User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Nessun vincitore crede al caso
    Data Registrazione
    12 Apr 2006
    Località
    Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam
    Messaggi
    2,278
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come far breccia in M.O.?

    A vostro parere, come possono forze comuniste ottenere consensi in stati come Iraq, Iran, Siria et simila, ovvero in stati "islamici"? O, per meglio dire, dove vi è una fortissima impronta religiosa e reazionaria?

    So che questi paesi hanno una bassa industrializzazione, il che complica ulteriormente le cose...
    Non credo sia facile trovare una risposta...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Comunista democratico
    Data Registrazione
    02 Dec 2004
    Località
    Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo (Gramsci)
    Messaggi
    5,720
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    A vostro parere, come possono forze comuniste ottenere consensi in stati come Iraq, Iran, Siria et simila, ovvero in stati "islamici"? O, per meglio dire, dove vi è una fortissima impronta religiosa e reazionaria?

    So che questi paesi hanno una bassa industrializzazione, il che complica ulteriormente le cose...
    Non credo sia facile trovare una risposta...
    La Siria non è uno stato islamico, ma laico.
    Comunque la risposta non è facile, per nulla ...
    Myrddin

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 May 2007
    Messaggi
    372
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    A vostro parere, come possono forze comuniste ottenere consensi in stati come Iraq, Iran, Siria et simila, ovvero in stati "islamici"? O, per meglio dire, dove vi è una fortissima impronta religiosa e reazionaria?

    So che questi paesi hanno una bassa industrializzazione, il che complica ulteriormente le cose...
    Non credo sia facile trovare una risposta...
    Non credo sia proficuo cercare di indovinare "che fare" a migliaia di chilometri di distanza. Solitamente in questi paesi esistono delle forze democratiche e/o marxiste, più o meno represse dalle teocrazie locali. E solitamente ognuna di queste forze dispone di analisi della situazione locale in base alle quali costruire una strada verso il socialismo, anche passando per alleanze tattiche.

    Compito dei partiti comunisti dovrebbe essere quello di mantenere relazioni internazionali, ed aiutare i compagni in difficoltà. Questa prassi è caduta in disuso (volendo usare un eufemismo), ed anche per questo c'è una proliferazione di presunti comunisti che, persa ogni speranza e ipotesi tattica e strategica, si schierano in sostegno delle teocrazie suddette (in funzione antiamericana) e pongono completamente in secondo piano la questione dell'emancipazione dell'uomo dallo sfruttamento di classe.

    In ogni caso la questione religiosa può sicuramente essere uno dei pilastri su cui fondare un movimento rivoluzionario, visto che chi è soggiogato sotto una teocrazia assai raramente ne è uno strenuo difensore. Gli esempi in questo senso abbondano. Nel cammino verso la Rivoluzione d'ottobre, i bolscevichi ottennero il sostegno di numerose minoranze religiose represse dalla russificazione zarista (di stampo cristiano ortodosso, con annessi pogrom di ebrei e non solo); la Guerra Civil spagnola assunse in diverse zone forti connotazioni anticlericali; in Tibet non sono molti i nostalgici della precedente teocrazia, in cui era ancora in vigore lo schiavismo; la recente rivoluzione maoista in Nepal ha tra gli obiettivi l'eliminazione del sistema di caste (con a capo un monarca di discendenza divina) che opprime la vita del Paese.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 May 2007
    Messaggi
    372
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Egemonia Visualizza Messaggio
    Non credo sia proficuo cercare di indovinare "che fare" a migliaia di chilometri di distanza...
    Mi accorgo che la mia risposta precedente è incentrata sulle sole teocrazie propriamente dette, mentre la domanda iniziale di Niccolò era più ampia (comprendeva anche Stati con forte connotazione religiosa, definizione che potrebbe comprendere entità diversissime come appunto Iraq e Siria, ma anche Turchia, Afghanistan e, uscendo dall'ambito islamico, Israele). Inutile dire che ampliando il numero di Paesi interessati, tutto si fa enormemente più complicato. Resta comunque il punto fondamentale delle relazioni con i partiti (specialmente marxisti) del luogo, che dovrebbero essere alla base di qualsiasi analisi "a distanza".

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Jul 2009
    Messaggi
    6,462
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Egemonia Visualizza Messaggio
    Non credo sia proficuo cercare di indovinare "che fare" a migliaia di chilometri di distanza. Solitamente in questi paesi esistono delle forze democratiche e/o marxiste, più o meno represse dalle teocrazie locali. E solitamente ognuna di queste forze dispone di analisi della situazione locale in base alle quali costruire una strada verso il socialismo, anche passando per alleanze tattiche.

    Compito dei partiti comunisti dovrebbe essere quello di mantenere relazioni internazionali, ed aiutare i compagni in difficoltà. Questa prassi è caduta in disuso (volendo usare un eufemismo), ed anche per questo c'è una proliferazione di presunti comunisti che, persa ogni speranza e ipotesi tattica e strategica, si schierano in sostegno delle teocrazie suddette (in funzione antiamericana) e pongono completamente in secondo piano la questione dell'emancipazione dell'uomo dallo sfruttamento di classe.

    In ogni caso la questione religiosa può sicuramente essere uno dei pilastri su cui fondare un movimento rivoluzionario, visto che chi è soggiogato sotto una teocrazia assai raramente ne è uno strenuo difensore. Gli esempi in questo senso abbondano. Nel cammino verso la Rivoluzione d'ottobre, i bolscevichi ottennero il sostegno di numerose minoranze religiose represse dalla russificazione zarista (di stampo cristiano ortodosso, con annessi pogrom di ebrei e non solo); la Guerra Civil spagnola assunse in diverse zone forti connotazioni anticlericali; in Tibet non sono molti i nostalgici della precedente teocrazia, in cui era ancora in vigore lo schiavismo; la recente rivoluzione maoista in Nepal ha tra gli obiettivi l'eliminazione del sistema di caste (con a capo un monarca di discendenza divina) che opprime la vita del Paese.
    Condivido la tua analisi tranne la parte in grassetto...

    ...la questione religiosa (io direi la religione) associata alla lotta armata, purtroppo rischia, in quelle aree, di egemonizzare, integralizzare e re-indirizzare i principi ispiratori e puri delle lotte di liberazione...

    ...non credo che gli esempi che proponi possano essere accostati e traslati per similitudine negli attuali scenari mediorentali...

    ...il grosso problema (almeno io lo percepisco, da comunista, come tale) è che le lotte di liberazione, le lotte per difendere la terra e per l'indipendenza (dalle aggressioni occidentali) rischiano sovente di tramutarsi in lotte per l'Islam ed in funzione dell'Islam...in nome del Corano...della parola...di Allah...


    ...diverso poi è il discorso delle lotte interne per l'emancipazione e i diritti dei lavoratori...contro tutti i tipi di sfruttamento interno della classe operaia e del proletariato...in relazione alle quali dichiaro ignoranza (non ne ho notizia)...

    ...magari Sandinista puo' darci qualche info...

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,989
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Myrddin-Merlino Visualizza Messaggio
    La Siria non è uno stato islamico, ma laico.
    Comunque la risposta non è facile, per nulla ...

    Ammesso che "laico" abbia un senso in relazione alla cultura politica del mondo islamico, la Siria è "laica" fino a un certo punto. Uno dei primi articoli della Costituzione afferma che l'Islam è religione di Stato e che le leggi non devono contrastare con la Sciarìa.
    Se interessa, posso trascrivere esattamente l'articolo in questione.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Jul 2009
    Messaggi
    6,462
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Eginardo Visualizza Messaggio
    Ammesso che "laico" abbia un senso in relazione alla cultura politica del mondo islamico, la Siria è "laica" fino a un certo punto. Uno dei primi articoli della Costituzione afferma che l'Islam è religione di Stato e che le leggi non devono contrastare con la Sciarìa.
    Se interessa, posso trascrivere esattamente l'articolo in questione.
    Se è cosi', di laico ha poco...

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,989
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da EL ROJO Visualizza Messaggio
    Se è cosi', di laico ha poco...

    Sul concetto di "laicismo" in relazione alla cultura politica del mondo islamico, è il fondatore stesso del Baath (il siriano cristiano Michel Aflaq) a scrivere:



    "Il nazionalismo laico dell’Europa è coerente con se stesso allorché separa nazionalismo e religione. Infatti la religione è giunta all’Europa dall’esterno ed è quindi estranea al suo carattere e alla sua storia. D’altronde questa religione combina fede nell’aldilà e regole morali. Non è stata rivelata nella lingua dei popoli dell’Europa, perché in essa non si sono manifestate le esigenze dell’ambiente europeo ed essa non si è confusa con la storia dei popoli europei. L’Islam, invece, non è una semplice fede nell’aldilà o un codice morale. (…)
    La relazione tra Islam e arabismo non può essere paragonata a nessun’altra relazione che intercorra tra una religione e un nazionalismo. Gli Arabi cristiani, quando il loro senso nazionale sarà perfettamente ridestato ed essi recupereranno il loro carattere autentico, riconosceranno che l’Islam rappresenta anche per loro una cultura dalla quale dovranno lasciarsi impregnare, per giungere a comprenderla e ad amarla, finché l’Islam diventi il gioiello più prezioso del loro arabismo."

    da In memoria del Profeta arabo, aprile 1943

  9. #9
    capaneo
    Ospite

    Predefinito

    Sono Paesi dove l'autorità della tribù è superiore a quella dello Stato e quella della religione a quella di qualunque ideologia. Una religione semplice, caratterizzata da concetti "tagliati con l'accetta", che informa una società non abituata alla "dialettica democratica" e i cui elementi fanno ciò che fanno solo perchè devono. Al di là di questa religione non c'è nulla, se non modelli di comportamento primitivi, comunque fagocitati dall'Islam.
    Solo la Persia, con il suo passato, avrebbe la possibilità di evolversi, ma la tradizione sciita e il regime ne hanno affossato le prospettive.

    Come spesso capita a chi è abituato all'autorità senza porsi domande (come, appunto, gli Arabi) esiste la possibilità di influenzarli attraverso ciò che li ha sempre affascinati dell'Occidente sopra ogni cosa: potenza e tecnologia. In pratica, le solite palline colorate. Almeno, finchè si troverà il modo di poter (o dover) fare a meno del dannato petrolio.
    Poi, se ne vadano al diavolo. Per questo è fondamentale riuscire a contenerli in casa nostra fino ad allora.

    Il Comunismo, vi piaccia o meno, è solo un rottame della Storia, un'ideologia sconfitta e spazzata via che non esercita più il minimo fascino, tantomeno su beduini ignoranti e primitivi, anche se con yacht che paiono portaerei e cessi d'oro massiccio.

    Rimanete solo voi: rivoluzionari con la pancia piena e il culo al caldo, capaci solo di sputare sentenze e di strafogarvi da un piatto che altri riempiono. in realtà conservatori oziosi e reazionari ottusi, perchè questo siete in realtà.

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,989
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ancora Michel Aflaq:

    "Nella nostra storia nazionale c’è un evento di primissima importanza: la nascita dell’Islam. Si tratta di un evento di portata simultaneamente nazionale e mondiale. Non mi pare che la gioventù araba abbia riconosciuto a questo evento tutta l’importanza che esso meritava. Non mi pare che i giovani ne studino gli insegnamenti per assimilarli e cerchino di assimilarne il senso. Tuttavia l’Islam racchiude un tesoro immenso e rappresenta un’esperienza umana considerevole, che potrebbe nutrirli ed arricchire la loro cultura pratica e politica. Per la gioventù araba, l’Islam potrebbe essere la fonte di ogni arricchimento."

    Il nostro punto di vista circa la religione, marzo 1956

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. XX - La Breccia
    Di Laico nel forum Ludoteca
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-11, 09:10
  2. La breccia di Pisapia
    Di Malandrina nel forum Elezioni amministrative 2011 e Referendum 2011
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-05-11, 19:06
  3. Breccia (?) di Porta Pia
    Di codino nel forum Cattolici
    Risposte: 112
    Ultimo Messaggio: 01-10-07, 02:02
  4. Risposte: 98
    Ultimo Messaggio: 24-09-07, 15:55
  5. Breccia (?) di Porta Pia
    Di codino nel forum Destra Radicale
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 21:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226