User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Siete soddisfatti del vostro datore di lavoro ?

Partecipanti
12. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Si, perchè è veramente in gamba

    5 41.67%
  • Si, perchè nonstante sia uno stronzo è molto professionale

    1 8.33%
  • No, perchè secondo me è un incapace anche se i fatti danno ragione a lui

    1 8.33%
  • No, perchè siccome è il mio capo non può essere più capace di me

    0 0%
  • Altro, specificare

    6 50.00%
Sondaggio a Scelta Multipla.
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'Italia cambia senza tangentopoli e senza II repubblica...Il sistema riformato

    E' tutta fantasia...


    Marzo 1990: Bettino Craxi annuncia in un comizio a Perugia per le elezioni regionali che a suo parere sarebbe necessario un grande partito dei Lavoratori tra Socialisti e Comunisti e che in seguito a queste elezioni tenterà giunte con i comunisti in tutte le zone del paese. Celebri le parole:”E’ caduto un muro, il Pci sta cambiando, dobbiamo unire la sinistra e governare il paese”

    Maggio 1990: Elezioni regionali: nascono giunte PCI-PSI nelle regioni rosse (Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Emilia-Romagna) ma anche nel Lazio, in Calabria (con il Pri e il Psdi al seguito) e in Puglia (con anche i Verdi). Nelle altre regioni il Psi è al governo con la Dc, ad esclusione della Basilicata (Dc – Pri), del Molise (monocolore Dc).

    Luglio 1990: Occhetto e Craxi, con Cossutta, D’Alema, Napolitano, Martelli e Boselli propongono in una conferenza stampa unificata il varo di un partito della sinistra italiana unificato e riformatore e invitano il Psdi, i Verdi, il Pri a farne parte.

    Novembre 1990: il Psi esce dal governo Andreotti e informa la Dc che non governerà più senza anche il Pci.

    Gennaio 1991: Data l’impossibilità di formare un nuovo governo si annunciano elezioni anticipate. Psi, Pci, Verdi, Radicali, Psdi, Pri decidono di correre con un programma unificato in cui è compreso un progetto di riforme istituzionali che consentano governabilità e stabilità (sistema elettorale spagnolo, monocameralismo, Senato delle Regioni, federalismo, riforma della PA). Il candidato è Amato. Le televisioni Fininvest sostengono attivamente Psi e Pci in piena polemica con la Dc “sprecona e mafiosa”.

    Aprile 1991: Le elezioni portano ai seguenti risultati: Il Psi cresce al 15.3%, il Pci scende al 24.8%. Il Psdi(3.1%), i Verdi(2.6%), il Pri(4.1%) tengono le posizioni del 1987. La Dc scende al 31.6%, vi è un buon successo della Lega (7.3%) e una tenuta dell’Msi (5.4%). Pli al 2.5%.

    Maggio 1991: viene varato un governo Psi – Pci – Verdi – Pri – Psdi – Lega che miri a fare le riforme del programma, che la Lega considera un buon punto di partenza. Premier è Amato, vice-premier Bossi.

    Settembre 1991: Nascono giunte leghiste sostenute da Pci, Psi e Verdi in regione Lombardia e Veneto. Sono le giunte rossorossoverdiverdi.

    Aprile 1992: il percorso verso il Partito dei Lavoratori si conclude con la nascita del Partito Laburista, ne diviene leader Napolitano e vice il giovane Boselli. Una piccola scissione dal Pci fa nascere il Movimento Comunista d’Italia (MCd’I).

    Giugno 1992: scoppia Tangentopoli in una versione meno virulenta: fininvest e Rai non parlano molto delle notizie e si afferma che sono tutti problemi locali; la Lega non è già più di lotta e gli unici che urlano sono i missini, zittiti come “i soliti fascisti”.

    Gennaio 1993: il progetto di riforma presente nel programma va in porto e insieme, per chetare i tangentopolisti, viene varata anche una riforma per combattere i costi della politica. Il progetto di riforma della costituzione e di "restauro delle istituzioni" viene votato anche da un gruppetto di democristiani (tra cui Mariotto Segni), che garantiscono i numeri. Verranno poi ostracizzati dal partito.

    Maggio 1993: II congresso del Partito Laburista: trionfa la mozione 1 con i socialisti craxiani, i miglioristi e gran parte degli occhettiani, arrivano dopo le mozioni dell’ex PSDI, della sinistra interna e dell’area veltroniana. Vi è a tutti i livelli un lavoro di pulizia dei dirigenti più coinvolti con Tangentopoli diretto dall’alto.


    Giugno 1993: referendum sulla riforma costituzionale, passano i Si con il 69.2%. La Dc, schierata per il No, è in crisi profonda. Il Pl coglie l’occasione e annuncia elezioni anticipate d’autunno per un governo che possa avere una più salda maggioranza per garantire una migliore gestione del paese. Il sostegno al governo c’è, nonostante la pesantissima finanziaria di sistemazione dei conti pubblici varata da Amato nel 1992.


    Ottobre 1993: il Pl alla prima uscita ufficiale in elezioni politiche trionfa con il 44.6%(con il nuovo sistema elettorale ha circa il 51% dei seggi) , il Pri ottiene il 2,5% e praticamente sparisce dal Parlamento. La Dc ottiene il 29.3%, la Lega il 4.9%, il Pli il 2.8%, i Verdi-Radicali il 3.4%, l’Msi l’8,2, il Mcd’I il 2.6%. Con il sistema elettorale il Pl potrebbe governare da solo, ma decide di allearsi comunque con i pochi deputati Verdi, leghisti e repubblicani.

    Dicembre 1993: seconda finanziaria di rigore per entrare nell’UE. Grandi contestazioni della Cgil e della sinistra interna al Pl.

    Febbraio 1994: i congressi del Pri e del Pli vedono le correnti di sinistra, maggioritarie, decidere di entrare nel Pl. Le correnti di destra si fondano nel nuovo Partito Liberaldemocratico, in cui entrano anche alcune correnti della Dc, tra cui quella di Mariotto Segni, che aveva sostenuto il referendum sulla riforma costituzionale della sinistra e che era stato ostracizzato dal proprio partito per questo.


    Giugno 1994: elezioni europee, gigantesco successo del Pl che ottiene il 48.7%. Male la Dc(26.7%), buoni risultati del Pld(5.8%) e dell’Msi(8.1%). I Verdi-Radicali, il Partito Sardo d’Azione, la Union Valdotaine e le Leghe presentano liste uniche con il nome di Federalisti, Ambientalisti, Radicali (FAR): 9.1%. I comunisti raggiungono il 2.2%

    Ottobre 1994: il Pld entra nel governo e ne esce l’ala sinistra del Pl, che forma il Partito della Sinistra Democratica (PSD). Nasce il governo Amato III. Il Psd ottiene il controllo della Cgil e avvia un autunno caldissimo contro la terza finanziaria di rigore. La Dc non riesce a fare opposizione.

    Aprile 1995: elezioni regionali. I risultati sono abbastanza buoni per il Pl, che tiene, mentre la Dc non cresce molto. Le nuove giunte regionali:
    Abruzzo: Dc – Pld – Msi
    Basilicata : Dc
    Calabria: Pl – Verdi
    Campania: Dc – Verdi – Pld
    Emilia Romagna: Pl – Verdi - Radicali
    Lazio: Pl – Verdi – Radicali
    Liguria: Pl – Verdi – Lega
    Lombardia: Lega – Pl – Verdi
    Marche: Pl – Verdi
    Molise: Dc
    Piemonte: Pl – Lega – Radicali – Verdi
    Toscana: Pl – Verdi
    Umbria: Pl
    Veneto: Lega – Pl – Verdi – Pld – Radicali

    Si nota la grande debolezza democristiana nel nord del paese, dove il voto leghista garantisce alle sinistra di governare in giunte rossoverdi. Alla Dc rimangono quattro regioni del Sud e una totale incapacità comunicativa. Molti dirigenti democristiani al nord sono emigrati nella Lega, che alle elezioni locali in Veneto e Lombardia supera il 25% (per poi scendere al 10-15 alle Politiche).

    Luglio 1995: un furibondo litigio interno alla Lega la fa scindere: nascono Liga Veneta, Lega Lombarda e Lega Piemont. In Friuli la Lega si fonde ad altri movimenti autonomisti e diviene Autonomisti Friulani Uniti (AFU). In Emilia e Romagna la Lega entra nel Pl, che ha avuto una svolta federalista nella gestione del partito, con i partiti che hanno a livello locale il nome regionale: nascono il Partito Laburista Emiliano, Lombardo, Veneto, ecc…

    Marzo 1996: congresso nazionale del PL di Mestre con 3 candidature a segretario contrapposte. Per la sinistra interna Veltroni, per il correntone di destra (interna) Boselli, per gli ex-comunisti più moderati D’Alema. La battaglia porta all’elezione di D’Alema per soli 4 voti al Congresso Nazionale. E’ nato un partito contendibile e democratico, federalista e di sinistra, rinnovato nelle classi dirigenti e meno corrotto dei precedenti, alla guida della maggior parte del paese e con la concreta possibilità di vincere le elezioni nel 1998, e soprattutto un partito con le 3 reti fininvest in completo appoggio, con Berlusconi grande finanziatore, dopo essere stato aiutato da Bettino

    Aprile 1996: alle elezioni amministrative le 3 leghe rimaste arretrano pesantemente, lasciando spazio al ritorno della Dc al nord.

    Politiche 1998


    La DEMOCRAZIA CRISTIANA ritorna con un progetto rinnovato, con tutta la classe dirigente più o meno volontariamente mandata in pensione, con molto denaro ottenuto da nuovi accordi con una classe dirigente che vorrebbe una svolta liberista nel paese. E’ una Dc che è divenuta più liberista, che può contendere al Pl lo spazio politico per via di un rinnovamento generazionale interno, che si pone contro forti tassazioni e che al nord a livello locale ha trovato diversi accordi con le Leghe (non in Piemonte). E’ un partito liberista e che intende completare la riforma della PA iniziata dal Pl e arenatasi. Candidato premier: Casini.

    Il PARTITO LABURISTA dopo molte riforme si è incantato in una politica di gestione, senza sgravare di tasse, senza riformare la PA e senza avviare alcune importanti liberalizzazioni. Punta sul fatto che ha stabilizzato il sistema, ha garantito bipolarismo, ha creato un buon federalismo, una discreta pace sociale, ha sistemato i conti pubblici, ha fatto una riforma della scuola abbastanza innovatrice. Manca però un progetto per l’avvenire, per certe riforme strutturali anche a livello locale, per leggi elettorali nuove per le amministrative, per un maggiore controllo sui costi della politica. Per assurdo, cmq, la sistemazione dei conti pubblici e la ripresa che è nata da questo ha permesso agli italiani di stare meglio e di guardare con fascino alla proposta liberista della Dc. Candidato Premier: D’Alema.

    Il PARTITO LIBERALDEMOCRATICO, dopo aver governato con il PL ha avuto una svolta a destra ed è molto affascinato dalla proposta liberista della DC. Il problema è che la Dc ruba voti allo stesso PLD, corre sugli stessi terreni e quindi il PLD deve giocare in difesa, dato anche un sistema elettorale che premia i partiti grandi e salva i piccoli solo nei grandi collegi.

    ALLEANZA GIALLOVERDE è la lista in cui si presentano Radicali, Verdi. Propone che il PS si apra maggiormente ad energie rinnovabili e a un programma di sgravi fiscali e di maggior liberismo, facendo salve le riforme istituzionali fatte. E' il fedele alleato del PL e ha correnti interne piu di sinistra. In Veneto, Friuli, Lombardia e Piemonte si presenta dentro le liste delle varie leghe

    LIGA VENETA: corre con l'AG . Mira a confermare i seggi per il sistema elettorlae senza sbarramenti. Ha un programma socialdemocratico in economia e molto autonomista, un antistatalismo legato ai costi della politica. Chiede al Pl di continuare alle svolte interne e di cacciare gli ultimi ladri, ma è piu propaganda per rubare ad un partito, il Pl, che ha programmi molto simili. Ha piccole frange indipendentiste. Probabile alleata esterna del PL (sul modello dei partiti catalani alleati ai governatnti di madrid)

    LEGA PIEMONT - LEGA LOMBARDA - AUTONOMISTI FRIULANI UNITI : vedi Liga Veneta.

    ALLEANZA PER LA NAZIONE: è una versione dell'Msi strana, non ha fatto Fiuggi ma ha fatto un congresso di Roma in cui ha avuto una svolta sociale molto marcata, però allo stesso tempo ha aperto alla DC nelle giunte locali e regionali. Non vuole governare con la Dc e ripudia il programma liberista della stessa (almeno a parole). Probabilmente in caso di scelta sarebbe costretto alla scissione tra l'area da appoggio esterno e l'area da opposizione forte. Ha un programma politico che mescola le varie anime, ma non è nulla di nuovo.

    SINISTRA ITALIANA: è la federazione tra tre partiti ossia Movimento Comunista d'Italia, Partito Socialista Democratico e Verdi di Sinistra (VS). Ha un programma sullo stile della rifondazione attuale, molto di conservazione dello status quo nel mondo del alvoro, pacifista, ambientalista (ma non troppo), vicino al mondo operaio. Le correnti piu di sinistra del Mcd'I fanno campagna per l'astensione. Non sosterrebbe comunque governi del Pl. ha dalla sua la CGIL e la mobilitazione contro le finanziarie di rigore, gestita solo da questa coalizione di piccole forze ma capace di mobilitare oltre 600 mila cittadini nel 1996

    I sondaggi danno i seguenti dati
    Partito Laburista

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,670
    Mentioned
    348 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    AN in mancanza di meglio, ma non li vedo stimolanti questi partiti.

  3. #3
    Vecchio forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    13,246
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Partiti deprimenti...

  4. #4
    Civilization
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Hic sunt leones.
    Messaggi
    6,831
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    AFU - Alleanza GialloVerde

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito

    Per niente stimolanti, lotta armata.
    Avrei votato Pl se non ci fosse tutto questo pappa e ciccia con Silvio

  6. #6
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    20 Aug 2009
    Messaggi
    13,030
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Ammazza, allora ci è andata bene... Comunque, Sinistra Italiana.

  7. #7
    the dark knight's return
    Data Registrazione
    06 Jul 2006
    Località
    Gotham City
    Messaggi
    26,969
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    la dc è la meno peggio

  8. #8
    Oderim dum metuant
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    11,386
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non manca il mio voto per il Partito Liberaldemocratico

  9. #9
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Alleanza per la Nazione, ma proprio in mancanza di meglio.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ke palle k siete

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-11-13, 11:23
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-11-13, 11:23
  3. Senza legalità nulla cambia
    Di zulux nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-03-12, 12:35
  4. Senza titolo, senza parole, senza Libertà
    Di Giovani Veneti nel forum Padania!
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-10-08, 10:53
  5. Berlusconi senza argomenti (ma cambia poco...)
    Di Politikon nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-02-03, 10:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226