L'Osservatorio Astronomico di Bologna con il contributo dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, la Fondazione Marino Golinelli & il Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna presenta nel cortile di Palazzo D'Accursio, in Palazzo Re Enzo, in Piazza Nettuno e in Piazza Maggiore 15 punti di vista diversi e complementari.

IL CIELO degli astronauti, della fantascienza, dello schermo, dei pittori, della musica, della poesia, della filosofia, degli agricoltori, dei costruttori, dell'Islam, dell'Africa, della Grecia e di Alessandria d'Egitto, dell'Egitto, della Mesopotamia.

uno dei pieghevoli in distribuzione gratuita conclude la presentazione con le parole:

"Una piccola mostra per meditare e per naufragare piacevolmente nell'immensità del cielo. E, forse, guardando un cane capiremo perché abbaia alla Luna.
Anche lui è ammaliato dal cielo!"

Quel che non è scritto e viene tramandato dialetto qui è la risposta:

"La luna àn cùra brisa ed abaìr d'cain" = in qualunque modo lo vogliate scrivere , la saggezza popolare ricorda che la luna non si cura dell'abbaiare dei cani.