User Tag List

Pagina 1 di 26 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 256
  1. #1
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Progetto Liberale - associazione liberale, liberista e libertaria di Politica Online



    VIDEO DI PROGETTO LIBERALE


    STATUTO DI PROGETTO LIBERALE
    Motto: Pax et commercium

    (aggiornato al V Congresso)

    - Chi siamo

    Progetto Liberale è l’unione di diverse forze politiche di ispirazione liberale, accomunate dai valori fondanti della Libertà e dell’ Individuo. Promuove la più ampia estensione dei diritti di libertà, economici, civili, politici, per tutelare in ogni ambito l’iniziativa individuale da interferenze statali e garantire la riconoscibilità del merito individuale. In tal senso si muove per difendere il diritto naturale da ogni minaccia.

    "Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti; che tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità"
    Per questo PL si fonda sui principi cardini del liberalismo, figlio di una tradizione occidentale da millenni portatrice di prosperità, e si oppone alle idee egualitaristiche, retaggio di culture socialiste, collettiviste e demopopuliste, che negando il valore dell’individuo sono incompatibili con il rispetto della dignità umana. In tal senso si richiama alle grandi eredità del Costituzionalismo Liberale, delle Rivoluzioni Americana e Inglese, e di quella parte liberale della Rivoluzione Francese che condusse alla Declaration des Droits de l'Homme et du Citoyen, che costituiscono le migliori espressioni a cui fare riferimento per porre in essere una politica Liberale.

    - Pantheon Liberale
    John Locke
    Adam Smith

    Alexis de Tocqueville
    Thomas Jefferson
    Edmund Burke
    Voltaire

    Ludwig von Mises
    Friedrich August von Hayek
    Bruno Leoni
    Murray Newton Rothbard
    Milton Friedman
    - Collocazione ed Azione Politica

    Progetto liberale, per sua vocazione, è un movimento di centrodestra. Si distingue tuttavia dagli attuali blocchi politici italiani incentrati sul Popolo della Libertà e sul Partito Democratico, privi di forti riferimenti culturali liberali e caratterizzati da un predominio delle componenti sociali e stataliste, che stanno progressivamente emarginando le potenzialità e le personalità liberali e riformatrici presenti in ambedue le formazioni politiche. Si impegna per un sostanziale cambiamento dell’attività politica, caratterizzata oggi da slogan precostituiti e da una carenza di scientificità, bisognosa di un ritorno ad un’analisi razionale dei problemi economici e sociali in un moderno mercato libero delle idee e del pensiero. Considera suo obbiettivo prioritario l’aggregazione di tutti coloro che si riconoscono nei valori propri del liberalismo, inconciliabili con qualsiasi visione socialista, giudicando dannose le frammentazioni e divisioni improduttive per l’attuazione di una politica di libertà.

    - Organizzazione
    [spoiler="Statuto parte organizzativa"]
    Organizzazione:

    1 - Il Partito è strutturato in dipartimenti ognuno dei quali è guidato da un responsabile. I responsabili sono autonomi nelle loro scelte salvo disposizioni del Coordinatore e in casi estremi del Direttivo. I responsabili sono nominati dal Direttivo il quale decide sulla nascita di nuovi dipartimenti e sulla soppressione di quelli esistenti.

    2 - L’organo decisionale del Partito è il Direttivo. Il direttivo è costituito dal Presidente Emerito, dal Presidente Esecutivo, dal Segretario, dal Coordinatore e da un numero di consiglieri variabile (da un minimo di due ad un massimo di 4). Il Direttivo ha il potere di comminare sanzioni agli iscritti e di stabilire la linea politica del Partito. Il Direttivo altresì vaglia le richieste di adesione al Partito e decide se accettarle o respingerle.

    a) - Il Presidente Emerito ha il ruolo di rappresentanza di PL. E' portavoce ufficiale di Progetto Liberale. Controlla e garantisce il regolare funzionamento del Partito. Affianca il Presidente Esecutivo nelle questioni esterne, quali i rapporti con gli altri partiti e istituzioni, per questioni di natura strategica e straordinaria.

    b) - Il Presidente Esecutivo ha il ruolo di guida di PL. Dirige l’organizzazione interna del Partito. Convoca i congressi, dirige i lavori congressuali e presiede il Direttivo del Partito. Propone al Direttivo la linea strategica per questioni interne ed esterne siano esse di natura ordinaria o straordinaria.

    c) - Il Segretario disbriga le attività correnti, applica le decisioni prese dal Direttivo del Partito e promuove le azioni disciplinari verso gli iscritti. Guida e rappresenta il Partito, nelle questioni di natura ordinaria, con il consenso del Direttivo.

    d) - Il Coordinatore ha il compito di coordinare i vari dipartimenti in cui è suddiviso il Partito e propone al Direttivo la nascita di nuovi dipartimenti o la soppressione di quelli esistenti. Supervisiona il lavoro dei responsabili dei vari dipartimenti e rappresenta il punto di contatto tra essi e il Direttivo.

    e) - I Consiglieri possono assumere particolari deleghe proposte dal direttivo su indicazione del segretario e coordinatore, hanno responsabilità nella gestione delle operazioni di sondaggio elettorale e della campagna adesioni.

    3 - Il direttivo viene convocato dal Presidente Esecutivo almeno una volta al mese. Affinché una riunione del direttivo sia valida è necessaria la presenza di almeno i ¾ dei membri del Direttivo (calcolati per difetto). Il direttivo delibera a maggioranza semplice. Il direttivo, con voto di maggioranza e parere favorevole del Presidente emerito, può sostituire un qualunque membro del Direttivo. Il Presidente Esecutivo non può essere sostituito ma solo sfiduciato e la sua carica verrà assunta ad interim dal Presidente Emerito che avrà l'obbligo di convocare un congresso straordinario per eleggere un nuovo Presidente Esecutivo.

    4 – I membri del direttivo devono essere votati a maggioranza dagli iscritti di Progetto Liberale durante un congresso. I candidati dovranno presentare pubblicamente una propria linea di azione agli iscritti. Possono candidarsi ad una carica del direttivo solo gli iscritti a Progetto Liberale che non siano già stati eletti due volte a quella stessa carica.

    Norme Transitorie:

    I – Il computo dei mandati per la candidatura ad una stessa carica, di cui all’art. 4 del presente Statuto, si effettuerà a partire dalla prossima Elezione del Direttivo.
    [/spoiler]

    3d su Istituzioni e Partiti
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito Stato delle adesioni

    Membri dell'Associazione



    Direzione
    1. *-Rudy-* Presidente Onorario
    2. Ronnie Presidente Esecutivo
    3. Duca Segretario
    4. Alex86 Coordinatore
    5. Liberalemisesiano Consigliere
    6. Tatra4d Consigliere
    7. Rochefocauld Consigliere
    Iscritti
    1. Marsa Feff
    2. .tojo.
    3. Forza
    4. Arsan
    5. Keiros
    6. Mr.President
    7. Gianmarco92
    8. Didestra87
    9. Rexal
    10. Gionatapacor
    11. Nicola81
    12. Rocky92
    13. Winnie
    14. Abbott
    15. JCC70
    16. Immanuel
    17. Elena1977
    Tot. 24 membri
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  3. #3
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito

    Programma di Progetto Liberale
    testo aggiornato al IV Congresso

    Programma di Progetto Liberale


    - Libertà e Personalità

    Progetto Liberale propugna il riconoscimento della più ampia estensione delle libertà individuali, civili ed economiche. Ritiene cardine per una Costituzione di Libertà il riconoscimento del diritto naturale di Autoproprietà -come possesso assoluto di se stessi-
    e di quello di Proprietà. E’ consapevole che la libertà preserva e riconferma agli uomini la responsabilità e favorisce il buongoverno. Mette al centro l’individuo persona, verso il quale ripone la propria fiducia. Lotta le squallide idee egualitaristiche, vergognoso retaggio delle culture socialiste, collettiviste e demopopuliste, che negano e sopprimono il valore dell’individuo e si dimostrano irrispettose dei diritti delle genti. Crede nel progresso inarrestabile dell'uomo verso sempre nuove e più alte vette di umanità, prosperità e sapere che solo la libertà può garantire.

    - Mercato e non intervento

    Progetto Liberale si batte per ridurre all’eventuale minimo indispensabile l’intervento dello stato nell’economia. Si richiama alla più pura tradizione liberista, crede nel libero mercato e nella capacità dell’individuo di gestire autonomamente le dinamiche economiche, capacità umiliata da stati ultrapresenti e protezionisti. Reputa vergognosi gli aiuti monetari di stato alle imprese, che danneggiano le attività concorrenti e generano negli imprenditori favoriti una mentalità lassiva e assistenzialista, condannandoli a perdere competitività nel lungo periodo. Lotta contro le concentrazioni di potere, enormemente dannose per i consumatori, che in un sistema economico basato sull’intervento dello Stato possono nascere, crescere e consolidarsi. Propone lo smembramento e la privatizzazione dele imprese pubbliche. Sostiene l’abolizione del principio di progressività delle imposte, causa di distorsioni degli equilibri del mercato. Non combatte l'utilizzo dello strumento liberale della tassazione negativa per le categorie più disagiate al fine di sostenere il loro potere di acquisto, chiede pero' che tale forma di sostegno sia una scelta individuale esercitata dai taxpayers in forma di una destinazione generalmente vincolata per il Governo di parti importanti della loro tassazionee non una carità imposta. Chiede l'abolizione delle banche centrali e vede con favore il ritorno ad un mercato della moneta libero e disinflazionato, non soggetto a politiche di intervento pubblico come il monopolio del conio, che abbia la concorrenza e pluralità valutaria come vocazione. Ove non sia possibile ottenere questo risultato, e sulla via per esso, Progetto Liberale propone comunque il ritorno alla moneta con valore intrinseco come forma di difesa della proprietà del risparmio e dell'investimento consapevole, contro il Keynesismo e la scuola delle Politiche Monetarie.


    - Lavoro, Previdenza, Risparmio e Credito

    Progetto Liberale considera i contratti di lavoro come semplici contratti, rescindibili, di autonomia privata, stipulati in maniera totalmente libera e volontaria dalle parti. Crede saldamente nel necessario rispetto del principio di inalienabilità della volontà, e dei principi di equidistanza, non intervento e terzietà dello Stato nei confronti delle libere associazioni sindacali padronali e non, volti ad assicurare la realizzazione professionale e individuale dei lavoratori. Propone la riforma totale del sistema previdenziale e l'abolizione dell'intervento pubblico nella previdenza. Sostiene il passaggio ad un modello a capitalizzazione individuale integrale con conti correnti personali gestititi dai lavoratori e l’abbandono dell’ingiusto e dispendioso sistema a ripartizione. A difesa del lavoro dipendente e del risparmio chiede l'eliminazione della politica monetaria e della conseguente inflazione. Contro le crisi cicliche Progetto Liberale propone l'abolizione del prestatore di ultima istanza e dei meccanismi della riserva frazionaria, per garantire che anche le banche possano e debbano fallire se sono in perdita e che non sia più possibile per i governi espandere e restringere l'offerta di credito a loro piacimento.

    - Istituzioni di una Società Libera

    Condizioni perché in un sistema Istituzionale la Libertà delle persone sia difesa, contro il crimine dei poteri privati e di quelli pubblici, sono il riconoscimento della personalità giuridica naturale e l’equilibrio e l’indipendenza l’uno con l’altro dei meccanismi istituiti a sua difesa, in ciò risiede l’essenza di un assetto Istituzionale che possa ambire ad essere considerato Liberale.
    Per Progetto Liberale non è necessario che vi sia lo Stato perchè possa parlarsi di una Società Libera e l'utopia anarchica libertaria non costituisce affatto un'antitesi ma semmai una più compiuta, se pure ipotetica, realizzazione di quel concetto di libertà come non aggressione che i liberali perseguono. Nel dubbio sulla possibilità di una esclusiva Società Liberale il movimento si dichiara certamente a sostegno esclusivo dello Stato Liberale e Federale, tra i vari modelli Statuali. Dunque sostiene uno Stato minimo, vicino il più possibile ai Governati e di tipo federale, e se sarà possibile un domani anche uno Stato semplicemente inesistente. Nel quadro di un sistema di Democrazia Costituzionale Federale, Progetto Liberale vede con favore eguale le alternative forme Monarchica e Repubblicana nella misura in cui esse salvaguardino la migliore funzionalità del sistema Istituzionale Sociale. Si ritiene infatti migliore l’assetto Istituzionale, qualunque esso sia – statale o privato – che, non solo nei momenti di tranquillità ma principalmente nei momenti di tensione, sappia mantenere condizioni di stabilità e di ordine atte a garantire la salvaguardia migliore dei diritti delle persone, che ciò sia affidato alla solidarietà spontanea dei processi di Mercato, all’automatismo della successione Dinastica o ai poteri di un Presidente rappresentativo poco cambia.

    - Secessione Individuale e Libertà di movimento

    Progetto Liberale è un partito secessionista, appoggia, sostiene e condivide la pretesa al riconoscimento del pieno diritto degli individui alla secessione – individuale, organizzata e se necessario armata – delle loro persone e proprietà dalle autorità Istituzionali costituite e mantenute senza il loro consenso e a loro detrimento; propone una rifondazione su base consensuale del modello nazionale, che salvaguardi assieme la possibilità di individuare sempre meglio una comunità di valori, tradizioni e costumi, così come i diritti di ogni cittadino a dichiararsi sciolto da tali comunanze in qualunque momento nel nome dei suoi diritti naturali; condanna ogni tentativo di secessione compiuto tramite impiego della violenza su individui innocenti che a tale secessione non si oppongano in armi ed ogni pretesa di costituzione di ulteriori autorità Istituzionali ove lesive dei diritti di chi a tale secessione non intenda prendere parte con se stesso e le sue proprietà. Progetto Liberale considera doveroso il rispetto più completo della Libertà di movimento degli individui sulle loro proprietà e in quelle di chi consenta loro, per liberalità o per contratto, la migrazione, così come il diritto dei proprietari ad impedire l’ingresso e la permanenza nelle loro private proprietà di individui non graditi.

    - Giustizia

    Progetto Liberale auspica e propone una ricostruzione del diritto civile e penale vigente come sistema di sanzioni volto oggettivamente alla tutela da offese di beni giuridici preesistenti, escludendo l'incriminazione di comportamenti umani perchè meramente contrari ad uno scopo stabilito dallo Stato. Si batte per ridurre pesantemente o cancellare l'ampiezza operativa dell’istituto della carcerazione preventiva e delle indagini elettroniche segrete, lesive della riservatezza, che costituiscono attualmentein tutto il mondo strumento di coercizione intollerabile di cittadini presunti innocenti. Difende l'autonomia dei Tribunali dal Potere Esecutivo e sostiene la legittimazione popolare diretta dei magistrati, unica garanzia di vera indipendenza, e la responsabilità personale per gli errori commessi. Sostiene il processo accusatorio contro quello inquisitorio e rigetta ogni tentativo di cancellare i principi garantisti dagli ordinamenti: presunzione di innocenza, prescrizione, nulla poena sine lege scripta, ne bis in idem et al. Lotta contro i provvedimenti temporanei di restrizione delle Libertà Costituzionali e contro l'inflazione delle schedature pubbliche, in particolare contro ogni tipo di schedatura obbligatoria del DNA o delle transazioni economiche private. Sostiene una visione della pena incentrata sulla piena retribuzione ed aperta alla riabilitazione tramite l'indennizzo dei danneggiati effettivi. Difende il diritto dei cittadini di portare ed utilizzare armi per la difesa della proprietà e della loro vita.

    - Libertà religiosa, diritti civili e ricerca scientifica

    Progetto Liberale punta ad abbattere qualunque forma di intervento dello stato nella vita privata dei cittadini e nelle loro scelte individuali. Condanna ogni forma di proibizionismo ed ogni arrogante pretesa di tutela del cittadino da se stesso; ogni cittadino è in grado di optare per il proprio bene senza bisogno dello stato. Sostiene il diritto dei privati ad associarsi o fondare culti religiosi che perseguano finalità spirituali e se del caso economiche, le più a loro gradite. Condanna la commistione tra potere temporale e potere spirituale, nella più forte rivendicazione del principio della “libera chiesa in libero stato”. Si oppone a qualunque tentativo di instaurazione di Istituzioni autoritarie fondate sulla religione e di imposizione di norme giuridiche in contrasto con i diritti di Autoproprietà e Proprietà, in tal senso si batte per il diritto degli individui alla determinazione libera – salva l’inalienabilità della volontà – del proprio futuro biologico, della propria riproduzione per via sessuale o meno, del proprio assetto successorio e del proprio assetto affettivo secondo liberi negozi atipici di diritto privato, come più essi gradiscano, nel rispetto dei diritti naturali di tutti i soggetti coinvolti. PL ritiene che nessuna previsione normativa (leggi divieto o piano) diversa dall'ordinario diritto civile e penale possa disciplinare la ricerca scientifica e dunque sostiene la libertà di ricerca in modo pieno ed assoluto. Lotta contro l'appoggio pubblico e mirato agli intellettuali, da sempre forgia di sostenitori dell'apparato e scienziati di Corte, e sostiene invece la necessità di defiscalizzare l'appoggio privato al mondo della ricerca.

    - Istruzione

    Progetto Liberale propugna la costruzione di un sistema di istruzione libero in cui l’individuo possa scegliere la propria formazione culturale. L'istruzione deve intendersi come un processo di accrescimento a livello di singolo individuo pertanto PL considera come intollerabili ingerenze dello stato il valore legale dei titoli di studio e l'esistenza di regolamentazione e organizzazione educativa statale. Progetto Liberale propone la liberalizzazione e privatizzazione completa del settore scolastico e universitario. Nel riconoscimento della tollerabilità di un contributo per quelle componenti universitarie e degli enti di ricerca attive nell'espansione del sapere scientifico puro, chiede che sia lasciata agli individui la possibilità di destinare parti importanti delle loro tasse in modo vincolato all'erogazione di una tassazione negativa ad esse.

    - Energia ed ambiente

    Progetto Liberale sostiene la privatizzazione, deregolamentazione e detassazione di tutto il mercato energetico. Nel rispetto dei meccanismi di mercato, ben esposti nel teorema di Coase, e per una crociata in difesa del diritto di Proprietà richiede che sia finalmente garantito ad ogni privato il diritto di difendere l'ecosistema di cui fanno parte le sue Proprietà e con esso il loro valore come è ad egli garantito di poter difendere i loro frutti o la propria salute. Lotta contro le demagogiche regolamentazioni restrittive del libero consumo di energia. Dichiara che il c.d. “risparmio energetico necessario” è un falso mito, costruito su di una equazione del tutto sbagliata tra sviluppo consumo di risorse ed inquinamento, finalizzato all'asservimento dei popoli sotto una tecnocrazia socialista ed alla cancellazione di quell'esigenza di sviluppo che è stata alla base dell'esplorazione del pianeta e poi dello spazio. Contro la dottrina dei limiti alla crescita e dello sviluppo sostenibile appoggia la dottrina dell'espansione illimitata dell'umanità per sostenere lo sviluppo. Nello spazio PL individua la nuova “frontiera” di Libertà che garantirà terre e risorse per tutti i figli dei secoli che verranno, per questo si batte per l'abolizione dei trattati collettivistici che negano la proprietà privata oltre i confini del pianeta.

    Punti programmatici per l'Italia

    Economia

    Progetto Liberale considera incivile il livello di intervento pubblico nell'economia nazionale e sostiene la necessità di ridurre drasticamente la regolamentazione diretta ed indiretta dei rapporti economici. Propone la riscrittura integrale del titolo della Costituzione Italiana ad essi riferito in senso apertamente liberista. Si batte per l'inserimento in Costituzione di un limite quantitativo massimo alla pressione fiscale gravante su ogni individuo nella misura del trentatrè per cento del suo reddito; sostiene l'introduzione di una flat tax e lo spostamento progressivo del carico sulle imposte indirette. Chiede, ove non sia possibile ottenere gli stessi risultati per l'intera Unione Europea, l'abolizione della Banca d'Italia e l'uscita dal Sistema Europeo delle Banche Centrali, il ripristino di una moneta solida e la sostituzione delle decisioni di politica monetaria con una norma di rango Costituzionale che fissi un adeguamento automatico dell'aumento della quantità di moneta all'1% annuo ed abolisca la riserva frazionaria elevando progressivamente il tasso di riserva obbligatoria al 100%. Chiede l'abolizione dell'INPS e la transizione ad un modello previdenziale a capitalizzazione individuale. Auspica la più pervasiva e rapida deregolamentazione e privatizzazione dell'intero sistema delle partecipate Statali di ogni ordine e grado (dal Municipio al Governo). Chiede la costruzione di una temporanea autorità Antitrust potente e credibile che si ponga a guida e garanzia del processo di liberalizzazione del mercato del paese, con poteri di sanzione alle imprese pubbliche o in corso di privatizzazione che mantengano posizioni di dominio del mercato. Sostiene l'abolizione immediata di ogni disposizione restrittiva della circolazione di capitali, della circolazione delle persone, del diritto di stabilimento, della circolazione delle merci e della fruizione di esse. Propugna la cancellazione del c.d. diritto del lavoro e il ripristino della connotazione di diritto privato dei rapporti di lavoro, unicamente regolati da contratti di autonomia.

    Giustizia

    Progetto Liberale chiede la separazione delle carriere della magistratura requirente da quelle della magistratura giudicante, nell'ottica di una evoluzione del processo in senso garantista. Invoca l'estensione della responsabilità non solo per dolo ma anche per colpa ai magistrati statali e la loro sottoposizione a tribunali ordinari pre-definiti per sorteggio anzichè al CSM, del quale chiede il rafforzamento delle competenze economiche ma anche l'elezione diretta da parte del Popolo (con limitazione dell'elettorato passivo ai soli operatori giuridici), eliminando dunque l'autoreferenzialità dell'autocratico ordine giudiziario. Ritiene sia indispensabile il mantenimento in condizioni di tendenziale uguaglianza dei detenuti nel sistema carcerario, senza disparità di trattamento diverse da una maggiore/minore limitazione della possibilità di comunicare con l'esterno. Propone il passaggio ad un sistema privato di carcerazione improntato all'automantenimento e riabilitazione dei detenuti tramite il lavoro, oltrechè alla necessaria punizione. Sostiene una riforma estesa e penetrante della attuale legislazione sui pentiti e sulle intercettazioni telefoniche, che ponga limiti massimi quantitativi e controlli specifici sulle possibili degenerazioni del sistema. Considera improrogabile l'aumento del numero di Magistrati in Italia di almeno il 50% onde diminuire la durata dei processi e ricondurla a livelli da paese civile. In questo quadro di garanzie, sostiene la sensatezza di una riduzione generalizzata della durata delle pene che le allinei al livello europeo e la razionalizzazione dell'istituto della prescrizione da ricondursi a residuo marginale per durate medie molto elevate, meramente suppletivo del normale corso della giustizia. Perchè sia certa la trasparenza del mercato del credito propone un inasprimento, parallelo ad una deregolamentazione che riduca le fattispecie alle sole implicanti un furto diretto o indiretto di qualcosa a qualcuno, delle pene per reati come il c.d. falso in bilancio.

    Scuola

    Progetto Liberale propone l'abolizione del finanziamento diretto alle Scuole Pubbliche e la sostituzione di esso con una quota capitaria piatta di 7000 € all'anno riconosciuta direttamente alle famiglie come buono educativo da spendere in qualsiasi istituzione educativa loro gradiscano, pubblica o privata. Sostiene l'eliminazione del valore legale dei titoli di studio e il ritorno ad un sistema liberale e pre-napoleonico dell'istruzione, onde impedire che il fine della Scuola sia la formazione del “cittadino” e sancire invece il suo diritto a formarsi da solo indipendentemente dal potere. Chiede l'abolizione delle indicazioni nazionali (programmi), del testo obbligatorio, dell'educazione civica e dell'ora di religione. Auspica la riduzione del numero di dipendenti pubblici nel settore dell'istruzione tramite il loro passaggio al mercato libero, reso obbligatorio (con alternativo prepensionamento a pensione ridotta) e direttamente correlato in modo quantitativo alla diminuzione del numero di studenti afferenti al sistema pubblico per singola scuola, a partire dai docenti e ATA più giovani. Propone l'abolizione integrale di tutti gli organismi di “rappresentanza studentesca” nel mondo della scuola e del ruolo del sindacato per ATA e docenti, tramite l'abolizione del diritto di sciopero per i dipendenti pubblici nell'istruzione.

    Università

    Progetto Liberale propone l'abolizione del finanziamento diretto alle Università Pubbliche e la sostituzione di esso con una quota capitaria piatta all'anno riconosciuta direttamente alle famiglie come buono educativo da spendere in qualsiasi istituzione universitaria loro gradiscano, pubblica o privata, e stabilita tramite la divisione del costo attuale integrale del sistema per il numero di studenti. Chiede che ogni aumento della spesa per le Istituzioni Universitarie sia da quel momento in poi integralmente sostenuto tramite aumenti delle tasse universitarie o del costo della retta e non della quota capitaria. Sostiene l'eliminazione del valore legale dei titoli di studio e chiede l'eliminazione di ogni intervento del potere pubblico sul tipo e sul contenuto degli insegnamenti. Auspica la riduzione del numero di dipendenti pubblici nel settore dell'Università tramite il loro passaggio al mercato libero, reso obbligatorio (con alternativo prepensionamento a pensione ridotta) e direttamente correlato in modo quantitativo alla diminuzione del numero di studenti afferenti al sistema pubblico per singola Facoltà, a partire dai dipendenti più giovani. Propone l'abolizione integrale di tutti gli organismi di “rappresentanza studentesca” nel mondo dell'Università e del ruolo del sindacato per i dipendenti, tramite l'abolizione del diritto di sciopero per i dipendenti pubblici nell'istruzione.

    Sanità

    Progetto Liberale considera fondamentale diritto degli individui quello di disporre del proprio corpo come meglio preferiscono, di conseguenza si batte contro le regole in materia di sanità adottate dallo Stato Italiano. PL crede che sia necessario riconoscere il diritto di ognuno a rifiutare le cure, di qualsiasi tipo esse siano, così come di scegliere quelle che ritiene più credibili ed efficaci, senza poter uccidere ma anche senza poter tenere in vita forzatamente qualcuno che abbia manifestato contrarietà ad interventi sul proprio corpo. Ritiene che le limitazioni alla proprietà ed allo scambio in materia di igiene pubblica siano giunte a livelli ridicoli ed intollerabili e che occorra lasciare ad ognuno il diritto di potersi rifornire, se vuole, anche in un negozio che venda un alimento prodotto in modo tradizionale e niente affatto asettico, correndo tutti i rischi del caso. Definisce come prioritaria la riforma del Sistema Sanitario Nazionale orientata alla privatizzazione del sistema che la sottragga alla sfera di influenza dello Stato e alla sostituzione graduale del finanziamento alla sanità con finanziamenti alle persone, perchè possano scegliere loro liberamente dove curarsi e perchè la professione di medico diventi flessibile e orientata al merito con veri meccanismi di carriera e sensibili differenze di stipendio o di occupabilità tra un medico che è bravo e uno che è incapace. Per PL la categoria dei farmacisti, residuo di una Italia neocorporativa e feudale deve perdere ogni privilegio e rientrare a pieno titolo in quella dei commercianti, senza più regole oppressive e cartelli per tenere alti i prezzi.

    Referendum

    Progetto Liberale si batte per l'abolizione dell'istituto del quorum referendario, sul modello Svizzero. Chiede inoltre la cancellazione del divieto ai referendum sulle leggi tributarie o di amnistia e di indulto, al fine di limitare l'inflazione statalista o buonista delle une e delle altre.

    Ambiente e paesaggio

    Progetto Liberale, preso atto della partecipazione dell'Italia al protocollo di Kyoto propone che per il rispetto di esso siano adottate politiche di tipo fiscale (carbon tax, carbon
    free detax, mercato di emissioni a somma negativa) idonee a mantenere minimo il danno economico per ogni cittadino ed a salvaguardare dal dissesto finanziario dovuto all'emission trading i conti dello Stato. Progetto Liberale considera più belle le città sviluppatesi per libera interazione dei proprietari e dei loro gusti privati in duemila anni di storia italiana di quei quartieri sviluppatisi dal 1940 ad oggi con le leggi sui vincoli alla proprietà per “interesse artistico” o pensati dai piani regolatori. I PRG sono una degenerazione fascista che PL si propone di cancellare dall'Ordinamento Italiano. PL ritiene importante, affinchè sia posto rimedio alle dissenate politiche criminogene di esproprio ambientalista di parti del territorio nazionale (Parchi Nazionali, Regionali, Riserve etc.) che hanno provocato evidente resistenza dei proprietari nella forma dell'incendio boschivo e della caccia indiscriminata come pratiche di brigantaggio diffuso, l'indennizzo da parte dello Stato dei proprietari lesi tramite: 1) l'abolizione dei vincoli; 2) il pagamento in forma di tassazione negativa temporanea dei danni subiti per colpa dei vincoli.

    Confederalismo ed Europa

    Progetto Liberale nell’ottica di rifondazione delle Nazioni sul consenso sostiene il modello confederale di aggregazione, propone un assetto interno
    per l'Italia e l'Europa simile a quello ottenuto dal modello di espansione federale degli Stati Uniti d’America a cavallo dei secoli decimo ottavo e decimo nono; sostiene il processo spontaneo di Unificazione Europea come grande opportunità di dissoluzione delle Istituzioni autoritarie degli Stati Nazione Europei in una sola Confederazione degli Stati Uniti d’Europa, organizzata in comuni, contee, distretti e ogni tipo di aggregazione locale -perchè Stato Unito d'Europa non debba essere necessariamente "l'Italia" o "il Belgio" o "la Germania" ma anche singole parti di essi- che sappia essere insieme regionale e mondiale, per costruire con una politica di sano isolazionismo e difesa armata dei propri confini la cornice migliore per lo sviluppo della Società. Combatte in questo contesto l’Europa delle Istituzioni uniche e onnipotenti e sostiene lo spirito originario e liberale di apertura dei mercati rigettando ogni tentativo di costruzione di Istituzioni Europee fondate sul monopolio della forza.
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  4. #4
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Post

    Elezioni di Pol

    performances dell'associazione

    Risultati Elettorali di Progetto Liberale
    • Dalle elezioni precedenti, che videro un risultato buono dell'associazione, alle ultime PL ha non solo mantenuto ma incrementato notevolmente il suo consenso di oltre quarantacinque voti ottenendo un risultato elettorale alle elezioni 2008 di cinquantuno preferenze (35 Ronnie, 6 Rudy, 6 Rochefoucauld e 4 alla lista), un risultato che l'ha vista tra i maggiori partiti del centro-destra polliano e saldamente maggioritaria tra le forze liberali. L'alleanza con il centrodestra su di un programma comune di riforme per camera ha dato i suoi frutti, dimostrando la solidità delle posizioni nel tempo raggiunte da PL e confermando le posizioni riformatrici precedentemente adottate anche in solitaria.
    • Qui dati nel dettaglio (si ringrazia Spycam srl)
    Rappresentanti del Partito al Congresso e al Governo:
    • PL vede eletti gli On.li RONNIE, *-RUDY-* e ROCHEFOUCAULD al Congresso di Politica Online.
    Data delle prossime elezioni: intorno al 5 di Giugno 2009

    Elezioni di Pol
    performances dell'associazione


    Risultati Elettorali di Progetto Liberale
    • Dalle elezioni 2007, che videro un trionfo dell'associazione, quest'anno PL ha mantenuto il suo consenso di oltre quaranta voti ottenendo un risultato elettorale alle elezioni 2008 di quarantacinque preferenze (24 Ronnie, 13 Rudy, 3 Bergamark [da indipendente] 1 Alex86 e 3 alla lista), un risultato che l'ha vista tra i maggiori partiti del centro-destra polliano e saldamente maggioritaria tra le forze liberali (LDR: 18 voti; LPP: 13 voti). La corsa in solitaria seppur vedendo la perdita di quattro voti rispetto alle precedenti elezioni ha comunque dato i suoi frutti, dimostrando la solidità delle posizioni nel tempo raggiunte da PL come indipendente dalle alleanze.
    • Qui idati nel dettaglio (si ringrazia EMOnexus)
    Rappresentanti del Partito al Congresso e al Governo:
    • PL vede eletti gli On.li RONNIE e *-RUDY-* al Congresso di Politica Online.
    Data delle prossime elezioni: intorno al 14 di Luglio.


    Elezioni di Pol
    performances dell'associazione

    Risultati Elettorali di Progetto Liberale
    • Dalle elezioni 2006, che videro una debacle dell'associazione, quest'anno PL ha vittoriosamente accresciuto il suo consenso di ben ventiquattro voti ottenendo un risultato elettorale alle elezioni 2007 di cinquanta preferenze (18 Ronnie, 18 Rudy, 13 Liberale), un risultato che l'ha vista tra i primi partiti del centro-destra polliano e saldamente maggioritaria tra le forze liberali (LDR: 17 voti; FL: 11 voti). L'Alleanza Liberale promossa da Progetto Liberale ha visto un trionfo elettorale insperato che ha consegnato ai Liberali le chiavi del Governo di Politica Online.
    • Qui i dati nel dettaglio (si ringrazia EMOnexus)
    Rappresentanti del Partito al Congresso e al Governo:
    • PL vede eletti RONNIE *-RUDY-* LIBERALE (+) al Congresso di Politica Online. L'On. Rudy è Presidente del Consiglio, il Ministro della Giustizia è l'On. Ronnie, Alex86 e Duca hanno le cariche di sottosegretari. In corso di legislatura ha aderito anche l'On. Richard Gecko, congressista.
    Data delle prossime elezioni: intorno al 14 di gennaio.
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  5. #5
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito

    Novità:


    - IV Congresso di Progetto Liberale, Forum Camera

    -
    Deliberazioni del direttivo di PL

    - E' aperto il tesseramento a Progetto Liberale
    , l'ADESIONE non comporta altro che un post di domanda a questo link e garantisce il diritto di partecipazione ai lavori del Congresso e di proporre cambiamenti allo Statuto al Programma o all'Organigramma. Ogni nuovo iscritto è un nuovo elettore e un nuovo militante, siete tutti bene accetti nel team di PL!


    Documenti storici


    [III PL] Secessione è Libertà
    (Ronnie)

    [III PL]Uomo e Mercato per un Progetto Liberale (Robert Schuman)

    Tear down this wall - 18 anni dalla caduta del muro di Berlino (Ronnie)
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Mestre e Feltre
    Messaggi
    272
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io chiedo di poter iscrivermi al Progetto Liberale dopo molti mesi di assenza

  7. #7
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito

    bentornato Rocky, aggiorno la lista, visto che eri iscritto anche da prima! Un saluto!
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  8. #8
    the dark knight's return
    Data Registrazione
    06 Jul 2006
    Località
    Gotham City
    Messaggi
    26,969
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ronnie Visualizza Messaggio
    Elezioni di Pol
    performances dell'associazione


    Risultati Elettorali di Progetto Liberale



    • Dalle elezioni 2006, che videro una debacle dell'associazione, quest'anno PL ha vittoriosamente accresciuto il suo consenso di ben ventiquattro voti ottenendo un risultato elettorale alle elezioni 2007 di cinquanta preferenze (18 Ronnie, 18 Rudy, 13 Liberale), un risultato che l'ha vista tra i primi partiti del centro-destra polliano e saldamente maggioritaria tra le forze liberali (LDR: 17 voti; FL: 11 voti). L'Alleanza Liberale promossa da Progetto Liberale ha visto un trionfo elettorale insperato che ha consegnato ai Liberali le chiavi del Governo di Politica Online.
    • Qui i dati nel dettaglio (si ringrazia EMOnexus)
    Rappresentanti del Partito al Congresso e al Governo:
    • PL vede eletti RONNIE *-RUDY-* LIBERALE (+) al Congresso di Politica Online. L'On. Rudy è Presidente del Consiglio, il Ministro della Giustizia è l'On. Ronnie, Alex86 e Duca hanno le cariche di sottosegretari. In corso di legislatura ha aderito anche l'On. Richard Gecko, congressista.
    Data delle prossime elezioni: intorno al 14 di gennaio.
    che affare

  9. #9
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Richard Gecko Visualizza Messaggio
    che affare
    pagato anche poco poi...
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  10. #10
    the dark knight's return
    Data Registrazione
    06 Jul 2006
    Località
    Gotham City
    Messaggi
    26,969
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    poco...insomma...

 

 
Pagina 1 di 26 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 223
    Ultimo Messaggio: 25-03-18, 12:23
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 26-03-10, 00:14
  3. PL - associazione liberale, liberista e libertaria di Politica Online
    Di Ronnie nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 01-02-09, 17:53
  4. Letture Liberali: link e bibliografia Liberale, Liberista e Libertaria
    Di Ronnie nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 22-08-08, 14:10
  5. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 12-12-07, 06:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226