User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    12 Apr 2002
    Località
    parma
    Messaggi
    3,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito A PROPOSITO DI TASSE E BALZELLI è il nord che evade meno

    Facile come bere un ....bianchino .Aumentare il carico fiscale sempre su chi lavora ( autonomi o dipendenti ) . Quei rompicoglioni di politici , sono pregati di andare a quel paese , nò non quello dove l'evasione è al 90% e più !!!


    TRATTO DAL “ quotidiano on line , IL LEGNO STORTO “


    Scaricare tutto, tutti! (dalla dichiarazione dei redditi)



    Scritto da Enzo Trentin
    mercoledì 24 ottobre 2007



    A partire dai Regi decreti sulle imposte e tasse sopravvissuti alle numerose trasformazioni dei codici, per finire alle Leggi fiscali più recenti, si contano ormai in Italia oltre trecento voci di tassazione delle quali 86 vanno sotto l'indicazione "tributi statali", 27 sotto quella di "tributi locali", il resto va sotto la voce "varie".
    Anziché diminuire, le voci di tassazione sono in costante aumento per la continua necessità di accrescere il prelievo fiscale necessario a mantenere le clientele politiche, la burocrazia elefantiaca, affamata, inefficiente ed improduttiva e gli sprechi che permettono di ottenere il "consenso" elettorale di una miriade di "beneficiati di regime".
    Oltre a ciò, rispetto ad altri paesi europei come la Francia o la Germania, la legislazione fiscale italiana ha il principale difetto di generare incertezza e confusione nei contribuenti.
    Questo comporta automaticamente evasione da parte di chi può ed aggravamento della pressione fiscale nei confronti di chi non vuole o non può evadere. Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, ossia di Vincenzo Visco, essa è mediamente pari al 27% dell’imponibile dichiarato.
    Ma ecco il rapporto tra base imponibile evasa e quella dichiarata per regione:

    Lombardia 13,04%.
    Emilia Romagna, 22,26%.
    Veneto, 26, 05%.
    Lazio 26,95%.
    Friuli Venezia Giulia 28,22%.
    Valle d’Aosta 28,29%.
    Piemonte 30,53%.
    Abruzzo 33,11%.
    Toscana 33,67%.
    Marche 33,95%.
    Umbria 44,51%.
    Basilicata 49,75%.
    Liguria 50,29%.
    Molise 54,61%.
    Sardegna 54,71%.
    Campania 60,55%.
    Puglia 60,65%.
    Sicilia 65,89%
    Calabria 93,89%.

    Come si vede, ad evadere meno sono la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto, le aree dove secondo il mito della sinistra si annidano i più ricchi evasori, e dove Visco concentra la persecuzione sulle imprese.
    Lombardia ed Emilia sono addirittura più virtuose della media europea, che è attorno al 23 per cento (Belgio 23,2), dunque regioni di contribuenti modello, che reggono il peso della torchia fiscale (*).
    Le regioni della grande evasione sono nel Meridione: Campania, Puglia, Sicilia sono oltre il 60% di evaso, con la punta incredibile della Calabria, dove l’imponibile evaso si valuta al 94 per cento del dichiarato. Non a caso, sono le regioni in mano alla malavita, camorra, n’drangheta, ’ndrine, sacre corone unite.
    A questo si aggiunga che fare impresa in Italia è molto più complicato che altrove. Il dato più impressionante del rapporto 2007 della Banca mondiale riguarda le tasse che una media impresa paga in Italia. Tutto considerato, le imposte si mangiano il 76,2 per cento dei guadagni. E anche pagarle, le tasse, non è semplicissimo. Il numero degli adempimenti è praticamente uguale a quelli necessari negli altri paesi industrializzati (15), ma per espletarli tutti le aziende italiane hanno bisogno di ben 360 ore invece delle 183 della media Ocse. Segno inequivocabile che è la burocrazia a rallentare l'economia e la nascita di nuove aziende.
    Pur non avendo poteri soprannaturali, ma il semplice buonsenso di cittadini comuni, si può pensare che si farebbe un grosso passo avanti sul piano della giustizia fiscale, introducendo nella legislazione il semplice concetto che: "Tutti i cittadini devono poter scaricare tutto dalla loro dichiarazione dei redditi".
    La Costituzione italiana (art.53) recita: "Tutti i cittadini sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva". Quando una persona spende per ottenere qualcosa, il cibo, un mobile, una riparazione, la casa, un paio di scarpe, aumenta la capacità contributiva del venditore mentre la sua diminuisce. La ricevuta o la fattura che viene rilasciata, dimostra questo trasferimento di ricchezza. Ricevuta fiscale e fattura diventano, in sostanza, la prova della reale consistenza della capacità contributiva di ciascuno.
    Ora, se questa prova viene riconosciuta dal fisco solo a tutti coloro che hanno la partita I.V.A. e solo per ciò che è attinente ad essa, tutti quelli che non rientrano in questa categoria (e sono la stragrande maggioranza dei cittadini), non hanno alcun interesse reale a richiedere la ricevuta o la fattura per il bene acquistato o per il servizio ricevuto, perché ciò non comporta alcun vantaggio effettivo per chi deve pagare.
    Di qui l'evasione ed il lavoro nero: cause non ultime di ogni ingiustizia sociale.
    Si potrebbe sottoporre a Referendum legislativo popolare d’iniziativa questa semplice proposta: Scaricare tutto, tutti! Ma l’art. 75 della Costituzione non lo consente.
    I californiani (ed in genere tutti gli statunitensi) possono andare a votare per diminuirsi le tasse: lo fecero con un'iniziativa allora rivoluzionaria, nel 1978, quando tagliarono a metà le imposte sulla proprietà fondiaria, avviando con due anni d'anticipo la "rivoluzione" reaganiana, che doveva drasticamente diminuire il carico fiscale su tutti gli americani e lanciare così il boom economico liberista. Gli svizzeri praticamente decidono ogni cosa per via referendaria. I neozelandesi, tramite referendum, decidono addirittura la qualità dei loro Vigili del Fuoco: professionisti o volontari.
    Nel “civilissimo” Belpaese (dominato dalla partitocrazia) no!
    Ed allora i cittadini che ogni giorno lottano per l'esistenza, fra mille difficoltà e mille inganni, debbono prendere coscienza che tramite la Costituzione noi autorizziamo i politici solo a creare le leggi che ci servono. Non siamo noi a servire loro o la legge. Se le leggi parlamentari non sono collegate o derivano da una legge di diritto fondamentale, allora non sono adeguate. Non esiste legge tra voi e i vostri diritti fondamentali.»
    In fondo cosa chiedono i cittadini onesti, la gente comune, gli elettori: il diritto sacro, inviolabile, inalienabile ed imprescrittibile di Autogovernarsi.
    Per ottenere questo è però necessaria una grande aggregazione di uomini coraggiosi, che non hanno perduto il sentimento della libertà e dell'eguaglianza.
    Ernst Jünger, un "uomo", un grande scrittore vissuto nel secolo ventesimo, nel libro Trattato del ribelle, Ed. Adelphi, '90, pag. 3, ha affermato che insieme alla massa delle pecore esistono sparuti gruppi di Uomini liberi, i "Ribelli" che indica come i "Lupi" "...che non hanno dimenticato cos'è la libertà e che non soltanto sono forti in se stessi, c'è anche il rischio che un brutto giorno essi trasmettano la loro qualità alla massa e che il gregge si trasformi in branco: questo è l'incubo dei potenti".

    (*) I dati sono stati riportati da Michele Boldrini e Alberto Lusiani, «Le bugie del governo sull’evasione fiscale», Libero, 19 ottobre 2007. Si noti che l’evasione fiscale esiste in tutti i paesi: la media Ocse è il 23 per cento. I paesi più virtuosi sono gli Usa e la Svizzera, con evasione valutata all’8% dei redditi dichiarati. Sono anche i paesi dove più forti sono le deduzioni e detrazioni consentite per la produzione del reddito.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista junior
    Data Registrazione
    21 Oct 2007
    Messaggi
    34
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Da Sbattere In Faccia A Quel Visco Che Afferma Che L'evasione E' Uguale Sia Al Nord Che Al Sud...

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226