Catania-Gela 6-0


CATANIA (4-2-3-1): Polito (1' st Bizzarri); Gazzola (1' st Sardo), Silvestri (1' st Stovini), Sottil, Sabato; Biagianti (1' st Izco), Edusei (1' st Tedesco); Nardini (1' st Del Core), Baiocco (18' st Biagianti), Mascara; Plasmati (31' pt Antenucci). All Baldini.

GELA (4-3-3): Orlandi; Palma, Mancini (1' st A. Tedesco), D'Aiello, Tamburro (22' st Ambrosecchia); Berti (1'st D'Amico), Bucolo (20' st Tosto), Ngwigwe; Monastra, Falconieri (1' st Iannelli), Di Franco. A disp.: 12 Spanu, 15 Italiano, 17 Calabrese, 18 Mento, 21 Parlagreco, 22 Camiolo. All. Irrera.

ARBITRO: Magno di Catania (Salvato- Cannistrà).

RETI: pt 14' Mascara, 19' Plasmati; st 33' Antenucci, 35' Sabato, 39' Del Core, 41' Tedesco.

PRIMO TEMPO - Prima uscita stagionale in terra sicula, dopo la sgambata in Valle D'Aosta, per la truppa di Baldini. L'amichevole pomeridiana contro il Gela (C2) al "Falcone e Borsellino" di Paternò è seguita da almeno un paio di migliaia di sostenitori rossazzurri.

Il tecnico etneo deve fare a meno di molti uomini: Llama, Terlizzi, Caserta, Morimoto, Spinesi, Vargas e Minelli. Nel primo tempo viene schierata una formazione "sperimentale" con Silvestri difensore centrale e Baiocco nel ruolo di trequartista centrale dietro l'unica punta Plasmati, all'interno del classico 4-2-3-1 baldiniano.

Già al 2' pericoloso il Catania con una bella stoccata di destro di Edusei, servito da Plasmati, che si stampa sul palo destro di Orlandi.

Al 10' ci tenta Nardini al volo su perfetto cross di Topolinik Mascara, ma la mira è sballata.

Al 14' il Catania passa. Bel triangolo Biagianti-Nardini-Mascara e splendido tocco di Topolinik a tu per tu con Orlandi, dopo ripetute finte. Esplode lo stadio.

Al 19' raddoppiano i rossazzurri. Palla profonda per Plasmati che si libera in area del diretto avversario e scarica in rete un violento sinistro che non lascia scampo all'estremo gelese.

Al Al 29' bel filtrante di Baiocco per l'attivo Plasmati che tenta un tocco a scavalcare Orlandi, senza fortuna. Subito dopo, lo stesso attaccante ex andriese

Al 33' l'inguardabile Ngwigwe perde palla a centrocampo innescando Nardini, ancora una volta bravo a servire in profondità Antenucci che, a tu per tu con Orlandi, scaglia un fiacco diagonale facilmente parato dallo stesso portiere gelese.

Al 42' bella palla ancora di Nardini, assist-man del match, per Mascara che si invola in solitaria sulla sinistra, tentando un "giro" diagonale alla Del Piero che viene neutralizzato da Orlandi con un bel tuffo.

La prima frazione si chiude con i rossazzurri in vantaggio per 2-0 nell'ambito di una partita giocata a ritmi un po' blandi. Le principali indicazioni giungono dall'ormai certa investitura di Silvestri come centrale (in arrivo Alvarez?) e dalla buona verve di Nardini (una conferma) e Topolinik Mascara. Edusei una certezza assoluta in mezzo. Sacrificato, di contro, Baiocco nel ruolo di trequartista dietro la prima punta.

SECONDO TEMPO - Parecchie sostituzioni in entrambe le squadre. Il Catania mette in campo Bizzarri, Sardo, Stovini, Izco, Tedesco e Del Core.

Al 6' è il Catania a farsi pericolosissimo ancora con Mascara che scaglia un insidiosissimo rasoterra dal limite, con palla a un soffio dal palo sinistro dell'estremo gelese.

Al 12' Antenucci ruba palla in area e scaglia un bel sinistro diagonale che Orlandi devia in angolo con un miracoloso colpo di reni.

Al 16' Baiocco lancia perfettamente sulla corsia laterale destra Sardo che sbaglia incredibilmente lo stop a seguire senza alcuna pressione da parte di avversario.

Al 18' fuori Baiocco, a lungo applaudito, per Biagianti che rientra in campo. Positiva la prestazione del giovane centrocampista nella prima frazione e giusto il premio elargitogli da Baldini.

Al 28' Del Core penetra in area e da felice posizione scarica un destro rasoterra che Orlandi para in tuffo.

Al 33' splendida realizzazione di Antenucci che, ricevuta palla da Tedesco, entra in area e fulmina Orlandi con uno spettacolare "giro" sul palo opposto. Particolarmente convinti gli applausi del presidente Pulvirenti comodamente assiso in tribuna.

Due minuti dopo il Catania fa poker. Malgrado sia domenica, è Sabato a beffare Orlandi con un esterno sinistro da una decina di metri, tenedndo fede al nome di battesimo in merito alla potenza della conclusione.

Al 39' i rossazzurri dilagano. Gran cross di Tedesco dalla sinistra e perfetto shoot di Del Core che si insacca imparabilmente alle spalle dell'estremo gelese.

al 41' Tedesco sigla la sesta rete, insaccando da due passi, dopo mischia in area.

La gara si conclude con un Catania dilagante nella ripresa. Buone indicazioni sullo stato generale di forma dei rossazzurri, con menzioni particolari per Mascara, Antenucci e Nardini. Bene anche Tedesco nel finale. Si attendono, naturalmente, test più probanti.