User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    euro-holocaust.splinder.com
    Data Registrazione
    08 Feb 2007
    Località
    Europa
    Messaggi
    243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Prospettive genocide per il Nord-Est per i prossimi 20 anni

    Da:

    http://euro-holocaust.splinder.com/p...e+nel+Nord-Est

    La Fondazione Nordest (si tratta di un istituto di ricerca socio-economica, voluto dalle Camere di Commercio del Nord-Est e dalle associazioni confindustriali) prospetta un arrivo di almeno 36mila nuovi stranieri ogni anno, per i prossimi vent'anni. In pratica, quasi un milione di nuovi lavoratori nella prossima generazione, solo per le regioni del Veneto, Friuli-Venezia-Giulia e Trentino-Alto-Adige.
    La scusa, la conoscete ormai, è sempre la stessa, ossia servono nuovi lavoratori per sostituire i neo-pensionati e per mantenere inalterata la quota di lavoratori disponibili. La cosa, apparentemente logica, in realtà dimostra sempre più l'insensatezza degli attuali processi economici capitalistico-globalizzati, dato che, piuttosto che prendere atto dell'invecchiamento della società, si pensa di basarsi su quote ancorate al solo presente.
    Una società che invecchia, in un contesto di continua evoluzione sia tecnologica che riguardo le figure professionali necessarie, non significa necessariamente apporti continui di nuovi cittadini (i quali, vi sembrerà strano, ma invecchiano anche loro...), allo scopo di avere sempre nuovi e più numerosi lavoratori (o schiavi? Visto l'andazzo generale...). Può e dovrebbe significare anche continui mutamenti socio-economici e lavorativi, allo scopo di raggiungere determinati risultati senza dover per questo iniziare una rincorsa all'aumento della popolazione attiva, col risultato di far esplodere quella complessiva.
    Perchè nuovi lavoratori in numero sempre più ampio significa sempre più pensionati per il futuro, i quali richiederanno di essere sostituiti da sempre maggiori lavoratori, e così via, creando un circolo vizioso sia per il sistema pensionistico, sia per l'organizzazione più ampia della società (dall'ordine pubblico, all'ambiente, ecc.).
    Sostituire, semplicemente, un pensionato con un altro lavoratore non significa guardare al futuro, ma significa solo guardare al presente e ai propri privilegi, con la speranza (sciocca) che "non cambiando squadra" (in questo caso "quota di lavoratori attivi") quei privilegi rimangano intoccati.
    Mal gliene possa cogliere, a queste condizioni...
    • Dall'articolo "Nordest, ogni anno 36mila immigrati" (Metropoli, 16 luglio 2007):
    Il Nordest avrà bisogno di 36 mila nuovi immigrati l'anno per un
    ventennio. La previsione e' del Rapporto Nordest 2007, presentato oggi a Mestre
    dalla fondazione Nordest. ''E' il fabbisogno futuro di popolazione per il
    prossimo ventennio - spiega Daniele Marini, direttore della Fondazione - per
    mantenere inalterata la popolazione in età lavorativa (20-59), in assenza di
    immigrazioni''. E' di 720mila il numero complessivo di nuovi immigrati necessari
    nei prossimi 20 anni.

    ''Il deficit – spiega Marini - dato dal fabbisogno di nuovi pensionati, è pari
    per il Nordest al 36%. In Italia nel prossimo ventennio sarà necessario
    sostituire 1/3 dei nuovi pensionati con lavoratori provenienti dall'estero''.
    Tra i Paesi ricchi ve ne sono solo quattro con deficit superiori a 25% (Italia,
    Spagna, Germania e Giappone); altri con deficit molto ridotti, inferiori al 10%
    (Svezia, Francia, Regno Unito, Australia, Corea del Sud), altri in posizione
    intermedia.
    Tra i paesi poveri le cose sono molto diverse e la situazione è opposta con
    situazioni estreme di surplus: nel prossimo ventennio l'insieme dei paesi
    definiti come ''in via di sviluppo'' presenteranno annualmente un surplus oltre
    20 volte superiore al deficit espresso nel ventennio dall'insieme dei paesi ''a
    sviluppo avanzato''.
    ''Nel Nordest nel prossimo futuro ci sarà sicuramente una situazione di deficit
    (a Trieste 51%, sopra il 40% le altre province del Friuli Venezia Giulia ma
    anche Belluno, Venezia, Rovigo) con situazioni differenti in base anche
    all'andamento del tasso di fecondità di questi anni''.

    Se nel passato gli immigrati sono arrivati attratti da un mercato del lavoro che
    aveva bisogno di loro per ricoprire mansioni di fatica e poco retribuite è da
    attendersi che questo richiamo non verrà meno nei prossimi anni, accentuato
    anche dal ridursi dei lavoratori autoctoni. ''C'e', quindi, da attendersi che i
    flussi di immigrati seguiranno i ritmi degli ultimi dieci anni: 250mila ingressi
    annui in Italia e 35mila nel solo Nordest - conclude Marini -. Pertanto l'Italia
    e il Nordest sono destinati a divenire sempre più società multiculturali''.

    La fondazione Nordest ha interpellato, per una lettura delle prospettive, anche
    i governatori Giancarlo Galan del Veneto, Riccardo Illy del Friuli Venezia
    Giulia e Dellai di Trento. 'Spiega Marini: “C'è chi, come Dellai, interpreta il
    Nordest ancora come luogo di sperimentazione di possibili e necessarie forme di
    integrazione sotto il profilo interistituzionale, economico e produttivo. Ma
    nello stesso tempo guarda anche alle relazioni con le altre regioni del Nord
    dell'Europa e prefigura la necessità di rafforzare l'idea di una regione
    ‘alpina'”.
    E chi, invece, pur considerando il Nordest ancora una rappresentazione
    fortemente diffusa, tuttavia ritiene (come Illy) che si debba guardare alla
    costruzione di una “macroregione europea” con le aree transfrontaliere
    (Carinzia, Slovenia, le Contee Istriana e Litoraneo-Montana della Croazia). Chi
    infine, come Galan, osservando il Nordest sotto il profilo istituzionale riesce
    a intravederne una geografia contenuta al Veneto e al Friuli Venezia Giulia.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,589
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    36.000 l'anno?
    ci deve essere un errore,
    manca uno zero............


  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    03 Apr 2002
    Località
    TAUR-IM-DUINATH
    Messaggi
    1,425
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Perchè non iniziamo a svegliarci e ad andare a vedere chi sono questi signori nessuno che ci dicono di quante braccia avremo bisogno, su quali dati reali si basano, da cosa nasce questa "NECESSITA' e soprattutto andiamo a cercare di capire BENE a chi servono questi arrivi di massa.

    Certo che se anche il partito che doveva pensare alla difesa dei popoli padano - alpini oggi festeggia a roma e si è fatto sedurre dal potere più squallido, siamo a posto.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    anche a me paiono molto pochi i 36000 all'anno. se l'ipotesi di maxhadego è quella buona, avremo un veneto di 50 milioni di abitanti.

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Jan 2013
    Località
    glüglülåndiå
    Messaggi
    1,699
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio
    anche a me paiono molto pochi i 36000 all'anno. se l'ipotesi di maxhadego è quella buona, avremo un veneto di 50 milioni di abitanti.
    ...finiti i posti a sedere rimarranno solo posti in piedi. Con una densità di un migliaio di persone per km² potrebbe esserci acqua sufficiente per sciacquarsi le gengive una volta al mese.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    03 Apr 2002
    Località
    TAUR-IM-DUINATH
    Messaggi
    1,425
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gioann Bagoss Visualizza Messaggio
    ...finiti i posti a sedere rimarranno solo posti in piedi. Con una densità di un migliaio di persone per km² potrebbe esserci acqua sufficiente per sciacquarsi le gengive una volta al mese.

    è vero ma pensi all'indotto

    quante case ci saranno da costruire con tutti gli annessi????
    L'acqua e lo spazio sono opzionali per gli "illuminati" che ci governano

  7. #7
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gioann Bagoss Visualizza Messaggio
    ...finiti i posti a sedere rimarranno solo posti in piedi. Con una densità di un migliaio di persone per km² potrebbe esserci acqua sufficiente per sciacquarsi le gengive una volta al mese.
    Ci han già pensato...



    noi siamo e restiamo solo carne da macello per quella "gente", quando ce ne accorgeremo davvero sarà sempre troppo tardi.


  8. #8
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vogliono far diventare il Veneto come il Marocco.
    Qualcuno li fermi per Dio!

  9. #9
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cosa volete aspettarvi.

    Un mio caro amico veneto mi ha detto che non avrà il secondo figlio perchè dice che i figli sono un sacrificio morale ed economico.

    Questo è un atteggiamento generalizzato fra i veneti così come fra i padioti.

    Quindi non ci si deve lamentare se i posti vengono occupati dagli immigrati.

    LA società padana è una società di morti viventi.

    Detto questo è assolutamente vero che il numero di immigrati che arrivano nelle regioni padane è fuori da ogni logica per un paese che vuole crescere nella qualità delle sue produzioni.

  10. #10
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LosVonRom Visualizza Messaggio
    Detto questo è assolutamente vero che il numero di immigrati che arrivano nelle regioni padane è fuori da ogni logica per un paese che vuole crescere nella qualità delle sue produzioni.

    http://epp.eurostat.ec.europa.eu/por...ies/I/I5/ir140

    Mi sembrano dati significativi.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I Prossimi 10 anni italiani
    Di FORTEBRACCIO nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 25-06-12, 17:08
  2. Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 23-12-08, 01:28
  3. Risposte: 76
    Ultimo Messaggio: 24-07-07, 22:24
  4. U. Eco speriamo nei prossimi 5 anni
    Di Red Shadow nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 09-02-06, 15:05
  5. 5 Avvenimenti nei Prossimi 15 anni.
    Di Danny nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 09-08-05, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226