User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    1,228
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Favorevoli alla riconquista armata ed all'indipendenza?

    Secondo un recente sondaggio svolto da un partito ultranazionalista nella Republica Serba di Bosnia il 78% degli abitanti della R.S. sarebbe favorevole ad una riconquista dei loro territori in bosnia e alla krajina e slavonjia. Ben il 98% sarebbe favorevole all'indipendenza con relativa annessiona alla madrepatria Serbia


    Dai ragazzi

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Albex Visualizza Messaggio
    Secondo un recente sondaggio svolto da un partito ultranazionalista nella Republica Serba di Bosnia il 78% degli abitanti della R.S. sarebbe favorevole ad una riconquista dei loro territori in bosnia e alla krajina e slavonjia. Ben il 98% sarebbe favorevole all'indipendenza con relativa annessiona alla madrepatria Serbia


    Dai ragazzi
    Comunque anche la seconda opzione e' valida.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    1,228
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la seconda è sicuramente più facile da realizzare, la prima a questo punto vorrebbe dire attaccare un paese sovrano. Non che sia uno scandalo visto che le guerre ci sono state fino ad ora e non credo che da qui all'infinito si vivrà tutti assieme in armonia. Il "problema" è che PRIMA dovrebbe la R.S. unirsi alla serbia, tornare al potere il partito ultranazionalista serbo ( mi piacerebbe che tu, più informato di me, scrivessi com'è messo in serbia il partito di Seselj ) e poi decidere di riconquistare i territori rubati.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Albex Visualizza Messaggio
    la seconda è sicuramente più facile da realizzare, la prima a questo punto vorrebbe dire attaccare un paese sovrano. Non che sia uno scandalo visto che le guerre ci sono state fino ad ora e non credo che da qui all'infinito si vivrà tutti assieme in armonia. Il "problema" è che PRIMA dovrebbe la R.S. unirsi alla serbia, tornare al potere il partito ultranazionalista serbo ( mi piacerebbe che tu, più informato di me, scrivessi com'è messo in serbia il partito di Seselj ) e poi decidere di riconquistare i territori rubati.
    Lo Srs e' messo molto bene. Tuttavia per la questione dei due pesi e due misure, vedi Socialdemocratici in Slovenia e Hdz in Croazia, partiti non meno nazionalisti del succitato, che essendo filooccidentali, non vengono ostacolati dagli States e i loro vassalli. Mentre il primo essendo serbo e filorusso viene demonizzato e quindi l'arrivo di quest'ultimi al potere viene ostacolato in ogni modo. Tuttavia in un prossimo futuro ritengo che lo Srs insieme con il Dss formeranno una coalizione, con il sostegno esterno dei socialisti. Il problema e' rappresentato dal Dss di Kostunica, che avendo una politica ambigua, deve decidere da che parte stare. Non si puo' essere nazionalisti e sostenere un governo filooccidentale, sapendo che quest'ultimi sono ostili alla Serbia. Poi ci sono tanti personaggi, vedi Oliver Ivanovic (leader serbokosovaro), che pur gradendo l'appoggio della Russia, desidera l'integrazione della Serbia nelle integrazioni euroatlantiche. Curioso e' anche il fatto che il movimento di Vuk Draskovic, che essendo filo Ue e' ben visto dalle cancellerie occidentali, pur avendo i propri aderenti fatto cose ben piu' gravi in Vojvodina ai danni della minoranza croata rispetto agli iscritti allo Srs. Tuttavia Seselj si trova all'Aja e Draskovic a casa propria. Ci vorra' ancora molto tempo per fare chiarezza ed assestare le cose. L'importante che adesso, al contrario del 1999, ci sia una grande Russia e che la Serbia possa fare affidamento su di essa. Per fare in modo che cio' si realizzi, bisogna avere una classe politica adeguata e mi duole dirlo in questo momento non c'e'. Quindi prima di intraprendere qualsiasi azione esterna, bisogna mettere ordine in casa propria. Se sono rose fioriranno.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Question

    Purtroppo devo dare ragione a Svarog08. I ho i miei ideali, ma sono tremendamente realista. Siccome ben difficilmente ci saranno altre guerre, a meno di un'invasione Russa nel cuore dell'Europa (eventualita' ancora in forse). Quindi i confini ormai sono deliniati, a suon di pulizie etniche, fatte da tutti ovviamente, Sloveni compresi (con la storia dei cancellati). Quindi adesso assistiamo all'omegenizzazione etnica. I Croati hanno perso una buona percentuale in Bih, andando a ripopolare le Krajne e viceversa tanti Serbi andati via dalla Croazia, sono andati in Vojvodina o nel resto della Serbia, cosi' come hanno fatto quelli provenienti dal Kosovo. Quindi gli unici territori che la Serbia piu' ottenere con la diplomazia, sono una parte del Kosovo (a nord dell'Ibar) e gran parte della Rs, (reputo difficile che possa uscire cosi' come e' attualmente). Le trattative saranno complesse, ma fortunatamente c'e' gia' il controllo del territorio e quindi si tratta solo di far emergere quello che esiste e non si tratta di conquistare nulla. L'Occidente e' mal disposto verso la Serbia, ma alla fine dovra' arrendersi di fronte all'evidenza. Frequento poco il sito di Krajna Force, in quanto la loro causa e' persa in partenza (a meno di sviluppi imprevedibili), cosi' come quella degli esuli Istriani. Entrambi sono stati cacciati dalle proprie terre ed il committente e' il medesimo. Il destino riservato agli sopravissuti e' quello di vivere la propria esistenza altrove. So che e' trieste, ma purtroppo e' cosi', a meno di clamorosissimi risvolti, a cui io non credo. Per quanto concerne l'Istria, nel 1991 c'era la possibilita' di riprendersela, almeno per quanto concerne la parte Croata, ma l'esercito Italiano combatteva in quell' anno in Iraq, invece di pensare di recuperare i propri territori e qualche anno dopo la sua aviazione colpiva la Serbia, che all'Italia non ha fatto nulla di male. Insomma invece di fare i propri interessi, gli Italiani fanno quelli altrui. Misteri della politica !

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2011
    Messaggi
    6,762
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Albex Visualizza Messaggio
    Secondo un recente sondaggio svolto da un partito ultranazionalista nella Republica Serba di Bosnia il 78% degli abitanti della R.S. sarebbe favorevole ad una riconquista dei loro territori in bosnia e alla krajina e slavonjia. Ben il 98% sarebbe favorevole all'indipendenza con relativa annessiona alla madrepatria Serbia


    Dai ragazzi
    Buono a sapersi

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Svarog08 Visualizza Messaggio

    Anzi se l'esercito italiano non fosse stato nell'Iraq nel 1991 , la situazione non avrebbe cambiata nulla per quanto riguarda l'Istria.Si , l'esercito italiano avesse potuto entrare nell'Istria , e' vero , ma probabilmente sarebbe stato cacciato fuori dagli americani , perche' quell'ingresso dell'esercito italiano in Istria sarebbe stato illegale , proporzionatamente alle decisioni dell'Osimo.Se ne sbaglio , correggimi subito (non solo il mio italiano) ...

    Non aveva fatto nulla di male , e' vero , ma l'Italia era ed e' un membro della NATO ,se non sbaglio?
    Per quanto riguarda il trattato di Osimo l'Italia si era impegnata con la Jugoslavia (non Slovenia e Croazia) a fare determinate cose. Lo sbaglio consiste quindi nel considerare eredi coloro che con il loro sciovinismo hanno distrutto la Jugoslavia.
    Per quanto concerne la Nato, nel suo statuto c'e' un carattere prettamento difensivo e quindi essendo il Kosovo parte integrante della Serbia e all'epoca della Jugoslavia, non c'erano le basi dell'intervento, che e' sfociato nell'aggressione, in quanto e' venuta a mancare la legittimazione dell'Onu.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 May 2007
    Messaggi
    555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Svarog08 Visualizza Messaggio
    Non vorrei essere un perfezionista (o come si dice in italiano) , ma entrambi sono stati cacciato dalle proprie case(no terre)
    Non ho capito la distinzione "case / terre". Che vuoi dire?

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Nazzareno Visualizza Messaggio
    Non ho capito la distinzione "case / terre". Che vuoi dire?
    Secondo la sua visione quelle terre sono Croate dalla creazione del mondo, mentre tranne un brevissimo intermezzo mediovale e lo stato del Ndh, la Croazia prima del 1991 non e' mai esistita. I Serbi sono stanziati nelle Krajne da secoli, cosi' come gli Italiani in Istria e Dalmazia e la Croazia non esisteva ancora. Comunque la Ue non e' la soluzione a tutti i rimedi, coloro che detestano la Croazia continueranno a farlo, indipendentemente se essa fara' parte della comunita' europea o meno.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 May 2007
    Messaggi
    555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rafrad6164 Visualizza Messaggio
    Secondo la sua visione quelle terre sono Croate dalla creazione del mondo, mentre tranne un brevissimo intermezzo mediovale e lo stato del Ndh, la Croazia prima del 1991 non e' mai esistita. I Serbi sono stanziati nelle Krajne da secoli, cosi' come gli Italiani in Istria e Dalmazia e la Croazia non esisteva ancora
    Sospettavo qualcosa del genere, ma volevo conferma

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sareste favorevoli all'indipendenza della Corsica?
    Di subiectus nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 10-06-11, 22:26
  2. Sareste favorevoli all'indipendenza del Sud Sudan?
    Di subiectus nel forum Politica Estera
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-11-09, 23:26
  3. Kosovo: favorevoli o contrari all'indipendenza?
    Di FrancoAntonio nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 27-06-08, 07:45
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-01-08, 22:19
  5. Siete favorevoli all'Indipendenza del Kossovo?
    Di Davide Nurra nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 02-12-07, 15:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225