C’è la Borghesia mafiosa, che ricicla, con una organizzazione criminale integrata nella società, l’enorme capitale di 130 (centotrenta) miliardi di Euro ogni anno, prevalentemente al Centro-Nord Italia (Presidente Commissione Antimafia – Sen. Pisanu) e forse c’è la Borghesia ebete, che non si accorge di niente e proprio per questo non può che contare niente nell’attività socio-economica del Paese. La borghesia che conta, oltre quella mafiosa, è la Borghesia omertosa, che viene ad essere anche connivente ed è sicuramente molto corposa.
La naturale scusa-giustificazione avanzata dalle persone che costituiscono la borghesia omertosa è: “la piovra è talmente potente e radicata che io non posso fare niente, rischierei enormemente, non potrei più lavorare”. Questo significa che siamo dominati catastroficamente dalla piovra stessa!

Il settore della Borghesia omertosa che costituisce la struttura dell’ Informazione è doppiamente responsabile verso tutti i Cittadini Italiani: perché non li informa e perché l’Omertà è l’elemento fondamentale che permette alle Mafie sommerse di svilupparsi sempre più, annientando la libera Economia del Lavoro e la nostra stessa CIVILTA’.
Chi avesse individuato e volesse segnalare altri tipi di Borghesia si faccia avanti.

Numerosissimi sono i casi di Omertà dell’Informazione, portata a conoscenza di estorsioni mafiose gravissime ed anche di delitti, con un seguito di silenzio assoluto. Un caso provato di ciò è dato da quanto segnalato e documentato nel mio sito e dalle iniziative socio-culturali-informative promosse da FuniGiglio.

In conseguenza degli infami esempi di omertà sopra considerati, nonché da parte dei politici e di funzionari delle Istituzioni, si è arrivati all’ Omertà sociale generalizzata.

La guerra a queste mafie sommerse sarà sempre perdente se non riusciremo a ridurre drasticamente l’Omertà, che è la radice della malapianta piovra!

E’ in serio pericolo la nostra stessa vita e la nostra CIVILTA’!

Angelo Funiciello