User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    201
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Troppi baristi napoletani

    Naturalmente non ci riferiamo alla Padania, terra ormai avvezza ad ogni invasione. Siamo a Roma dove il segretario dei radicali denuncia un possibile riciclaggio della Camorra. I toni ricordano quelli leghisti, alla Borghezio. Potrebbe stupire, ma in fondo sono tutti fratelli d'italia...
    Dal corriere.it
    D'Orta: «E' avvilente vedere che simili stereotipi esistono ancora»

    «Camorra a Roma, troppi baristi napoletani»
    Il segretario radicale: «Rilevo che nei locali del centro storico la lingua che si parla è il napoletano, la cosa m'insospettisce»

    ROMA - Troppi ristoratori napoletani nel centro storico di Roma: c'è probabilmente l'ombra della camorra sulla Capitale. A lanciare l'accusa è il segretario dei Radicali Rita Bernardini che sostiene che molti dei proventi del mercato degli stupefacenti vengano riciclati dalla camorra in attività di ristorazione, bar e ristoranti nel centro storico di Roma. In una conferenza stampa tenuta a Montecitorio la Bernardini premette: «E’ una valutazione personale, ne ho discusso con i compagni di partito, che hanno valutazioni diverse». Poi osserva: «Rilevo che attorno a questi Palazzi la lingua che si parla sempre di più è il napoletano, nei locali bar e ristoranti. Sono ingressi recenti, e centinaia di migliaia di euro sono spesi in ristrutturazioni di locali che non sono certo mal messi». E infine conclude: «Fatevi un giro nelle vie intorno al Palazzo, in via Torre Argentina o a Largo Sant’Eustachio, ad esempio, e vedrete che ci sono molti locali che sono stati rilevati, non so se dalla camorra. La cosa, da cittadina, mi insospettisce, perché non insospettisce anche i magistrati? Perché non si fanno indagini serie? Gli ingenti guadagni del mercato degli stupefacenti - è l’ultima parte del ragionamento della Bernardini - da qualche parte devono essere investiti: ho l’impressione che ci sia un riciclaggio di questi guadagni, attorno a questi Palazzi».
    LE REAZIONI - Immediate le reazioni politiche alle affermazioni della Bernardini. «Meglio i napoletani dei cinesi...Basta poi con questi luoghi comuni che il napoletano è criminale e camorrista perchè la criminalità non è che abbia una razza o una lingua particolare» sostiene l'europarlamentare napoletana Alessandra Mussolini. E il deputato napoletano di An Italo Bocchino non ha dubbi «Quello di Rita Bernardini è un atteggiamento razzista».
    C'è però anche chi la prende sul serio: «Dopo le pesantissime dichiarazioni rese nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei Deputati dal segretario di Radicali Italiani Rita Bernardini su possibili infiltrazioni cammoristiche nella ristrutturazione e nella gestione di molti locali del centro storico di Roma, Forza Italia chiede l'immediata convocazione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica e l'intervento della magistratura romana per promuovere subito una seria iniziativa di prevenzione e di controllo sul territorio» dichiara Francesco Giro, deputato di Forza Italia e coordinatore regionale e romano.
    Ma c'è anche chi, come Marcello D'Orta, maestro e scrittore partenopeo, èsottolinea come sia un «pericoloso binomio» quello fra accento napoletano e camorra proposto dalla segretaria dei radicali italiani. «Ha fatto un accostamento simile a quello che stanno facendo i giornali tedeschi dopo la strage di Duisburg - dice - ed è avvilente vedere che stereotipi simili esitano ancora». L'autore di «Io speriamo che me la cavo», non certo tenero con la realtà della sua città sulle colonne de «Il Giornale» cui collabora, invita Bernardini «a fare una disamina oggettiva» sul fatto che nelle strade del centro di Roma sia crescita la presenza di Napoli. «Che a Napoli ci sia la camorra, lo sappiamo - spiega D'Orta - che la camorra penetri a tutti i livelli, dovunque, ricicli denaro sporco e sia imprenditrice, è cosa nota. Ma non tutti i criminali sono camorra e non tutti gli imprenditori sono criminali. E qualche volta gli imprenditori criminali non sono nemmeno napoletani, vedi casi come Parmalat. Napoli con i suoi prodotti tipici è del resto anche un pò una moda attuale. Qui non si tratta di andare a favore o andare contro Napoli. Si tratta di avere buon senso. E parlare così è produrre luoghi comuni a rischio equivoco, esattamente come dire che tutti i tedeschi bevono birra e che tutti i giapponesi fotografano. Finiamo solo per alimentare noi stessi le equivalenze sballate che dall'estero ora ci ritorcono contro, dipingendo tutti i calabresi come esponenti delle 'ndrangheta».
    IL MAGISTRATO - Un'analisi più documentata arriva invece dal procuratore aggiunto di Roma nonchè procuratore distrettuale antimafia del Lazio Italo Ormanni. «La Dda romana - spiega Ormanni - guarda con attenzione al fenomeno. Abbiamo diviso il territorio del Lazio in zone, e per ognuna di esse c'è il lavoro di due magistrati, uno esperto di reati economici come il riciclaggio e l'altro di quelli contro la persona come le estorsioni. Roma è la realtà a cui poi guardano tutti, quindi capillarmente valutata». Ormanni non è sorpreso dalle esternazioni di Bernardini per contatti avviati nei giorni scorsi con il suo ufficio da avvocati vicini ai Radicali, ma non commenta ciò che non è stato nemmeno tradotto in denuncia. «Noi lavoriamo sul tema e continueremo in ogni caso a lavorare», dice laconico. Per il suo pool parlano le inchieste già concluse, anche recenti, con sequestri preventivi di immobili proprio a Roma e con 22 indagati e 11 arresti due settimane fa tra imprenditori affiliati e soggetti organici al clan casertano di Michele Zagaria, il boss superlatitante dei Casalesi. Una indagine che porta la firma dei pm Diana De Martino e Francesco Curzio, inquirente napoletano prestato a Roma proprio per fronteggiare la camorra in trasferta.
    IL PREFETTO DI ROMA - Una dura critica alla Bernardini arriva anche dal prefetto di Roma. «Sembra farsi a gara in questi ultimi tempi nel dichiarare che Roma è sotto il controllo un giorno dell ’ndrangheta e uno della camorra» ha sottolineato in una nota Achille Serra. «Le forze dell’ordine in questi ultimi anni hanno lavorato sodo e con risultati brillantissimi. Mai è emersa la possibilità di una gestione territoriale delle organizzazioni criminali di cui sopra, benchè vi siano state infiltrazioni nel Litorale subito stroncate dall’azione della magistratura e delle forze dell’ordine». «Poco comprensibile - stigmatizza Serra - che queste sottolineature giungano da organi istituzionali e politici considerato che i luoghi deputati a tali denunce sono gli uffici di polizia dove nulla negli ultimi tempi è pervenuto. Ciò nonostante - conclude il prefetto - ho disposto che l’argomento sia inserito all’Ordine del giorno del prossimo Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica già convocato per il 23 agosto».
    17 agosto 2007

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    La battuta della Bernardini lascia perplessi.

    Certamente si potrebbe malignare asserendo che esiste una antipatia di fondo tra il partito radicale e la camorra.
    Infatti il partito radicale desidera la legalizzazione della droga leggera e il suo smercio sia sotto l’ala di una organizzazione statale-pubblica alla stregua dei monopoli di stato.

    Ossia potrebbe essere una sana disputa di concorrenza con chi oggi è monopolista dello smercio.

    La Bernardini potrebbe essere perdonata, in quanto essendo nata a roma desidera difendere la sua città da invasioni che sono stravolgenti.
    Ma questo, mentre è sana difesa dei valori, è considerato bieco razzismo ed è in antitesi contro i principi della globalizzazione che nel partito radicale trovano il loro maggiore propugnatore.


    Tuttavia ha determinato inconsapevolmente l’esternazione di un grande principio che forse lei medesima non sa di possedere nel suo immaginario.

    Quando un certo numero di persone appartenenti alla medesima etnia si trovano concentrarti ed uniti allora riprende e si rafforza la loro cultura dominante.
    Osservando tante persone di origine partenopea negli ambienti da lei frequentati, ha lanciato l’allarme di una per lei sicura nascita della cultura napoletana a roma.

    Secondo la Bernardini la cultura che nasce spontanea tra i partenopei è la camorra.

    Ossia essa ribadisce, e lo da per scontato, come la cultura che attecchisce e si esprime più facilmente nell’ambiente napoletano può essere solamente la camorra.
    Il riconoscimento politico che la camorra è la parte portante della cultura di una zona precisa della penisola.
    Uno schiaffo definitivo verso il concetto dell’integrazione.

    Questo ragionamento, che potrebbe essere valido per un comune cittadino, in un parlamentare diventa leggermente incosciente non valutando il valore del pensiero espresso.

    Non si rende conto che partendo dal concetto dell’origine ha coinvolto anche la più alta autorità dello Stato.

    Povera politica romana a cosa sei ridotta!!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Feb 2007
    Località
    Nell' Italia dell' Est , a Messina (città riconosciuta come "babba" ovvero senza Mafia) quindi non in Sicilia, ma nell'area dello Stretto ME-RC
    Messaggi
    823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la bernardini ha scoperto l'acqua calda
    al posto di pensare alle stronzate contro la pena di morte, che pensi alle schifezze che ci sono in italia

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,603
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    «Camorra a Roma, troppi baristi napoletani»

    La storia si ripete: chi ha voluto la società multitutto viene schiacciato senza pietà dal prodotto del suo imperialismo.

    Sprofondi roma.

  5. #5
    Libertà
    Data Registrazione
    13 Nov 2005
    Località
    La libertà non è un diritto: è un dovere. Non è una elargizione: è una conquista. Non è una uguaglianza: è un privilegio.
    Messaggi
    1,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me bisognerebbe puntare alle divisione dell'italia in 3 macro-regioni : Padania, Etruria e Sud.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DaleCooper Visualizza Messaggio
    Secondo me bisognerebbe puntare alle divisione dell'italia in 3 macro-regioni : Padania, Etruria e Sud.
    Certamente sarebbe un sogno.
    Ma chi sborsa i denari necessari per mantenere i due stati dell’Etruria romana e del Sud??

    E’ una cifra apocalittica. Con pari cifra in Marocco, Tunisia , Algeria viaggerebbero tutti in Mercedes.

    Vi è che asserisce che il titolo di Etruria potrebbe essere sostituito con il nome di Albalonga per tenere alta l’origine dall’Asia minore dei latini. .
    Non bisogna mai dimenticare le origini. Anche se le popolazioni di Albalonga, col passare di tanti secoli, forse si sono “”leggermente”” degradate come comportamento.

  7. #7
    Libertà
    Data Registrazione
    13 Nov 2005
    Località
    La libertà non è un diritto: è un dovere. Non è una elargizione: è una conquista. Non è una uguaglianza: è un privilegio.
    Messaggi
    1,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Certamente sarebbe un sogno.
    Ma chi sborsa i denari necessari per mantenere i due stati dell’Etruria romana e del Sud??

    E’ una cifra apocalittica. Con pari cifra in Marocco, Tunisia , Algeria viaggerebbero tutti in Mercedes.

    Vi è che asserisce che il titolo di Etruria potrebbe essere sostituito con il nome di Albalonga per tenere alta l’origine dall’Asia minore dei latini. .
    Non bisogna mai dimenticare le origini. Anche se le popolazioni di Albalonga, col passare di tanti secoli, forse si sono “”leggermente”” degradate come comportamento.
    Il sudde dovrebbe essere sbattuto fuori dall'europa. Preso singolarmente non ha requisiti per stare nell'area euro. Avrebbe una sua moneta e magari resterebbe nell'area euro come vi è adesso la Romania, poi se riuscirà ad adeguarsi agli standard europei allora potrà entrare nell'area euro. Altrimenti Out.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DaleCooper Visualizza Messaggio
    Il sudde dovrebbe essere sbattuto fuori dall'europa. Preso singolarmente non ha requisiti per stare nell'area euro. Avrebbe una sua moneta e magari resterebbe nell'area euro come vi è adesso la Romania, poi se riuscirà ad adeguarsi agli standard europei allora potrà entrare nell'area euro. Altrimenti Out.
    L’Europa è stata fatta per poter emettere la moneta dell’Euro che viene gestito da un solo centro.

    Per essere credibile la nuova Europa dell’Euro deve avere inglobato tutte le capitali degli imperi che si sono succeduti:
    roma ( latini) Acquisgrana ( Carlo Magno), Parigi ( Napoleone), Vienna ( Sacro romano impero) e Costantinopoli ( Impero romano d’oriente).
    Pertanto roma non può essere sbattuta fuori.
    L’unica vera soluzione è che tutti gli Europei si accollino il suo mantenimento, si intende comprensivo anche del mantenimento dei territori collegati.

    Tale tasse dovrebbe essere all’incirca di 0,65 euro al giorno per ogni europeo.
    Si intende che tale tassa la devono pagare anche i Padani.
    Ma almeno dividiamo.

    Non riusciremo mai a toglierci la maledizione del mantenimento di roma, anche se parziale.

    Neanche gli arabi dell’altra sponda la vogliono.

    Chissà!!! forse in qualche moschea si prega per ringraziare che Annibale non abbia vinto. Altrimenti che bella fregatura!!!
    Invece di avere i petroldollari per fare una bella vita, avrebbero appena il sufficiente per mantenerla.

    Intanto il Vaticano, che ragiona a termini di secoli, se l’è sbolognata pur recitando la parte della vittima.

  9. #9
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Che ridere (o piangere) le reazioni

    Appena toccano la capitale della camorra e dei rifiuti non riciclati tutto il coro di santarelline parte all'attacco... fanno pena... a partire dalla signora floriani e via discorrendo...

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    12 May 2007
    Messaggi
    161
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    vedrete che prima o poi i romani se rompono le palle e incominciano a daje foco a loro (napoletani) i rom e baraccopoli varie, venditori ambulanti etc.etc.....avete ragione spero sempre che qust'italia di merda venga distrutta.Ho lavorato (purtroppo) a contatto con molti napoletani, sono vere merde umane...mafiosi nel sangue.....andrebbero eliminati FORZA VESUVIO....

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. “Se i baristi della Camera guadagnano 110.000 euro”
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 18-07-13, 13:56
  2. napoletani contro napoletani scandinavi
    Di Noir nel forum Fondoscala
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 22-09-12, 14:22
  3. Sono italiani gli aggressori di due baristi marocchini
    Di Josef Scveik nel forum Cronaca
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 29-03-12, 21:42
  4. Omicidio Abba, pm chiede 16 anni per i 2 baristi
    Di zwirner nel forum Destra Radicale
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 17-07-09, 12:49
  5. Risposte: 161
    Ultimo Messaggio: 18-08-07, 21:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226