User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29
  1. #1
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Sono entusiasta di questi salutari choc per i "fratelli" (si fa per dire ...) ebrei

    Domenica l'incontro tra Benedetto XVI e Tadeusz Rydzyk

    Ebrei europei «scioccati» da Ratzinger

    «Siamo attoniti nell'apprendere che il Papa ha concesso udienza al direttore dell'emittente antisemita Radio Maryja»


    BRUXELLES - Non si placano le polemiche dopo l'incontro di domenica scorsa a Castel Gandolfo tra papa Benedetto XVI e il direttore dell'emittente polacca Radio Maryja Tadeusz Rydzyk. «Siamo scioccati - si legge in una nota del Congresso ebraico europeo - dall'apprendere che Papa Benedetto XVI ha concesso nella sua residenza estiva un'udienza privata al direttore della radio polacca antisemita Radio Maryja». Il Congresso - che riunisce le comunità ebraiche di tutta Europa e a cui aderisce anche l'Unione delle comunità ebraiche italiane - sottolinea come «le affermazioni antisemitiche di Tadeusz Rydzyk sono state largamente trasmesse attraverso la sua radio». Per questo il Congresso ebraico «è stupito dal fatto che Papa Benedetto XVI abbia concesso udienza privata e la benedizione ad un uomo e a un'istituzione che hanno macchiato l'immagine della Chiesa polacca».

    UDIENZA - La visita di Rydzyk domenica scorsa a Castel Gandolfo ha già suscitato molte polemiche in Polonia, tra chi accusa il sacerdote di Radio Maryja di essere un antisemita e i suoi sostenitori, che hanno interpretato l'accoglienza ricevuta da Rydzyk come un sostegno di Benedetto XVI alla linea ultraconservatrice della sua radio. Domenica scorsa a Castel Gandolfo, padre Rydzyk è stato ammesso al baciamano con il Papa al termine dell'Angelus insieme ad un folto gruppo di fedeli polacchi. Recentemente, in vista delle prossima elezioni presidenziali in Polonia, gli stessi gemelli Kaczynski sono tornati a chiedere pubblicamente l'aiuto e il sostegno dell'emittente radiofonica dei cattolici ultraconservatori e del suo controverso direttore.

    Fonte: Corriere della sera, 9.8.2007

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Poveretti, mi fanno quasi pena ... Ecco la nota "allarmata"!

    EJC shocked by Pope Benedict XVI’s private audience with head of anti-Semitic Radio Maryja

    The European Jewish Congress (EJC) was shocked to learn that Pope Benedict XVI has received in private at his summer residence Tadeusz Rydzyk, the head of Radio Maryja, whose anti-Semitic statements have been widely spread through his media network.

    The EJC is astonished by the fact that Pope Benedict XVI has granted with a private audience and his blessing a man and an institution that have tarnished the image of the Polish church.

    FONTE

  3. #3
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il Congresso ebraico attacca il Papa

    Il Pontefice riceve il direttore di Radio Maria e scoppia la polemica: «Quell'emittente è anti-semita»

    TORINO




    «Siamo scioccati dall’apprendere che Papa Benedetto XVI ha concesso nella sua residenza estiva un’udienza privata al direttore della radio polacca antisemita Radio Maria»: è quanto si legge in una nota del Congresso ebraico europeo. L’associazione - che riunisce le comunità ebraiche di tutta Europa e a cui aderisce anche l’Unione delle comunità ebraiche italiane - sottolinea come «le affermazioni antisemitiche di Tadeusz Rydzyk sono state largamente trasmesse attraverso la sua radio». Per questo il Congresso ebraico «è stupito dal fatto che Papa Benedetto XVI abbia concesso udienza privata e la benedizione ad un uomo e a un’istituzione che hanno macchiato l’immagine della Chiesa polacca».

    La visita di Rydzyk domenica scorsa a Castel Gandolfo ha già suscitato molte polemiche in Polonia, tra chi accusa il sacerdote di Radio Maria di essere un antisemita e i suoi sostenitori, che hanno interpretato l’accoglienza ricevuta da Rydzyk come un sostegno di Benedetto XVI alla linea ultraconservatrice della sua radio. Domenica scorsa a Castel Gandolfo, padre Rydzyk è stato ammesso al baciamo con il Papa al termine dell’Angelus insieme ad un folto gruppo di fedeli polacchi. Recentemente, in vista delle prossima elezioni presidenziali in Polonia, gli stessi gemelli Kaczynski sono tornati a chiedere pubblicamente l’aiuto e il sostegno dell’emittente radiofonica dei cattolici ultraconservatori e del suo controverso direttore.

    Fonte: La Stampa, 8.8.2007

  4. #4
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I "fratelli" (sic!) protestano e si compiono le retromarce ....

    Nota della Santa Sede dopo le proteste del Congresso europeo
    Il direttore di Radio Maryja attaccato per le posizioni antisemite

    "Con Rydzyk solo un baciamano
    Non cambiano i rapporti con gli ebrei"


    Il Papa con il direttore di Radio Maryja


    ROMA - Nessuna udienza privata. Il Papa ha concesso solo un "baciamano" al fondatore di Radio Maryja Tadeusz Rydzyk ma questo "non implica alcun mutamento nella ben nota posizione della Santa Sede sui rapporti tra Cattolici ed Ebrei". Un comunicato della sala stampa della Santa Sede cerca di smorzare la polemica dopo che Radio Maryja aveva diffuso in Polonia la notizia di una "udienza privata" concessa da Benedetto XVI al sacerdote attaccato per le sue posizioni antisemite, e dopo le dure prese di posizione delle organizzazioni ebraiche, che avevano interpretato la presunta udienza come un passo indietro nelle relazioni ebraico-cristiane.

    La visita di Rydzyk domenica scorsa a Castel Gandolfo ha già suscitato molte polemiche in Polonia, tra chi accusa il sacerdote di Radio Maryja di essere un antisemita e i suoi sostenitori, che hanno interpretato l'accoglienza ricevuta da Rydzyk come un sostegno del Papa alla linea ultraconservatrice della sua emittente.

    Poi il baciamano di domenica scorsa e la protesta delle comunità ebraiche di tutta Europa che avevano sottolineato come "le affermazioni antisemitiche di Rydzyk" siano state largamente trasmesse attraverso la sua radio. Proprio per questo il Congresso ebraico si era detto stupito "dal fatto che Papa Benedetto XVI abbia concesso udienza privata e la benedizione ad un uomo e a un'istituzione che hanno macchiato l'immagine della Chiesa polacca".

    Fonte: Repubblica, 9.8.2007

  5. #5
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Ma perchè questo Papa non ha spina dorsale? Un po' di coraggio per quello che fa?

    Ratzinger lo ha incontrato domenica in udienza privata a Castel Gandolfo
    Per gli ebrei europei l'emittente diretta da Rydzyk è "antisemita e ultraconservatrice"

    Il Congresso ebraico attacca il Papa
    "Ha ricevuto il direttore di Radio Maryja"


    Ma un anno fa Benedetto XVI la accusava di essere "antisemita"


    ROMA - Ha tutta l'aria di un incidente diplomatico quello scoppiato tra la Santa Sede e il Congresso ebraico. Colpa dell'udienza privata che Benedetto XVI ha concesso domenica scorsa a Castel Gandolfo a Tadeusz Rydzyk, direttore di Radio Maryja.

    "Il Congresso ebraico europeo - è scritto in una nota dell'Associazione che riunisce le comunità ebraiche di tutta Europa - è scioccato di apprendere che Papa Benedetto XVI ha ricevuto in udienza privata e nella sua residenza estiva Tadeusz Rydzyk, il direttore dell'antisemita Radio Maryja". Ejc, acronimo del Congresso ebraico, si dice "attonito del fatto che il Papa ha concesso un'udienza privata e la benedizione a un uomo e a un'istituzione che ha appannato l'immagine della Chiesa Polacca".

    Radio Maryja, infatti, avrebbe "largamente trasmesso le affermazioni antisemitiche di Rydzyk". La nota del Congresso ebraico arriva dopo due giorni di polemiche in Polonia tra chi accusa il sacerdote di Radio Maryja di essere un antisemita e i suoi sostenitori che hanno inteso il colloquio col Pontefice come la sua benedizione alla linea ultraconservatrice della radio.

    In realtà non più tardi di un anno fa proprio Benedetto XVI prendeva le distanze dall'emittente accusandola di essere "antisemita".

    Domenica scorsa a Castel Gandolfo, padre Rydzyk è stato ammesso al baciamo con il Papa al termine dell'Angelus insieme ad un folto gruppo di fedeli polacchi. Recentemente, in vista delle prossima elezioni presidenziali in Polonia, gli stessi gemelli Kaczynski sono tornati a chiedere pubblicamente l'aiuto e il sostegno dell'emittente radiofonica dei cattolici ultraconservatori e del suo controverso direttore.

    Fonte: Repubblica, 8.8.2007

  6. #6
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Un anno fa ....

    Lettera aperta del Nunzio ai vescovi: "Agite in fretta"
    Il governo copre l'emittente cattolica: "Tutto regolare"

    Polonia, l'anatema del Papa
    "Radio Maria è antisemita"


    Per la radio "Gli ebrei hanno tratto vantaggi economici dall'Olocausto"

    DAL nostro corrispondente ANDREA TARQUINI




    BERLINO- Scontro frontale tra la Santa Sede di Papa Ratzinger e l'ala integralista del cattolicesimo polacco, accusata di antisemitismo e legata a filo doppio al governo nazionalconservatore. In una lettera aperta alla Conferenza episcopale polacca, il Nunzio apostolico monsignor Jozef Kowalczyk chiede ai vescovi di richiamare all'ordine Radio Maria, l'emittente oltranzista guidata dall'irriducibile padre Tadeusz Rydzyk.

    "Abbiamo perso la pazienza", scrive il Nunzio. Nelle stesse ore un eroe della Resistenza antinazista, Marek Edelman, ex dirigente dell'insurrezione del Ghetto di Varsavia contro la Wehrmacht, lanciava un duro appello all'esecutivo: devono stroncare l'ideologia antisemita e xenofoba mandata in onda ogni giorno dalla radio, e se necessario chiuderla. Ma il governo ignora gli appelli: non vediamo alcuna necessità di agire, ha detto il portavoce Konrad Ciesiolkiewicz. "E' ora che i vescovi agiscano con fermezza, il problema è serio", avverte il Nunzio.

    Lo scandalo di Radio Maria divide dunque le due anime della Polonia, quella moderna, liberaldemocratica ed europea e la "Polonia profonda" nazionalconservatrice, diffidente verso l'Europa e il mondo moderno, carica contro la cultura ebraica che fu il motore del Mitteleuropa di un livore che evoca ricordi sinistri. Nella seconda anima del Paese si identificano molti esponenti ed elettori del partito di maggioranza relativa Pis (Legge e Giustizia) del presidente Kaczynski e del premier Marcinkiewicz. L'affare interno diventa così un caso europeo: le affinità tra un esecutivo arciconservatore ed euroscettico e l'emittente che ogni giorno spara a zero sugli ebrei proiettano ombre di incompatibilità sull'integrazione di Varsavia nell'Unione europea.

    L'eroe negativo della storia è un sacerdote dell'ordine dei Redentoristi, padre Tadeuz Rydzyk. Non è anticomunista per valori democratici come lo furono i leader della rivoluzione del 1989: lui rifiuta la Polonia liberale, capitalista, occidentale da loro incarnata. Rifiuta il laicismo ma anche la Chiesa del dialogo, la Chiesa di Wojtyla e Ratzinger. Sogna una Chiesa preconciliare. E soprattutto, vede ovunque nefaste congiure ebraiche contro la nazione cattolica polacca.

    "Gli ebrei hanno tratto vantaggi economici dall'Olocausto", ha sostenuto radio Maria la settimana scorsa. Ha parlato di "gruppi di pressione ebraici, una vera Olocausto SpA". Con oltre tre milioni di ascoltatori, l'emittente ha avuto un ruolo di primo piano alle ultime elezioni parlamentari e presidenziali. Ha aiutato la destra nazionalconservatrice dei gemelli Lech e Jaroslaw Kaczynski (il Pis, appunto) a vincere contro il centrodestra europeista di Donald Tusk, vicino alla Cdu di Angela Merkel. Cortesia ricambiata: i Kaczynski, Marcinkiewicz, i loro ministri e deputati sono spesso ospiti della radio.

    Il governo non vede ragione di agire. Eppure a molti i commenti di Radio Maria ricordano la propaganda nazista. "Gli ebrei vogliono umiliare la Polonia davanti al mondo chiedendole soldi per i beni lasciati nel Paese", "Gli ebrei sono un racket". O ancora: "Gruppi ebraici hanno tentato di intascare tangenti da ambienti politici polacchi in cambio del loro appoggio all'ingresso della Polonia nella Nato".

    O sei un vero patriota e vero cattolico, oppure ebreo e magari anche comunista. Il mondo visto da padre Rydzyk è senza sfumature. Persone a lui vicine hanno anche alluso a connivenze con l'Urss da parte della vecchia guardia di Solidarnosc. Walesa, come i Geremek, i Mazowiecki, i Michnik, gli intellettuali liberal che furono i cervelli della rivoluzione non violenta dell'89. Anche davanti a questo, il governo non si scandalizza. "Nei media bisogna rispettare tutte le voci", dice il portavoce Ciesiolkiewicz.

    Fonte: Repubblica, 8.4.2006

  7. #7
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Contr'ordine: Tutto come prima!!! I padroni ordinano la retromarcia

    Non cambia la posizione della Santa Sede sul rapporto con gli ebrei

    Il congresso ebraico europeo aveva affermato di essere «scioccato» per «l’udienza privata» riservata al sacerdote



    CITTA' DEL VATICANO
    Il «baciamano» al Papa di padre Tadeusz Rydzyk, capo dell’emittente polacca Radio Maryja, «non implica alcun mutamento nella ben nota posizione della Santa Sede sui rapporti tra cattolici ed ebrei»: lo afferma un comunicato della sala stampa vaticana, riferendosi all’incontro di domenica scorsa. Il congresso ebraico europeo (Ejc) aveva affermato, con una nota pubblicata ieri, di essere «scioccato» per «l’udienza privata» riservata al sacerdote.

    «Con riferimento alle domande di chiarimento relative al ’baciamanò avuto dal P. Tadeusz Rydzyk al termine dell’Angelus di domenica 5 agosto u.s. - si legge nella breve nota della sala stampa vaticano - si comunica che il fatto non implica alcun mutamento nella ben nota posizione della Santa Sede sui rapporti tra Cattolici ed Ebrei».

    Le foto dell’incontro a margine dell’Angelus, nella residenza estiva di Castel Gandolfo, erano rimbalzate sui media polacchi, suscitando discussioni sulla natura dell’incontro. Il giornale Nasz Dziennik, organo di stampa del colosso mediatico di Rydzyk, aveva parlato di un’udienza dal Papa. «Più che un’udienza, un saluto», avevano precisato altre fonti. Il numero uno di Radio Maria - emittente con programmi dai forti accenti antisemiti - era peraltro stato richiamato all’ordine, nei mesi scorsi, dal nunzio apostolico in Polonia.

    Fonte: La Stampa, 9.8.2007

  8. #8
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dopo quest'ennesima "retromarcia" di Benedetto XVI, quale giudizio possiamo azzardare del suo pontificato?
    Devo dire che, dopo gli entusiasmi - anche personali - dovuti alla sua elezione, la sua azione come Pontefice mi ha lasciato, in un certo senso, l'amaro in bocca.
    Egli si è dimostrato, sinora, come l'uomo delle retromarce, della mancanza di coraggio e di coerenza, dinanzi alla minima maretta o anche alla piccola onda nel bicchiere.
    Lo si è visto in più di un'occasione. Gli esempi sono innumerevoli.
    Tutti ricordano come l'allora Card. Ratzinger avesse espresso perplessità all'ingresso nell'Unione Europea della Turchia. Divenuto Papa e dovendo svolgere nel 2006 un viaggio apostolico in quella terra, che fa? Cambia opinione, deponendo le sue perplessità su quell'ingresso. Eppure rispetto all'epoca in cui aveva espresso quei giudizi severi la situazione non è mutata. Però, qui è prevalso il senso di voler tutelare la propria incolumità. E la Turchia che ha fatto? L'ha obbligato a rendere omaggio - cosa inusitata - alla tomba del massone Ataturk, facendogli compiere, di fatto, un atto di sottomissione e di abiura, anche dalla propria fede (giacché il "padre della Turchia" era un massone).
    Ratisbona. Un'altra clamorosa retromarcia. Qui, del discorso in quella celebre Università, vengono fornite sfacciatamente ben tre versioni diverse, edulcorandone via via i contenuti. E questo perchè? A seguito delle vivaci proteste islamiche e perchè doveva badare alla propria incolumità .... . In Turchia, infatti, per questo fatto, gli è stato imposto un ennesimo atto di apostasia: obbligandolo a recarsi a pregare, come un musulmano, in moschea. Neppure Giovanni Paolo II aveva osato tanto: vi era entrato sì, ma per venerare le reliquie del Battista, non per pregare alla maniera islamica, rivolto verso La Mecca. Un vero atto di apostasia, dunque. Con grave scandalo dei fedeli.
    Il risultato di questi atti blasfemi, però, qual è stato? E' forse migliorata la condizione dei cristiani nelle terre musulmane? Nient'affatto. Il contrario. Anzi si è aggravata. La viltà di uno o di pochi ha fatto sì che gli altri si rafforzassero nelle loro posizioni. Un esempio emblematico di pastore che fugge dinanzi al lupo ... . Di questo il Signore renderà conto al suo Vicario.
    Ancora. Il documento della Congregazione per la dottrina della fede nel quale si ribadisce che la Chiesa cattolica è l'unica Chiesa di Cristo e le altre comunità cristiane sono spurie. Dinanzi alla reazione dei protestanti, autorevoli esponenti della Congregazione e di altri dicasteri della Santa Sede si affrettavano a precisare che, nonostante quel documento, nulla immutava nei rapporti ecumenici. Un'ennesima retromarcia.
    E che dire della Messa in latino? Anche qui sembrava che le cose lascessero aperta la strada a qualche speranza. Invece, pure qui dinanzi alle critiche, peraltro infondate e dettate da ignoranza e/o malafede, vi è stata un'ennesima retromarcia, facendo dire al Card. Bertone - che è il suo Segretario di Stato - che sarebbero in vista modifiche per edulcorare anche la Messa di S. Pio V ed allinearla al nuovo politically correct.
    Oggi, questa vicenda. Dinanzi allo "choc" delle comunità ebraiche, allarmata, la Santa Sede ha fatto un'altra retromarcia, diffondendo la Sala Stampa il seguente comunicato:
    Con riferimento alle domande di chiarimento relative al "baciamano" avuto dal P. Tadeusz Rydzyk al termine dell'Angelus di domenica 5 agosto u.s., si comunica che il fatto non implica alcun mutamento nella ben nota posizione della Santa Sede sui rapporti tra Cattolici ed Ebrei.
    E' davvero sconcertante per me tutto questo.
    Un minimo di coerenza e di coraggio, anche dinanzi alle critiche ci voleva.
    Quando fu eletto al Soglio pontificio pensavo che fosse stata eletta una persona forte, dalla grande personalità. Poi, oggi, posso dire che mi sbagliavo. L'allora Card. Ratzinger appariva forte perchè aveva il totale appoggio di un Papa dalla forte personalità, sebbene discutibile, come Giovanni Paolo II. Aveva le sue spalle forti e ben piazzate che lo riparavano dalle critiche e lo proteggevano.
    Da quando è, invece, Papa, si è visto in più occasioni che la sua non è una forte personalità, ma un debole, che cede dinanzi al primo timido venticello, alla prima timida brezza marina. Quanto mi mancano i Papi del passato che non avevano timore di subire il martirio per annunciare e difendere la fede cattolica! Invece, qui, è sufficiente un venticello per far cambiare rotta alla nave. E' veramente molto doloroso per me tutto ciò .... E lo dico con grande sofferenza ....

  9. #9
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ti sono solidale mio caro, lo dico davvero, e questo nonostante le differenze nelle posizioni teologiche che vi sono tra di noi.

    Che dire, preghiamo e poi ancora preghiamo.



    In Cristo Signore

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2005
    Messaggi
    499
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ti capisco Augustinus. Ogni cattolico dovrebbe essere addolorato per i fatti che hai ricordato. Mi vengono in mente le parole di San Giuseppe Moscati così sante e buone: "Ama la verità; mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi. E se la verità ti costa la persecuzione, e tu accettala; e se il tormento, e tu sopportalo. E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio."

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Frasi choc nel tema di fine anno: gli ebrei sono una "razza inferiore"
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 08-07-13, 12:06
  2. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 10-12-12, 17:56
  3. Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 10-10-11, 22:17
  4. Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 11-09-07, 01:04
  5. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 22-03-04, 20:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226