User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    312
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Legge Elettorale: Fini, Per Votare Basta Cambiare Una Parola

    (AGI) - Milano, 6 ott. - Per votare basta cambiare una sola parola dell’attuale legge elettorale e cioe’ sostituire il termine regionale con nazionale per il premio di maggioranza al Senato”. Gianfranco Fini, leader di Alleanza Nazionale, intervenendo alla Festa Tricolore che si sta svolgendo a Milano ha voluto sottolineare che per modificare la legge elettorale basta cambiare il premio di maggioranza al Senato, che ora e’ regionale, in nazionale. E sul referendum, Fini ha voluto dire che con l’aria che tira altro che arrivare al quorum, si arriva al 90%”. (AGI)

    Chissà cosa ne penserà Bossi di questa ulteriore affermazione di Fini (visto che dovrebbe aver partecipato alla Festa Tricolore anche lui); di certo se avvenisse ciò la Lega scomparirebbe dal Senato. Non mi dispiace certo di questo; ma con tale riforma ci rimetterebbero prima di tutto i cittadini poichè si accentuerebbe sempre più il potere centralista di questo stato e dei suoi partiti romani.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Apr 2005
    Località
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,825
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da daniformica Visualizza Messaggio
    (AGI) - Milano, 6 ott. - Per votare basta cambiare una sola parola dell’attuale legge elettorale e cioe’ sostituire il termine regionale con nazionale per il premio di maggioranza al Senato”. Gianfranco Fini, leader di Alleanza Nazionale, intervenendo alla Festa Tricolore che si sta svolgendo a Milano ha voluto sottolineare che per modificare la legge elettorale basta cambiare il premio di maggioranza al Senato, che ora e’ regionale, in nazionale. E sul referendum, Fini ha voluto dire che con l’aria che tira altro che arrivare al quorum, si arriva al 90%”. (AGI)

    Chissà cosa ne penserà Bossi di questa ulteriore affermazione di Fini (visto che dovrebbe aver partecipato alla Festa Tricolore anche lui); di certo se avvenisse ciò la Lega scomparirebbe dal Senato. Non mi dispiace certo di questo; ma con tale riforma ci rimetterebbero prima di tutto i cittadini poichè si accentuerebbe sempre più il potere centralista di questo stato e dei suoi partiti romani.

    no bossi non sparirebbe perche' il premio resta alla coalizione
    il pbm e' un altro : la costituzione esige che l'elezione del senato sia su base regionale.
    Il problema non è Berlusconi , il problema sono gli italiani!

    DISSIDENTE POLITICO IN REGIME DA OPERETTA!
    OH CINCILLA' ... OH CINCILLA'!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    312
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da furbo Visualizza Messaggio
    no bossi non sparirebbe perche' il premio resta alla coalizione
    il pbm e' un altro : la costituzione esige che l'elezione del senato sia su base regionale.
    io la proposta di Fini la interpreto così:

    elezione del senato su base regionale ma con premio di maggioranza su base nazionale: ed allora qui la Lega ha solo da perderci.

    Penso che il Senato abbia bisogno di una riforma radicale che gli consenta realmente di essere rappresentativo delle comunità regionali; ora come ora assomiglia ad una fotocopia dell'altro ramo parlamentare.

  4. #4
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Si che in Via Bellerio c'è sempre un po' di masochismo, ma dubito che non se la diano della "pericolosità" di una proposta del genere.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Apr 2005
    Località
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,825
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da daniformica Visualizza Messaggio
    io la proposta di Fini la interpreto così:

    elezione del senato su base regionale ma con premio di maggioranza su base nazionale: ed allora qui la Lega ha solo da perderci.

    Penso che il Senato abbia bisogno di una riforma radicale che gli consenta realmente di essere rappresentativo delle comunità regionali; ora come ora assomiglia ad una fotocopia dell'altro ramo parlamentare.
    il premio su base nazionale inficia il carattere regionale dell'elezione

    infatti i seggi di una regione in cui vincesse la coalizione A potrebbero risultare assegnati in maggioranza alla B se questa vince su scala nazionale

    esempio se in Liguria vincesse il CSX ed a livello nazionale il CDX verrebbero assegnati 4 seggi al CDX e 3 al CSX ribaltando l'espressione di voto della regione.
    Il problema non è Berlusconi , il problema sono gli italiani!

    DISSIDENTE POLITICO IN REGIME DA OPERETTA!
    OH CINCILLA' ... OH CINCILLA'!

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Al di là delle valutazioni politiche, per l'ennesima volta risalta l'inutilità delle parole di un omuncolo come fini: le sue parole - come sempre del resto - non hanno alcun valore, in questo caso semplicemente perchè la corte costituzione rimanderebbe indietro un testo del genere consigliando di cambiare spacciatore.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da daniformica Visualizza Messaggio
    (AGI) - Milano, 6 ott. - Per votare basta cambiare una sola parola dell’attuale legge elettorale e cioe’ sostituire il termine regionale con nazionale per il premio di maggioranza al Senato”. Gianfranco Fini, leader di Alleanza Nazionale, intervenendo alla Festa Tricolore che si sta svolgendo a Milano ha voluto sottolineare che per modificare la legge elettorale basta cambiare il premio di maggioranza al Senato, che ora e’ regionale, in nazionale. E sul referendum, Fini ha voluto dire che con l’aria che tira altro che arrivare al quorum, si arriva al 90%”. (AGI)

    Chissà cosa ne penserà Bossi di questa ulteriore affermazione di Fini (visto che dovrebbe aver partecipato alla Festa Tricolore anche lui); di certo se avvenisse ciò la Lega scomparirebbe dal Senato. Non mi dispiace certo di questo; ma con tale riforma ci rimetterebbero prima di tutto i cittadini poichè si accentuerebbe sempre più il potere centralista di questo stato e dei suoi partiti romani.
    Oggi il Senato è eletto su base regionale ma i senatori rappresentano, recita la costituzione, l'intera nazione. Il potere centralista non verrebbe scalfito né da questa riforma né dall'introduzione del Senato federale nominato dalle Regioni, ad oggi appendici dello Stato e dei partiti.

    Noi si pensa che il centralismo coincida col potere legislativo, dimenticando quello esecutivo. E' vero che le Camere sovradeterminano il governo, ma il vero termine del problema che ci affligge non è rappresentato da chi fa le leggi, ma da chi le attua. E' su questo piano che si gioca la sfida decisiva. E' anche vero che se una legge viene fatta dalla Regione sarà attuata dalla Regione, ma oggi viviamo in un sistema di duplicazione dello Stato con due livelli legislativi e due poli di attuazione delle norme che si traducono in tre, quattro livelli amministrativi quando non entrano in gioca altri enti o istituti.

    Questo è il nodo gordiano di un centralismo su cui si è innervato un regionalismo che aggrava la morsa della politica sui sistemi sociali e produttivi.

    Libertà, in primo luogo, significa poche leggi immediatamente intellegibili e condivise dalla maggioranza della popolazione, attuate attraverso un sistema di decentramento altrettanto semplice, competitivo, fiscalmente autosufficiente e fortemente autonomo sul piano regolamentare.

    Poi le leggi può scriverle anche ed esclusivamente lo Stato. L'importante è che dopo si faccia da parte e lasci che le comunità locali, adeguatamente coinvolte nel processo legislativo, si autogovernino e gestiscano direttamente i servizi.

    E' un discorso, sia chiaro, a parte rispetto a quello indipendentista che dovrebbe procedere su un binario parallelo.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Art. 57. della Costituzione
    Il Senato della Repubblica è eletto a base regionale, salvi i seggi assegnati alla circoscrizione Estero.
    Il numero dei senatori elettivi è di trecentoquindici, sei dei quali eletti nella circoscrizione Estero.
    Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a sette; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta uno.
    La ripartizione dei seggi tra le Regioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, si effettua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.


    considerazioni
    A meno di interpretazioni pindariche la ripartizione dei seggi al senato deve avvenire su base regionale. Pertanto il premio a base nazionale non può essere accettato dalla corte costituzionale. L’unica soluzione è quella di modificare l’articolo 57.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito



    Si inventano nuove storie, ma il risultato è uno solo, il sistema non si raddrizza.
    L’unica cosa di cui si parla e che si vuole modificare, con ritorni ricorrenti settimanali, è la legge elettorale. Ossia il sistema di salvare le cadreghe, pur cercando di ubbidire ai poteri forti ed occulti desiderosi che al governo vi sia un solo partito tetragono, in grado di prendere decisioni veloci e drastiche.

    Ma questi poteri (non si capisce se coscienti o no) non vogliono ammettere l’assurdità e la impossibilità della soluzione del problema.

    Non si può pretendere che il Nord sia convinto di essere un paese democratico europeo, di civiltà occidentale e conseguentemente si comporti come tale e poi essere condotto con la mentalità latina.

    Non si può credere che il sistema del potere che risponde solo a se stesso possa continuare.
    O si ritorna indietro culturalmente, economicamente (come stiamo facendo) e si ritorna alla forma di potere forte che determina una classe di servi generalizzata, o bisogna cambiare.

    E per cambiare bisogna dividere.

    Roma continuerà a giocare con i suoi territori del sud a sostenere il concetto della rapacità latina come unica forma ideale di governo, e il Nord resta con la civiltà europea.

    La politica latina non collima con la attuale cultura europea
    Prendere o lasciare.

    Gira e rigira.
    Salta o balla.
    La via è una.
    Dobbiamo ancora aspettare tanto perché si convincano?.

  10. #10
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    C'è ancora il distributore in Piazzale Loreto?

 

 

Discussioni Simili

  1. Una legge elettorale per cambiare l'Italia (e farlo da sinistra).
    Di Monsieur nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 137
    Ultimo Messaggio: 19-03-14, 18:50
  2. La lega vuole cambiare la legge elettorale?
    Di jotsecondo nel forum Padania!
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 30-07-11, 23:35
  3. Fini: l'Unione non vuol cambiare la legge elettorale
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 19-02-07, 10:29
  4. Marini: E' urgente cambiare legge elettorale
    Di Repubblica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 19-10-06, 12:42
  5. cambiare la legge elettorale....subito!
    Di rediga nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-04-06, 18:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226