User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Gli onorevoli si sottragono all'antidoping


    LA STAMPA 25 luglio 2007
    Francesca Schianchi
    Gli Onorevoli si sottraggono all’antidoping

    Saranno gli autisti di autobus, i ferrovieri, quelli che maneggiano esplosivi e fuochi d’artificio a doversi sottoporre al test antidroga. I parlamentari no. Per loro, niente controlli nel momento in cui entrano a Palazzo. Nemmeno quelli facoltativi che avrebbe voluto il leader dell’Udc Pierferdinando Casini: la sua proposta di legge è stata bocciata ieri in Commissione Affari Costituzionali della Camera.

    L’iniziativa risale alla fine dell’anno scorso, sull’onda delle polemiche nate dalla trasmissione tv «Le iene» riguardo il presunto uso di cannabis e cocaina tra i deputati. Un test antidoping che si sarebbe dovuto fare una volta eletti: l’interessato avrebbe anche potuto sottrarsi, ma il suo rifiuto sarebbe stato pubblico, così come i risultati delle analisi. La proposta l’avevano firmata in 89: tutto il gruppo Udc, ma anche esponenti di Forza Italia e An, due ulivisti e un Verde. Eppure ieri, al momento del voto, erano presenti per l’opposizione solo i compagni di partito di Casini, che avrebbero voluto far passare la proposta. Inutilmente: la maggioranza ha approvato un emendamento soppressivo del testo.

    «La decisione si commenta da sola - tuona il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa - è un atto grave che non può che alimentare l’antipolitica presente nel Paese. Chiederò ai parlamentari Udc di sottoporsi al test antidroga». Sulla stessa linea Riccardo Pedrizzi, presidente nazionale della Consulta etico-religiosa di Alleanza Nazionale: «Proponiamo che tutti i parlamentari di An si sottopongano subito al test e che lo stesso venga introdotto immediatamente, in forma facoltativa, con un atto degli uffici di presidenza delle Camere». E se il capogruppo del partito di Cesa in Commissione, Gianpiero D’Alia, parla di «coda di paglia» e «scandalosa responsabilità» della sinistra, il collega Maurizio Ronconi sostiene ci sia stata «una vera e propria cordata politica» contro la proposta. Con il risultato che, «mentre i parlamentari saranno vergognosamente esentati, alcune categorie di lavoratori si dovranno sottoporre a test obbligatori». Quelli previsti nella bozza d’intesa Stato-regioni voluta dal ministro della Salute Livia Turco all’indomani della tragedia di Vercelli di maggio, due bimbi morti nell’autobus guidato da un autista che aveva fumato uno spinello: test antidroga obbligatori per un lungo elenco di categorie, dai taxisti ai piloti d’aereo, dal personale delle navi ai controllori di volo a chi fa uso di gas tossici. Già approvata dagli assessori alla Salute, la norma potrebbe essere varata a breve: significherebbe per i lavoratori l’obbligo di un controllo annuale del Sert, con un preavviso di tre giorni.

    «Con tutti i problemi seri che dobbiamo affrontare per migliorare le condizioni di vita del Paese, mi sembra davvero paradossale impegnare il Parlamento con una legge come quella del test antidroga ai parlamentari», taglia corto il Verde Tommaso Pellegrino. Meno tranchant la collega di maggioranza Silvana Mura (Italia dei Valori), secondo cui con questa bocciatura «il Parlamento non lancia certo un segnale di apertura e trasparenza verso l’esterno. Meglio sarebbe stato provare a migliorare alcune parti del testo». Ma non ammette le polemiche dell’opposizione: «Anche la Cdl non è sembrata così interessata alla questione droga, dal momento che nessuno dei suoi rappresentanti, tranne i deputati Udc, era presente al momento del voto».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Con la nuova legge sul controllo antidoping esisterà certamente la possibilità di rifiutarsi di salire su un pullman in cui l’autista non desidera sottostare ai controlli stabiliti.

    Ossia passa il concetto di non accettare più un servizio di stato o autorizzato dallo stato che non abbia la garanzia del controllo.

    Pertanto se il Parlamento non accetta di essere controllato.
    Al di là, se è per legge o no, debba sottostare al controllo.
    Visto che il servizio è pagato dal cittadino.

    I cittadini possono o devono sentirsi esonerati di seguire i dettami del governo e dell’organo legislativo.?:
    O per lo meno non riconoscersi in esso?
    E conseguentemente non riconoscere la validità del suo potere?.

    Con 120.000 leggi dello stato, in uno stato patria del diritto, certamente qualcuna metterà a tacere questo ragionamento.
    O no!!!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    L’incidente capitato al deputato dell’UDC puntualizza una situazione evidenziata in questi giorni.
    Al di là della illazione che il caso possa essere fortuito, oppure, data la generalità del comportamento della classe parlamentare, si poteva facilmente creare la situazione, ne deriva che il problema potrebbe essere foriero di problematiche.

    Certamente il caso giornalistico determina uno scollamento nella credibilità della classe politica.

    Ma si potrebbe creare un punto di vista pericoloso per il potere romano.
    In genere quando i costumi di una classe politica si deteriorano, nasceva già in passato e anche ai giorni nostri il concetto di cambiare gli uomini, per rigenerare le istituzioni.

    Nei secoli si è sempre cercato di evitare l’affiorare di una altra situazione di pensiero.
    Ossia che la corruzione non delegittima le persone coinvolte, ma si continua a tollerare l’autorità considerando che la delegittimazione sia nelle opere dei corrotti.

    In poche parole la accettazione del potere in quanto non amovibile, ma senza avere nessun consenso morale e di riconoscimento come realtà rappresentativa.

    Forse il caso più eclatante di questo concetto e che, a suo tempo, ha portato maggior sconvolgimenti è quello del vescovo Donato di Cartaginese (circa 300 d.C.) che dichiarò che la classe sacerdotale romana era corrotta (a roma i problemi sono sempre ripetitivi) e pertanto era vero che il clero era inamovibile ma l’amministrazione dei sacramenti praticata non aveva valore.

    Anche grazie a questo concetto riuscì, prima volta nelle Storia a creare un esercito, non su base politica, o etnica ma su base religiosa monoteistica.

    Non uno stupido (questi semiti le studiano di notte) tante è vero che fu fatto sparire perché attentava la base del potere, non gli uomini che lo praticavano. E gli uomini che squalificavano il potere in quanto tale.

    E’ un concetto forse astruso, forse spinto, ma dato che sotto il sole non vi è mai niente di nuovo , se vi è l’uomo o un movimento che elabora questa sottigliezza qualche problema poterebbe nascere.

    Così roma potrebbe essere fonte di un altro problema per Bruxelles.

    Sicuramente nascerà nulla.
    Alcuni metri cubi di banconote (tanto costa nulla produrle, e per lungo tempo nessuno si accorgerà che è solo carta) sparpagliati nel campo della informazione, nel campo partitico chiuderanno l’argomento e conseguenti sviluppi.


  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    02 Jun 2006
    Messaggi
    1,557
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tutti i dipendenti pubblici dovrebbero fare accertamenti semestrali antidoping. E i risultati affissi nella bacheca comunale e nella gazzetta ufficiale. Solo così la droga, ogni droga, potrà diventare legale.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francodisassoni Visualizza Messaggio
    Tutti i dipendenti pubblici dovrebbero fare accertamenti semestrali antidoping. E i risultati affissi nella bacheca comunale e nella gazzetta ufficiale. Solo così la droga, ogni droga, potrà diventare legale.
    Quando un cittadino pratica il mestiere di gastronomo oppure fa il cuoco deve avere una tessera sanitaria.

    Pertanto chi ha in mano il destino di milioni o di poche centinaia di persone, non deve essere superiore ai controlli. Fino a poche decine di anni or sono quando una persona si metteva in lista doveva fare una prova di scrittura e lettura per dimostrare di non essere analfabeta.
    Era un altro tipo di controllo, ma pur sempre un esame.


    Ognuno è libero di drogarsi, ma dato che tale operazione potrebbe portare a delle alterazioni di comportamento, è giusto che chi accetta di militare in politica si sottoponga ad un esame che dichiari che non sia soggetto volontariamente a momenti non controllabili creati dal medesimo.

    Chi non vuole assoggettarsi a questo controllo è libero di farlo.
    Però in tal caso sappia che non può assurgere a incarichi politici.

    Vi è chi dice che dato la sua alta caratteristica morale comportamentale non vuole assolutamente assoggettarsi a questo controllo.
    Libero, però, si deve sapere che qualsiasi carica politica di rappresentanza ottenuta col voto del cittadini si ottiene attraverso l’elezione sotto un determinato lista.
    E per partecipare a tale lista, onde essere soggetti al voto, deve compilare un documento di accettazione con firma autentificata.

    Nessuno è obbligato a fare il politico.

    Pertanto il cittadino ha il diritto di pensare che chi si rifiuta di controllarsi è perché teme tale controllo.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    02 Jun 2006
    Messaggi
    1,557
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Quando un cittadino pratica il mestiere di gastronomo oppure fa il cuoco deve avere una tessera sanitaria.

    Pertanto chi ha in mano il destino di milioni o di poche centinaia di persone, non deve essere superiore ai controlli. Fino a poche decine di anni or sono quando una persona si metteva in lista doveva fare una prova di scrittura e lettura per dimostrare di non essere analfabeta.
    Era un altro tipo di controllo, ma pur sempre un esame.


    Ognuno è libero di drogarsi, ma dato che tale operazione potrebbe portare a delle alterazioni di comportamento, è giusto che chi accetta di militare in politica si sottoponga ad un esame che dichiari che non sia soggetto volontariamente a momenti non controllabili creati dal medesimo.

    Chi non vuole assoggettarsi a questo controllo è libero di farlo.
    Però in tal caso sappia che non può assurgere a incarichi politici.

    Vi è chi dice che dato la sua alta caratteristica morale comportamentale non vuole assolutamente assoggettarsi a questo controllo.
    Libero, però, si deve sapere che qualsiasi carica politica di rappresentanza ottenuta col voto del cittadini si ottiene attraverso l’elezione sotto un determinato lista.
    E per partecipare a tale lista, onde essere soggetti al voto, deve compilare un documento di accettazione con firma autentificata.

    Nessuno è obbligato a fare il politico.

    Pertanto il cittadino ha il diritto di pensare che chi si rifiuta di controllarsi è perché teme tale controllo.
    Non condivido, per me chi si candida dovrebbe rispondere alle domande e alle richieste degli elettori, se questi chiedono l'analisi del sangue, il futuro politico deve fornirle altrimenti l'elettore non lo voterà. Per me può essere eleggibile un tossicodipendente, un maniaco sessuale , un pedofilo e un delinquente comune, in pratica tutti.La responsabilità non stà nel politico ma nella gente che elegge una persona senza conoscerla.

  7. #7
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per me è francamente assurdo che chi si rifiuta di sottoporsi ai test antidroga possa legiferare e decidere di rendere obbligatori i medesimi test per altre categorie. Pazzesco. Italico.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francodisassoni Visualizza Messaggio
    Non condivido, per me chi si candida dovrebbe rispondere alle domande e alle richieste degli elettori, se questi chiedono l'analisi del sangue, il futuro politico deve fornirle altrimenti l'elettore non lo voterà. Per me può essere eleggibile un tossicodipendente, un maniaco sessuale , un pedofilo e un delinquente comune, in pratica tutti.La responsabilità non stà nel politico ma nella gente che elegge una persona senza conoscerla.
    Se si legge bene il mio intervento mi pare di aver cercato di essere chiaro.
    Non ho parlato di ineleggibilità ma obbligo di sottostare a dei controlli.

    Ossia si deve eliminare il concetto che una persona non deve subire dei controlli quando intraprende determinate strade.

    Il voto non deve essere dato a scatola chiusa

    I partiti mettono in lista le persone che vogliono.
    Vengono eletti solo i primi nell’ordine in cui sono stati inseriti nella lista dalle segretarie.
    Nessun tipo di controllo, eletti per captazione.
    Allora i partiti possono diventare associazioni con scopi non chiari.

    Non ci siamo.
    Bisogna che incominciamo a fare riferimento all’art 416 del codice penale. .
    Dove si deve perseguire quando più persone si mettono insieme e costituiscono un vero corpo associativo, una sorta di società sceleris che ha come obbiettivo e come ragione sociale, non il proseguimento di un fine lecito, ma sostanzialmente il perseguire un fine economico illecito.
    Quale appunto percezione sistematica di tangenti o altro.

    Chi è a posto non ha paura di essere controllato.

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,688
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    in questi giorni stiamo assistendo alla massima espressione dell'itaglianità e di tutti i suoi annessi-connessi: l'unico parlamento al mondo che pretende di far rigare dritto i sudditi di alcune regioni (etilometri, autovelox, grande fratello fiscale, controlli a tappeto della GdF, studi di settore ...) mentre loro sono perennemente intoccabili e superiori a qualsiasi legge


    a questo punto sprofondi veramente roma e la sua casta di ladri e mafiosi

  10. #10
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Il voto non deve essere dato a scatola chiusa
    Motivo per il quale io abolireri le votazioni a scrutinio segreto (evidentemente parlo delle votazioni dei politici).

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un testimonial per l'antidoping..!!!
    Di cane sciolto nel forum Cronaca
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-08-12, 11:12
  2. Brambilla e l'antidoping
    Di red5goahead nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-09, 15:52
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14-09-05, 11:30
  4. Antidoping fasullo, e l'Epo non si scopre
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-04-05, 09:47
  5. Normativa Antidoping
    Di Nirvana nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-01-04, 19:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226