-----
COMUNICATO STAMPA
-----

-----

Grillo: campane a morto per la politica italiana.
Occasione d’oro per la Causa Veneta.

È evidente il clima di allarme della classe politica italiana di fronte al successo del comico. Possibile una collaborazione tra gli indipendentisti veneti e i meetup locali?


----------
commenta il comunicato sul forum: http://www.iveneti.org/forum/bbforum/phpBB2/viewtopic.php?t=666
-----

-----
download comunicato (in formato volantino, da stampare anche per lasciare nei bar, o ad amici): http://www.iveneti.org/press/grillo-partiti-antipolitica.pdf
-----

Venezia, 18 settembre 2007

“I VENETI” guardano con molta attenzione al fenomeno civico e politico dei movimenti che si ispirano a Beppe Grillo. Risulta infatti evidente il clima di allarme che pervade l’intera classe politica italiana in reazione all’evidente successo di folla e mediatico del comico genovese. Le analogie con il periodo di tangentopoli sono evidenti. È pure evidente il senso di rigetto popolare verso l’intero arco dei partiti presenti nel parlamento italiano. Lo si respira al lavoro, nei bar, nelle piazze, ovunque e in chiunque. Nessuno nutre la pur minima fiducia in rappresentanti politici che dimostrano di non capire cosa sta montando, così come non capirono gli uomini del PSI di Craxi e della DC cosa stava succedendo nel ’92-’93.

“I VENETI” sono consapevoli del tentativo trasformista da parte di alcuni nel cavalcare il Grillo parlante. Il tentativo è quello di mettere una pezza ad uno stato che non gode più della fiducia dei veneti e non solo dei veneti. A nostro avviso il momento è invece estremamente favorevole al riemergere della Causa Veneta, soffocata finora proprio da quei partiti ora in evidente agonia.

Non è infatti passata inosservata la recente presa di posizione di Beppe Grillo a favore della storia e della cultura veneta. Non è passata inosservata la sua sensibilità ed attenzione alla violenza che caratterizza una Venetia, che prima non conosceva i fenomeni di angoscia notturna per la propria sicurezza. Del terrore che qualche “indultato” di Mastella e Amato ti entri in casa per sgozzarti per pochi euro. Così si dorme nelle nostre città, da qualche tempo.

Vediamo inoltre con estremo favore l’emergere di esperimenti di “democrazia diretta” da parte dei Meet-Up territoriali e ne condividiamo il metodo di lavoro basato sull’assunzione di responsabilità dal basso, sul condiviso spirito di libertà di decidere da soli il nostro futuro, senza deleghe in bianco di potere politico.

Per tale ragione invitiamo da subito gli esponenti veneti dei Meet-Up ad un confronto costruttivo con il nostro movimento per individuare le strategie più adatte ad una possibile collaborazione, anche in ottica di sinergie per le prossime tornate elettorali. Primo tra tutti, ovviamente, l’appuntamento di primavera 2008 a Treviso, nuova capitale morale dell’indignazione.

La bandiera di San Marco può garrire al vento laddove c’è volontà di democrazia diretta e territoriale e un senso civico che ci può avvicinare all’Europa e ai paesi alpini di Austria e Svizzera.


Per “I VENETI”
Presidente: Patrik Riondato
mobile 348.90.65.373
fax 0444.138.03.78

E-mail: [email protected]
Web: http://www.iveneti.org

Sede Legale: Via Mare 73 31020 San Vendemiano TV
Sede Operativa: Via Monti 9 36075 Montecchio Maggiore VI


-----
Tutte le informazioni sul sito www.iveneti.org e in particolare per la stampa è possibile scaricare le cartelle stampa all’indirizzo http://www.iveneti.org/press