User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Domanda sulla Croazia

  1. #1
    In un CD degli 883
    Data Registrazione
    08 May 2005
    Località
    Emilia-Romagna
    Messaggi
    44,280
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Domanda sulla Croazia

    Avrei una domanda da porvi, mi sembrate tutti quanti molto preparati quindi forse potere aiutarmi a trovare una risposta...

    Questa estate sono andato in vacanza in Croazia, a Rijeka per la precisione, con amici. L'impressione che ho avuto della gente Croata del posto nel complesso è stata positiva, ma in alcuni casi mi ha lasciato perplesso una cosa:

    Siamo anche capitati purtroppo in un piccolo sinistro stradale: la Polizia croata si è davvero dimostrata parecchio scontrosa e il vigile si è persino rifiutato di parlarci in Inglese cosicchè noi capissimo cosa stava dicendo. Insomma, siamo stati davvero trattati male nell'occasione (dalla polizia, mentre la proprietaria dell'Auto, che sapeva l'Italiano, invece è stata molto gentile con noi). Ci hanno fatto pagare una multa di 1.000 Kune non si sa il perchè (la sig.ra Croata, che era avvocato, ci ha detto che probabilmente ci hanno anche fregato con quella multa).

    Altre volte in giro non appena capivano che eravamo Italiani alcuni facevano una faccia "leggermente" schifata... o almeno questa è l'impressione che abbiamo avuto io e i miei compagni di viaggio.

    La domanda è: è solo un'impressione mia o gli Italiani non sono molto ben visti da quelle parti? Oh magari mi sbaglio eh?

    Se si c'è un perchè?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Feb 2013
    Località
    Rovigno/Reggio Emilia
    Messaggi
    1,935
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Conoscendo abbastanza bene quelle zone abbozzo qualche ipotesi:

    1) La Polizia spesso è come in gran parte dei paesi dell' Est: cioè molto fredda e distaccata; almeno questo è quanto hanno avuto modo di constatare miei conoscenti che hanno girato in lungo e in largo nei paesi dell' Est e che hanno trascorso spesso le ferie in Istria con me. Insomma spero di aver reso l' idea, anche se mi è molto difficile...

    2) Gli italici spesso sono guardati male per due motivi:

    A) Spesso sono casinisti e caciaroni all' inverosimile con una cafonaggine degna del miglior Verdone in viaggi di nozze, spesso con le donzelle locali che a dire del vero meritano sul serio. Ovvio che queste caratteristiche sono di italiani originari di determinate zone ma tant'è... Anche se approdfondendo le conoscenze con la popolazione locale se dici che sei del Nord Italia caso strano ti guardano molto meglio.

    B) Una specie di nazionalismo paranoico che porta gli Istriani e i Fiumani a guardar male gli italiani in genere: Considera che gli abitanti di Istria e Fiume sono in grandissima maggioranza non autoctoni ma importati da Tito nei decenni scorsi per ripopolare quelle località abbandonate dai veri autoctoni.
    Ebbene, costoro hanno sempre e comunque una latente antipatia per gli italiani, sia per le ben note vicende intorno agli anni '40, sia perchè hanno una fifa - ingiustificata - che ci riprendiamo quelle terre, sia per il nazionalismo esasperato già citato prima proprio dei Croati.

    Ovvio che quanto detto al punto 2) non avviene se per caso entrassi in contatto con qualche Istriano o Fiumano da generazioni oppure, ma questo è palese, da qualcuno della minoranza italiana.
    Tutta questa diffidenza verso gli italiani non è minimamente percepibile ad esempio a Zagabria, sia perchè non hanno questa fifa boia dell' italiano irredentista, faSSista eccetera, sia perchè hanno avuto molto meno a che fare con i caciaroni nostrani, sia perchè forse hanno la coscienza pulita di non
    essere a casa di altri...

    Per concludere ti racconto qualche aneddoto: ho ancora prozii e relativi cugini che scelsero a suo tempo di rimanere e a detta loro nessun problema con i pochi croati autoctoni ma peste e corna con coloro che allo spopolamento causato dall' esodo vennero colà importati dall' interno. Da quanto ne so io costoro hanno sempre avuto comportamenti assurdi verso gli italiani, sia rimasti che turisti.

    Comunque tutto questo in Istria è perlomeno più difficile da percepire che a Fiume: vuoi per la maggiore vocazione turistica, vuoi per la maggiore presenza di rimasti.


    P.S. la corretta dizione in lingua italiana è Fiume, non Rijeka...

  3. #3
    In un CD degli 883
    Data Registrazione
    08 May 2005
    Località
    Emilia-Romagna
    Messaggi
    44,280
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Vediamo

    1) Quindi la polizia è così con tutti, indipendentemente se essi siano Italiani oppure no, ok

    2)

    A) Le donzelle locali meritano, è vero... Ah quindi secondo te se gli facevamo presente che eravamo "nordici" ci avrebbero guardato un po' meno male, perchè ritengono (genericamente a ragione) che la cafonaggine e la capacità di far casino sia dei nostri "meridionali"?

    B) In pratica se ho capito bene sono gli Istriani mandati lì da Tito a "guardar male" gli Italiani. Se invece risiedono lì da generazioni (e cioè anche da quando l'Istria era Italiana) non hanno nessun pregiudizio verso di noi. Comunque mi sembra davvero incredibile che possano aver paura di una nostra voglia di "rivalsa" verso l'Istria, incredibile almeno fino a quando i Fascisti staranno attorno all'1% attuale... ecco quelli si che la rivorrebbero l'Istria.

    Questo spiega anche il fatto che a Zagabria, come dici, tutto questo non avviene.

    In Croazia c'ero stato anche 7 anni fa, nel 2000 (a Pola in quel caso), e ricordo infatti che andavamo sempre a mangiare da un Italiano che ci trattava molto bene. L'ultima sera siamo andati fuori a cena a Fiume anche quest'anno, da un Italiano anche in quel caso ci hanno trattato molto bene... mi ero dimenticato di dirlo nel primo post. Insomma, visto anche gli Aneddoti che hai riportato e che sono interessante, in conclusione dici che chi è lì da generazioni non ha diffidenze verso gli Italiani mentre in sostanza queste sono quasi diciamo "genetiche" dei Croati "importati" dall'interno.

    Ottimo, sei stato molto esauriente e completo nel rispondere
    ti ringrazio!

    Luca

    p.s.: si, so che Rijeka è Fiume, però visto il forum in cui ho postato mi sembrava più "corretto" mettere il nominativo Croato.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Oct 2007
    Messaggi
    262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alexramones Visualizza Messaggio
    Conoscendo abbastanza bene quelle zone abbozzo qualche ipotesi:

    1) La Polizia spesso è come in gran parte dei paesi dell' Est: cioè molto fredda e distaccata; almeno questo è quanto hanno avuto modo di constatare miei conoscenti che hanno girato in lungo e in largo nei paesi dell' Est e che hanno trascorso spesso le ferie in Istria con me. Insomma spero di aver reso l' idea, anche se mi è molto difficile...
    Si.E' proprio cosi' come hai scritto.La Polizia a spesso e' molto fredda e distaccata.Forse questa sarebbe una conseguenza del comunismo presente nelle terre dell'ex Jugoslavia , non lo so , forse c'e' qualche altro motivo , ma la Polizia croata (e non solo croata) e' cosi'.Comunque la Polizia croata dovrebbe cambiare il suo comportamento , in particolare verso gli stranieri nella stagione del turismo.

    2) Gli italici spesso sono guardati male per due motivi:



    B) Una specie di nazionalismo paranoico che porta gli Istriani e i Fiumani a guardar male gli italiani in genere: Considera che gli abitanti di Istria e Fiume sono in grandissima maggioranza non autoctoni ma importati da Tito nei decenni scorsi per ripopolare quelle località abbandonate dai veri autoctoni.
    Ebbene, costoro hanno sempre e comunque una latente antipatia per gli italiani, sia per le ben note vicende intorno agli anni '40, sia perchè hanno una fifa - ingiustificata - che ci riprendiamo quelle terre, sia per il nazionalismo esasperato già citato prima proprio dei Croati.
    B)

    Per quanto riguarda la ripopolazione delle terre dell'Istria e di Fiume , devo dire che non sono state ripopolate solo una volta.Anche nel periodo tra 2 guerre mondiali , molto prima di Tito , quelle terre venivano ripopolate al danno della gente slava.Dopo la Seconda Guerra al danno della gente italiana.


    .

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Feb 2013
    Località
    Rovigno/Reggio Emilia
    Messaggi
    1,935
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bergdolmo Visualizza Messaggio

    B)
    Per quanto riguarda la ripopolazione delle terre dell'Istria e di Fiume , devo dire che non sono state ripopolate solo una volta.Anche nel periodo tra 2 guerre mondiali , molto prima di Tito , quelle terre venivano ripopolate al danno della gente slava.Dopo la Seconda Guerra al danno della gente italiana.
    Già, è vero che tra le due guerre mondiali vennero importati italiani dallo stivale - i cosiddetti "regnicoli" - quali spesso impiegati, forze dell' ordine e quant' altro. Ma è altrettanto vero che furono immigrazioni di ben poco conto: tra le due guerre nessuna città si svuotò e soprattutto non si verificò nessun esodo di massa.
    Per un italiano arrivato tra le due guerre, arrivarono 1000 croati dall' interno. Le città erano completamente spopolate, Pola si svuotò per il 95% della popolazione tanto per citarne una, e le case ben presto si riempirono di non autoctoni.
    Pur odioso il regime fascista, non costrinse nessuno ad andarsene e infatti come detto prima non si verificò alcun esodo di massa. Dopo il '47 avvenne il contrario.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Feb 2013
    Località
    Rovigno/Reggio Emilia
    Messaggi
    1,935
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gualerz Visualizza Messaggio
    Vediamo

    1) Quindi la polizia è così con tutti, indipendentemente se essi siano Italiani oppure no, ok

    2)

    A) Le donzelle locali meritano, è vero... Ah quindi secondo te se gli facevamo presente che eravamo "nordici" ci avrebbero guardato un po' meno male, perchè ritengono (genericamente a ragione) che la cafonaggine e la capacità di far casino sia dei nostri "meridionali"?

    B) In pratica se ho capito bene sono gli Istriani mandati lì da Tito a "guardar male" gli Italiani. Se invece risiedono lì da generazioni (e cioè anche da quando l'Istria era Italiana) non hanno nessun pregiudizio verso di noi. Comunque mi sembra davvero incredibile che possano aver paura di una nostra voglia di "rivalsa" verso l'Istria, incredibile almeno fino a quando i Fascisti staranno attorno all'1% attuale... ecco quelli si che la rivorrebbero l'Istria.

    Questo spiega anche il fatto che a Zagabria, come dici, tutto questo non avviene.

    In Croazia c'ero stato anche 7 anni fa, nel 2000 (a Pola in quel caso), e ricordo infatti che andavamo sempre a mangiare da un Italiano che ci trattava molto bene. L'ultima sera siamo andati fuori a cena a Fiume anche quest'anno, da un Italiano anche in quel caso ci hanno trattato molto bene... mi ero dimenticato di dirlo nel primo post. Insomma, visto anche gli Aneddoti che hai riportato e che sono interessante, in conclusione dici che chi è lì da generazioni non ha diffidenze verso gli Italiani mentre in sostanza queste sono quasi diciamo "genetiche" dei Croati "importati" dall'interno.

    Ottimo, sei stato molto esauriente e completo nel rispondere
    ti ringrazio!

    Luca

    p.s.: si, so che Rijeka è Fiume, però visto il forum in cui ho postato mi sembrava più "corretto" mettere il nominativo Croato.

    A) Esattamente: Capitato a me di persona che amici di conoscenti mi chiedevano da che zona dell' Italia arrivassi, quando rispondevo che ero del nord, mi dicevano che spesso i meridionali sono casinisti e caciaroni oltre che di una cafonaggine imperante. Cosa tra l' altro che ho anche notato con i miei occhi, quello che da noi è considerato sano folclore mediterraneo tipicamente del sud, da altre parti magari non è così ben visto di buon occhio. Specie poi nell' approccio con le donzelle: fischi, urla e apprezzamenti volgari non sono il massimo della vita... solo che poi nel calderone ci finiamo tutti, a meno che non si abbia modo di conoscere le persone del luogo. La differenza è che difficilmente vedrai orde di veneti urlanti e casinisti come possono essere romani o napoletani.

    Emblematico questo episodio: un anno, in ferie gli amici, conoscemmo un gruppo di ragazzi e ragazze di Fiume, quando dicemmo che eravamo emiliani, ci sentimmo dire: "Meno male..."

    P.S. non me ne vogliano i forumisti meridionali, il mio non è assoluitamente un discorso razzista.

    B) Esattamente: L'istro croato autoctono, a parte l' idiota di turno, non ha alcun risentimento verso gli italiani, vuoi perchè comunque sanno benissimo che durante la guerra non eravamo tutti manganellatori folli di slavi (anzi... ), vuoi perchè sanno benissimo che in quella terra eravamo la stragrande maggioranza da sempre, vuoi perchè comunque per secoli le etnie diverse hanno sempre convissuto. Cosa diversa invece con l' importato: vuoi perchè il regime gli ha fatto credere che i pochi rimasti siano figli degli invasori, vuoi perchè comunque sia, i Croati sono di un nazionalismo paranoico e che covano sempre questa fifa dell' italiano irredentista.
    Difficilmente un istriano autoctono di etnia croata (tranne come dicevo il solito ombecille ignorante) dirà Istra je naša perchè sa benissimo che l' Istria è più italiana che croata. Molto più facile sentirlo dire da un importato...

    Insomma, spero di essermi fatto capire nonostante i miei discorsi contorti

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    1,228
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quest'estate ho trovato 12 ( !!! ) posti di blocco tra Zara e Benkovac ( pensavo di essere tornato nel 1991 ( purtroppo non ho trovato nessun serbo ) e sono stato fermao 8 ( !!! ) volte. L'idiozia dei poliziotti croati è micidiale. Prima della guerra non c'era questa mentalità da sceriffo, e la diligenza era decisamente più elevate. Probabilmente qualcuno crede di essera ancora in guerra ( purtroppo è finita...un bel colpo in testa glielo avrei tirato volentieri ) e si comportano di conseguenza.

    Faccio presente che da Zara a Benokovac ci sono circa 20 km, e 12 posti di blocco nemmeno a Napoli ci sono !

    Cmq il fatto più increscioso avvenne nel 1993 tra Karlovac e Zagabria. Viaggiavo con la mia famiglia e ci venne data una multa per eccesso di velocità nonostante fossimo in coda...eravamo una decina di auto incolonnate e SOLO A NOI fu data la multa. Avevano sicuramente bisogno di soldi, ed un'auto italiana in quella Zona oltretutto in quel periodo era vista come un'eclissi solare...

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Oct 2007
    Messaggi
    262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Albex Visualizza Messaggio

    Faccio presente che da Zara a Benokovac ci sono circa 20 km, e 12 posti di blocco nemmeno a Napoli ci sono !
    chi lo sa perche'? Forse dev'essere attento ..perche' i terroristi serbi non dormono mai

    scherzo , naturalmente che la guerra e' finita , per fortuna

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    19 Jun 2007
    Messaggi
    108
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Polizia Croata...

    Devo dire che ho avuto differenti incontri con la polizia Croata, non sempre mi è sembrata distaccata, anzi...
    Mai avuto però richieste di bustarelle o "arrangiamenti" su una multa da pagare, come invece in altri paesi orientali.
    ...invece sull'incidente ti posso dire che è proprio una regolamentazione interna che vuole che gli stranieri, erzegovesi compresi debbano saldare cash le eventuali multe comminate.
    Mi è capitato ad esempio un incidente pazzesco al tunnel di Brinje, tra l'altro il più sicuro d'Europa secondo le valutazione dell'Eurotap, e sia noi che un erzegovese abbiamo dovuto farci portare indietro fino ad Otocac, farci fare il verbale, pagare la multa, il carro attrezzi, trovare una sistemazione e poi, ripartire il giorno dopo, tutto questo in mezzo a quelle belle nevicate che ci sono in Lika...BRRRR!
    Polizziotti formali, ma gentilissimi comunque in quell'occasione, come tutta la gente con cui abbiamo avuto a che fare.

  10. #10
    In un CD degli 883
    Data Registrazione
    08 May 2005
    Località
    Emilia-Romagna
    Messaggi
    44,280
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alexramones Visualizza Messaggio
    A) Esattamente: Capitato a me di persona che amici di conoscenti mi chiedevano da che zona dell' Italia arrivassi, quando rispondevo che ero del nord, mi dicevano che spesso i meridionali sono casinisti e caciaroni oltre che di una cafonaggine imperante. Cosa tra l' altro che ho anche notato con i miei occhi, quello che da noi è considerato sano folclore mediterraneo tipicamente del sud, da altre parti magari non è così ben visto di buon occhio. Specie poi nell' approccio con le donzelle: fischi, urla e apprezzamenti volgari non sono il massimo della vita... solo che poi nel calderone ci finiamo tutti, a meno che non si abbia modo di conoscere le persone del luogo. La differenza è che difficilmente vedrai orde di veneti urlanti e casinisti come possono essere romani o napoletani.

    Emblematico questo episodio: un anno, in ferie gli amici, conoscemmo un gruppo di ragazzi e ragazze di Fiume, quando dicemmo che eravamo emiliani, ci sentimmo dire: "Meno male..."

    P.S. non me ne vogliano i forumisti meridionali, il mio non è assoluitamente un discorso razzista.

    B) Esattamente: L'istro croato autoctono, a parte l' idiota di turno, non ha alcun risentimento verso gli italiani, vuoi perchè comunque sanno benissimo che durante la guerra non eravamo tutti manganellatori folli di slavi (anzi... ), vuoi perchè sanno benissimo che in quella terra eravamo la stragrande maggioranza da sempre, vuoi perchè comunque per secoli le etnie diverse hanno sempre convissuto. Cosa diversa invece con l' importato: vuoi perchè il regime gli ha fatto credere che i pochi rimasti siano figli degli invasori, vuoi perchè comunque sia, i Croati sono di un nazionalismo paranoico e che covano sempre questa fifa dell' italiano irredentista.
    Difficilmente un istriano autoctono di etnia croata (tranne come dicevo il solito ombecille ignorante) dirà Istra je naša perchè sa benissimo che l' Istria è più italiana che croata. Molto più facile sentirlo dire da un importato...

    Insomma, spero di essermi fatto capire nonostante i miei discorsi contorti
    Si si sei stato chiarissimo

    Generalmente i meridionali sono più non dico cafoni, perchè non tutti lo sono, ma più solari, agitati o semplicemente casinisti... e questo magari può dare fastidio. Se i Croati hanno percepito questa differenza comportamentale nord-sud si spiega quello che dici. Forse noi, che siamo emiliani ma all'interno avevamo qualche componente di origine meridionale, eravamo stati percepiti male. Personalmente io sono uno molto cauto nel relazionarmi quando mi trovo all'estero.

    Quanto al nazionalismo beh, forse è la loro storia nazionale che li ha resi così, anche se ripeto personalmente credo che la paura di una rivalsa Italiana sull'Istria mi sembra parecchio fuori luogo. Escono anche da una guerra nel decennio scorso insomma, che siano nazionalisti forse è anche comprensibile in parte al contrario delle cose di cui hanno paura in questo caso. Come nella maggior parte delle occasioni poi la generalizzazione porta a pensare che noi Italiani siamo tutti manganellatori di slavi come dicevi, in un regime poi sai che se ti vogliono far credere una cosa ce la fanno eccome.... non conoscendo di persona come stavano veramente le cose.

    Forse possiamo dire che l'Istria un po' come il Trentino con l'Italia dall'altra parte della barricata: l'Istria è Croata ma molto "Italiana", il Trentino è Italiano ma molto "Tedesco".

    Guarda, sei stato chiarissimo tutt'altro che un discorso contorto...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-11-12, 21:55
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-09-10, 21:15
  3. Una domanda sulla domanda di laurea
    Di DrugoLebowsky nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 11-01-09, 21:14
  4. Boom di charter estivi sulla Croazia
    Di SkySurfer nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-06-05, 15:55
  5. Croazia, bella Croazia...
    Di naglfar nel forum Padania!
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 10-06-02, 11:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225