User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Anagrafe di Roma: ponte fai-da-te, tutti malati

    Decine di persone in fila ma è il 2 novembre
    il giorno dopo il festivo. E l'ufficio di fatto è chiuso


    Anagrafe aperta, il ponte la chiude
    Un commesso avverte: tutti malati


    di GABRIELE ROMAGNOLI

    http://www.repubblica.it/2007/11/sez...fe-chiusa.html

    ROMA - Lo specchio di questo Paese è la serranda abbassata di un ufficio anagrafe in un giorno che avrebbe dovuto essere lavorativo e la reazione della folla rimasta nella vana attesa della pratica a cui aveva diritto. Accade a Roma, Circoscrizione II, piazza Grecia. È il 2 novembre, il giorno precedente è stato festivo, i due seguenti lo saranno: si cammina sul percorso sdrucciolevole di un ponte, ma nessuno immagina che sia già stato minato.

    Alle 8.30, presunto orario di apertura, la porta resta chiusa. Alle 8.40, quando arrivo, sono il secondo di una fila che ben presto si allungherà. Un cartello ammonisce: "Non forzare l'ingresso fuori dagli orari di ufficio". Sono le 8.45: dunque, forziamo? Inutile, spiega il primo della fila: pochi minuti fa ha provato e, da uno spiraglio, gli è apparso un omino intimorito, con l'aria dell'ultimo sopravvissuto a Fort Apache. "Non c'è nessuno - si è giustificato - . Io sono solo un commesso, non posso fare certificati. Gli impiegati sono tutti malati. Non prendetevela con me, sono un cittadino come voi". E ha richiuso.

    Siamo in dodici ora, cittadini come lui. Un ragazzo è venuto da Milano per fare un cambio di residenza e non può restare fino a lunedì perché ha esami al Politecnico. Un uomo ha rinunciato, lui sì, al ponte per una variazione di domicilio che gli serve d'urgenza. Io ho bisogno di uno stato libero perché un notaio pignolo vuole essere certo che ventidue anni fa non ero sposato con nessuna. La burocrazia è così: pretende l'impossibile e poi non te lo lascia ottenere. Bussiamo alla porta: nessuno risponde, il commesso si è barricato. Prendo il cellulare e chiamo il centralino del Municipio di Roma, che è efficiente e risponde subito. Gli spiego la situazione, mi qualifico e ottengo l'assicurazione che indagheranno e richiameranno. Lo fanno dopo cinque minuti. La situazione è incresciosa, spiegano: in effetti l'ufficio ha cinque impiegati, ma uno è in ferie e gli altri, beh, sono malati. Esistono certificati che lo attestano. Una coincidenza, immagino. La cortese funzionaria all'altro capo ammonisce: non possiamo fare un processo alle intenzioni. E neppure a chi prende in giro la funzione pubblica che ricopre.

    In quel momento mi accorgo che anche altri cittadini in fila si sono attaccati al cellulare. Dico: "Se state chiamando il Comune, ce l'ho già in linea". Mi guardano come fossi appena atterrato dal pianeta Papalla. Uno copre il ricevitore: "Veramente stavo cercando di contattare Report". La signora al suo fianco obietta: "Secondo me sarebbe meglio Striscia". Un terzo uomo allarga le braccia: "Come siamo ridotti: doverci rivolgere alla televisione per avere giustizia". Un coro gli risponde: "Sennò a chi importerebbe?".

    Eccoci qua, Italia 2007: lo Stato è rappresentato da questi quattro impiegati in malattia, che magari sono pure sostenitori dell'antipolitica (ma l'esempio, sarebbe ora di ammetterlo, viene dal basso, se non altro per una questione quantitativa). E di fronte all'ingiustizia nessuno pensa di chiamare i vigili (tanto saranno anche loro malati, o non verranno), di denunciare l'interruzione di pubblico servizio (potrebbe avere effetto solo finendo sul tavolo di un magistrato che non è ancora stato in tivù, ma esiste?) e nemmeno, questo devo ammetterlo con tristezza, di rivolgersi a un giornale. Restano il Gabibbo o la Gabanelli, che una qualche affidabilità se la sono conquistata. Siccome penso che rivedermi in tivù fra qualche giorno davanti a una porta chiusa mi renderebbe più popolare sui taxi, ma non mi farebbe avere quell'assurdo certificato, insisto con il Comune.

    "Mandiamo un dirigente", assicurano. Si accende una speranza. Arriva dopo soli dieci minuti. Si scusa, incassa le accuse. Dice: "Fossi in voi reagirei alla stessa maniera". Fa passare dallo spiraglio il commesso, creandogli una specie di corridoio umanitario lungo il quale si allontana. Poi chiude a chiave e abbassa la serranda. Finisce così, senza cambi di residenza, né variazioni di domicilio. Restiamo qui, sospesi su un ponte che non c'è, eppure ci fa cadere di sotto. E non basterà il Gabibbo per tenerci a galla.

    (3 novembre 2007)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,974
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Incidente stradale sull'autostrada del sole. Tre morti; un milanese, un romano e un napoletano.
    Le anime dei tre si presentano a San Pietro. Arriva subito, puntuale il milanese.
    Dopo tre giorni si presenta il romano; "Come mai questo ritardo, figliolo?" chiede Pietro. "Er traffigo...", risponde il romano.
    Dopo dieci giorni arriva il napoletano.
    "Figliolo, come mai dieci giorni per presentarti in Paradiso?".
    "Sc-tavo malato...".

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    solito schifo itagliano

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ho già diffuso "spantegaa" l'articolo di Berghem, bellissima la barzelletta..Io questo non lo sopporto..sono scandalizzata....sarà la nostra mentalità e stile di vita, di lavoro....la ricerca dell'efficienza..non sopporto questo andazzo levantino.mediterroneo.sctatale. Per di più si deve assolutamente copiare, diffondere..: "at the service of the community..serving our community"..come è scritto di fronte a ogni ufficio pubblico a Londra. Copiamo, adottiamo, facciamo conoscere questo messaggio ai cittadini che pagano tantissime tasse.Ci deve essere anche questo tipo di idea, di rivoluzione.

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' che a Roma è sempre prevalsa la mentalità, in contrasto con quella propriamente padano-alpina ove la forma è priorità e la sostanza viene con calma e quando ho finito de magnà, il qualunquismo alla Sordi piace molto.
    Feste del cinema, salotti, molta mondanità per chi se la può permettere e un bel pò di boria. Lavorare per produrre, costruire e migliorarsi son concetti che stanno cadendo pure qui, non mi stupisco molto che non siano presenti nella città eterna perchè non lo sono mai stati.

    Ma è da queste piccole cose che la nostra gente dovrebbe capire qual'è la soluzione.

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Triestìn Visualizza Messaggio
    E' che a Roma è sempre prevalsa la mentalità, in contrasto con quella propriamente padano-alpina ove la forma è priorità e la sostanza viene con calma e quando ho finito de magnà, il qualunquismo alla Sordi piace molto.
    Feste del cinema, salotti, molta mondanità per chi se la può permettere e un bel pò di boria. Lavorare per produrre, costruire e migliorarsi son concetti che stanno cadendo pure qui, non mi stupisco molto che non siano presenti nella città eterna perchè non lo sono mai stati.

    STRAQUOTO
    tutta l'apparato statale itaglione è basato sulla forma: i processi si vincono o perdono per "vizi di forma", la guardia di finanza ti multa per gli "errori formali", le leggi sono un gran coacervo di buracratese e vuoti formalismi....

  7. #7
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,974
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Triestìn Visualizza Messaggio
    E' che a Roma è sempre prevalsa la mentalità, in contrasto con quella propriamente padano-alpina ove la forma è priorità e la sostanza viene con calma e quando ho finito de magnà, il qualunquismo alla Sordi piace molto.
    Feste del cinema, salotti, molta mondanità per chi se la può permettere e un bel pò di boria. Lavorare per produrre, costruire e migliorarsi son concetti che stanno cadendo pure qui, non mi stupisco molto che non siano presenti nella città eterna perchè non lo sono mai stati.

    Ma è da queste piccole cose che la nostra gente dovrebbe capire qual'è la soluzione.
    Anche a roma prevale la sostanza: il parassitismo.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226