User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    per il centro-sinistra
    Data Registrazione
    06 Aug 2009
    Messaggi
    2,065
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Perche’ Giordano E Mussi Accelerano L’unificazione ?

    PERCHE’ GIORDANO E MUSSI ACCELERANO L’UNIFICAZIONE ?


    di Leonardo Masella


    su L'ERNESTO del 17/10/2007


    Il segretario del Prc, Franco Giordano, a chiusura della Direzione Nazionale, invece di criticare il governo che ha approvato un protocollo sul welfare che peggiora addirittura l’accordo del 23 luglio, si è lanciato nella voglia di accelerare il superamento di Rifondazione Comunista nel nuovo soggetto politico di sinistra più generico e moderato, giungendo addirittura a prospettare il lancio di un nuovo tesseramento del nuovo soggetto politico entro l’anno, invece di pensare al tesseramento del partito di cui è segretario. E tutto ciò senza nessun rispetto della democrazia, visto che è il congresso appena convocato che deve decidere cosa fare a sinistra.



    Due minuti dopo la dichiarazione di Giordano, Fabio Mussi, in una risposta che appare ben orchestrata col segretario del Prc, aggiunge al tesseramento la proposta di “assemblea costituente” del nuovo partito di sinistra. Successivamente, ancora Franco Giordano, oltre a dirsi d’accordo con Mussi, afferma testualmente: “Sia chiaro che andremo alle elezioni tutti insieme con un nome e una sigla nuova” (Corriere della Sera, 17 ottobre 2007). Più chiaro di così. Un abbaglio clamoroso hanno preso coloro che si sono illusi che Franco Giordano, anche se lo volesse, potesse fare qualcosa di diverso da ciò che pensa Fausto Bertinotti.


    Non ci si faccia ingannare dalla preoccupazione della americanata delle primarie. La vera preoccupazione, una vera e propria paura per Bertinotti e Mussi, è che si allontani e fallisca il progetto, tanto desiderato, di chiudere l’esperienza della rifondazione comunista e di costruire il nuovo soggetto di sinistra non più comunista, come nel vecchio originario progetto di Achille Occhetto, che difatti fa ora parte della nuova allegra carovana. E allora bisogna farlo prima possibile questo nuovo partito non comunista, prima che frani del tutto.


    E dov’è la frana della “cosa rossa” ? E’ cominciata subito dopo “l’emozione” suscitata dalla separazione consensuale (pardon, dalla scissione) di Sd di Fabio Mussi dal Partito Democratico a conclusione del congresso Ds. Prima hanno cominciato Valdo Spini e Gavino Angius, che hanno rotto le uova nel paniere uscendo dalla Sd ed entrando nella costituente socialista. Poi Sd non aderisce neanche alla moderatissima piazza musicale del 9 giugno contro Bush. Subito dopo Sd approva l’accordo truffa sulle pensioni e welfare del 23 luglio, in totale continuità con la linea di liberismo temperato e di concertazione del vecchio Pds. Subito dopo l’estate Sd polemizza col No della Fiom e si schiera per il Si nella consultazione sindacale. Dopo il referendum ci pensano i moderati di Sd, Crucianelli, Bandoli e Nerozzi a far cambiare l’intenzione di voto di Mussi nel consiglio dei ministri sul protocollo di luglio, che infatti passa dal “se rimane così non lo voto” al Si critico (sic !), senza neanche accorgersi che il protocollo votato è persino peggiorato rispetto a quello concertato a luglio. In conseguenza della retromarcia di Mussi, anche Giordano e Ferrero cambiano idea e passano all’astensione, per non distanziarsi troppo da Mussi e per non mandare all’aria la cosa rossa, alla quale va sottomesso tutto, secondo le direttive di Bertinotti.



    Per non parlare della posizione di Sd in periferia, dove, per esempio, i suoi rappresentanti rifiutano persino di uscire dalla maggioranza di Cofferati a Bologna, neanche di fronte all’accordo sulla sicurezza con An fatto dal Sindaco, giungendo a votare a favore del finanziamento pubblico delle scuole private, su cui il Prc vota invece contro. Su tutte le materie, nonostante Giordano e Ferrero facciano di tutto per andare incontro a Mussi, per avvicinarsi alle sue posizioni moderate, la distanza fra i socialisti europei di Sd e i comunisti del Prc e del Pdci, è pressochè la stessa che ha separato i due partiti che nascevano dalla Bolognina, Rifondazione Comunista e il Pds.



    Una frana totale questa cosa rossa, perché è tenuta insieme col politicismo, prescinde dai contenuti e dal conflitto sociale. Ecco allora la cura. Omeopatica. Aumentare le dosi di politicismo che ha prodotto la malattia, a immagine e somiglianza del processo di costituzione del Pd, pensando persino di riprodurre le primarie in sedicesimi per trovare il leader. Invece che prendere atto della realtà e aggiustare il tiro, Mussi e Bertinotti abbassano la testa e accelerano verso il disastro totale, tale e tanto è il loro rifiuto ideologico di tutto ciò che puzza di comunismo, a cui sono disposti a sacrificare tutto, seguendo le orme dei loro predecessori che di “oltre” in “oltre” ora si ritrovano a fondare il partito democratico americano. Del resto la nuova sinistra che ci si propone di fare è una sorta di variante di sinistra del partito democratico, quasi una sua corrente esterna di sinistra, come l’Udeur di Mastella e l’Idv di Di Pietro sono le sue correnti esterne di destra. Un partito di sinistra compatibile con il liberismo capitalistico dell’Unione europea, con l’imperialismo della Nato e dell’alleanza con gli Usa in politica estera, con l’alleanza organica col partito democratico nell’accettazione del sistema bipolare dell’alternanza.



    Non è un caso che all’indomani delle primarie Romano Prodi si sia affrettato ad auspicare che assieme al Partito Democratico si costituisca in Italia un nuovo partito di sinistra alleato organicamente (e quindi subalterno) al Pd (e al pensiero unico dei padroni).
    Ma la paura di Mussi e Bertinotti è pienamente comprensibile. Il progetto della cosa rossa può fallire clamorosamente. Aiutamolo a fallire.



    www.lernesto.it


    www.giovaniecomunisti.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    1. mi sono sempre chiesto una cosa (che evinco anche da questo articolo): ma Giordano ha mai chiesto il parere agli elettori del PRC riguardo alla "Cosa Rossa";


    2. si poteva trovare un termine più brutto, aberrante, mafioso e disprezzante per il nascente polo socialdemocratico italiano? Chi diavolo gliel'ha proposto questo nome al duo Giordano-Mussi? Un mafioso comunista?

  3. #3
    Comunista democratico
    Data Registrazione
    02 Dec 2004
    Località
    Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo (Gramsci)
    Messaggi
    5,720
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da are(a)zione Visualizza Messaggio
    1. mi sono sempre chiesto una cosa (che evinco anche da questo articolo): ma Giordano ha mai chiesto il parere agli elettori del PRC riguardo alla "Cosa Rossa";


    2. si poteva trovare un termine più brutto, aberrante, mafioso e disprezzante per il nascente polo socialdemocratico italiano? Chi diavolo gliel'ha proposto questo nome al duo Giordano-Mussi? Un mafioso comunista?
    1. Esiste un qualunque segretarioo di partito che abbia mai chiesto agli elettori il loro parere ogni volta che ha deciso una svolta politica?
    2. Non lo sai che essite un noto film di Nanni Moretti con il titolo La Cosa cui la nuova definizione si richiama direttamente?

    Dopo di che condivido non la forma (perchè occorre cautela per raccogliere la più ampia convergenza dentro il partito contro il suo indebolimento o sfaldamento) ma la sostanza delle preocupazioni per l'itinerario politico del PRC.
    Myrddin

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Jun 2007
    Messaggi
    156
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io francamente penso che il segretario di un partito comunista non debba "chiedere al proprio elettorato" cosa debba fare (con il, del, per il) partito.
    L'elettorato oggi è composto da determinate persone domani da altre e poi chi me lo assicura che le persone consultate siano veramente elettori di Rifondazione?

    Un segretario (e con lui identifico tutto il gruppo dirigente, ad ogni livello) deve rispondere agli iscritti al partito stesso.

    Bertinotti però ci ha abituati a conoscere la linea del partito attraverso le interviste ai giornale (almeno fosse stato quello dal Partito) e Giornato si comporta nella stessa maniera.

    In fatto di consultazioni, anche quando vengono annunciate con dichiarazioni roboanti poi non se ne da seguito. Qualcuno di voi si ricorderà che a settembre ci doveva esser la grande consultazione degli iscritti (ed anche di tutti gli elettori) di rifondazione per stabilire se il partito dovesse ancora continuare a stare al governo.
    A parte il metodo per stabilire la linea che il partito dovrebbe seguire, anche il quesito ci fa capire che questo gruppo dirigente è arrivato al capolinea.
    All'inizio del prossimo anno ci sarà il congresso dove si dovrebbe "fare chiarezza", ma prima di allora, secondo me, ne vedremo delle belle (come quella del tesseramento al nuovo soggetto politico).
    A tal proposito invito tutti i compagni a non aspettare che vengano elaborati i nuovi documenti congressuali: leggetevi quelli di tre anni fa!

  5. #5
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Myrddin-Merlino Visualizza Messaggio
    1. Esiste un qualunque segretarioo di partito che abbia mai chiesto agli elettori il loro parere ogni volta che ha deciso una svolta politica?
    2. Non lo sai che essite un noto film di Nanni Moretti con il titolo La Cosa cui la nuova definizione si richiama direttamente?

    Dopo di che condivido non la forma (perchè occorre cautela per raccogliere la più ampia convergenza dentro il partito contro il suo indebolimento o sfaldamento) ma la sostanza delle preocupazioni per l'itinerario politico del PRC.

    1. vantiamocene al bar con gli amici;

    2. no, non lo conosco. Rimane il fatto che è un nome pessimo.i

  6. #6
    per il centro-sinistra
    Data Registrazione
    06 Aug 2009
    Messaggi
    2,065
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dopo di che condivido non la forma (perchè occorre cautela per raccogliere la più ampia convergenza dentro il partito contro il suo indebolimento o sfaldamento) ma la sostanza delle preocupazioni per l'itinerario politico del PRC.
    e come le raccogliete questa convergenze..facendo una mozione con Giordano e Migliore..

    fate un po' di chiarezza ed abbiate l'onestà di ammettere (ma dubito che possiate farlo..evidentemente) che la vostra analisi sulla maggioranza ex bertinottiana era totalmente sbagliata

    Al congresso tutti i comunisti del prc si uniscano in una sola mozione contro la liquidazione del partito.

    Chi sostiene Franco Giordano (in qualsiasi forma...) dopo l'ultima direzione nazionale è un misero liquidatore..
    tanto quanto gli ingraiani del pci.. che contribuirono allo scioglimento del partito pur osteggiandolo a parole...

    nel mentre tanti compagni di base della maggioranza (gran parte dei toscani ad esempio..) costruiscono già appelli per l'autonomia del prc (avrete visto il paginone pubblicato su "il manifesto"...visto che "Liberazione " censura tutto ormai), per salvare il partito..chiedendo una battaglia congressuale che parta dal basso..
    noi ci siamo, siamo con questi compagni,
    oltre i nostri interessi di componente..(a differenza di altri....)
    vogliamo unire tutti i comunisti dal basso, dai circoli...
    non ci interessa la mozione con il nostro "timbro"...

    questa volta si decide tutto...
    uniamoci compagni

  7. #7
    per il centro-sinistra
    Data Registrazione
    06 Aug 2009
    Messaggi
    2,065
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    tanto quanto gli ingraiani del pci.. che contribuirono allo scioglimento del partito pur osteggiandolo a parole...
    tra questi c'era un tale Fausto Bertinotti...

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-08-13, 00:12
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-07-09, 15:18
  3. Giordano & Mussi
    Di il Mostro nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 15-09-07, 23:10
  4. Perchè siamo andati sotto al Senato secondo Mussi e Salvi...
    Di er uagh nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-02-07, 22:33
  5. Le Tensioni Accelerano In Kosovo La Fine Dei Giochi
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-11-06, 12:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226