User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Jul 2009
    Messaggi
    6,462
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Per un pugno di dollari

    Rapporto shock sulla compagnia Blackwater
    quasi 200 conflitti a fuoco in meno di due anni
    "Così le guardie private Usa
    uccidevano i civili di Bagdad"


    L'ultimo caso: spari sulle auto, 11 morti tra i quali un bimbo
    dal nostro corrispondente MARIO CALABRESI




    Uomini della Blackwater in Iraq

    NEW YORK - "La diplomazia dei cowboy: i mercenari che uccidono in tuo nome". Questo il titolo della storia di copertina dell'inserto di domenica del New York Post, tabloid conservatore di proprietà di Rupert Murdoch, che raccontava le gesta della più grande compagnia di sicurezza privata che lavora in Iraq per il governo americano: la Blackwater.

    Da anni le società che gestiscono le quasi cinquemila guardie del corpo occidentali sono accusate per le violenze e gli incidenti causati, e per l'impunità di cui godono, ma solo da domenica 16 settembre è cominciata a crescere anche negli Stati Uniti l'indignazione per alcuni loro comportamenti. Quel giorno un convoglio della Blackwater, che stava scortando un gruppo di funzionari dell'ambasciata americana nel quartiere Mansour di Bagdad, temendo un'imboscata ha aperto il fuoco su un gruppo di automobili civili uccidendo 11 persone tra cui un bambino di nove anni.

    Una strage che ha scatenato la rabbia irachena: il governo dello sciita Al Maliki ha espulso la società dal Paese revocandole la licenza. E l'Amministrazione Usa ora ha deciso di inviare una squadra speciale dell'Fbi a Bagdad per investigare il caso e riferire se ci sono gli estremi per un'inchiesta penale da parte di un tribunale americano. L'indagine dei federali andrà ad aggiungersi a quella del governo iracheno e alle inchieste già in corso del Pentagono e del Dipartimento di Stato.

    Ma a gettare benzina sul fuoco lunedì è arrivato un rapporto di 15 pagine della Commissione di controllo sulle attività del governo, guidata dal democratico Henry Waxman, in cui si sostiene che dal 2005 a oggi la Blackwater - il principale contractor privato americano in Iraq, che garantisce la sicurezza ai diplomatici dello State Department - è stata coinvolta in almeno 195 conflitti a fuoco e che i suoi uomini hanno sparato per primi in più dell'ottanta per cento dei casi.



    Nel rapporto inoltre si accusa il Dipartimento di Stato di non aver chiesto conto alla società dei troppi incidenti ma anzi di averla coperta ogni volta che accadevano: "La prima preoccupazione del Dipartimento - si legge - sembra essere sempre stata quella di chiedere alla Blackwater di indennizzare economicamente le vittime degli incidenti anziché cercare le responsabilità per l'accaduto o indagare se c'erano stati comportamenti criminali".

    Così si scopre che alla vigilia di Natale dell'anno scorso uno degli uomini della compagnia, tornando da una festa completamente ubriaco, uccise uno degli agenti di scorta del vice presidente iracheno Adil Abd-Al-Mahdi. Immediatamente l'uomo venne rimpatriato e la Blackwater se la cavò con soli 15mila dollari di risarcimento alla famiglia della vittima.

    Ma non solo, si scopre ora che la compagnia, che impiega soprattutto ex uomini dei reparti speciali americani e li addestra in un campo in North Carolina, ha dovuto licenziare 122 persone - un settimo delle sue forze in Iraq - per comportamenti violenti e perché sparavano ubriachi o drogati.

    Per i suoi servizi la Blackwater è costata al governo americano, solo in Iraq, oltre un miliardo di dollari: negli ultimi due anni ha preso 832 milioni di dollari dal Dipartimento di Stato, la metà dei quali senza neanche una gara d'appalto. Soldi ben spesi secondo il fondatore e presidente, l'ex incursore della Marina, Erik Prince, che ieri è stato sentito al Congresso: "Nessun individuo, diplomatico, funzionario del governo o parlamentare in visita, è stato mai ucciso o ferito e l'area in cui operiamo è la più pericolosa dell'Iraq, mentre noi abbiamo perso 30 uomini e ne abbiamo avuti 125 gravemente feriti. Dall'inizio dell'anno abbiamo fatto 1873 servizi di scorta fuori dalla green zone di Bagdad e solo 56 volte, meno del tre per cento dei casi, è stato aperto il fuoco. Gli esseri umani fanno errori, e se hai mille persone sul terreno può capitare che ogni tanto qualcuno faccia cose stupide".

    Gigantesco, capelli rasati con la sfumatura alta, Prince - al centro dell'attenzione anche per i suoi rapporti e per i suoi finanziamenti al partito repubblicano - ha rifiutato la ricostruzione della strage di domenica 16 settembre: "Vi sono stati giudizi affrettati basati su informazioni non accurate: i miei uomini hanno solo risposto al fuoco per sfuggire ad un'imboscata preparata con un autobomba guidata da un kamikaze e da un gruppo di ribelli armati con i fucili automatici Ak 47".

    Quasi contemporaneamente però la Cnn mandava in onda le interviste a due testimoni oculari: il primo è un poliziotto iracheno, Sarhan, il secondo è un uomo di affari di 37 anni, padre del bambino ucciso. Secondo Sarhan il convoglio di quattro veicoli della Blackwater guidava nella direzione sbagliata: "Un vigile ha fermato il traffico per farli passare, le guardie private hanno sparato cinque o sei colpi per allontanare la gente, ma uno di questi ha colpito un'auto uccidendo un ragazzo che viaggiava con la madre". A questo punto secondo alcune versioni l'auto colpita bloccava il passaggio, secondo altre i poliziotti iracheni spararono verso gli uomini della Blackwater: "Gli americani cominciarono a sparare pesantemente in tutte le direzioni uccidendo tutti quelli che erano nelle macchine davanti a loro e chi era per strada. Nessuno ha sparato verso di loro".

    L'uomo d'affari aggiunge: "C'eravamo fermati per far passare il convoglio ed eravamo tranquilli perché stavamo in una zona sicura, ma un attimo dopo hanno cominciato a sparare su tutte le auto e mio figlio Alì, che era seduto dietro di me, è stato colpito alla testa. Chiunque abbia cercato di scendere è stato ucciso. Era l'inferno. Ora non voglio soldi ma che dicano la verità".

    Ieri, all'inizio della seduta al Congresso, Waxman ha chiesto alla Commissione: "La Blackwater sta aiutando o danneggiando i nostri sforzi in Iraq?". A guardare i giornali e le televisioni sembra che la risposta comune cominci ad essere la seconda e che il clima sia cambiato lo dimostra anche il fatto che oggi la Camera voterà una legge che stabilisce che tutti i contractor che operano all'estero potranno essere processati dai tribunali penali americani e - se approvata - darà all'Fbi i poteri per investigarli e perseguirli.

    (3 ottobre 2007)

    http://www.repubblica.it/2007/10/sez...e-private.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Apr 2009
    Messaggi
    15,823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    fra l'altro, anche l'eroe Stefio è sotto indagine in italia...

  3. #3
    Edge of a straight razor.
    Data Registrazione
    12 Sep 2004
    Località
    Unknown Pleasures by Joy Division
    Messaggi
    25,505
    Mentioned
    150 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    adesso che i contractors saranno(forse) più controllati, ed i killer agli ordini delle merda dello zio sam avranno più difficoltà a sostituire in toto le forze armate yankee, non è che bush avvierà per la prima volta(se non mi sbaglio) dopo la guerra del Vietnam una coscrizione di leva?

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Messaggi
    3,935
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Max72 Visualizza Messaggio
    adesso che i contractors saranno(forse) più controllati, ed i killer agli ordini delle merda dello zio sam avranno più difficoltà a sostituire in toto le forze armate yankee, non è che bush avvierà per la prima volta(se non mi sbaglio) dopo la guerra del Vietnam una coscrizione di leva?
    Ne dubito

    La scelta di avere 1 contractor per 1 soldato regolare non è una scelta casuale ma una scelta politica ben definita.
    Un soldato regolare è un soldato controllato...bisogna rendere conto alla cittadinanza della sua sorte, del suo impego, del suo lavoro, del perchè della sua morte e di come è avvenuta, bisogna sapere dov'è, cosa fa...
    Il numero dei soldati in campo, i soldi spesi ecc. ecc. sono informazioni più o meno di pubblico dominio...una presidenza come quella Bush è una presidenza che combatte col Congresso per avere più mano libera...quindi combatte anche con l'opinione pubblica.

    I contractors sono un esercito privato, niente di meno. Non sono le "guardie del corpo" dei diplomatici, sono mercenari al soldo della Presidenza. Peraltro la storia della Blackwater ci fa capire quanto sia legata a triplo filo ai repubblicani (il loro consulente è quello Starr che cercò di "impeachare" Clinton e il loro avvocato è consulente dello staff di Bush).

    E i mercenari sono anche fondamentali per "supplire" alle assenze internazionali...è un fondamentale cambio di rotta, un ritorno all'esercito privato e una perdita colossale per la democrazia (poichè l'esercito nazionale è, tutto sommato, un esercito controllato). E' storia nota il fatto che l'Honduras ha ritirato le sue truppe dall'Iraq nel 2005, in disaccordo con l'operato degli USA...la Blackwater è andata in Honduras e ha raccattato lo stesso numero di soldati assoldandoli nelle sue milizie e spedendoli in Iraq. Questo significa che non c'è più bisogno di un'armata internazionale (e, di nuovo, del controllo dell'opinione pubblica e del governo degli altri stati) perchè basta avere una multinazionale del mercenariato per fottersene allegramente di ciò che pensano governi democraticamente eletti. Ad Haiti il 92,5% della popolazione è contro la guerra in Iraq ma c'è un massiccio numero di soldati haitiani in Iraq, al soldo della Blackwater che offre soldi facili (occhio...solo se vivi, perchè se muori o torni mutiliato non ti aspettare risarcimenti o cure...son cazzi tuoi!).

    Ultima cosa...nessuno controlla i mercenari, nessuna opinione pubblica viene a chiederti dove sono, cosa fanno, quanti ne muoiono e perchè...E se emerge che i mercenari Blackwater sono coinvolti nel doppio degli episodi dubbi in Iraq vuol solo dire che ne beccano il doppio...ma quelli son pagati per fare il lavoro sporco!

    Ci credo poco che ora debbano rispondere alla giustizia irachena...chi vogliono prendere in giro? E la mossa americana di bloccare qualsiasi personaggio precedentemente "protetto" dai contractors/bodyguard è il primo ricatto...curiosamente da che l'attenzione è concentrata sulla Blackwater il Dipartimento di Stato ha intimato alla Blackwater di non dire niente di niente su niente e nessuno di ciò che fanno in Iraq...chissà perchè.

 

 

Discussioni Simili

  1. la coscia nel pugno
    Di MaIn nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-02-13, 12:39
  2. Usa 2012: per un pugno di dollari
    Di Ringhio nel forum Politica Estera
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 11-11-12, 15:16
  3. Per un pugno di dollari -NO REPORTER
    Di VECCHIO nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-04-06, 09:15
  4. La Rosa nel Pugno..
    Di alexeievic nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-02-06, 22:22
  5. per un pugno di dollari
    Di nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-11-04, 19:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226