User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: Di Pietro nella bufera

  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    54,662
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Di Pietro nella bufera

    Il caos delle firme travolge l'IDV a Mantova e Benedetta Graziano dal palco di piazza Mantegna ha annunciato tra le lacrime di abbandonare la politica.

    Mazzata per Tonino.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Rivoluzione liberale
    Data Registrazione
    12 Mar 2010
    Località
    Terra di Mezzo
    Messaggi
    2,606
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Troppo facile il dire "sono tutti uguali". Il problema è che TUTTI hanno lo stesso modo, ora, di intendere la politica e come fare politica. L' IDV, non è meglio ne peggio di altri. Dobbiamo, le persone che hanno veramente a cuore l'Italia e la Democrazia, capire ciò. Il resto sono chiacchiere da bar o da Forum (a cui partecipo anche io, alle chiacchiere).

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    54,662
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Citazione Originariamente Scritto da SEMPRE LIBERO Visualizza Messaggio
    Troppo facile il dire "sono tutti uguali". Il problema è che TUTTI hanno lo stesso modo, ora, di intendere la politica e come fare politica. L' IDV, non è meglio ne peggio di altri. Dobbiamo, le persone che hanno veramente a cuore l'Italia e la Democrazia, capire ciò. Il resto sono chiacchiere da bar o da Forum (a cui partecipo anche io, alle chiacchiere).
    Se quelli che si credono "profumati" puzzano più degli altri, li possiamo contestare?

    Quanto ai puzzoni, non mi interessa il loro odore, ma il fatto che nel fare il loro interesse facciano anche un pochino il mio.

    Essendo del nord e poco tricolorito non darò mai il voto a chi parla di sud e di italia.

    Italia dei Valori non fa per me, essendo come gli altri, peggio degli altri.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    54,662
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Cosa c'entrano le elezioni del prossimo fine settimana con le regionali e provinciali?

    Se Berzani vuole un confronto con Berlusconi, mi dite in quali collegi sono candidati, alla guida di quale provincia o di quale reggione?

    Il fatto che Di Pietro abbia problemi di firme e di liste,
    preso atto che una sua candidata ha mollato tra le lacrime,
    considerando le sentenze dei magistrati e gli interventi del "quinto potere"
    mi pare una questione di politica nazionale,
    più che una rissa per tombini e marciapiedi.

  5. #5
    Navigare necesse est
    Data Registrazione
    10 Nov 2009
    Località
    All the world
    Messaggi
    12,573
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    "Andare con lo zoppo s'impara a zoppicare" e qualcuno rimane per strada . Certo il bovaro molisano non potrà mai essere buon maestro politico , ma di intrallazzi certamente lo è .:sofico:
    la giustizia dei Robespierre ancora una volta ha collocato il nostro Paese tra il Ruanda ed il Burundi

  6. #6
    **********
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    8,747
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    L’Idv nei guai: alle elezioni con le firme false
    di Paolo Bracalini

    Almeno sette liste molto sospette con una serie di firme visibilmente tarocche, una lista sospetta in modo particolare, contro cui ci sarà presto un ricorso al Tar da parte del Pd locale. Siamo a Mantova, e le cose non vanno affatto bene, soprattutto per l’Idv, il partito degli onesti. Sfortuna vuole che nel giorno in cui scoppia il bubbone tra i dipietristi mantovani in città ci sia proprio Tonino, che tace ma sa. La lista nel mirino dei magistrati è proprio la sua, e a pochi giorni dalle elezioni comunali di Mantova (contemporanee alle regionali) il danno d’immagine è notevole.
    Ne sa qualcosa Benedetta Graziano, commercialista e assessore Idv del Comune di Mantova ma anche segretaria provinciale del partito. Anzi, ex segretaria, perché ieri, mentre Di Pietro arrivava a Mantova per tirare la volata della campagna elettorale e mentre le voci sulle irregolarità della lista si rincorrevano per le strade della città gonzaghesca, la Graziano ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni dall’incarico nell’Idv e il ritiro dalla campagna elettorale. Una coincidenza? Molto improbabile. In realtà, nel guazzabuglio delle firme (probabilmente) false presentate all’ufficio elettorale del Comune di Mantova, l’Idv ci sarebbe dentro fino al collo, con ben 139 sottoscrizioni molto sospette se non palesemente irregolari, certificate dalla segretaria provinciale dell’Idv.
    La Procura ha inviato i carabinieri in Comune per chiarire la faccenda e nel frattempo il dirigente dell’ufficio comunale si è dimesso. Ma, oltre alle autorità giudiziarie, c’è anche chi indaga «privatamente» sulla questione: il consigliere del Pd Maurizio Vasori, che ha ingaggiato un perito grafologo di fiducia per analizzare le firme. «Ho visto decine di sottoscrizioni che sembrano fatte dalla stessa mano - ha raccontato ai quotidiani locali - e moduli in cui dovrebbero andare al massimo 13 firme riempiti invece all’inverosimile». In particolare la lista dell’Idv, che tra l’altro, se privata delle firme palesemente irregolari, andrebbe al di sotto del numero necessario per essere accettata. Per questo il consigliere Pd ricorrerà al Tar, mettendo così in discussione la validità del voto del 28-29 marzo.
    La dipietrista Benedetta Graziano, che è anche candidata alla Regione Lombardia per l’Idv nel listino di Penati, cioè nei posti sicuri in caso (molto remoto) di vittoria del centrosinistra in Lombardia, non ha fatto alcun accenno al caos delle firme sospette durante il suo intervento pubblico con Tonino. Anzi, ha motivato le sue dimissioni facendo accenno a un imprecisato clima di «intimidazioni mafiose frutto di un certo modo di far politica». In realtà la questione sul campo è molto concreta ed è, per il partito della legalità e della trasparenza, un’altra pesante tegola in testa che dimostra, ancora una volta, che l’apparato dipietrista è molto lontano dall’immagine di intransigenza e pulizia che il leader vende al pubblico.
    C’è chi pensa che le dimissioni della Graziano preludano ad altri sommovimenti dentro gli organici dell’Idv lombardo, uno dei tasselli più pericolanti di tutto l’organigramma regionale di Tonino, con uno scontro violento tra tre fazioni, quella dei colonnelli legati (anche da parentela) con Di Pietro, quella dei fedeli guidati dalla senatrice Giuliana Carlino e quella (molto minoritaria ma molto nervosa) dei demagistrisiani. Il caso Mantova potrebbe far scoppiare un altro focolaio di scontro nell’Idv della Lombardia. Quanto agli sviluppi giudiziari della faccenda mantovana, toccherà alla procura o al Tar decidere se invalidare le elezioni o ammettere l’Idv. E la Graziano? Si è dimessa da segretaria provinciale, ma non da assessore. Il posto che conta è quello. Ma l’aureola di puri e giusti è sempre più difficile da portare.

    L’Idv nei guai: alle elezioni con le firme false - Interni - ilGiornale.it del 21-03-2010
    Meglio una cena in mezzo a tanta gnocca che svariate in mezzo a tanti mafiosi

  7. #7
    Liberale
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    3,613
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Citazione Originariamente Scritto da ItaliaLibera Visualizza Messaggio
    L’Idv nei guai: alle elezioni con le firme false
    di Paolo Bracalini

    Almeno sette liste molto sospette con una serie di firme visibilmente tarocche, una lista sospetta in modo particolare, contro cui ci sarà presto un ricorso al Tar da parte del Pd locale. Siamo a Mantova, e le cose non vanno affatto bene, soprattutto per l’Idv, il partito degli onesti. Sfortuna vuole che nel giorno in cui scoppia il bubbone tra i dipietristi mantovani in città ci sia proprio Tonino, che tace ma sa. La lista nel mirino dei magistrati è proprio la sua, e a pochi giorni dalle elezioni comunali di Mantova (contemporanee alle regionali) il danno d’immagine è notevole.
    Ne sa qualcosa Benedetta Graziano, commercialista e assessore Idv del Comune di Mantova ma anche segretaria provinciale del partito. Anzi, ex segretaria, perché ieri, mentre Di Pietro arrivava a Mantova per tirare la volata della campagna elettorale e mentre le voci sulle irregolarità della lista si rincorrevano per le strade della città gonzaghesca, la Graziano ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni dall’incarico nell’Idv e il ritiro dalla campagna elettorale. Una coincidenza? Molto improbabile. In realtà, nel guazzabuglio delle firme (probabilmente) false presentate all’ufficio elettorale del Comune di Mantova, l’Idv ci sarebbe dentro fino al collo, con ben 139 sottoscrizioni molto sospette se non palesemente irregolari, certificate dalla segretaria provinciale dell’Idv.
    La Procura ha inviato i carabinieri in Comune per chiarire la faccenda e nel frattempo il dirigente dell’ufficio comunale si è dimesso. Ma, oltre alle autorità giudiziarie, c’è anche chi indaga «privatamente» sulla questione: il consigliere del Pd Maurizio Vasori, che ha ingaggiato un perito grafologo di fiducia per analizzare le firme. «Ho visto decine di sottoscrizioni che sembrano fatte dalla stessa mano - ha raccontato ai quotidiani locali - e moduli in cui dovrebbero andare al massimo 13 firme riempiti invece all’inverosimile». In particolare la lista dell’Idv, che tra l’altro, se privata delle firme palesemente irregolari, andrebbe al di sotto del numero necessario per essere accettata. Per questo il consigliere Pd ricorrerà al Tar, mettendo così in discussione la validità del voto del 28-29 marzo.
    La dipietrista Benedetta Graziano, che è anche candidata alla Regione Lombardia per l’Idv nel listino di Penati, cioè nei posti sicuri in caso (molto remoto) di vittoria del centrosinistra in Lombardia, non ha fatto alcun accenno al caos delle firme sospette durante il suo intervento pubblico con Tonino. Anzi, ha motivato le sue dimissioni facendo accenno a un imprecisato clima di «intimidazioni mafiose frutto di un certo modo di far politica». In realtà la questione sul campo è molto concreta ed è, per il partito della legalità e della trasparenza, un’altra pesante tegola in testa che dimostra, ancora una volta, che l’apparato dipietrista è molto lontano dall’immagine di intransigenza e pulizia che il leader vende al pubblico.
    C’è chi pensa che le dimissioni della Graziano preludano ad altri sommovimenti dentro gli organici dell’Idv lombardo, uno dei tasselli più pericolanti di tutto l’organigramma regionale di Tonino, con uno scontro violento tra tre fazioni, quella dei colonnelli legati (anche da parentela) con Di Pietro, quella dei fedeli guidati dalla senatrice Giuliana Carlino e quella (molto minoritaria ma molto nervosa) dei demagistrisiani. Il caso Mantova potrebbe far scoppiare un altro focolaio di scontro nell’Idv della Lombardia. Quanto agli sviluppi giudiziari della faccenda mantovana, toccherà alla procura o al Tar decidere se invalidare le elezioni o ammettere l’Idv. E la Graziano? Si è dimessa da segretaria provinciale, ma non da assessore. Il posto che conta è quello. Ma l’aureola di puri e giusti è sempre più difficile da portare.

    L’Idv nei guai: alle elezioni con le firme false - Interni - ilGiornale.it del 21-03-2010
    come mai non se ne parla su repubblica o su corriere.it???!?!
    mah

  8. #8

    Data Registrazione
    18 Mar 2010
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,177
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Citazione Originariamente Scritto da ugolupo Visualizza Messaggio
    Se quelli che si credono "profumati" puzzano più degli altri, li possiamo contestare?

    Quanto ai puzzoni, non mi interessa il loro odore, ma il fatto che nel fare il loro interesse facciano anche un pochino il mio.

    Essendo del nord e poco tricolorito non darò mai il voto a chi parla di sud e di italia.

    Italia dei Valori non fa per me, essendo come gli altri, peggio degli altri.
    Ma il "più" dove lo vedi esattamente? Cioè, dal tuo discorso si presuppone che il PdL ammetta candidamente di perseguire gli interessi personale di una cerchia ristretta (molto ristretta... quasi una giravolta!) e che la gente si regoli di conseguenza. Il punto è che non è così: Berlusconi è lo stesso che ha definito un colluso con la mafia "eroe" per pararsi le chiappe, è lo stesso che nega ogni accusa a suo carico, è lo stesso che evita non solo di farsi processare da un tribunale, ma anche di far conoscere le vicende alla gente (vedi la questione Trani attuale).
    Posso capire uno del Nord che vota la Lega per interesse personale, ma questo non deve rendere peggiore chi vota l'IdV per ideologia o convenienza.

    Gli interessi di x valgono quanto quelli di y, la differenza è che qua le informazioni circolano solo in formati di cui spesso una persona comune diffida, vedi internet o un giornalista provocatore come Travaglio.

  9. #9
    Liberale
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    3,613
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    altra cosa ridicola avvenuta in provincia di monza

    la lista dei verdi,eslcusa dalla competizione in prima istanza, ha usufruito del decreto interpretativo per essere riammessa dal tar, ma mica avevano detto che era illegittimo?!??!

    che ridicoli!!!!!!

  10. #10

    Data Registrazione
    18 Mar 2010
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,177
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Di Pietro nella bufera

    Citazione Originariamente Scritto da dacrio Visualizza Messaggio
    altra cosa ridicola avvenuta in provincia di monza

    la lista dei verdi,eslcusa dalla competizione in prima istanza, ha usufruito del decreto interpretativo per essere riammessa dal tar, ma mica avevano detto che era illegittimo?!??!

    che ridicoli!!!!!!
    Per fortuna la legge (con qualche eccezione) è ancora uguale per tutti.
    La prossima volta precisino che il decreto è solo per la maggioranza, tanto ormai barano a carte scoperte.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. BERSANI nella BUFERA ??????
    Di FORTEBRACCIO nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 08-11-12, 10:07
  2. TG3 nella bufera
    Di brunik nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-07-10, 07:03
  3. Il PD già nella bufera a Savona!!!
    Di number85 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-06-08, 02:29
  4. La RAI nella bufera
    Di salerno69 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-06-06, 08:48
  5. AN nella bufera
    Di beppe2 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 19-06-06, 12:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225