User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Jun 2002
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,297
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La barze della rivolta fiscale

    www.otimaster.com/dblog/

    Sud il paese del bengodi

    Di otimaster (del 02/09/2007 @ 19:074, in Sud, letto 188 volte)

    In quasi un mese trascorso nel Salento ho sentito più volte descrivere il nord è un paese di nababbi popolato da imprenditori, un luogo comune duro a morire come molti di quelli che noi “nordisti” coltiviamo nei confronti degli abitanti del mezzogiorno d’Italia.

    Mi è apparso strano che a pensarlo fossero persone per cui la povertà è fondamentalmente solo uno stato mentale, retaggio di anni di politica assistenzialista da parte dello Stato che ha imposto loro di vedersi come degli sfortunati quando invece godono di privilegi che noi nemmeno ci sogniamo.

    Meglio non generalizzare quando si tratta di certi argomenti, parlo per quanto riguarda il triangolo compreso fra Porto Cesare, Taranto e Lecce, dove, se si escludono le grandi città che cominciano a presentare i problemi economici tipici del nord, di famiglie che faticano a tirare fine mese proprio non se ne ha notizia.

    Quasi tutti proprietari di case costruite spendendo quattro soldi con materiali locali acquistati in nero, come in nero sono stati pagati gli stipendi dei muratori che le hanno erette, in ognuna è già previsto o in preparazione un secondo o terzo piano (più su non si va) per quando i figli saranno grandi a riprova della fiducia che hanno nel fatto che questo sistema resterà a lungo tale e, quei pochi che pagano un affitto sborsano cifre equivalenti a quelle che noi spendiamo per fare la spesa settimanale.

    I generi alimentari, volendo esagerare, costano mediamente un terzo rispetto al nord, frutta e ortaggi se non si coltivano si acquistano da amici e conoscenti, stesso dicasi per il pesce, olio e vino arrivano da cantine sociali che battono scontrini solo ai turisti, il pane per gli abitanti del luogo esce dal retro del forno… un sistema di commercio in nero che permette ai venditori di non dichiarare quanto incassato e agli acquirenti di godere di notevoli sconti.

    Nessuno si sognerebbe mai di parlare di RIVOLTA FISCALE, perché farlo quando l’erario basta IGNORARLO. A rendere improbabile che qualcuno fatichi a tirare fine mese c’è inoltre, lo straordinario (ed ammirevole) senso della famiglia che ancora vige nel sud, chiunque si trovi in difficoltà è certo di vedere arrivare in suo aiuto parenti di ogni grado oltre a compari e cummari acquisiti nel tempo, se capitasse a me mi converrebbe emigrare a Ferrara dai miei visto che difficilmente quei quattro parenti che ho mi tenderebbero una mano.

    La diffusa disoccupazione come ce la raccontano probabilmente esiste solo nelle statistiche utili ai nostri politici per destinare fondi al sud in cambio di voti. Il lavoro in nero è diffusissimo, ed i lavoratori non ne sono vittime ma complici ben felici di portarsi a casa denaro su cui non pagheranno tasse ricevendo nel contempo i sussidi per la disoccupazione, o come capita in molti casi mentre godono dei privilegi riservati ai lavoratori agricoli che se rimangono occupati per meno di tre mesi all’anno ricevono per gli altri nove lo stipendio dallo stato (non si contano le massaie che vengono fatte passare per contadine per avere a loro volta accesso a questi benefici).

    Così capita di conoscere persone che fanno i meccanici in nero, percepiscono il sussidio come lavoratore agricolo e per arrotondare vendono frutta e verdura, riuscendo a guadagnare più di me senza pagare una lira di tasse.

    Non emigra chi non riesce a mangiare, ma quelli che non accontentandosi di una casa spaziosa, una bella macchina e un gruzzoletto sotto la mattonella, hanno studiato e vogliono mettere in pratica quanto imparato, cosa improbabile da fare in una regione dove la tecnologia è a livelli d’inizio secolo e per trovare un internet point bisogna fare qualche decina di chilometri

    La nota dolente per gli abitanti del posto sono i servizi, soprattutto la sanità, vi sono luoghi dove se colti da un malore è meglio spararsi piuttosto che soffrire in attesa dei soccorsi, gli ospedali sono pochi e distanti uno dall’altro, cittadine di discreta importanza non hanno un pronto soccorso e in caso d’emergenza bisogna rivolgersi ai medici di base. Per far curare un’amica che durante le ferie si era procurata un taglio siamo dovuti ricorrere a un po’ di sangue freddo ed alla raccomandazione di amici del posto che ci hanno fatto arrivare un medico in casa per darle quattro punti.

    (omissis)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,679
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è così da sempre ....
    itaglia fuck off

  3. #3
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Delaware Visualizza Messaggio
    www.otimaster.com/dblog/

    Sud il paese del bengodi

    Di otimaster (del 02/09/2007 @ 19:074, in Sud, letto 188 volte)

    In quasi un mese trascorso nel Salento ho sentito più volte descrivere il nord è un paese di nababbi popolato da imprenditori, un luogo comune duro a morire come molti di quelli che noi “nordisti” coltiviamo nei confronti degli abitanti del mezzogiorno d’Italia.

    Mi è apparso strano che a pensarlo fossero persone per cui la povertà è fondamentalmente solo uno stato mentale, retaggio di anni di politica assistenzialista da parte dello Stato che ha imposto loro di vedersi come degli sfortunati quando invece godono di privilegi che noi nemmeno ci sogniamo.

    Meglio non generalizzare quando si tratta di certi argomenti, parlo per quanto riguarda il triangolo compreso fra Porto Cesare, Taranto e Lecce, dove, se si escludono le grandi città che cominciano a presentare i problemi economici tipici del nord, di famiglie che faticano a tirare fine mese proprio non se ne ha notizia.

    Quasi tutti proprietari di case costruite spendendo quattro soldi con materiali locali acquistati in nero, come in nero sono stati pagati gli stipendi dei muratori che le hanno erette, in ognuna è già previsto o in preparazione un secondo o terzo piano (più su non si va) per quando i figli saranno grandi a riprova della fiducia che hanno nel fatto che questo sistema resterà a lungo tale e, quei pochi che pagano un affitto sborsano cifre equivalenti a quelle che noi spendiamo per fare la spesa settimanale.

    I generi alimentari, volendo esagerare, costano mediamente un terzo rispetto al nord, frutta e ortaggi se non si coltivano si acquistano da amici e conoscenti, stesso dicasi per il pesce, olio e vino arrivano da cantine sociali che battono scontrini solo ai turisti, il pane per gli abitanti del luogo esce dal retro del forno… un sistema di commercio in nero che permette ai venditori di non dichiarare quanto incassato e agli acquirenti di godere di notevoli sconti.

    Nessuno si sognerebbe mai di parlare di RIVOLTA FISCALE, perché farlo quando l’erario basta IGNORARLO. A rendere improbabile che qualcuno fatichi a tirare fine mese c’è inoltre, lo straordinario (ed ammirevole) senso della famiglia che ancora vige nel sud, chiunque si trovi in difficoltà è certo di vedere arrivare in suo aiuto parenti di ogni grado oltre a compari e cummari acquisiti nel tempo, se capitasse a me mi converrebbe emigrare a Ferrara dai miei visto che difficilmente quei quattro parenti che ho mi tenderebbero una mano.

    La diffusa disoccupazione come ce la raccontano probabilmente esiste solo nelle statistiche utili ai nostri politici per destinare fondi al sud in cambio di voti. Il lavoro in nero è diffusissimo, ed i lavoratori non ne sono vittime ma complici ben felici di portarsi a casa denaro su cui non pagheranno tasse ricevendo nel contempo i sussidi per la disoccupazione, o come capita in molti casi mentre godono dei privilegi riservati ai lavoratori agricoli che se rimangono occupati per meno di tre mesi all’anno ricevono per gli altri nove lo stipendio dallo stato (non si contano le massaie che vengono fatte passare per contadine per avere a loro volta accesso a questi benefici).

    Così capita di conoscere persone che fanno i meccanici in nero, percepiscono il sussidio come lavoratore agricolo e per arrotondare vendono frutta e verdura, riuscendo a guadagnare più di me senza pagare una lira di tasse.

    Non emigra chi non riesce a mangiare, ma quelli che non accontentandosi di una casa spaziosa, una bella macchina e un gruzzoletto sotto la mattonella, hanno studiato e vogliono mettere in pratica quanto imparato, cosa improbabile da fare in una regione dove la tecnologia è a livelli d’inizio secolo e per trovare un internet point bisogna fare qualche decina di chilometri

    La nota dolente per gli abitanti del posto sono i servizi, soprattutto la sanità, vi sono luoghi dove se colti da un malore è meglio spararsi piuttosto che soffrire in attesa dei soccorsi, gli ospedali sono pochi e distanti uno dall’altro, cittadine di discreta importanza non hanno un pronto soccorso e in caso d’emergenza bisogna rivolgersi ai medici di base. Per far curare un’amica che durante le ferie si era procurata un taglio siamo dovuti ricorrere a un po’ di sangue freddo ed alla raccomandazione di amici del posto che ci hanno fatto arrivare un medico in casa per darle quattro punti.

    (omissis)
    La dimostrazione che il liberismo e l'assenza di regole porta a questo

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,230
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yurj Visualizza Messaggio
    La dimostrazione che il liberismo e l'assenza di regole porta a questo
    No, questa è l'italia.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    lidagliaseddesta

  6. #6
    Socialista Liberale
    Data Registrazione
    20 Aug 2007
    Località
    Somaggia di Samolaco (SO)
    Messaggi
    80
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Nord

    la parte d'Italia con molti IGNORANTI e ESALTATI!

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    galoppa.

  8. #8
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Garofano Rosso Visualizza Messaggio
    la parte d'Italia con molti IGNORANTI e ESALTATI!
    quasi tutti socialisti......

  9. #9
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,230
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Garofano Rosso Visualizza Messaggio
    la parte d'Italia con molti IGNORANTI e ESALTATI!
    E tu ne sei il degno rappresentante.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 19-09-07, 10:57
  2. La barze della rivolta fiscale
    Di Delaware nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-09-07, 18:07
  3. Ragioni e retorica della rivolta fiscale
    Di -Duca- nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-05-06, 17:49
  4. Rivolta fiscale
    Di Silvioleo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 91
    Ultimo Messaggio: 30-04-06, 18:22
  5. Barze della giornata...
    Di Wasabi nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-04-05, 22:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226