User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito la lecca di bozzi ci difende dalle banche e dai faccendieri!!

    (ANSA) - MILANO, 22 AGO - L'ex ad di Bpi Fiorani, 2 anni fa, avrebbe versato 200mila euro all'allora ministro leghista Calderoli e al senatore di FI Brancher.I fondi servivano per le spese della loro campagna elettorale. Lo ha detto lo stesso Fiorani, lo scorso 19 giugno, durante un interrogatorio nell'ambito dell'inchiesta su una serie di appropriazioni indebite commesse ai danni della banca e che vede tra gli indagati anche Calderoli, Bracher e la moglie, e l'esponente dell'Udc Tarolli.
    come osate criticare bozzi e il dentista per qualche tangentina???
    non lo sapete che la politica costa??? e che non si fa la patagna senza soldi??

    sapete solo criticare sul forum,,,piuttosto rimboccatevi le maniche e andate a pennellare sotto i ponti autostradali,,,poi raccogliete dieci migglioni di firme inutili e infine non pagate le tasse,,,((tanto poi sono cavoli vostri)
    i nostri rappresentanti a roma nel frattempo soffriranno per noi,,,incassando tangenti,,,stipendi,,e raccogliendo un po di fighe a miss patagna

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ci risiamo,,,vero bozzi??


    foto d''archivio:: il caso enimont

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Jun 2007
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da incastigo Visualizza Messaggio
    come osate criticare bozzi e il dentista per qualche tangentina???
    non lo sapete che la politica costa??? e che non si fa la patagna senza soldi??

    sapete solo criticare sul forum,,,piuttosto rimboccatevi le maniche e andate a pennellare sotto i ponti autostradali,,,poi raccogliete dieci migglioni di firme inutili e infine non pagate le tasse,,,((tanto poi sono cavoli vostri)
    i nostri rappresentanti a roma nel frattempo soffriranno per noi,,,incassando tangenti,,,stipendi,,e raccogliendo un po di fighe a miss patagna
    Le accuse bisogna provarle, infatti è tutto caduto nel nulla.

  4. #4
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma se l'inchiesta va avanti

  5. #5
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    LE OPERE DI BENE DI FIORANI – “IN UNA BUSTA 200 MILA EURO PER LEGHISTA ROBERTO CALDEROLI E PER IL FORZISTA ALDO BRANCHER” – OVVIAMENTE LA LEGA ERA PRONTA A SCENDERE IN PIAZZA PER DIFENDERE ANTONVENETA E LA POP DI LODI DALL´ASSALTO DELLE BANCHE STRANIERE…

    [COLOR=rgb(0,0,255)]w. g. per La Repubblica


    Soldi per la campagna elettorale: almeno 200mila euro in una busta da Gianpiero Fiorani a due politici, Aldo Brancher di Forza Italia e il leghista Roberto Calderoli. Durante un interrogatorio reso davanti al procuratore della Repubblica di Lodi Giovanni Pescarzoli e al pm Paolo Bergero, l´ex numero uno della Banca Popolare di Lodi avrebbe confermato di aver versato somme di denaro in favore dei due esponenti del centrodestra.
    L´interrogatorio risale al 19 giugno scorso. E fa parte delle indagini della procura della Bassa su una serie di appropriazioni indebite commesse nei confronti della banca, dove sono indagate 49 persone, tra cui Brancher e la moglie, Calderoli e il parlamentare dell´Udc Ivo Tarolli. Ai magistrati Fiorani ha raccontato di un incontro, avvenuto a Roma tra il febbraio e il marzo del 2005, in cui Brancher gli disse che «lui e Calderoli avevano bisogno della somma di 200 mila euro per le spese della campagna elettorale».

    Sempre secondo quanto rivelato ai giudici, Fiorani incaricò successivamente Silvano Spinelli, suo uomo di fiducia, «di preparare quella somma in contanti». E una ventina di giorni dopo l´appuntamento romano, Brancher gli comunicò la data in cui insieme a Calderoli sarebbe stato a Lodi. Quello fu anche il giorno di un nuovo incontro con l´ex amministratore delegato della Popolare Lodi e i due politici: nel suo racconto, Fiorani rivela che nell´ufficio Spinelli avrebbe consegnato a Brancher una busta gialla con dentro i 200mila euro.
    Dopo di che il parlamentare raggiunse Calderoli in un´altra sala. Fiorani ha aggiunto ai giudici di non «aver assistito alla divisione della somma tra loro» ma non ha mancato di notare che «Calderoli era visibilmente entusiasta, tenendo in seguito un accalorato discorso in favore della Popolare Lodi». In effetti, il 31 marzo 2005 Calderoli è stato effettivamente a Lodi. E in un incontro nella sala convegni del Bipielle Center, aveva sostenuto che la Lega Nord era pronta a scendere in piazza per difendere Antonveneta e le banche italiane dall´assalto dei grandi gruppi stranieri.

    Fiorani ha anche raccontato di sacchi di plastica pieni di denaro "nero" provenienti dal Motel Charlie che venivano portati a Gianfranco Boni, allora direttore di Bpi, dal proprietario Luigi Caregnini.
    [/COLOR]

  6. #6
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E in un incontro nella sala convegni del Bipielle Center, aveva sostenuto che la Lega Nord era pronta a scendere in piazza per difendere Antonveneta


    militonti!!!!!
    scendete in piazza che la lecca deve fare un favore ai suoi benefattori
    non vorrete mica dubitare dei vostri supremi guru patagni,,,,muovetevi e ricordatevi che bozzi preferisce gli attacchini che sgobbano e non quelli che pensano troppo ((che poi gli viene il mal di testa)

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Jun 2007
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da incastigo Visualizza Messaggio


    militonti!!!!!
    scendete in piazza che la lecca deve fare un favore ai suoi benefattori
    non vorrete mica dubitare dei vostri supremi guru patagni,,,,muovetevi e ricordatevi che bozzi preferisce gli attacchini che sgobbano e non quelli che pensano troppo ((che poi gli viene il mal di testa)
    strano perchè se così fosse tu saresti stato nominato il capo degli attacchini....

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Jun 2007
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da incastigo Visualizza Messaggio
    LE OPERE DI BENE DI FIORANI – “IN UNA BUSTA 200 MILA EURO PER LEGHISTA ROBERTO CALDEROLI E PER IL FORZISTA ALDO BRANCHER” – OVVIAMENTE LA LEGA ERA PRONTA A SCENDERE IN PIAZZA PER DIFENDERE ANTONVENETA E LA POP DI LODI DALL´ASSALTO DELLE BANCHE STRANIERE…

    [COLOR=rgb(0,0,255)]w. g. per La Repubblica


    Soldi per la campagna elettorale: almeno 200mila euro in una busta da Gianpiero Fiorani a due politici, Aldo Brancher di Forza Italia e il leghista Roberto Calderoli. Durante un interrogatorio reso davanti al procuratore della Repubblica di Lodi Giovanni Pescarzoli e al pm Paolo Bergero, l´ex numero uno della Banca Popolare di Lodi avrebbe confermato di aver versato somme di denaro in favore dei due esponenti del centrodestra.
    L´interrogatorio risale al 19 giugno scorso. E fa parte delle indagini della procura della Bassa su una serie di appropriazioni indebite commesse nei confronti della banca, dove sono indagate 49 persone, tra cui Brancher e la moglie, Calderoli e il parlamentare dell´Udc Ivo Tarolli. Ai magistrati Fiorani ha raccontato di un incontro, avvenuto a Roma tra il febbraio e il marzo del 2005, in cui Brancher gli disse che «lui e Calderoli avevano bisogno della somma di 200 mila euro per le spese della campagna elettorale».

    Sempre secondo quanto rivelato ai giudici, Fiorani incaricò successivamente Silvano Spinelli, suo uomo di fiducia, «di preparare quella somma in contanti». E una ventina di giorni dopo l´appuntamento romano, Brancher gli comunicò la data in cui insieme a Calderoli sarebbe stato a Lodi. Quello fu anche il giorno di un nuovo incontro con l´ex amministratore delegato della Popolare Lodi e i due politici: nel suo racconto, Fiorani rivela che nell´ufficio Spinelli avrebbe consegnato a Brancher una busta gialla con dentro i 200mila euro.
    Dopo di che il parlamentare raggiunse Calderoli in un´altra sala. Fiorani ha aggiunto ai giudici di non «aver assistito alla divisione della somma tra loro» ma non ha mancato di notare che «Calderoli era visibilmente entusiasta, tenendo in seguito un accalorato discorso in favore della Popolare Lodi». In effetti, il 31 marzo 2005 Calderoli è stato effettivamente a Lodi. E in un incontro nella sala convegni del Bipielle Center, aveva sostenuto che la Lega Nord era pronta a scendere in piazza per difendere Antonveneta e le banche italiane dall´assalto dei grandi gruppi stranieri.

    Fiorani ha anche raccontato di sacchi di plastica pieni di denaro "nero" provenienti dal Motel Charlie che venivano portati a Gianfranco Boni, allora direttore di Bpi, dal proprietario Luigi Caregnini.
    [/COLOR]
    come vedi questa storia "puzza" molto.
    Un tizio prende dei soldi da un altro e dice che li deve spartire con un terzo, ma alla spartizione non assiste nessuno e di questa non c'è nessuna prova.
    Non vorrei che fosse come quella storia dove si diceva che Giorgetti prese dei soldi a Roma e poi saltò fuoti che effettivamente la bustarella gli fu offerta ma che lui la rifiutò.......
    Lasciamo che la giustizia faccia il suo corso....

  9. #9
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da voidoquontur Visualizza Messaggio
    come vedi questa storia "puzza" molto.
    Un tizio prende dei soldi da un altro e dice che li deve spartire con un terzo, ma alla spartizione non assiste nessuno e di questa non c'è nessuna prova.
    Non vorrei che fosse come quella storia dove si diceva che Giorgetti prese dei soldi a Roma e poi saltò fuoti che effettivamente la bustarella gli fu offerta ma che lui la rifiutò.......
    Lasciamo che la giustizia faccia il suo corso....

    questi militonti mi fanno ridere molto,,,,vuoi sapere cosa puzza?? questo::

    http://www.giancarlopagliarini.it/ra...Agosto2005.gif



    e poi questo::

    Una piroetta da niente, come si suol dire, quella della Lega su Bankitalia. Dopo aver passato un anno e mezzo col coltello tra i denti chiedendo ragione all'istituto centrale dell'omessa o inadeguata vigilanza su questo o quello scandalo del risparmio, dopo aver polemizzato all'arma bianca con gli esponenti politici più determinati a difendere Fazio - fossero dell'Udc o di Forza Italia o di An, comunque quasi tutti della maggioranza - ecco che il ministro Maroni ieri ha rivelato che era tutto uno scherzo. Alla Lega è apparsa improvvisamente un'estatica visione che l'ha fatta cadere da cavallo sulla via Nazionale. In aula a Montecitorio si rimangerà i voti espressi in commissione sulla riforma del risparmio, sposerà la linea Berlusconi-Fazio a difesa del mandato a tempo indeterminato del governatore e dell'intangibilità dei suoi attuali poteri di vigilanza. La ragione addotta è di non consentire agli odiati olandesi di Abn Amro di mettere magari le zampe sul controllo della "padana" AntonVeneta. Cioè una banca in cui da anni sono presenti ma senza poter contare e crescere come le proprie possibilità ed economie di scala renderebbero possibile, esattamente come in Capitalia. Inutile sottolineare che la difesa della "padanità" dell'Antonveneta fa abbastanza sorridere, rispetto a elementi assai più concreti. Il capo della Popolare di Lodi Fiorani, che si candida da mesi a varare un'aggregazione tra la sua banca e Antonveneta convincendo gli olandesi a preferirlo ai romani, è personalmente amico di Roberto Calderoli.In queste settimane Fiorani ha il suo bel daffare perché Bankitalia non gli si metta per traverso. tanto da aver anche querelato il direttore di un quotidiano finanziario che improvvisamente - da che Fiorani ha rotto la solidarietà con Geronzi - gli spara addosso descrivendo lo stato patrimoniale della Bpl come fosse un'emmenthal, mentre nelle 35 aggregazioni autorizzate negli ultimi anni da Bankitalia applaudiva sempre.La divertente coincidenza è che mesi fa è stata proprio Bankitalia, a salvare con discrezioni la Credieuronord fondata da esponenti leghisti e che aveva accumulato perdite e sofferenze per un terzo degli impieghi. Anziché avviarla all'amministrazione controllata, Bankitalia con un compiaciuto sorriso la fece salvare e sapete da chi? Ma dalla Bpl di Fiorani, naturalmente. Non è in fondo sbagliato, che in Bankitalia pensassero che la Lega fosse irriconoscente, e che qualcuno si sia dunque riservatamente incaricato di ricordare a Bossi che i favori ricevuti si restituiscono.
    ((riformista del 5 feb 2005)




    hai capito,,, miiinchia?? i favori si restituiscono,,,ahhh


    http://labancadellalega.web-gratis.n...re06-05-30.jpg

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Jun 2007
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da incastigo Visualizza Messaggio
    questi militonti mi fanno ridere molto,,,,vuoi sapere cosa puzza?? questo::

    http://www.giancarlopagliarini.it/ra...Agosto2005.gif



    e poi questo::

    Una piroetta da niente, come si suol dire, quella della Lega su Bankitalia. Dopo aver passato un anno e mezzo col coltello tra i denti chiedendo ragione all'istituto centrale dell'omessa o inadeguata vigilanza su questo o quello scandalo del risparmio, dopo aver polemizzato all'arma bianca con gli esponenti politici più determinati a difendere Fazio - fossero dell'Udc o di Forza Italia o di An, comunque quasi tutti della maggioranza - ecco che il ministro Maroni ieri ha rivelato che era tutto uno scherzo. Alla Lega è apparsa improvvisamente un'estatica visione che l'ha fatta cadere da cavallo sulla via Nazionale. In aula a Montecitorio si rimangerà i voti espressi in commissione sulla riforma del risparmio, sposerà la linea Berlusconi-Fazio a difesa del mandato a tempo indeterminato del governatore e dell'intangibilità dei suoi attuali poteri di vigilanza. La ragione addotta è di non consentire agli odiati olandesi di Abn Amro di mettere magari le zampe sul controllo della "padana" AntonVeneta. Cioè una banca in cui da anni sono presenti ma senza poter contare e crescere come le proprie possibilità ed economie di scala renderebbero possibile, esattamente come in Capitalia. Inutile sottolineare che la difesa della "padanità" dell'Antonveneta fa abbastanza sorridere, rispetto a elementi assai più concreti. Il capo della Popolare di Lodi Fiorani, che si candida da mesi a varare un'aggregazione tra la sua banca e Antonveneta convincendo gli olandesi a preferirlo ai romani, è personalmente amico di Roberto Calderoli.In queste settimane Fiorani ha il suo bel daffare perché Bankitalia non gli si metta per traverso. tanto da aver anche querelato il direttore di un quotidiano finanziario che improvvisamente - da che Fiorani ha rotto la solidarietà con Geronzi - gli spara addosso descrivendo lo stato patrimoniale della Bpl come fosse un'emmenthal, mentre nelle 35 aggregazioni autorizzate negli ultimi anni da Bankitalia applaudiva sempre.La divertente coincidenza è che mesi fa è stata proprio Bankitalia, a salvare con discrezioni la Credieuronord fondata da esponenti leghisti e che aveva accumulato perdite e sofferenze per un terzo degli impieghi. Anziché avviarla all'amministrazione controllata, Bankitalia con un compiaciuto sorriso la fece salvare e sapete da chi? Ma dalla Bpl di Fiorani, naturalmente. Non è in fondo sbagliato, che in Bankitalia pensassero che la Lega fosse irriconoscente, e che qualcuno si sia dunque riservatamente incaricato di ricordare a Bossi che i favori ricevuti si restituiscono.
    ((riformista del 5 feb 2005)




    hai capito,,, miiinchia?? i favori si restituiscono,,,ahhh


    http://labancadellalega.web-gratis.n...re06-05-30.jpg
    La Lega portò avanti questo (sfortunato) progetto di avere una Banca del Nord e in questo fu aiutata dalla Banca d'Italia che perseguiva analoghi obiettivi in difesa dell'Italianità in generale (vicende Unipol, Alitalia ecc) per questo era riconoscente a Fazio.

 

 

Discussioni Simili

  1. La BCE difende L'Euro, le banche, ma non gli europei
    Di Gianky nel forum Politica Europea
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 01-08-12, 01:05
  2. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 19-10-09, 23:24
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-05-08, 15:57
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-09-07, 16:19
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-09-05, 16:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226