User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito OT: articolo su islam e comunita' internazionale

    Mia traduzione un po' veloce dell'articolo di Hugh Fitzgerald (jihadwatch.com) sulla "comunita' internazionale"...l'articolo che avevo citato rispondendo a max_adhego nell'altro thread ormai andato in vacca...quindi lo riattacco qui.

    Spunto di discussione, se non altro.

    ------------------------------
    L'Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite,
    Louise Arbour, ha dichiarato lunedi' scorso che intolleranza e pregiudizi
    soprattutto verso i Musulmani sono comuni in Europa, e ha invitato
    i governi europei a combattere il problema.[...]

    Le assunzioni, la conoscenza deviata, l'atteggiamento mentale,
    l'intera visione del mondo di Louise Arbour, di tutte
    le louise-arbours del mondo, va anatomizzato, messo
    sul tavolo o studiato da vicino. Come ha raggiunto queste
    opinioni, nel ruolo che occupa? Quale formazione ha avuto?
    Ha studiato la storia? Ha studiato l'Islam? Se l'e' studiati
    da sola e si e' chiesta se magari non avesse il dovere
    di studiare l'Islam, di studiare la storia delle conquiste
    islamiche e la sottomissione dei non-Musulmani--Cristiani,
    Ebrei, Zoroastriani, Hindus, Buddisti e altri--nel tempo
    e nello spazio? O sara' rimasta soddisfatta della blanda
    opinione di Bush e Blair, cioe' che visto che l'Islam e'
    comunemente definito una "religione", di conseguenza
    ha automaticamente diritto al rispetto, senza discussioni,
    perche' una "religione" e' cosa buona.

    Penso che a questo punto Louise Arbour protesterebbe.
    Insisterebbe che non e' quella la sua opinione, perche'
    sarebbe veramente offesa di essere paragonata a Bush.
    O direbbe quello che un alto ufficiale del Pentagono,
    leggermente scosso dalla mia presentazione ma non abbastanza,
    aveva cercato di assicurarmi qualche anno fa, che
    la mia visione dell'Islam deve essere sbagliata
    e che l'Islam non e' di per se' cattivo, perche'
    e' la fede di 1 miliardo di persone al mondo.
    E' sono una riedizione del vecchio titolo "50 milioni
    di francesi non possono avere torto" [Famoso musical
    americano anni '20, NDT], riveduta e corretta, e molto
    pericolosa come base di scelte politiche.

    Come arrivano alla loro formazione mentale le louise-arbours
    di questo mondo? Come impiegata pubblica canadese [la Arbour
    e' Canadese, NDT], sara' stata abituata fin da giovane
    a definirsi "NON-Americana", che spiega molto del suo
    atteggiamento verso il mondo. Questo atteggiamento
    di sentirsi non-Americani e' comune in molti --ma non tutti--
    in Canada. Una variante in piccolo sono quei politici di sinistra
    neozelandesi i cui atteggiamenti derivano dal desiderio
    di dimostrare che la Nuova Zelanda NON e' come l'Australia
    [severa in materia di immigrazione e politica estera, NDT].

    C'e' un tipo di persone che fanno del mondo il loro giardino,
    che si ammantano dell'ideale di Fare del Bene, perche'
    lavorano in nome di qualcosa che invocano sempre e che
    non esiste, la "comunita' internazionale". Queste persone
    sono simili a quelle che governavano l'Impero Britannico.
    Erano borghesi inglesi che in India e nel resto dell'Impero,
    potevano raggiungere uno status sociale e un livello
    di vita che non avrebbero mai potuto avere in patria.

    Al giorno d'oggi, la gente che non vive in Occidente trova
    i salari e benefici di queste "organizzazioni internazionali"
    incredibilmente alti, e le condizioni di lavoro da barzelletta
    per quanto poco c'e' da fare. Inoltre, occidentali come
    Louise Arbour, o la sua degna compare Mary Robinson,
    o Brian Urguhart, che difendeva la gestione ONU di
    Annan costi-quel-che-costi (e Annan & figlio costavano
    parecchio), o i megalomani dei meeting di Davos
    (tipo Jeffrey Sachs con il suo "Istituto-per-Risolvere-
    il-Problema-della-Poverta'-nel-Mondo" creato
    appositamente a Columbia University per il Sachs
    medesimo), tutti costoro hanno altre ragioni
    per amare cosi' tanto la "comunita' internazionale"
    e diventare "portavoci" di questa o quella causa.
    Perche' sono tutti esponenti di un curioso fenomeno
    contemporaneo: cittadini dell'Occidente sviluppato
    che si identificano quasi interamente con una amorfa
    "comunita' internazionale" minacciata, secondo loro,
    proprio dall'Occidente sviluppato. Perche' questo
    Occidente e' cosi' crudelmente contrario a dividere
    la propria ricchezza in parti uguali nel mondo.
    Perche' non ha intenzione di piegarsi al resto del mondo.

    Ma queste persone non connettono mai il livello di poverta'
    e malgoverno di tanti paesi del terzo mondo
    con il sistema di credenze locali e il comportamento
    conseguente dei cittadini in quei paesi malgovernati
    o non-sviluppati, o con le loro naturali capacita'
    e inclinazioni. Perche' se facessero cosi', dovrebbero
    cominciare a suggerire che certe altre cose possono essere
    la ragione del successo dell'Occidente e della sua tolleranza.
    Cose come la certezza della legge uguale per tutti,
    l'attenzione per i singoli individui, il riconoscimento
    della proprieta' individuale, la liberta' di parola
    e pensiero, l'alfabetizzazione e istruzione diffusa,
    l'incoraggiamento della libera ricerca e dello spirito
    critico. E ora in nome di quella stessa tolleranza,
    questi amanti della "comunita' internazionale" vorrebbero
    costringere l'Occidente ad adattarsi a quelli che sono
    ostili a tutto quello che ha reso l'Occidente quello che e'.
    E quando qualcuno in Occidente comincia a ribellarsi,
    arrivano subito le louise-arbours, le mary-robinsons
    a dirci che si tratta di "Islamophobia".

    Sono una razza strana e sgradevole, questi
    comunita'-internazionalisti del modo. Parte della loro
    deformazione professionale, o stupidita', consiste nel
    minimizzare, ignorare o distruggere qualunque legame speciale
    potrebbero aver avuto con la propria patria, che li rende
    Americani o Canadesi. Questi legami naturalmente richiedono
    un certo interesse, una certo piacere nel conoscere
    la storia della propria patria, la sua lingua, letteratura,
    arte, nel bene e persino nel male. Invece, meta' della
    loro vita la spendono in aeroporti, per poi essere ufficialmente
    salutati da qualche autorita' locale, con i soliti sorrisi
    e strette di mano, e magari una bambina che si fa avanti
    col mazzo di fiori e un abbraccio. Cosi' tanti impegni
    di viaggio, cosi' tanti solenni conclavi e meetings, meetings,
    meetings, cosi' tante Dichiarazioni di Principio, cosi' tanti
    Processi di Pace da "portare avanti", cosi' tanta Shuttle
    Diplomacy, cosi' tante chances di sentirsi ed essere importanti.
    C'e' da stupirsi se cosi' tante persone trovano cosi'
    piacevole, dopo essersi laureate in qualche buona
    universita', magari in legge, andare a lavorare per
    qualche gruppo internazionale, qualche NGO del tipo
    standard anti-Americano e anti-Israeliano, o per l'ONU,
    o roba del genere? Cosi' poi puoi viaggiare per tutto
    il mondo. Ma non a fini malvagi come gli avvocati delle
    multinazionali o i businessmen Occidentali. Invece, viaggiare
    come qualcuno la cui fedelta' e simpatia va interamente
    alla "comunita' internazionale", quella maledetta e perfida
    invenzione, la "comunita' internazionale".

    Autocelebrandosi, Louise Arbour continua il suo programma
    di visite, da capitale a capitale--oggi Davos, domani Dacca--
    e lavora, senza accorgersene, per la distruzione del meglio
    che sia stato prodotto nel campo delle istituzioni
    politiche per proteggere arte, scienza e ogni tipo
    di liberta' di pensiero. Cioe', lavora per distruggere
    quello che e' stato realizzato nell'Occidente avanzato
    e non avrebbe mai potuto essere raggiunto nell'Islam
    o sotto il controllo Islamico.

    Hugh Fitzgerald, jihadwatch.com

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bell'articolo.

 

 

Discussioni Simili

  1. Siria: la Russia spiazza la comunità internazionale
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 18-12-11, 16:06
  2. La comunità scientifica internazionale sul processo ai sismologi
    Di ItaliaLibera nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 19-09-11, 21:32
  3. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-06-09, 14:52
  4. Siamo Vergogna Comunità Internazionale
    Di nuvolarossa nel forum Politica Estera
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-07-06, 19:14
  5. Si invita la Comunità internazionale a condannare i Laogai
    Di Forzanovista nel forum Politica Estera
    Risposte: 65
    Ultimo Messaggio: 13-01-06, 16:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226