cento, nel secondo il quarantaduenne Massimo Basso ha distaccato di addirittura 42 punti percentuali il suo rivale. Per non dire, poi, della Provincia di Vercelli, dove il Carroccio ha contribuito alla vittoria della Cdl e di Renzo Masoero.
    Per capire le ragioni di questo successo occorre bussare al “capoluogo” della Valsesia, alla porta della “casa del popolo”, la “Casa bianca” di Varallo, e cioé la villa neoclassica dove ha sede il comune. La prima piacevole sorpresa è leggere che «il sindaco riceve tutti i giorni». Il voto dell’elettore - spiega il campionissimo Buonanno, sindaco di Varallo dal 2002 e da poche settimane anche vicepresidente della Provincia di Vercelli - «è un credito: se sei capace di sfruttarlo, aumenterà, altrimenti si esaurirà. Non c’è spesa di campagna elettorale che tenga: se la gente non vede i risultati, non ti voterà più».
    E i risultati a Varallo non sono mancati: a) è l’unico comune della provincia di Vercelli che non ha grandi centri commerciali; b) le nuove vie lastricate del centro storico brillano sotto il sole di giugno; c) l’amministrazione ha assoldato anche i vigili di cartone, diminuendo del 30 per cento - grazie alla vista delle sagome posizionate in città - le multe e gli incidenti; d) la “casa del popolo” sta difendendo, con le unghie e con i denti, l’autonomia della “Gerusalemme alpina”, il sacro monte cinquecentesco che la governatrice Mercedes Bresso vorrebbe accorpare, sotto il profilo amministrativo, agli altri luoghi santi del cattolicesimo piemontese.
    Gente tosta i valsesiani. Salda nei principi come nei valori della tradizione cattolica (è stato Vittorio Sgarbi a definire il sacro monte di Varallo la «cappella Sistina» del Nord). E tra i principi c’è l’attitudine al lavoro incarnato da nomi come Vincenzo Lancia, fondatore dell’omonima casa automobilistica. Da queste parti non si coltiva il riso come nella bassa vercellese ma si lavorano i tessuti o il legno, e la cultura più diffusa è quella artigiana radicata nel capoluogo novarese, oggi in mano al leghista Massimo Giordano: passeggiare nel centro storico settecentesco di Varallo significa compiere un viaggio nell’arte e nell’artigianato della valle, dove da secoli lavora un piccolo esercito di artisti, maestri costruttori, falegnami e fabbri. Negli antichi cortili e in piccoli locali hanno infatti sede un atelier di vetrate artistiche o un laboratorio di restauro, e si possono incontrare decoratori di piatti, scultori alle prese con il tornio o acquistare le calde pantofole “scapin” e i puncetti, i ricami fatti con ago, filo e tanta abilità ispirati forse cristalli di ghiaccio che, legandosi, formano i fiocchi di neve.
    Non poteva che essere la Lega a interpretare questa terra, così vicina a Novara (il collegamento ferroviario è Varallo-Novara, la diocesi è quella di Novara) così lontana da Vercelli. «La nostra gente - rimarca il trentottenne Angelo Dago, già consigliere provinciale, oggi capogruppo in Provincia di Vercelli - «è leghista: il governo centrale ha commesso il grave torto di dimenticarla. Con il voto di maggio gli elettori hanno voluto far arrivare a Vercelli la voce della valle, dando un forte segnale forte alla “bassa”».
    La Lega - aggiunge il ventiquattrenne Paolo Tiramani, coordinatore provinciale dei giovani padani, consigliere comunale a Borgosesia e nuovo consigliere provinciale - «è vicina ai cittadini. In Valsesia ha l'opportunità di dimostrare i suoi valori e la sua forza». Non è un caso che il consiglio comunale di insediamento della giunta Buonanno si sia tenuto al teatro civico e che ogni seduta sia ripresa e trasmessa da Telemonterosa: «Se il cittadino non va in consiglio comunale - puntualizzano l’assessore alla Viabilità Eraldo Botta e Pietro Bondetti, ex vicesindaco e nuovo presidente del consiglio provinciale (il candidato più votato a Varallo con il 65 per cento di preferenze) - deve essere il consiglio comunale ad andare dal cittadino».
    Concretezza: questa è la chiave del successo del Carroccio nella Valsesia. «Il lavoro istituzionale e soprattutto sul territorio fatto finora - tira le somme Cota - è encomiabile. L’obiettivo adesso è di crescere ancora, aprendo una sezione della Lega in ogni Comune della Valsesia e della provincia di Vercelli». Anche di questo e, più in generale, delle iniziative da intraprendere nella Valsesia si parlerà giovedì sera a Torino, in via Poggio 23, in occasione di una segreteria politica regionale a cui parteciperà Buonanno assieme ai parlamentari, ai consiglieri regionali e agli altri sindaci del Piemonte.
    Quel Piemonte che, guidato dal Carroccio, sta facendo un grande salto in avanti. Altro che Walter Veltroni che al mattino chiede più soldi per la capitale e la sera va a caccia di voti a Torino. Il Piemonte - come il Carroccio - è terra di principi saldi e di impegni concreti. Quegli stessi della Valsesia che, alla Lega, chiede di diminuire drasticamente il personale della Provincia di Vercelli da 240 a 200 dipendenti, di potenziare l’organico della polizia e di aprire gli uffici provinciali a Varallo, affinché siano i funzionari vercellesi ad andare in Valesia e non viceversa.
    Cose concrete, dunque, come la pittura-scultura del monte Rosa e delle 50 straordinarie cappelle del sacro monte di Varese, così divina così popolare. E così potente, come la corrente del fiume Sesia da Varallo a Vercelli fino al Po.
    caro poletti è bello avere il sacro dono di non capire un cazzo e sopratutto scrivere cose su posti che non solo non si conosce ma nemmeno per sentito dire...

    la tipica velina di partito itaglione...

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. VALSESIA IS NOT ITALY ! FREE VALSESIA ! Noi Siamo Pronti !
    Di Jack's Return Home nel forum Padania!
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 15-10-09, 00:44
  2. La Lega Nord a San Dorligo della Valle, Sgonico e Monrupino.
    Di Radimiro nel forum Friuli-Venezia Giulia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-06-09, 16:18
  3. Referenti Alta Valle,Valsesia
    Di pablito el drit nel forum Padania!
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 17-03-07, 19:59
  4. L'MGP Valsesia in difesa della CROCE ROSSA
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-09-05, 13:28
  5. Nuova Sede Lega Nord Valsesia
    Di pablito el drit nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-08-05, 14:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226