User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Delirante lettera del Presidente della Provincia di Belluno

    Richiesta di incontro a Napolitano
    Caro Presidente, serve un gesto di attenzione Questa provincia oggi rischia la disgregazione
    di Sergio Reolon*
    Egregio sig. Presidente della Repubblica, ho appreso dai quotidiani nazionali che Ella ha recentemente concesso la grazia a cinque terroristi sud tirolesi condannati a lunghe pene detentive per essere stati artefici di vari attentati dinamitardi in Alto Adige.

    I gravi episodi risalgono agli anni sessanta e ci fanno tornare in mente non dimenticate storie di tritolo, di valli alpine e di sangue, tra cui una che ha interessato, purtroppo, anche il territorio della Provincia di Belluno con la strage di Cima di Vallona, di cui abbiamo commemorato il quarantesimo anniversario lo scorso 25 giugno.

    Il carattere umanitario e di prospettiva politica della Sua decisione è stato però -nel vissuto popolare locale - offuscato e distorto da fattori situazionali attuali e laceranti legati alla nota questione dei "privilegi" delle Province a statuto speciale da cui hanno origine i movimenti secessionisti che stanno interessando,a ritmo serrato l'intera regione veneta e, in particolare, la provincia di Belluno.

    Com'è noto, al referendum di Lamon ha fatto seguito quello di Sovramonte, e quello degli otto comuni dell'altipiano di Asiago. A questa lista prossimamente andranno ad aggiungersi - nella nostra provincia - quelli di Cortina d'Ampezzo, Livinallongo del Col di Lana e Colle Santa Lucia che potenziano le istanze secessionistiche di nostalgie e rivendicazioni che attingono alla controversa questione identitaria ladina.

    La delicatezza di questa nostra fase storica non La sorprenderà avendo Ella dedicato immediata attenzione al Veneto sin dall'inizio del Suo mandato ed essendo questa questione presente nell'odierno dibattito parlamentare.

    Mi permetto pertanto di richiamare ulteriormente il Suo sguardo sui rischi di disgregazione che oggi gravano sul nostro futuro politico-economico e sociale e, in particolare, su quello della Provincia di Belluno maggiormente esposta al malessere derivante da sperequazioni che ormai toccano tutto il Veneto. Oggi oltre alle popolazioni, alla politica e alle istituzioni è l'intera società veneta a denunciare come iniqui, perché obsoleti, quei privilegi che finiscono sia per agevolare la competizione di alcuni territori a scapito di altri, sia per indebolire i valori fondanti la convivenza civile: giustizia e solidarietà.

    Alla luce di tali considerazioni, si chiede di poter incontrare personalmente la S.V., per illustrarLe dettagliatamente l'intera problematica la cui soluzione richiede interventi urgenti ed indifferibili. Oggi un Suo rinnovato gesto di attenzione alle nostre popolazioni, consentirebbe -ne siamo certi- di far apprezzare il valore, della grazia concessa ai quei terroristi sud tirolesi quale segnale di un' apertura culturale e civile di cui tutti sentiamo la necessità.

    presidente della Provincia
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La nostra replica:


    Caro direttore, vorrei replicare alla delirante lettera pubblicata sui quotidiani trentini in data 18 agosto 2007 del presidente della Provincia di Belluno Sergio Reolon che definisce "terroristi" i tirolesi graziati dal Presidente della Repubblica Napolitano qualche mese fa. Noi del Partito Trentino vogliamo precisare che non li riteniamo ,come detto dal sig. Reolon, dei terroristi, ma dei compatrioti che grazia anche alle loro gesta ,seppur ecclatanti, hanno permesso alla nostra regione di ottenere una larga autonomia che lo stesso presidente della Provincia di Belluno e molti altri ci invidiano. D'altronde si sa che l'erba del vicino è sempre più verde della propria. Tornando all'episodio del 1967 si tratta di atti contro truppe di occupazione ne più ne meno di quelle compiute verso la fine della seconda guerra mondiale dai partigiani comunisti. La recente sentenza del giudice milanese Forleo premette che se non ci sono prove della preparazione ed attuazione di attacchi terroristici trascendenti la motivazione di lotta per la liberazione del proprio popolo dagli oppressori, non si può parlare di terrorismo, dando, così, un apporto alla creazione di definizioni. Pertanto invito il sig. Reolon a rivedere la sua posizione in merito alla questione "terrorismo".
    Tornando alla lettera si lamenta della disgregazione dei comuni ladini non sapendo o ignorando che proprio l'Italia ha voluto in ogni modo disgregare i ladini in tre regioni Trentino (Val di Fassa) Veneto e Friuli in modo da diluire il loro peso culturale e politico su più fronti, ed ora sarebbe anche ora di riunirli in un solo territorio autonomo ed indipendente!
    Concludendo le parole del presidente della provincia di Belluno con cui definisce la specialità della nostra autonomia privilegi iniqui ed obsoleti son del tutto errate e forvianti , magari solo per chi non conosce realmente le cose e purtroppo molte persone rientrano in questa categoria o fa finta di non saperle come il sig. Reolon.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 08-11-11, 20:33
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-09-08, 15:08
  3. Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 15-09-08, 09:57
  4. "Manifesto per l'unità della provincia di Belluno"
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Veneto
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-10-06, 21:49
  5. sindaci della provincia di belluno filo asburgici
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03-08-06, 09:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226