User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 39
  1. #1
    Mannysta
    Data Registrazione
    26 Mar 2006
    Messaggi
    2,176
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Bossi, Padania ad ogni costo

    http://notizie.tiscali.it/feed/news/..._12891776.html

    un'altra delle sue solite sparate

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito meglio pubblicare integralmente

    Comizio a Brescia, 'la storia ci ha assegnato un compito'
    Lega: Bossi, Padania ad ogni costo

    (ANSA) - BRESCIA, 28 LUG - ''La storia ci ha consegnato un compito: fare la Padania'': lo ha detto Umberto Bossi in un comizio a Brescia.'Siamo partiti - ha detto - sapendo che saremmo andati a conquistare la nostra liberta' con le buone o con le cattive'. 'Se la liberta' non viene con la democrazia - ha aggiunto - noi ce la conquisteremo'. Con la Padania - ha concluso - 'non sarebbero arrivati ne' spagnoli, ne' francesi, ne' gentaglia come i Savoia e ne' stronzi come Garibaldi'.

    ANCH'IO VORRERI SAPERE CHI (NON LA STORIA) HA AFFIDATO TALE MISSIONE A BOSSI.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,770
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Non capisco cosa ci sa di tanto strano o deplorevole nelle parole di Bossi:
    La Lega, partecipando allo scorso governo, ha provato a fare alcune riforme che senza di lei non sarebbero state mai fatte, la devolution, la riforma della giustizia e altro ancora...allora c'era, nei politici e negli elettori del nord, la speranza che queste riforme sarebbero andate in porto e che qualcosa, per poco che sia, sarebbe cambiato ricorrendo alla via parlamentare.
    Oggi si vede che nessuna, nessuna, delle riforme fatte dal precedente governo è andata a buon fine perchè l'altra parte le ha spazzate via tutte quante come un rullo compressore...la devolution, la riforma della giustizia, la riforma delle pensioni, persino la riforma della scuola...tutto per puri motivi ideologici e di interessi settoriali, nien'altro!
    Ora quale può essere lo stato d'animo di Bossi, dei politici leghisti e anche degli elettori leghisti? che non c'è altra soluzione praticabile che fare la Padania, perchè si è già visto che in questo paese fossile non si può spostare neppure una vite minima dell'ingranaggio parassitario che ci conduce al declino per via normale.
    Cosa c'è di tanto strano in questo percorso, che è anche quello che ho fatto io per esempio?

    Piuttosto quello che io trovo incomprensibile è che vi siano tanti cittadini del nord che pur volendo il federalismo o la secessione, pur ritenendo giuste tutte le idee autonomiste o leghiste o semplicemente riformiste, al dunque o si astengono o votano per un partito centralista...non va bene la Lega per diversi motivi? OK, ci sono tanti altri partiti autonomisti del nord a cui l'elettorato padano non ha mai dato neppure una chance...salvo poi lamentarsi di quanto sono fregati dalla politica, eh beh

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    lasciamo perdere la "bontà" delle riforme del governo burlescone nel suo complesso : erano acqua fresca, buona per annacaquare le riforme che - FORSE - bozzi voleva.
    1. la sdevolution addirittura peggiorava quel poco che c'era nella riforma del centrosinistra.
    2. la riforma moratti non avrebbe mosso di un millimetro la squola idagliona.
    3. la riforma della giustizia era anch'essa timidissima.
    4. maroni è stato seriamente azzoppato dalla resistenza di burlescone con le assicurazioni.
    5. la legge biagi era l'unica riforma riuscita, senza le circolari applicative.
    6. la bossi-fini non funzionava e ha sanato un milione di extra.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio

    ANCH'IO VORRERI SAPERE CHI (NON LA STORIA) HA AFFIDATO TALE MISSIONE A BOSSI.

    Chiunque sia che abbia scelto il guru occorre riconoscere che ha scelto giusto. Nessuno sarebbe riuscito come lui ad impedire che si facesse qualche riforma nell’interesse dei Padani.


  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio

    Piuttosto quello che io trovo incomprensibile è che vi siano tanti cittadini del nord che pur volendo il federalismo o la secessione, pur ritenendo giuste tutte le idee autonomiste o leghiste o semplicemente riformiste, al dunque o si astengono o votano per un partito centralista...non va bene la Lega per diversi motivi? OK, ci sono tanti altri partiti autonomisti del nord a cui l'elettorato padano non ha mai dato neppure una chance...salvo poi lamentarsi di quanto sono fregati dalla politica, eh beh
    Questo è il ritornello belleriano che recita.
    “ Perché la gente non capisce che noi siamo per loro “

    I Padani hanno dato fiducia alla lega, ci dimentichiamo le percentuali del 30% - 40% che si prendevano alle comunali, alle politiche in molte zone

    Poi si è incominciato a capire che la lega prendeva in giro, che il problema erano le cadreghe, che non potendo proporre riforme forti, se non slogan, si era autonominata moralizzatrice della politica. Poi vi fu il complicato caso dei duecento milioni. .

    Perché non si è insistito sul calo delle tasse in modo circostanziato??.
    Sempre solo slogan.

    Il popolo Padano era pronto, ma fu preso in giro per sfiancarlo e creare la strada libera alla globalizzazione.

    I partiti autonomisti facevano paura.
    Giornale “ Il Giorno “ del 5 luglio 1988 pagina 4. Titolo “La dc dialoga con le leghe autonomiste”.
    L’ articolo parlava di un incontro a porte chiuse, ammessi solamente i giornalisti invitati, a cui partecipava il senatore Gianni Fontana della DC e Bossi della Lega Lombarda, la Liga Venteta con la moglie di Rocchetta Marilena Marin, la Union Piemonteisa con Roberto Gremmo e Beggiato per L’Union Popolo Veneto, allora alla sua prima scissione.

    La DC aveva compreso come la forza degli autonomisti era inarrestabile ed allora era stata promossa una tavola rotonda moderata da Amedeo Zampieri. Nel dibattito si riconosceva la necessità che i partito della DC per sopravvivere avrebbe dovuto collaborare con gli autonomisti in quanto espressione popolare. Si diceva “Don Sturzo era stato federalista”:

    1988 !!!! la DC aveva capito che il pensiero autonomista era invincibile.

    Bossi, la Marin lasciarono uno spiraglio ad una possibile collaborazione, ( le cadreghe, le cadreghe) l’unico che invece dichiarò che la Dc era morta e che non si doveva mai transigere fu Gremmo. Beggiato non si espresse.

    Durante la riunione l’ufficio studi della DC (non è riportato sull’articolo) distribuì dei grafici che indicavano come lo sviluppo del pensiero autonomista si propagandava dalle montagne alle città.
    I DC saranno stati dei maestri depredatori però hanno sempre visto lontano.
    20 secoli di cultura di dominio serve a qualcosa.

    Invece si bruciò tutto.
    La distruzione del bagaglio di fiducia è stato distrutto scientificamente.

    Pertanto basta , ripeto basta che si incolpi i Padani.
    I belleriani andando a roma hanno assimilato l’idea che i Padani siano scemi perché pagano senza ribellarsi.
    Ed allora ritornano in Padania e li prendono in giro dandogli la colpa alla loro ottusità.

    Invece hanno capito fin troppo bene.

  7. #7
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Questo è il ritornello belleriano che recita.
    “ Perché la gente non capisce che noi siamo per loro “

    I Padani hanno dato fiducia alla lega, ci dimentichiamo le percentuali del 30% - 40% che si prendevano alle comunali, alle politiche in molte zone

    Poi si è incominciato a capire che la lega prendeva in giro, che il problema erano le cadreghe, che non potendo proporre riforme forti, se non slogan, si era autonominata moralizzatrice della politica. Poi vi fu il complicato caso dei duecento milioni. .

    Perché non si è insistito sul calo delle tasse in modo circostanziato??.
    Sempre solo slogan.

    Il popolo Padano era pronto, ma fu preso in giro per sfiancarlo e creare la strada libera alla globalizzazione.

    I partiti autonomisti facevano paura.
    Giornale “ Il Giorno “ del 5 luglio 1988 pagina 4. Titolo “La dc dialoga con le leghe autonomiste”.
    L’ articolo parlava di un incontro a porte chiuse, ammessi solamente i giornalisti invitati, a cui partecipava il senatore Gianni Fontana della DC e Bossi della Lega Lombarda, la Liga Venteta con la moglie di Rocchetta Marilena Marin, la Union Piemonteisa con Roberto Gremmo e Beggiato per L’Union Popolo Veneto, allora alla sua prima scissione.

    La DC aveva compreso come la forza degli autonomisti era inarrestabile ed allora era stata promossa una tavola rotonda moderata da Amedeo Zampieri. Nel dibattito si riconosceva la necessità che i partito della DC per sopravvivere avrebbe dovuto collaborare con gli autonomisti in quanto espressione popolare. Si diceva “Don Sturzo era stato federalista”:

    1988 !!!! la DC aveva capito che il pensiero autonomista era invincibile.

    Bossi, la Marin lasciarono uno spiraglio ad una possibile collaborazione, ( le cadreghe, le cadreghe) l’unico che invece dichiarò che la Dc era morta e che non si doveva mai transigere fu Gremmo. Beggiato non si espresse.

    Durante la riunione l’ufficio studi della DC (non è riportato sull’articolo) distribuì dei grafici che indicavano come lo sviluppo del pensiero autonomista si propagandava dalle montagne alle città.
    I DC saranno stati dei maestri depredatori però hanno sempre visto lontano.
    20 secoli di cultura di dominio serve a qualcosa.

    Invece si bruciò tutto.
    La distruzione del bagaglio di fiducia è stato distrutto scientificamente.

    Pertanto basta , ripeto basta che si incolpi i Padani.
    I belleriani andando a roma hanno assimilato l’idea che i Padani siano scemi perché pagano senza ribellarsi.
    Ed allora ritornano in Padania e li prendono in giro dandogli la colpa alla loro ottusità.

    Invece hanno capito fin troppo bene.


    Dato che sei molto bravo con la storia saprai di sicuro che i voti nel periodo 1996-1999 si sono ridotti di 2/3. Periodo in cui nessuno neanche sognava un accordo con il berlusca.


    I Padani hanno molte colpe per la situazione attuale.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da JuvSP Visualizza Messaggio
    Dato che sei molto bravo con la storia saprai di sicuro che i voti nel periodo 1996-1999 si sono ridotti di 2/3. Periodo in cui nessuno neanche sognava un accordo con il berlusca.


    I Padani hanno molte colpe per la situazione attuale.
    Appunto . Se i voti si sono persi prima dell’accordo con Berlusconi, allora significa che la lega ha perso credibilità, non per una mossa politica di alleanza sbagliata, ma prima già per il suo ambiguo comportamento.

    La lega nell’immaginario di chi la votava veniva identificata come un partito rivoluzionario.
    Non nel senso dell’azione , ma nel senso almeno di proposte rivoluzionarie.
    Nel 94 prima del ribaltone si poteva fare una proposta feroce e poi andarsene, non facendo il ritiro del governo in quel modo, che ci è poi stato spiegato con argomenti strani anni dopo.

    Nel 96 vi fu l’ultima cambiale in bianco firmata dai Padani alla lega .
    I Padani hanno visto l’inutilità della cosa e si sono ritirati, credendo che la lega fosse un partito come gli altri per le cadreghe.
    Pochissimi avevano capito che la lega era li per fermare il Nord.
    Solo la classe dirigente, fuori dalla cupola, continuavano a credere alle spartizioni politiche.


    Negli anni mai una dichiarazione economica forte, tolte le esternazioni boccaccesche durante i raduni. Controproducente la sceneggiata del parlamento del Nord che non si è mai comportato come tale. Anzi furono impedite certe iniziative.
    Con la storia del partito di lotta e di governo, si urlava al Nord e si spartiva a roma.

    Avremmo potuto fare cose forti, come aspettava la gente.

    Esempio detrazione di 2milioni di lire di tasse per figlio.
    Integrazione alla pensione per le donne che hanno allevato dei figli.
    Mutui con l’interesse al 0,3% per le giovani coppie di sposi.
    Cose spettacolari come dichiarare il calo del numero dei parlamentari, dei consiglieri regionali.
    Inasprimenti delle pene per chi ruba i soldi pubblici.
    E altre decine di proposte.

    Invece la lega si è lasciata assorbire come gli altri partiti.
    Per il capo tutto questo era naturale in quanto consapevole di essere posto in quella posizione per fermare i Padani. Ma gli altri? Nessuno, che abbia fatto un colpo di testa con qualche proposta.
    Tutti timorosi in difesa del posto.

    Ricordiamo che abbiamo avuto nostri ministri nei ministeri economici e nessuno ha detto che il bilancio era fantasioso.

    Se si predica bene e si razzola male si finisce di sparire.
    E poi la situazione ha sempre peggiorato.
    I Padani non hanno colpe, hanno creduto fino all’ultimo, hanno dato i loro risparmi per la banca.

    Operazione perfetta per disilludere coloro che un domani avrebbero potuto aiutare la formazione di un altro movimento.

    Non si può chiedere la fiducia per 20 anni e mai fare qualcosa di eclatante..

    Non basta essere degli imbonitori per cambiare la Storia.

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,770
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Questo è il ritornello belleriano che recita.
    “ Perché la gente non capisce che noi siamo per loro “

    I Padani hanno dato fiducia alla lega, ci dimentichiamo le percentuali del 30% - 40% che si prendevano alle comunali, alle politiche in molte zone

    Poi si è incominciato a capire che la lega prendeva in giro, che il problema erano le cadreghe, che non potendo proporre riforme forti, se non slogan, si era autonominata moralizzatrice della politica. Poi vi fu il complicato caso dei duecento milioni. .

    Perché non si è insistito sul calo delle tasse in modo circostanziato??.
    Sempre solo slogan.

    Il popolo Padano era pronto, ma fu preso in giro per sfiancarlo e creare la strada libera alla globalizzazione.

    I partiti autonomisti facevano paura.
    Giornale “ Il Giorno “ del 5 luglio 1988 pagina 4. Titolo “La dc dialoga con le leghe autonomiste”.
    L’ articolo parlava di un incontro a porte chiuse, ammessi solamente i giornalisti invitati, a cui partecipava il senatore Gianni Fontana della DC e Bossi della Lega Lombarda, la Liga Venteta con la moglie di Rocchetta Marilena Marin, la Union Piemonteisa con Roberto Gremmo e Beggiato per L’Union Popolo Veneto, allora alla sua prima scissione.

    La DC aveva compreso come la forza degli autonomisti era inarrestabile ed allora era stata promossa una tavola rotonda moderata da Amedeo Zampieri. Nel dibattito si riconosceva la necessità che i partito della DC per sopravvivere avrebbe dovuto collaborare con gli autonomisti in quanto espressione popolare. Si diceva “Don Sturzo era stato federalista”:

    1988 !!!! la DC aveva capito che il pensiero autonomista era invincibile.

    Bossi, la Marin lasciarono uno spiraglio ad una possibile collaborazione, ( le cadreghe, le cadreghe) l’unico che invece dichiarò che la Dc era morta e che non si doveva mai transigere fu Gremmo. Beggiato non si espresse.

    Durante la riunione l’ufficio studi della DC (non è riportato sull’articolo) distribuì dei grafici che indicavano come lo sviluppo del pensiero autonomista si propagandava dalle montagne alle città.
    I DC saranno stati dei maestri depredatori però hanno sempre visto lontano.
    20 secoli di cultura di dominio serve a qualcosa.

    Invece si bruciò tutto.
    La distruzione del bagaglio di fiducia è stato distrutto scientificamente.

    Pertanto basta , ripeto basta che si incolpi i Padani.
    I belleriani andando a roma hanno assimilato l’idea che i Padani siano scemi perché pagano senza ribellarsi.
    Ed allora ritornano in Padania e li prendono in giro dandogli la colpa alla loro ottusità.

    Invece hanno capito fin troppo bene.
    I partiti autonomisti , compresa la Lega, però non hanno mai preso neppure il 50% in Padania, sommando tutti i loro voti...la devolution, che era un segnale molto forte e che migliorava in ogni caso l'assetto di questo stato e dunque era da votare in sè, è stata approvata solo nel Lombardo-Veneto (con l'esclusione delle grandi città tra cui Milano!) e nelle province del piemonte orientale per un soffio e nelle province produttive del FVG (Udine e Pordenone) per un soffio...dai, non si può far finta di non vedere...l'elettorato padano è imbelle, molti padani vivono ancora secondo logiche ormai sorpassate, non hanno capito che il mondo sta correndo in una certa direzione, o forse l'hanno capito ma si sentono inadeguati ad affrontarlo e preferiscono chiudersi nelle logiche del passato centralista...siamo immaturi, ecco qual'è la verità. Altrimenti avremmo di sicuro trovato il modo di lottare per il federalismo, come fanno tutti gli altri popoli d'Europa, ma noi non solo non lottiamo, ma non lo reclamiamo neppure.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,770
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio
    lasciamo perdere la "bontà" delle riforme del governo burlescone nel suo complesso : erano acqua fresca, buona per annacaquare le riforme che - FORSE - bozzi voleva.
    1. la sdevolution addirittura peggiorava quel poco che c'era nella riforma del centrosinistra.
    2. la riforma moratti non avrebbe mosso di un millimetro la squola idagliona.
    3. la riforma della giustizia era anch'essa timidissima.
    4. maroni è stato seriamente azzoppato dalla resistenza di burlescone con le assicurazioni.
    5. la legge biagi era l'unica riforma riuscita, senza le circolari applicative.
    6. la bossi-fini non funzionava e ha sanato un milione di extra.
    Non sono d'accordo dime can, o meglio sicuramente le riforme in questione erano timide, ma di certo erano molto meglio del nulla che ci ritroviamo ad avere adesso.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Governo Letta sì, ma non ad ogni costo.
    Di Monsieur nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-04-13, 21:39
  2. Andare avanti ad ogni costo
    Di Gianky nel forum Eurasiatisti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-12, 21:20
  3. Il diritto di non sopravvivere a ogni costo
    Di Domenico Letizia nel forum Radicali Italiani
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-04-10, 20:28
  4. Difendere La Legge 194, A Ogni Costo
    Di campodimarte nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-01-08, 15:18
  5. Fermare la Cina ad ogni costo
    Di Roberto Mime nel forum Politica Estera
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 30-01-07, 11:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226