sbaglia la sinistra a difendere l'attuale assetto della Rai TV difronte alla proposta tecnocratica autoritaria di Veltroni.
Veltroni ha capito la la Raitv è finita e che oramai arranca assieme a medioset dentro la pozza fangosa di una informazione omologata (prima che il giornalista finisca la frase si sa già cosa dirà...) e priva di slanci culturali dal momento che i format vengono acquistati quasi tutti dalla peggiore televisione di intrattenimento del mondo, quella americana..
Meglio fare risparmiare agli utenti due miliardi di euro all'anno ed affidare la RaiTV ai una cooperativa gestita dagli stessi dipendenti (quasi tutti di alto livello burocratico e di stipendio).
La democrazia italiana non ne patirà alcun danno. Eviteremo gli spettacoli inverecondi di politici presenti ossessivamente in tutte le ore ed in tutti i programmi.
Toglieremo dalle spalle degli italiani un consiglio di amministrazione costosissimo, forse il più costoso del mondo con stipendi che danno scandalo ed offendono.
Pietro Ancona da Palermo