User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    918 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Corsi e ricorsi storici: il qualunquismo storico

    Corsi e ricorsi storici: il qualunquismo storico da Giannini a Beppe Grillo


    Ultimamente sulle piazze italiane (ma prima ancora sui blog telematici) ha esordito con gran succeso di pubblico Beppe Grillo che ha raccolto in pochi giorni trecentomila firme e portando in piazza almeno centomila persone contestando a testa bassa tutti i partiti indistintamente.
    Il fenomeno non e' del tutto nuovo in Italia e ha un suo precedente storico nel "Fronte dell'Uomo qualunque" di Giannini.

    Il 27 dicembre 1944 viene fondato e diretto da Guglielmo Giannini un nuovo settimanale, battezzato L'Uomo qualunque. Il successo di questa pubblicazione si riscontra nelle tirature: dalle 25.000 del primo numero, si arriverà alle 850.000 del maggio del 1945. Lo scopo dell'ideatore era quello di dare voce alle opinioni dell'uomo della strada, contrario al regime dei partiti e ad ogni forma di statalizzazione. Fin dal primo numero la posizione del settimanale è chiara; contraria al fascismo, di cui condanna il centralismo decisionale, ma anche al comunismo e agli antifascisti di professione, accostati al primo fascismo per l'accento epurazionista dei primi anni del dopoguerra.
    Giannini, di matrice liberale e liberista, detesta le masse: "Non esiste e non può esistere una politica di massa", come ebbe a scrivere nel 1945. L'accelerazione alla nascita di un partito di massa viene però a crearsi con il governo di Ferruccio Parri, insediatosi il 21 giugno del 1945. Il neo Presidente del Consiglio viene accusato dal settimanale di Giannini di essere inadeguato per la carica ricoperta. Il successo di questa iniziativa è tale che, spontaneamente, numerosi simpatizzanti si uniscono in gruppi definiti amici dell'Uomo qualunque, che assumono il nome di nuclei qualunquisti.
    Alla formazione dei nuclei qualunquisti, seguono la nascita di sedi sparse nella penisola italiana, tesseramenti e fondazioni di segreterie. In un primo momento Giannini cerca di confluire questa adesione popolare nel Partito Liberale Italiano, ma l'opposizione di Benedetto Croce fa naufragare questo progetto. A seguito di questo rifiuto, Giannini decide di fondare il suo partito. Il primo congresso del neonato Fronte dell'Uomo qualunque si tiene a Roma tra il 16 ed il 19 febbraio del 1946.
    Il Fronte dell'Uomo qualunque concepisce uno Stato non di natura politica, ma semplicemente amministrativa, senza alcuna base ideologica. Uno stato tecnico che funga da organizzatore di una folla e non di una nazione. Secondo Giannini per governare : "basta un buon ragioniere che entri in carica il primo gennaio e se ne vada il 31 dicembre. E non sia rieleggibile per nessuna ragione".
    Da questa visione ne deriva che lo Stato deve essere il meno presente nella società. L'economia deve essere lasciata totalmente ai privati in un sistema totalmente liberista. Se ciò non fosse lo Stato diverrebbe etico, e secondo Giannini da questa eticità ne deriverebbe l'oppressione del libero pensiero del singolo, fino ad arrivare ad una visione imperialista dell'organizzazione centrale.
    Il 2 giugno 1946 si tengono le elezioni nazionali per la nascita dell' Assemblea Costituente.Il Fronte dell'Uomo qualunque ottiene 1.211.956 voti, pari al 5,3% delle preferenze, diventando il quinto partito nazionale, dopo la Democrazia Cristiana, il PSIUP, il Partito Comunista Italiano e l' Unione Democratica Nazionale . Vengono assegnati al partito di Giannini 30 deputati.
    A Parri succede alla guida del Governo Alcide De Gasperi che attacca duramente la formazione di Giannini, definendola filofascista.
    Oltre ai grandi partiti radicati nel territorio, anche la Confindustria guidata da Angelo Costa è ostile al Fronte dell'Uomo qualunque, per gli attacchi ricevuti da Giannini su presunti accordi tra la grande industria ed il sindacato, controllato dai comunisti.Nel 1947 il partito qualunquista ricopre un ruolo fondamentale per la nascita del terzo governo di De Gasperi. Giannini accetta l'accordo per potere estromettere sia i socialisti che i comunisti dal varo della nuova compagine governativa.Questo avvicinamento alla Democrazia Cristiana rappresenterà però la fine del successo popolare del Fronte dell'Uomo qualunque. I sostenitori delusi dal nuovo posizionamento dichiaratamente governativo abbandonano il partito. Quest'ultimo si scioglierà nel volgere di pochi anni, confluendo nelle sue componenti maggioritarie nel Partito Nazionale Monarchico e nel neonato Movimento Sociale Italiano.


    Il termine qualunquismo, poi rimasto nel lessico politico con evidente accezione negativa, definisce atteggiamenti di sfiducia nelle istituzioni democratiche, di diffidenza e ostilità nei confronti della politica e del sistema dei partiti, di insensibilità agli interessi generali, che si traducono in opinioni semplicistiche e sostanzialmente conservatrici sui problemi dello stato e del governo. In verità il movimento era tutt'altro che disinteressato ed insensibile alla vita politica del Paese, ma piuttosto sfiduciato dal sistema partitocratico e dallo scarso interesse che la politica mostrava verso i reali problemi della gente, dell'uomo qualunque appunto. Nella cultura francese esiste un termine analogo, poujadisme.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il qualunquismo può essere stato una reazione al fascismo, un comprensibile rifiuto (per stanchezza, delusione) delle politiche di massa prima fasciste, ed ora portate avanti dal partito comunista di Togliatti.

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    918 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    il qualunquismo può essere stato una reazione al fascismo, un comprensibile rifiuto (per stanchezza, delusione) delle politiche di massa prima fasciste, ed ora portate avanti dal partito comunista di Togliatti.
    Si questa è una delle interpretazioni possibili del "Fronte dell'Uomo qualunque" ma la mia teoria è un altra.
    Per me il qualunquismo era la prima reazione a tutta la partitocrazia nata dal punto di vista giuridico con la Costituzione del 1948. Sebbene all'epoca il sistema fosse ancora molto giovane aveva cominciato immediatamente a mostrare tutti i suoi gravi difetti. Infatti la protesta antipartitica di Giannini (diciamo che era il precursore di molte altre che come un fiume carsico di tanto in tanto emergeranno all'improvviso nei decenni seguenti fino ai giorni nostri) ebbe inizialmente un grande successo.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Apr 2007
    Messaggi
    505
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    :d

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da c@scista Visualizza Messaggio
    Si questa è una delle interpretazioni possibili del "Fronte dell'Uomo qualunque" ma la mia teoria è un altra.
    Per me il qualunquismo era la prima reazione a tutta la partitocrazia nata dal punto di vista giuridico con la Costituzione del 1948. Sebbene all'epoca il sistema fosse ancora molto giovane aveva cominciato immediatamente a mostrare tutti i suoi gravi difetti. Infatti la protesta antipartitica di Giannini (diciamo che era il precursore di molte altre che come un fiume carsico di tanto in tanto emergeranno all'improvviso nei decenni seguenti fino ai giorni nostri) ebbe inizialmente un grande successo.
    anche questa è un'intepretazione valida, del resto non contraddittoria con l'altra.

 

 

Discussioni Simili

  1. Corsi e ricorsi storici -)))
    Di EURIDICE nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-06-12, 15:11
  2. Corsi e ricorsi storici
    Di bianconero (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-04-08, 01:42
  3. Corsi e ricorsi storici
    Di furbo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-06-07, 22:58
  4. corsi e ricorsi storici.
    Di etnia salentina nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-10-05, 10:56
  5. Corsi e ricorsi storici
    Di ardimentoso nel forum Destra Radicale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 01-06-05, 18:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226