User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito Ogni tanto spunta un questore con un cuore umano.

    Questo l'appello originale.



    APPELLO DI CORBELLI PER MIRKO E BRANKO mercoledì 12 settembre 2007
    Cosenza - Appello del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, al Ministro degli Interni, Giuliano Amato, e al nuovo Questore di Cosenza, Raffaele Salerno, a favore dei piccoli nomadi Branko e Marko, i due fratellini non vedenti, nati a Cosenza, figli di immigrati irregolari, che rischiano di essere, tra 48 ore, espulsi dall’Italia, perché dopodomani, venerdì 14 settembre, scadrà l’ultimo permesso straordinario di soggiorno, concesso loro nel marzo scorso, per motivi umanitari, dalla Questura di Cosenza. Se infatti non si otterrà un nuovo provvedimento straordinario i due fratellini e i loro genitori dovrebbero lasciare il nostro Paese. Lo rende noto lo stesso Corbelli, grazie al cui incessante impegno che va avanti ininterrottamente da oltre 6 anni, i due bambini rom, Branko e Marko, 8 e 9 anni, non vedenti (il più piccolo, Branko, completamente cieco, l’altro, Marko, vede da un solo occhio), figli di una coppia di immigrati clandestini, continuano a restare nel nostro Paese per essere curati e assistiti. Corbelli li ha salvati togliendoli, nel giugno dl 2001, dalla piccola tenda-vergogna, dove vivevano in condizioni igieniche disumane e allucinanti, sistemandoli in una casa (messa a disposizione dal Comune di Rende), facendoli ricoverare e operare negli ospedali di Cosenza e Bologna, iscrivendoli a scuola, facendogli ottenere ogni anno (dopo manifestazioni di protesta, denunce e appelli alle massime Istituzioni del Paese da parte del Movimento Diritti Civili, che hanno fatto registrare gli interventi dell’ex presidente del Consiglio Berlusconi e l’anno scorso del Presidente della Repubblica, Napolitano) un permesso straordinario di soggiorno per permettergli di restare nel nostro Paese per continuare le cure e i piccoli, continui interventi a cui devono sottoporsi i due bambini all’ospedale Maggiore di Bologna; uno, Marko, per mantenere la vista dall’unico occhio vedente e l’altro, Branko, completamente non vedente, per evitare infezioni ed eliminare i dolori. “Continuano ancora oggi purtroppo le peripezie di questi due fratellini. Ogni anno infatti – afferma Corbelli - rischiano di essere espulsi dall’Italia. Dopodomani, venerdì, scade l’ultimo loro permesso straordinario di soggiorno e i due bambini e i loro genitori se non otterranno una nuova autorizzazione speciale dovrebbero lasciare il nostro Paese. Per loro sarebbe la fine di ogni speranza. Non hanno più un Paese, il loro villaggio nell’ex Jugoslavia, dove vivevano i genitori, è stato distrutto dalla guerra. Ancora una volta mi appello alle Istituzioni competenti, al Ministro degli Interni, Amato, e al nuovo Questore di Cosenza, Salerno, che essendo da poco nella città brucia non conosce questa vicenda, perché si eviti questa ingiustizia. L’espulsione dall’Italia di questi bambini e dei loro genitori sarebbe una crudeltà inaudita, un fatto indegno di un Paese civile. Chiedo che venga concesso un nuovo permesso straordinario di soggiorno e venga finalmente riconosciuto il diritto alla cittadinanza italiana a questi bambini (nati in Italia) e ai loro genitori per permettergli di restare nel nostro Paese per continuare così a curarsi nei centri specializzati. Ho fatto preparare ai genitori dei bambini tutta la documentazione necessaria. Il certificato medico lo ha rilasciato il primario di Oculistica dell’ospedale Civile di Cosenza, Aurelio Scrivano, che ho sentito ieri al telefono. Per il settimo anno consecutivo domani mattina accompagnerò personalmente in Questura i piccoli Marko e Branko e i loro genitori. Mi auguro che non ci sia bisogno di inscenare una protesta per ottenere un diritto sacrosanto dei due bambini. La situazione purtroppo – continua Corbelli - si è fatta ancora più difficile e drammatica per l’aggravarsi delle condizioni del piccolo Branko. Agli inizi di ottobre i due bambini saranno ricoverati a Bologna per essere sottoposti a nuovi, delicati interventi per cercare di eliminare i dolori e scongiurare il rischio di infezioni. Una cosa è certa: Diritti Civili si opporrà con ogni mezzo, lecito e pacifico, per evitare la espulsione dei due fratellini dal nostro Paese. Continueremo ad aiutarli e combattere per loro come facciamo ininterrottamente da oltre 6 anni, dal giugno 2001”.
    http://www.ildomanionline.it/Ultimor...-E-BRANKO.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    Or ora, ho sentito dal tg de La7, che il questore ha concesso i permessi di soggiorno ai genitori dei due bambini non vedenti.

    Si potranno curare qui in Italia, e si prevede anche un intervento negli USA.

    Cheapau!

  3. #3
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    Qui la conferma

    http://www.nuovacosenza.com/hint/cosenza.html

    Corbelli “Prorogato il permesso per i fratellini rom non vedenti”
    13/09 "I due fratellini rom non vedenti non saranno espulsi e potranno restare in Italia". Lo annuncia, in un comunicato stampa, il leader del movimento 'diritti civili', Franco Corbelli, che parla di "una nuova, difficile battaglia vinta". "La più importante - scrive Corbelli - e la più bella di tutte le nostre innumerevoli battaglie fatte in venti anni, cui sono particolarmente affezionato. Una grande conquista civile che fa onore alle istituzioni e all'intero Paese. I due fratellini rom otterranno un nuovo permesso straordinario, per motivi umanitari, e potranno continuare a rimanere nel nostro Paese, per essere curati". "I piccoli - aggiunge Corbelli - Branko e Marko, otto e nove anni, non vedenti, nati a Cosenza, figli di immigrati irregolari, rischiavano di essere mandati via dall'Italia domani, alla scadenza dell'ultima autorizzazione speciale di soggiorno concessa loro nel marzo scorso, per motivi di salute, dalla questura di Cosenza. Il nuovo permesso sarà concesso domani". "Stamattina - prosegue Corbelli - ho accompagnato presso la questura di Cosenza i due bambini e i loro genitori ed ho incontrato la dirigente dell'ufficio immigrazione, Francesca Parasporo, che segue da anni insieme alla sua collega Tocci la vicenda dei due bambini e che, come al solito ha dimostrato grande disponibilità, sensibilità e umanità. Per questo voglio ringraziarla". "Per il settimo anno consecutivo - aggiunge il leader di 'diritti civili' - siamo riusciti ad ottenere un provvedimento straordinario, che permette ai bambini e ai loro genitori di restare in Italia. Il rinnovo del permesso di soggiorno non è una operazione semplice. Ogni volta, infatti, si tratta di una forzatura della legge sull'immigrazione. Ma su tutto, per fortuna, prevale l'umanità, il rispetto del dramma e del bisogno di assistenza sanitaria dei due fratellini non vedenti. Adesso la speranza è che i genitori dei bambini, nati in Italia, possano finalmente ottenere la cittadinanza italiana essendo nel nostro Paese, con regolari permessi di soggiorno, da oltre cinque anni". "C'é infatti in discussione in Parlamento - prosegue - una proposta di legge che prevede il riconoscimento della cittadinanza per quegli immigrati che abbiano trascorso, regolarmente autorizzati, almeno cinque anni in Italia. Come appunto nel caso dei bambini e dei loro genitori. Aspettiamo a proposito della cittadinanza anche un intervento e una risposta del ministro degli Interni, Giuliano Amato, al nostro appello". "Da oltre sei anni - scrive Corbelli - aiuto e mi batto per questi due bambini. Li ho salvati togliendoli, nel giugno del 2001, dalla piccola 'tenda vergogna', dove vivevano in condizioni igieniche disumane e allucinanti, sistemandoli in una casa (messa a disposizione dal Comune di Rende), facendoli ricoverare e operare negli ospedali di Cosenza e Bologna, iscrivendoli a scuola. Ogni anno ho fatto ottenere loro ottenere un permesso straordinario di soggiorno per restare nel nostro Paese per continuare le cure e i piccoli, continui, interventi cui devono sottoporsi all'ospedale Maggiore di Bologna, dove i due piccoli si recheranno di nuovo agli inizi di ottobre". "Marko - conclude Corbelli - deve essere operato per mantenere la vista dall'unico occhio vedente e l'altro, Branko, completamente non vedente, deve essere curato per evitare infezioni ed eliminare i dolori".

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Nov 2012
    Messaggi
    2,100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da are(a)zione Visualizza Messaggio
    Or ora, ho sentito dal tg de La7, che il questore ha concesso i permessi di soggiorno ai genitori dei due bambini non vedenti.

    Si potranno curare qui in Italia, e si prevede anche un intervento negli USA.

    Cheapau!
    Sono commosso.
    Siamo una nazione civile.
    "Son contento quando consumo senza pagare un pò meno quando pago e non consumo"

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    10 Jan 2011
    Località
    Tra Langhe e Monferrato
    Messaggi
    3,254
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Spartacus74 Visualizza Messaggio
    Sono commosso.
    Siamo una nazione civile.
    Sbaglio o sento una nota sarcastica nel tuo commento?

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Nov 2012
    Messaggi
    2,100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sento che in Italia si tutela molto chi vuole far vivere i figli nella spazzatura (la cecità può essere causata anche da malattie trasmesse dai topi in stato di gravidanza, dato che entrambi sono nati ciechi), mentre ben poco chi si sforza, con l'unica colpa di essere italiano figli di Italiani, di far vivere i figli in una casa e senza pagare a vita Mutui usurari.
    "Son contento quando consumo senza pagare un pò meno quando pago e non consumo"

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    10 Jan 2011
    Località
    Tra Langhe e Monferrato
    Messaggi
    3,254
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non posso darti torto ma tra le due situazaioni, è sicuramente più disperata la prima, no?

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Nov 2012
    Messaggi
    2,100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Piè Monte Visualizza Messaggio
    Non posso darti torto ma tra le due situazaioni, è sicuramente più disperata la prima, no?
    IN questo caso si, ma il mio intervento era ironico e sarcastico ma nn ai fini di lamentare un favoritismo ma per riflettere su come, oramai, ci si mobiliti nn per dei "diritti" (cui però nn corrispondono dei doveri) anche nei casi in cui il diritto difeso è quello di una comunità di continuare a vivere nel danno provocato alla comunità ospitante in spregio ad altri diritti dei minori.
    A questo ci arriverete, spero, quando anche l'elettorato comunista comincerà ada vere seri dubbi che Rom, Gay, Trans etc etc siano "utili" per far crescere i propri figli in modo sano e con una scuola o una sanità per lo meno efficienti.
    A parte la questione del lavoro oggi, una delle questioni più zozze del nostro quotidiano.
    Si tutelano invece quelli che del lavorano ignorano anche i presupposti culturali.
    "Son contento quando consumo senza pagare un pò meno quando pago e non consumo"

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    10 Jan 2011
    Località
    Tra Langhe e Monferrato
    Messaggi
    3,254
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Beh, dipende da che cosa intendi per "tutela". Non mi sembra che esistano discriminazioni nei confronti di italiani per quel che riguarda ad esempio l'assistenza mutuata, la sanità o la scuola. Premetto che non sono un difensore a priori delle minoranze, ho una visione giustizialista della società, al pari del vecchio PCI e non sopporto il pietismo. Il caso sopracitato rientra sicuramente in quella posizione che gli assistenti sociali definiscono "borderline" ovvero ai margini della sopravvivenza effettiva e, fortunatamente, in simili condizioni raramente rientrano famiglie italiane.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    25,552
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    beh sono contento.

 

 

Discussioni Simili

  1. Tutti in piazza contro ogni intolleranza Ma spunta Casa Pound
    Di sorci verdi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 26-09-09, 12:42
  2. Tra tanto buio spunta qualche luce ....
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-12-07, 21:14
  3. Nuovi Balzelli: Ogni Giorno Ne Spunta Uno. Basta!!!!!!
    Di Mariano 68 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 10-11-06, 17:02
  4. La squadra del cuore...ma non tanto
    Di Quetzalcoatl nel forum Destra Radicale
    Risposte: 102
    Ultimo Messaggio: 07-04-06, 17:15
  5. Ogni tanto AZ
    Di italex nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 05-01-04, 20:31

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226