User Tag List

Pagina 13 di 35 PrimaPrima ... 312131423 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 343
  1. #121
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.thepeoplesvoice.org/cgi-b...ation_denied_e




    Italian Humanitarian Delegation DENIED ENTRY TO GAZA

    “Gaza must live”


    Photo from Jer and Whit Visit Palestine
    PeacePalestine
    Statement from Eretz checkpoint
    Apropos concentration camps:
    This morning the Italian solidarity delegation, which departed from Rome yesterday, was blocked by the Israeli military at the Eretz checkpoint. Entry into Gaza was denied.
    The criminal embargo imposed by Israel, the U.S. and the European Union is not limited to goods but does cut all human contacts. The Gaza strip is not an open air prison but an outright concentration camp. Prisoners usually are allowed to receive visits, but not in Gaza.
    With the lockout of this morning the Israeli government slapped as well in the face of the Italian authorities. The Italian foreign ministry had assured that all necessary steps had been taken to allow the delegation into Gaza.
    In order to denounce the genocidal embargo the solidarity delegation will continue its activities in the forthcoming days. For tomorrow morning a press conference has been scheduled in Ramallah as well as a meeting with the Italian consulate in Jerusalem where we will express our protest in the strongest terms possible. In the afternoon we will demonstrate against the embargo in Bethlehem on the occasion of Christmas matins. Meanwhile we are contemplating about a new protest action at the Eretz checkpoint.
    We will keep you informed.
    Italian solidarity delegation “Gaza must live”
    December 23, 2007
    Response from Popular Committee Against Siege
    Dear Italians, lovers of freedom,
    We are very sorry for what happened to you but this is an indication of the false claims of our oppressors. Israelis claim that they are democratic, but you have seen that they are barbarous by denying your entry to Gaza strip. This shows how Israeli democracy is false. It's only a game to make the people believe that they are victims. Yet, you have seen that the are putting all Gaza residents in a big concentration camp to perish one by one. But, they will never succeed because we are supported by the real democratics like you, the real lovers of freedom who came from far places to say nay for Israeli's crime.
    Your attempt has debunked the Israeli allegation that they are the paragon of democracy. Imagine that what you have faced is always happening to patients! They are being killed in cold blood. Israelis are violating human rights laws, accords, charters and the IV Geneva Conventions. However, USA and EU are supporting them in a very flagrant way.
    Even though you were not allowed in, but our children were very happy that you tried to come and help them. They keep clinging hope on people like yourselves. We express our heartily thanks. We invite you to make more attempts to get into Gaza Strip. The Gaza Strip is in bad conditions, so Israelis will do all steps to prevent others from seeing the real picture. The siege associated by Israeli media blackmail. Today, the number of death toll of Gaza patients under blockade has risen up to 50. So, again we stress on your visit to Gaza…. Or more people will die….
    PCAS is still determined that you come to Gaza Strip to interact with what's going on. Your visit will make the world exposed to humanitarian crisis. If you tried again to get in and they prevent you we suggest the follows:
    1-We will make a big demonstration to Eretz checkpoint.
    2- You can organize a demonstration from your side associated with some Israeli peace bodies and groups.
    3- We will organize a press conference on our side and you do the same on your side.
    4- You have to attract more media coverage on your side.
    5- We will be pleased to publish anything from your side in our website: http://www.freegaza.ps/
    6- We invite you to bring more activists into Israel and to launch a big demonstration.
    PCAS is still waiting your visit to Gaza and it will facilitate all burdens from your side.
    Looking forward for more coporation,
    PCAS Chairman
    Jamal N. KHOUDARY

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #122
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come in un campo di concentramento
    A GAZA NON SI ENTRA!

    Per denunciare il brutale divieto con cui le autorita’ israeliane hanno impedito l’accesso a Gaza della delegazione umanitaria
    Per denunciare la connivenza vergognosa delle autorita’ politiche e diplomatiche italiane con quelle israeliane
    Per informare i mezzi di comunicazione riguardo agli incontri svolti dalla delegazine con le formazioni della Resistenza palestinese



    comunichiamo che domani, 28 dicembre, alle ore 12,30
    la delegazione di ritorno da Gaza svolgera’ un conferenza stampa a Roma

    Presso - Hotel Madison Via Marsala, 60 - 00185, Roma

  3. #123
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Roma, 28 dicembre: Conferenza stampa della Delegazione di ritorno da Gaza

    Come in un campo di concentramentoA GAZA NON SI ENTRA!

    Per denunciare il brutale divieto con cui le autorità israeliane hanno impedito l’accesso a Gaza della delegazione umanitaria

    Per denunciare la connivenza vergognosa delle autorità politiche e diplomatiche italiane con quelle israeliane

    Per informare i mezzi di comunicazione riguardo gli incontri svolti dalla delegazine con le formazioni della Resistenza palestinese


    Comunichiamo che domani, 28 dicembre, alle ore 120

    la delegazione di ritorno da Gaza
    svolgerà una conferenza stampa a Roma
    Presso - Hotel Madison, Via Marsala, 60 - 00185, Roma

    http://cpr.splinder.com

  4. #124
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Poche persone. Organi di stampa che si contavano sulle dita di una mano... Niente da commentare.

  5. #125
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gli attacchi israeliani provocano 8 vittime tra Striscia di Gaza e Cisgiordania.28-12-2007 Cisgiordania-Gaza
    Gaza/Ramallah - Infopal
    Sale a 7 il numero delle vittime del bombardamento israeliano contro la Striscia di Gaza. Un'altra, l'ottava, si è registrata a est di Ramallah, caduta sotto il fuoco delle forze speciali israeliane.
    Dalla notte scorsa e fino a questa mattina, è salito a 7 il numero dei morti nella Striscia di Gaza e più di 20 quello dei feriti, nella nuova escalation israeliana.
    Da ieri sera fino all’alba di oggi, l’aviazione dell’occupazione ha attaccato diverse volte il sud e il centro della Striscia di Gaza. Nel primo attacco, avvenuto nel centro della Striscia, tre missili hanno preso di mira il capo delle brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico, Mohammad Murshed (44 anni), mentre si trovava davanti a casa, nella zona al-Migrafa. Murshed è morto all’istante, e altri 4 sono rimasti feriti, di cui due gravemente.
    L’aviazione israeliana ha anche bombardato con un missile un gruppo di resistenti delle brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, nella zona di Khuza’a, a est di Khan Yunes, a sud della Striscia di Gaza, uccidendo uno dei resistenti, che non è ancora stato identificato, e ferendone altri 5.
    Un gruppo della brigate al-Quds si è salvato da un bombardamento israeliano vicino al passaggio di Rafah, a sud della Strscia di Gaza.
    Testimoni oculari hanno riferito che i carrarmati dell’occupazione, appostati alla frontiera, hanno preso di mira, con diverse bombe, un gruppo dell’ala militante del Jihad islamico, senza causare vittime.

    In precedenza, in due attacchi separati, sono stati uccisi 5 palestinesi e più di 10 sono rimasti feriti, di cui qualcuno molto grave.
    Ucciso a Ramallah accompagnatore di Qree
    All’alba di oggi, a Betunia, ovest di Ramallah, in Cisgiordania, è stato ucciso uno degli accompagnatori di Ahmad Qree, capo della delegazione palestinese per le trattative, durante un'operazione delle forze speciali israeliane.
    Fonti mediche hanno riferito che Mutasem Ahmad ash-Sherif (23 anni), membro della sicurezza presidenziale palestinese, uno degli accompagnatori personale di Amhad Qree, è stato ucciso nella sua casa dal fuoco delle forze di occupazione israeliane.

    Le unità speciali israeliane hanno invaso la casa di ash-Sherif, nella città di Betunia, a ovest di Ramallah, e gli hanno sparato, nonostante non fosse "ricercato" dalle forze di occupazione e avesse eseguito i loro ordini.
    I testimoni hanno aggiunto che le forze di occupazione hanno sparato alla schiena di ash-Sherif, che è deceduto prima raggiungere l’ospedale governativo di Ramallah.

    Le forze di occupazione si sono ritirate dalla città dopo l’arrivo dei rinforzi militari, oltre 20 carri militari.


    http://www.infopal.it/testidet.php?id=7154

  6. #126
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Notiziario NIP - News Italia Press agenzia stampa - N° 243 - Anno XIV, 27 dicembre 2007

    Delegazione italiana non puo' entrare in Gaza


    La delegazione del Sen. Fernando Rossi bloccata al valico di Erez dall'esercito israeliano

    Una delegazione di 13 persone, compreso un senatore italiano, Fernando Rossi, è bloccata da due giorni al valico di Eretz, il valico che da Israele condice alla striscia di Gaza, per volontà del governo israeliano. la delegazione doveva recarsi a Gaza nella giornata di Natale. Nei giorni precedenti alla partenza si erano succeduti incontri e contatti con il ministero degli Esteri italiano, affinché chiedesse al governo israeliano di garantire l'ingresso nella Striscia. Il 24, invece, è giunta la conferma dalla nostra ambasciata del divieto di entrata.
    Il gruppo è formato da Leonardo Mazzei «Comitato Gaza Vivrà» - Fernando Rossi, Senatore - Giovanni Franzoni, Comunità Cristiane di Base - Lucio Manisco, Giornalista ed ex parlamentare - Maria Grazia Ardizzone, Campo Antimperialista - Elvio Arancio, Centro studi cultura islamica di Torino – Davide Casali, Fotoreporter, inviato di Infopal.it - Giuseppe Pelazza, Avvocato - Vainer Burani, Avvocato, membro «Giuristi Democratici» - Maria Grazia Da Costa, Operatrice sanitaria - Ugo Giannangeli, Avvocato, onlus «Per Gazzella» - Zeno Leoni, Giornalista - Carmela Vaccaro, Docente universitaria, esperta di acqua - Erika Miozzi, Associazione umanitaria di volontariato «Sumud» - Anika Persiani, Associazione umanitaria di volontariato «Sumud» - Margarita Langthaler «Comitato Gaza Vivrà. Vienna» - e si trova al momento fermo al valico.
    Sacchi con medicinali, giochi e altro materiale sono stati consegnati ai volontari di due Ong italiane attive da tempo all'interno di Gaza e verranno distribuiti alla popolazione.
    I delegati stanno monitorando la situazione del piccolo flusso di palestinesi che entra e esce dalla Striscia.

    Il senatore Fernando Rossi ha affermato a News ITALIA PRESS che "si tratta di una situazione molto grave. Un Paese come l'Italia che ha degli accordi militari con Israele e vuole fare una missione unmanitaria a Gaza, ma non può effettuarla senza che gli vengano fornite motivazioni, visto che per ora i militari non ci hanno spiegato nulla, questo mi pare proprio che possa essere definito come una situazione grave. Tanto più che è un mese che cerchiamo di organizzare tramite la Farnesina a l'Ambasciata italiana in Israele questa missione. Forse i rapporti fra San Marino e Tel Aviv sono più chiari che quelli che ha Roma con la capitale israeliana. Il sospetto, che è più di un sospetto, è che non si voglia far conoscere la situazione interna a Gaza anche perchè le notizie di persone che vengono da lì e che abbiamo ascoltato parlano di profonda crisi".
    La delegazione italiana ha raccolto naturalmente la solidarietà dei gruppi palestinesi. "Bahar e il gruppo parlamentare di Hamas apprezzano il tentativo della delegazione italiana di recarsi nella Striscia Gaza - si legge in un comunicato stampa -. Il dott. Ahmad Bahar, presidente con delega del Consiglio Legislativo Palestinese, ha lodato l'iniziativa della delegazione italiana in visita in Palestina, che sta compiendo degli sforzi per sciogliere l’assedio imposto sul popolo palestinese".
    Bahar ha definito la delegazione italiana come la "coscienza umana viva che vuole combattere contro l’ingiustizia e le aggressioni praticate dall’occupazione israeliana nel terribile silenzio internazionale".
    Bahar ha denunciato la sofferenza in cui si sta dibattendo la Striscia di Gaza colpita da una crisi umanitaria a causa dell'embargo e dell'assedio, che hanno distrutto l’economia.



  7. #127
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La delegazione italiana ha incontrato un dirigente di Hamas in Cisgiordania28-12-2007 Gaza
    Ramallah - Infopal
    Ieri sera, la delegazione italiana "Gaza Vivrà" ha incontrato dirigenti di Hamas in Cisgiordania, dopo che gli è stato impedito, per tre volte, di entrare nella Striscia di Gaza.
    La delegazione italiana ha ascoltato le relazioni del movimento di Hamas che ha sottolineato come, le pratiche israeliane, in particolare lo stretto assedio contro la Striscia, siano rivolte a uccidere migliaia di malati (sono già 51) e altri cittadini bloccati ai passaggi.

    Da parte, la delegazione italiana ha confermato il messaggio umanitario e politico, e ha condannato la decisione di lasciare che la Striscia di Gaza muoia di fame e per la mancanza di medicine, considerando tale atteggiamento come "la vergogna del terzo millennio".
    Messaggio politico
    Il messaggio politico della delegazione sta nella sua insistenza a voler incontrare la delegazione di Hamas e nel telefonare al premier Ismail Haniyah “come primo ministro eletto”. Diversi membri della delegazione, infatti, parteciparono come osservatori internazionali alle elezioni legislative nel gennaio del 2006.
    La delegazione ha terminato il messaggio dicendo: "Hamas rappresenta una struttura importante nell’asse internazionale per contrastare il dominio imperialista nel mondo e deve essere ringraziata e rispettata da parte di tutte le persone libere”.
    Essa ha espresso la delusione per le posizioni dei governi europei che si adeguano al dominio americano, confermando che l’anima dei popoli europei è a fianco dei diritti del popolo palestinese, in particolare, con la resistenza all’occupazione.
    La delegazione ha chiesto di documentare i crimini israeliani, in particolare l’assedio di Gaza, per affinché siano giudicati come tali, e ha ribadito la solidarietà ai deputati rapiti.

    Essa spera, inoltre, di poter accedere ai tribunali israeliani per manifestare solidarietà e per difendere i detenuti palestinesi, tra cui il presidente del Consiglio Legislativo Palestinese, Aziz Dweik.
    La delegazione ha condannato la decisione dello Stato israeliano di impedirle l'ingresso nella Striscia di Gaza, e si è meravigliata della risposta ricevuta dal consolato italiano secondo cui l'area è sotto autorità dell’esercito israeliano.
    Alla fine dell’incontro, durato cinque ore, la dirigenza di Hamas ha ringraziato la delegazione italiana, e ne ha apprezzato gli sforzi di portare alla popolazione e alla dirigenza della Striscia un sentimento umano che unisce tutti i popoli.

    http://www.infopal.it/testidet.php?id=7156

  8. #128
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Delegazione italiana a Gaza: comunicato stampa di Hamas e del governo Haniyah.26-12-2007 Gaza
    Gaza - Infopal
    Bahar e il gruppo parlamentare di Hamas apprezzano il tentativo della delegazione italiana di recarsi nella Striscia Gaza
    Il dott. Ahmad Bahar, presidente con delega del Consiglio Legislativo Palestinese, ha lodato l'iniziativa della delegazione italiana in visita in Palestina, che sta compiendo degli sforzi per sciogliere l’assedio imposto sul popolo palestinese.
    Bahar ha definito la delegazione italiana come la "coscienza umana viva" che vuole combattere contro l’ingiustizia e le aggressioni praticate dall’occupazione israeliana nel terribile silenzio internazionale.
    Bahar ha denunciato la sofferenza in cui si sta dibattendo la Striscia di Gaza colpita da una crisi umanitaria a causa dell'embargo e dell'assedio, che hanno distrutto l’economia.
    L’assedio israeliano sta coinvolgendo la delegazione di solidarietà con il popolo palestinese, perché vuole impedire che venga fuori la verità su quanto sta succedendo a Gaza.
    Bahar ha invitato i cittadini liberi del mondo e i parlamenti arabi ed islamici a seguire l'esempio della delegazione italiana che vuole fare conoscere le violazioni israeliane contro il popolo palestinese e accelerare la fine dell’assedio.
    Le autorità di occupazione israeliane, oggi, hanno impedito per la seconda volta l’ingresso della delegazione italiana attravderso il valico di Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza, La delegazione comprende diverse personalità politiche, sociali, parlamentari, giornalisti, accademici e rappresentanti della società civile.
    Il gruppo di Hamas apprezza il gesto della delegazione italiana
    Da parte sua, il gruppo parlamentare del "Cambiamento e della Riforma" "ha apprezzato la visita della delegazione italiana nei territori occupati palestinesi e gli sforzi per poter incontrare i parlamentari sequestrati nelle prigioni israeliane".
    Durante un collegamento telefonico, il gruppo parlamentare ha ringraziato molto la delegazione italiana per il tentativo di entrare nella Striscia di Gaza e conoscere da vicino gli effetti disastrosi causati dall’assedio.
    La delegazione italiana ha espresso la speranza di riuscire a entrare a Gaza e ha sottolineato di esser portatrice del messaggio umanitario di molti italiani, svizzeri e di altre parti del mondo, simpatizzanti e sostenitori della Questione palestinese.
    Da parte sua, il governo Haniyah condanna il divieto israeliano di fare entrare la delegazione italiana nella Striscia e lo considera un tentativo per nascondere i propri crimini nell'area.
    Il dott. Mohammad Awad, direttore dell’ufficio del Consiglio dei ministeri nel governo Haniyah, ha condannato il divieto israeliano di far entrare nella Striscia la delegazione italiana guidata dal senatore della Repubblica italiana Fernando Rossi.
    Durante la conferenza stampa svoltasi a Gaza questo pomeriggio, Awad e l’ex ministro per gli affari dei profughi, dott. Atef Odwan, hanno espresso il rammarico per il comportamento delle forze israeliane, e, nello stesso tempo, hanno ringraziato le personalità italiane che sono arrivate a Gaza senza riuscire a entrare.
    Awad ha sottolineato che la delegazione italiana intendeva effettuare diverse visite di solidarietà con gli abitanti della Striscia, che "vivono sotto l’ingiusto assedio che viola tutte le leggi internazionali" e ha aggiunto che il governo era in contatto continuo con la delegazione e che aveva preparato un programma per il giro nella Striscia - tra cui l'incontro con il primo ministro Ismail Haniyah.
    Awad ha chiesto di esercitare pressioni sul governo israeliano per fermare le aggressioni contro il popolo palestinese e rompere l’assedio imposto sulla Striscia.
    Statement about preventing the Italian delegation to enter the Gaza Strip


    The Palestinian Territories are suffering form the siege imposed for years on the Palestinians specially in the Gaza strip, where 1,5 million people live under the sanctions and the closure of the passages.

    In this week the Occupation authorities prevented an Italian delegation from entering the Strip to express their solidarity with the isolated people and to see how misery is the situation in Gaza, how do the sanctions affect their lives. The delegation also was schedule to estimate the medical situation in Gaza, which is on the verge to collapse due to the lack of the Medical supplies.

    The delegation consisted from well-known figures, representatives, Academics and Human Rights’ activists from the Italian society, including the Senate "Fernando Rosse", and the member of "Gaza Will Live Committee" "Leonardo Mazzei".

    Even they were not allowed, the delegation was determined to enter the Gaza Strip, they expressed their refusal to the Israeli prevention by making a sit-in in the Italian Consulate in Jerusalem and anther one near the Nativity Church, in spite of the coordination by the Italian Foreign Ministry to allow the delegation to enter the Strip and to meet with the Prime Minister Ismael Haniya and the Deputy Speaker Dr. Ahmad Bahar.

    Thus, we consider not allowing such delegation to visit Gaza as an Israeli attempt to disguise the terrible facts resulted from the illegal sanctions and from the daily Israeli crimes, killings and assassinations to be witnessed by the Europeans.
    Also, it is clear from the Israeli prevention that they do not want to see any kind of solidarity with people in Gaza.

    We are very thankful and grateful to the Italian delegation for its attempts to visit us, and we invite all the international NGOs to send delegations to see how the Palestinians are suffering from an illegal isolation, and to convince your governments to pressure on the Occupiers to end their shameful crimes that do not differentiate between a child, woman or old-man.

    We confirm to our people that we will keep working to break the siege, we will keep clinging to our national principles, we will disclose to the World the atrocities and crimes committed by Israel against our people and we will engage with the International Community for the purpose of reclaiming our rights.

    Gaza, 26/12/07

    http://www.infopal.it/testidet.php?id=7142

  9. #129
    Omia Patria si bella e perduta
    Data Registrazione
    14 Apr 2006
    Località
    Contro l'Unione Europea prigione dei Popoli Per un'Europa di Nazioni libere, eguali e sovrane!
    Messaggi
    4,649
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi sembrava strano che lasciassero entrare la delagazione italiana a Gaza, ma è meglio così perché il governo israeliano ci ha fatto una pessima figura e dimostrato di avere il controllo degli accessi alla Striscia al 100%.

  10. #130
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,395
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Qui potete vedere/ascoltare tutta la conferenza stampa di ieri: http://www.radioradicale.it/scheda/2...a-non-si-entra

 

 
Pagina 13 di 35 PrimaPrima ... 312131423 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 924
    Ultimo Messaggio: 18-03-08, 14:47
  2. Appello per la fine di un embargo genocida - Gaza vivrà!
    Di Outis nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 29-12-07, 12:23
  3. Appello per la fine di un embargo genocida - Gaza vivrà!
    Di Outis nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 19-11-07, 20:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226