User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Apr 2005
    Località
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,825
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito quelli che la politica e' un servizio

    le societa' partecipate sono piu' di 8000 , almeno 6000 sono palesamente inutili ( magari dalla Ragione sociale stessa tipo ( fantasia ) Societa' per la protezione del salame da corsa del varesotto )
    Gli amministratori CDA , Sindaci , eccetera sono piu' di 50000 spesso con stipendi piu' alti di quelli dei parlamentari e con spese che li giustificano : sedi , auto , segretarie , dipendenti
    Bisognerebbe eliminare gli enti inutili mentre la riforma Lanzillotta si accontenta di ridurre di circa 20000 unita' questo esercito di parassiti.
    Ma la politica , la politica miogliore , resiste....


    (2 ottobre, 2007) - Corriere della Sera
    Le nuove misure per i cda delle società pubbliche. L' Ulivo: Palazzo Marino prende tempo, la Provincia ha fatto scelte diverse
    Municipalizzate, tagli rinviati. «A rischio ricorsi»
    Il sindaco: serve il parere della Corte dei Conti contro le possibili istanze dei manager


    Per ora a casa non ci va nessuno. Il taglio delle 16 poltrone nei consigli d' amministrazione delle società a partecipazione comunale può attendere, anzi deve attendere il parere della Corte dei Conti. Lo ha comunicato il sindaco Letizia Moratti durante il vertice di maggioranza, disinnescando così nell' immediato la bomba della rivolta dei partiti. Ma se il sindaco prende tempo, l' opposizione attacca: «Se ne infischiano dei sentimenti della gente sui costi della politica, la Provincia ha fatto scelte diverse», riassume il capogruppo dell' Ulivo Marilena Adamo. Tutto rinviato, dunque, per la mannaia della riforma voluta dal ministro agli Affari regionali Linda Lanzillotta e inserita nella Finanziaria 2007. In base alle nuove norme, entro il 22 novembre i cda non potranno avere più di 5 componenti. Per Palazzo Marino, prima di procedere con l' applicazione della circolare applicativa, è bene sentire il parere della Corte dei Conti, per accertarsi soprattutto che il Comune non corra il rischio di essere accusato di danni all' erario, in caso di ricorsi o di richieste da parte dei consiglieri del pagamento dello stipendio fino alla scadenza del mandato. «Abbiamo chiesto il parere della Corte dei Conti - argomenta il sindaco - perché vorremmo capire come regolarci in caso di mancata dimissione dei consiglieri. In questo momento, se azzeriamo i cda, ci esponiamo al rischio di ricorsi. Se la Corte ci conferma che la circolare del ministro prevale sul codice civile possiamo procedere alle riduzioni». Soddisfatti della soluzione i partiti della Cdl, alle prese con consiglieri che non sembrano intenzionati a dimettersi. «Io chiederei anche un parere alla presidenza del Consiglio - dice Luigi Casero, commissario cittadino di FI -. E comunque il ministro deve fare un decreto, perché la circolare attuale è in contraddizione con il codice civile e non può certo prevalere». «La scelta del sindaco - aggiunge Pasquale Salvatore dell' Udc - mi pare di buonsenso e di garanzia». «Giusto l' iter - condivide il repubblicano Franco De Angelis - ma la data del 22 novembre è sacra. Del resto anche la Moratti l' ha precisato». L' opposizione attacca in consiglio comunale: «Non abbiamo bisogno di aspettare l' interpretazione di nessuno - ribatte Marilena Adamo -. Occorre dare un segnale: che si dimettano i consiglieri d' amministrazione». * * *
    http://archivio.corriere.it/archiveD..._071002016.xml
    Il problema non è Berlusconi , il problema sono gli italiani!

    DISSIDENTE POLITICO IN REGIME DA OPERETTA!
    OH CINCILLA' ... OH CINCILLA'!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Ennesima prova che ormai i dettami dello stato in campo finanziario e della spesa pubblica sono a livello delle famose” grida manzoniane”.

    Questo stato non è più gestibile, se si vogliono seguire le regole della Banca Europea.

    Dispiace per le logge e le retrologge che hanno formato questo stato che loro hanno chiamato italia, e che gli è sfuggito di mano diventando roma-mafia.

    Unico e modesto consiglio a quei operatori fautori di unitarismo: facciano un esame in modo intelligente, come sono sempre le loro allocuzioni, dimostrino ed accettino la realtà. La partitocrazia in questo paese ha preso un tipo di sviluppo antistorico.

    Qui nessuno molla la cadrega.
    Anzi le cadreghe si sviluppano per partenogenesi.

    Dispiace vedere i poteri occulti darsi da fare inutilmente per raddrizzare la barca.
    Lavoro improduttivo, la cultura prevaricativa “latina” è superiore a qualsiasi “altra” forma di potere.

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Ennesima prova che ormai i dettami dello stato in campo finanziario e della spesa pubblica sono a livello delle famose” grida manzoniane”.

    STRAQUOTO
    l'unico modo per far sopravvivere il carrozzone itaglia è far costantemente finta di riformare per poi tenere in piedi ancora privilegi e parassitismi che sono l'unica garanzia di durata di questo stato

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    questi poteri forti non sono poi così forti.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio
    questi poteri forti non sono poi così forti.
    Devono cedere sul principio maniacale di voler mantenere l’italia unita per avere il dominio laico su roma, intesa come simbolo vivente del potere millenario.

    Quando non avranno più questa fisima, e pertanto permetteranno che si formi uno stato al Nord, allora forse verranno nuovamente considerati forti.

    Adesso per un capriccio lasciano mano libera a roma ,e credono che possa vivere con la sua colonia Padana.
    Non si rendono precisamente conto che il concetto religioso sostituente l’impero romano è basato sul principio dell’infinità del divino.

    E questo concetto dell’infinito, roma lo adopera anche nello sciupare.
    .
    E’ vero che i poteri forti non vogliono lasciare che si formi la Padania, ma è anche vero che gli salta il giocattolino dell’euro.

    150 anni di lavoro sull’Europa sciupati.

    Devono decidere se la crisi dell’euro verrà decisa quando vorranno loro, oppure verrà decisa quando lo predisporrà roma.

    Consiglio della sera.
    Mai dare corda a chi ha le mani bucate.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,896
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio



    Devono decidere
    se la crisi dell’euro verrà decisa quando vorranno loro,
    oppure verrà decisa quando lo predisporrà roma.
    la prima che hai detto;
    per quei poteri apolidi, roma è
    niente più che un punto geografico,
    temporaneamente presidiato
    e amministrato dai loro sodali.

    il cambiamento in europa
    arriverà in coincidenza,
    con la caduta del sistema
    turbocapitalista,
    che collasserà per le sue
    intrinsiche contraddizioni.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    me lo auguro anch'io. sarebbe uno spasso parteciparevi.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I C.d.A. delle società partecipate sono la garanzia per la casta,
    se ad una tornata elettorale non si riesce a prendere la cadrega
    non importa perchè un posticino - o diversi posticini -
    il partito di riferimento li assicura.
    Cadregari si nasce, non si diventa.
    Mi piacerebbe sapere quale percentuale chiede un partito
    ad un cadregaro ben piazzato.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226