Per chi non è milanese - chiarisco che il problema della sosta auto a Milano , da sempre emergente , ha assunto da settembre 2007 (ritorno dalle vacanze) i contorni del DRAMMA !

Un AUMENTO DELLE TASSE automobilistiche da 1000/1500 € sotto forma di pedaggi x la sosta (strisce blù) e restrizioni (strisce gialle)

Ma qs , signori , è la giunta fiore all'occhiello del CDX , la giunta di Milano !!!

Eccio alcuni sfoghi :
http://milano.blogosfere.it/2007/08/...-milanesi.html

Aggiungo inoltre che anche in strade sufficientemente larghe quali Via Stendhal e via Dei Grimani dove prima si parcheggiava a "lisca di pesce" ora, con le nuove striscie occorre parcheggiare paralleli al marciapiede, con il conseguente dimezzamento dei posti auto. GENIALE !!!!

Letizia, se ti becco ti sputo in faccia!

*********

Non si arrabbi signor Dario, un po' di comprensione. Alla Moratti serve qualche spicciolo, altrimenti come fa a pagare tutte le consulenze ad iniziare da quelladel suo fotografo personale che ( se non hanno scritto balle i giornalisti) per contratto riceve 80.000 euro all'anno.

********

Occupare il 70% di Milano è un provvedimento illegale e gravissimo. Si tratta di un vero e proprio esproprio.

Prima godevo di un diritto, adesso non più e nessuno mi indennizza. Ma tanto in Italia nessuno si arrabbia mai sul serio.

Ho una ditta con venti dipendenti in Via Stendhal e tornando dale vacanze ho trovato la sopresa righe gialle e blu dappertutto.

Per il tipo di lavoro svolto abbiamo bisogno di muoverci in macchina. Chi glielo spiega ai miei collaboratori che d'ora in poi dovranno spendere 200 euro al mese ed allungare l'orario di lavoro per il tempo perso per cercare parcheggio nei pochissimi spazi blu.

La Moratti deve essere linciata!!! E' ora che i milanesi si arrabbino veramente!

************

Al rientro dalle (poche) ferie, anche io e mia madre abbiamo trovato la simpatica sorpresa delle strisce colorate intorno a casa, una zona residenziale priva di negozi o altre attrattive particolari che non ha mai avuto problemi di posteggio e viabilità.

La nostra situazione è "comica": lei residente a Milano usa l'auto intestata a mio padre e per avere il pass deve farsi concedere l'uso ESCLUSIVO dell'autovettura (cito testualmente).

Io non sono di certo più fortunata, poiché ho la residenza in campagna in casa di mia proprietà e, poiché lavoro a Milano e da dove abito non ci sono mezzi di trasporto per la città, durante la settimana vivo con mia madre: per avere il pass devo farmi concedere da lei l'USUFRUTTO gratuito del monolocale di mia madre con atto registrato!!

A me il tutto pare vergognosamente lesivo della dignità e dei diritti dei cittadini. Siamo lavoratori seri e liberi, non "ladri spreconi e inquinatori"!

Magari, prima di darsi alla pittura artistica, non sarebbe stato meglio costruire strade e vie d'accesso a Milano, i posteggi in periferia - ampi e a prezzi "umani", potenziare la rete di mezzi pubblici, visto che NON CI DIVERTIAMO A GUIDARE PER LA CITTA', e non siamo limoni da spremere?

Forse la "sindachessa" crede alle favole!! Pensa che si venga a Milano solo per fare shopping e per raccogliere i biglietti da 500 euro direttamente da terra!!!

Complimenti, ora come donna nata e cresciuta a Milano, mi sento davvero sicura e tutelata, nella mia città!!!

Grazie Letizia!!!

******

...............e molti altri