User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Giganti economici, nani politici

    (da Il Riformista 24-07-07)

    Oltre 260 miliardi di euro di PIL, un bilancio annuale di più di 23 miliardi, rispetto di tutti i parametri di Maastricht, due delle più grandi banche d’Europa. Una rapidissima occhiata al gigante lombardo e al suo peso economico e finanziario in Italia e in Europa mette certamente impressione. Ambrogio, non ha mai nascosto le molte benemerenze del Governo formigoniano in Regione Lombardia, così come non ne ha mai taciuto le pecche. Restiamo tuttavia convinti che il principale fallimento della regione in questi anni, in linea peraltro con il Comune di Milano, sia stata l’incapacità di costruire un’influenza lombarda e una proiezione politica del suo peso economico al di fuori dei propri confini.

    Non sfuggono certo i tanti accordi con altre regioni promossi in diverse materie (sanità, ricerca, inquinamento, trasporti) dalla Lombardia, ma senza una loro collocazione coerente entro una visione e un disegno più ampio rischiano di essere poca cosa. Tale clamorosa mancanza nasce innanzitutto dalle difficoltà della classe dirigente politica di questa Regione a comprendere le implicazioni dei grandi fenomeni che caratterizzano i nostri tempi e il loro impatto sul territorio, dall’incapacità di scegliere una traiettoria di sviluppo e perseguirla attraverso l’attuazione di politiche, di concepire la Lombardia come un attore fondamentale nelle dinamiche regionali che stanno attraversando tutto il Continente.

    Non si spiegherebbe altrimenti l’imbarazzante silenzio lombardo su tutte le grandi partite infrastrutturali che si stanno giocando alle nostre frontiere: dal Corridoio 5 a ovest (Torino-Lione) come a est (Milano-Venezia-Trieste), al Corridoio 24 a nord (Lötschberg e Gottardo) come a sud (Terzo Valico). Sono anni che gli Svizzeri chiedono, propongono e aspettano. Aspettano risposte dal Governo italiano, ma prima di tutto dalla Lombardia. E non arrivano, perché ciò che interessa alla Lombardia va poco oltre il Mincio e il Lario. Così Malpensa (persistente capolavoro di sempre più inette dirigenze di SEA e di un Comune di Milano che sembra quello di un paesino delle valli quanto a sagacità tattica) che è ancora sconnessa dal suo bacino di riferimento, compresi Canton Ticino e Torino.

    A Ovest, Liguri e Piemontesi marciano spediti verso una strutturata convergenza (inizio di una possibile fusione) che trova nella cooperazione tra amministrazioni su sanità, ricerca e formazione, nella comune posizione sul Terzo Valico, nella congiunta candidatura per l’Autorità dei trasporti e nella fusione tra le società energetiche di Torino e Genova i punti di vertice. Una partita, quella sul futuro delle ex municipalizzate, su cui – detto per inciso – Milano (Aem) è ancora il solito gigante economico e nano politico, distrutta dalla pochezza dai nove anni di amministrazione condominiale albertiniana e costretta sulla difensiva se non al silenzio non solo nella ricerca di un accordo con Asm-Brescia, ma proprio in queste ore a rischio di essere scavalcata dall’attivismo di Iride e Acea intorno a Hera.

    A Est Galan ha recentemente negato qualsiasi asse con la Lombardia, dichiarando che il destino del Veneto è, invece, nel lavoro con le altre regioni orientali e soprattutto nell’Euroregione transfrontaliera con Friuli, Carinzia, Slovenia, contee istriane della Croazia.

    E i lombardi? Silenzio persistente su tutti i fronti. Nord, Ovest, Est, le direttrici della geopolitica lombarda si stanno dunque organizzando, senza o velatamente contro la Lombardia. Un’assenza e un’impotenza che hanno si riflettono anche nella politica politicienne, non solo per la manifesta inconsistenza della sinistra lombarda, ma soprattutto per le mire dell’unica vera guida politica della Regione – Formigoni e il suo clan – ripetutamente frustrate ogni volta che il confronto passa sul piano nazionale.

    Si tratta di un’incapacità e un isolamento che hanno in Malpensa il suo simbolo monumentale. Nel fallimento di quel progetto, c’è una responsabilità evidente del gestore, la Sea, e soprattutto del suo azionista di controllo, il Comune di Milano “governato” da Albertini. Ma non è Sea a dover disegnare il quadro strategico in cui inserire Malpensa. È innanzitutto la Regione che deve occuparsi delle infrastrutture di connessione con l’aeroporto. Oggi lo sta facendo, è vero, ma la Grande Malpensa è nata nel 1998. La definizione di lungo periodo dello sviluppo del sistema aeroportuale è in capo alla Regione; puntare su Malpensa può e deve voler dire se è il caso, e lo è, limitare Linate nei collegamenti con gli hub europei concorrenti, frenare Orio nelle low-cost e chiudere la strada alle mire di Montichiari fino a che l’hub non si è consolidato. Non è stato fatto. Un coordinamento con Caselle e il Colombo era necessario. Il dialogo con Torino e con Genova (e con i gestori dei rispettivi aeroporti) era compito primario del Comune di Milano, ma scontando la pochezza della sua Amministrazione, avrebbe dovuto essere la Regione a muoversi e invece non si è mossa. Alitalia non punta su Malpensa perché è irrimediabilmente un’azienda romanocentrica, come ha affermato qualche giorno fa Formigoni di fronte alle voci sul nuovo piano industriale. Vero, ma lo è da sempre, lo sa Formigoni e lo sapeva il suo assessore Cattaneo che di Sea era consigliere d’amministrazione. Perché aspettare l’esito inevitabile dell’agonia di Alitalia (il ritorno su Fiumicino), prima di mettere in atto strategie diverse per procurare a Malpensa un vettore di riferimento disposto a farne il proprio hub?

    Il Presidente Formigoni, seguito da una fitta compagnia lombarda di attori istituzionali e non, se l’è molto presa per le linee del nuovo piano industriale Alitalia elaborato dai “romani” Libonati e Schisano. Ma se intendesse davvero incidere, dovrebbe dire chiaramente che chi ha gestito Sea fino a oggi deve andarsene (perché Sea è crea molto valore per i suoi azionisti, ma è un pessimo strumento di sviluppo per la Lombardia); rimetta mano al piano degli aeroporti lombardi per puntare tutto, se ce ne sono ancora tempi e condizioni, su Malpensa e magari “metta naso” nelle vicende Orio-Montichiari-Catullo). Consapevole che sul Milano, anche dopo Albertini, non si può contare. La Moratti tace e anche se parlasse non è questa materia che si risolva con un comunicato stampa del suo pletorico staff di comunicazione.

    Gabrio Casati

    http://gabriocasati.org/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I lombardi sono un sesto della popolazione di questo maledetto stato, se volessero prenderebbero a calci nel sedere roma e mezza europa sia economicamente che politicamente. Però bisogna alzare la voce...

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Asini da soma che si sono lasciati colonizzare, sfruttare ed irridere, ecco cosa siamo. Finchè non ce e renderemo conto non avremo mai la forza per cambiare la situazione.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,607
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Asini da soma che si sono lasciati colonizzare, sfruttare ed irridere, ecco cosa siamo. Finchè non ce e renderemo conto non avremo mai la forza per cambiare la situazione.
    Fighetti e stronzini che volendo dimostrare di essere più onesti degli onesti, più bravi dei più bravi, più rivoluzionari dei rivoluzionari disperdono le loro forze in lotte intestine facendo il gioco di chi ha da sempre come motto "divide et impera".

    Penso che i padani possano anche essere divisi come le cinque dita di una mano, ma se vogliono ottenere dei risultati queste dita vanno serrate a pugno come fanno i "compagni".

    Le beghe per spartire la pelle dell'orso le dovremmo rimandare a quando Yoghi sarà morto, invece di metterle in atto ora, mentre ci sta sbranando.

    SVEGLIA!

  5. #5
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ugolupo Visualizza Messaggio
    Fighetti e stronzini che volendo dimostrare di essere più onesti degli onesti, più bravi dei più bravi, più rivoluzionari dei rivoluzionari disperdono le loro forze in lotte intestine facendo il gioco di chi ha da sempre come motto "divide et impera".

    Penso che i padani possano anche essere divisi come le cinque dita di una mano, ma se vogliono ottenere dei risultati queste dita vanno serrate a pugno come fanno i "compagni".

    Le beghe per spartire la pelle dell'orso le dovremmo rimandare a quando Yoghi sarà morto, invece di metterle in atto ora, mentre ci sta sbranando.

    SVEGLIA!
    Probabilmente sarò io un pò tardo, ma mi scusi, la Sua ricerra quale sarebbe?
    Stare tutti in Lega appassionatamente?

  6. #6
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,607
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Probabilmente sarò io un pò tardo, ma mi scusi, la Sua ricerra quale sarebbe?
    Stare tutti in Lega appassionatamente?
    Puntare tutti alla stessa meta rimandando le vendette e le ripicche a tempi migliori, invece che aiutare gli italiani a "bastonare" qualsiasi forma di protesta.

    Avessero qualche iniziativa Ferrari, Bernardelli, la Sapori o Pagliarini, sarei della stessa idea;
    perché sono convinto che due è meglio di uno, e che è meglio vivere bene con due pensioni che tirare a campare con una sola.

    Purtroppo il convento padano non passa altro che ciò che propone la Lega.

    Gli altri... nebbia!
    solo insulti in questo forum.

  7. #7
    semprevivabbozzi!!!
    Data Registrazione
    19 May 2006
    Località
    patagna
    Messaggi
    936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Probabilmente sarò io un pò tardo, ma mi scusi, la Sua ricerra quale sarebbe?
    Stare tutti in Lega appassionatamente?
    ovviamente ugolupo non ha fatto militanza nella lecca come noi,,,che dopo anni e anni e anni di fatiche possiamo ormai affermare che e tutta una presa in giro
    lui legge la gazzettina patagna e crede ancora alle parole d''ordine belleriane
    fascisti,,,ecco cosa sono:: rubano soldi a roma,,,mangiano si arricchiscono e non portano benefici per il nord,,,fanno solo sparate per i giornalisti e qualche scemo che li va a sentire
    sono passati vent''anni in cui ai militonti hanno chiesto di tutto e si sono fatti dare di tutto,,,impegno,,,tempo,,,soldi,,,
    e hanno ancora il coraggio di fare la morale a chi si e rotto i cog,,,ni

    caro ugo,,,e vero noi ci siamo stancati e ora perdiamo tempo sul forum,,,,tu magari dacci il cambio e ripassa di qui fra dieci anni,,,o sai solo parlare??

  8. #8
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ugo, è come chiedere di continuare a convivere con una zoccola sapendo che lei ti mette le corna sotto gli sguardi di tutti ed anche del tuo

  9. #9
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,607
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Ugo, è come chiedere di continuare a convivere con una zoccola sapendo che lei ti mette le corna sotto gli sguardi di tutti ed anche del tuo
    Se ci fosse un interesse comune è meglio vivere da separati in casa, o da ex innamorati, piuttosto che sprecare energie a farsi la guerra, col risultato di stare sempre peggio e allontanare parenti e amici.

  10. #10
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,607
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da incastigo Visualizza Messaggio
    ovviamente ugolupo non ha fatto militanza nella lecca come noi,,,che dopo anni e anni e anni di fatiche possiamo ormai affermare che e tutta una presa in giro
    l
    Ammesso che gli unici a guadagnarci siano stati i leghisti che hanno la grazia di avere una cadrega sotto il culo, il vostro lavoro non è stato inutile ai fini della diffusione dell'idea padanista, indipendentista, secessionista che in qualche modo ci contrappone al centralismo romano.

    Dovreste considerare due cose:

    1) che non ci sono poltrone per tutti, e che gli esclusi- chiunque fossero- si sentirebbero comunque sfruttati e presi in giro.

    2) Quando voi avete cominciato a dare voce ai muri della Padania, nonostante il pieno di voti post tangentopoli, la gente amava l'Italia, Garibaldi e l'inno, gorgogliosi di vivere nel paese più libero civile e democratico del mondo;
    furbi come noi non c'era nessuno,
    e nessuno al mondo -poverini- aveva la nostra "fantasia".

    Ne è passata di acqua sotto i ponti in questi ultimi vent'anni!

    Ora molti stanno aprendo gli occhi piano piaaaanoooo davanti alla tragica realtà.

    Bossi o non Bossi, Lega o non Lega, se non puntavate solamente alle poltrone nessuno di voi ha lavorato invano.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 21-07-12, 11:43
  2. I leader politici ed i temi economici
    Di roundmidnight nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-06-12, 15:20
  3. I nani che volevano essere giganti!
    Di Ithokor (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-05-08, 20:39
  4. Spiagge affollate e politici nani
    Di ZEUS nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-08-07, 22:58
  5. Nani e giganti
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 27-03-06, 22:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226