User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,621
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito infrastrutture nel nord ovest

    http://gabriocasati.wordpress.com/20...-a-nord-ovest/

    Tramonto a Nordovest

    Cala dunque il sipario sul Terzo Valico, l’opera di cui si parla da oltre un secolo (primo progetto del 1903) sparisce dalle priorità del Governo, i cunicoli esplorativi verranno tamponati, i cantieri smantellati, la sede Tav di Genova chiusa. E’ il nuovo corso imposto a F.S. (e al Governo, del resto non esattamente ossessionato dalla questione) dall’Ing. Moretti. Del resto, guardando al Corridoio 24 Genova-Rotterdam, anche sulle opere di allacciamento al nuovo Gottardo incombono le nubi delle incertezze del tracciato sul lato svizzero, dei ritardi e della mancanza di finanziamenti su quello italiano.

    Non sta meglio il Corridoio 5: all’incognita valsusina sul futuro della Torino-Lione, alle difficoltà legate agli accordi ancora da sottoscrivere per la tratta Slovena e al limbo in cui giace quella tra Venezia e Trieste, si aggiunge un altro dicktat morettino prontamente recepito dal Governo: “congelamento” della tratta italiana Milano-Verona. I fondi, come per il Terzo Valico, andranno destinati al completamento della Torino-Milano-Napoli. O meglio, della Napoli-Roma-Brennero-Berlino, alias Corridoio 1, e della sua deviazione a binario morto verso Torino. Cos’altro è se non questo l’Alta Velocità tra Bologna e il capoluogo piemontese, via Milano, senza sbocchi verso il Nord-Europa (Gottardo) la Francia (Torino-Lione) e l’Est (Trieste e Lubiana) e senza l’hub di Malpensa al centro? Già, perché nel frattempo, invece, la Finanziaria prevede 48milioni di euro per la progettazione definitiva del potenziamento della ferrovia La Spezia – Parma, parte del corridoio multimodale TiBre, collettore di adduzione al Brennero, unico valico alpino su cui sembra si compiano passi concreti verso l’apertura dei cantieri, per tacere dei complessivi stanziamenti per Roma Capitale di 595 milioni per il 2007-2009 (emendamento 953 del MaxiEmendamento). Contestualmente, è certo che la privatizzazione di Alitalia riporti buona parte della connettività aerea a Fiumicino. Ovviamente, sulla carta nessun acquirente sarebbe disposto a lasciare quello che di gran lunga rappresenta il principale bacino di domanda del Paese, ma, come scrivono Boitani e Scarpa su lavoce.info e come sembra confermare l’indisponibilità di De Benedetti, non è del tutto illegittimo pensare che non si tratti di una privatizzazione “ad personam” o comunque farlocca. Un ulteriore segnale si può già avere da quel che trapela delle linee del piano di razionalizzazione del sistema aeroportuale italiano su cui sta lavorando il Ministro Bianchi: Fiumicino unico hub italiano, Malpensa aeroporto “che deve trovare un suo ruolo”.

    Senza Terzo Valico, l’aumento di capacità dei porti liguri in atto resterà una bella potenzialità del tutto inespressa. In compenso, però, la Finanziaria stanzia 100 milioni di euro per i porti di Gioia Tauro, Augusta e Cagliari. A proposito di Sud, vale la pena ricordare che è ormai avviato l’iter per la realizzazione (con apertura progressiva tra 2010 e 2020) dell’Alta Capacità Bari-Napoli (oltre 5 miliardi di euro), che rappresenterà una naturale estensione del Corridoio 8 Bari-Varna (Mar Nero).

    Chiudono questo poco rassicurante quadro le autostrade. Il MaxiEmendamento su cui sarà posta la fiducia in Senato, stanzia finalmente le prime risorse per la Pedemontana lombarda (circa 1 miliardo di euro). Nello stesso emendamento, il 983, è prevista la costituzione della società mista ANAS-Regione Lombardia competente per concessioni e aggiudicazioni relative alla stessa Pedemontana, alla BreBeMi e alla Tem. Manca però ogni riferimento alle misure delle rispettive partecipazioni (chi la controllerà) e soprattutto al fatto, del tutto centrale per il Presidente Formigoni e il suo Assessore Cattaneo, che la governance dovrà essere ben salda nelle mani della Regione. In ogni caso, la distanza siderale tra la dotazione infrastrutturale della Lombardia e quella di regioni europee analoghe per peso economico non verrà recuperata neppure se si realizzassero davvero tutti i progetti previsti.

    Questo lungo, per quanto incompleto, quadro può essere sintetizzato come segue: i Corridoio 5 (Lisbona-Kiev) e 24 (Genova-Rotterdam) sono bloccati bloccati; Malpensa ridimensionata (in qualsiasi scenario possibile, come chiaramente dimostrato su queste pagine); affondamento dei porti liguri; Mancato adeguamento del sistema autostradale del NordOvest. Di contro: Corridoio 1 (Napoli-Brennero-Berlino) in fase di completamento e potenziato dall’adduzione del TiBre (La Spezia-Parma) e Corridoio 8 (Bari-Mar Nero) potenziato con l’Alta capacità per Napoli; connettività aerea aumentata a Fiumicino, unico hub italiano; potenziamento della portualità del Sud.

    Dopo la sintesi, l’interpretazione: Le infrastrutture non sono solo opere fisiche, ma rivelatori dell’immagine stessa che un Paese ha di sé stesso e delle sue priorità. La mappa di investimenti infrastrutturali che il Governo ha delineato sposta più a sud e più a est di quanto non sia stato fino a oggi il baricentro e l’anima di questo Paese. Se ci è consentito scomodare Carlo Maria Santoro ci sembra che la sua immagine di Italia isola o Penisola sia particolarmente calzante. Santoro sostiene che l’Italia è una Penisola solo se vista dalla Valle Padana, perché solo il sistema del Po le assicura, geograficamente, politicamente ed economicamente, il suo aggancio continentale, senza di essa l’Italia pensa a sé stessa più come un’isola nel Mediterraneo. Sembra evidente come, in questo quadro, il Paese si avvii invece ad evidenziare sempre di più la sua immagine di Isola. È l’Italia come “piattaforma logistica nel Mediterraneo” con al centro la sua capitale è Roma, i suoi terminali a Napoli, Gioia Tauro, Bari e il Brennero. È un disegno forte, una strategia chiara. Con un solo problema e un paradosso, osservato dalle terre di Ambrogio e dintorni. Il problema è che mentre il Nord-Est diventa il passaggio necessario tra la Penisola e il Continente, il Nord-Ovest è del tutto marginale, pur continuando a produrre la maggior parte della ricchezza nazionale. Il paradosso invece è rappresentato dal fatto che la marginalizzazione del Nord-Ovest è largamente finanziata con le risorse messe a disposizione, via fiscalità generale e tributi vari, proprio dal Nord Ovest. Fino a quando tale contraddizione sarà sostenibile?

    Quest'articolo è del 2006, ma alla luce del caso Malpensa mi pare molto attuale

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Riassumendo: isolare e distruggere la Padania per il prossimo secolo, lasciandola tagliata fuori dall'europa sia via terra che via cielo e potenziare il sud coi soldi dei padani.

    Secondo me prima o poi finisce davvero a fucilate...

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    8,501
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questa contraddizione sarà sostenibile finchè la gente del nord ovest non aprirà gli occhi.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Max_s Visualizza Messaggio
    Riassumendo: isolare e distruggere la Padania per il prossimo secolo, lasciandola tagliata fuori dall'europa sia via terra che via cielo e potenziare il sud coi soldi dei padani.

    Secondo me prima o poi finisce davvero a fucilate...
    Non penso ci sia un piano preciso per isolare e distruggere la Padania intesa come soggetto economico. Se questo paese può permettersi di non sprofondare nell'abisso del terzo mondo deve tutto al tessuto produttivo del Nord. L'Italia si regge su una media matematica: ha la Regione più produttiva d'Europa e quella più scassata. Se la prima perde il proprio rating, la seconda collassa.
    Il problema sono i veti incrociati, le lotte di potere, la faziosità che ispira il governo della res publica, l'incapacità di intuire l'interesse generale o qualcosa che vi si avvicini e di perseguirlo coerentemente al di là delle contrapposizioni tra i diversi particolarismi.
    Ciò che condanna la Padania è l'assenza di autorevolezza dello Stato e delle istituzioni cui è sottoposta, il loro essere ostaggio della politica e dei compromessi, della ricerca di equilibri che matura sulla pelle dei cittadini. In Italia c'è molto statalismo ma non c'è statualità. La politica usa lo Stato per le proprie finalità di carattere provinciale piuttosto che essere al servizio di un progetto di scala quantomeno europea.

  5. #5
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No, ok.. magari non saranno discorsi tipo "Ah, facciamo morire di fame tutti sti maledetti padani che mi stanno sulle balle" però secondo me visto che in Padania ormai hanno perso quasi tutto il consenso stanno cercando di recuperare almeno i voti del sud dando miliardi alle mafie e facendo bella figura con gli abitanti di giù...

 

 

Discussioni Simili

  1. Infrastrutture: 11 miliardi al Nord, 107 milioni al Sud
    Di x_alfo_x nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-05-10, 17:00
  2. Infrastrutture: 11 miliardi al Nord, 107 milioni al Sud
    Di southern nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 16-05-10, 23:50
  3. Infrastrutture ferroviarie Nord-Sud
    Di alain nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-01-09, 12:37
  4. Nord Est Ovest Sud
    Di Lollo87Lp nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 21-09-06, 18:28
  5. Macroarea del Nord Ovest
    Di Sheera nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 22:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226