User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    geppo
    Ospite

    Predefinito Roma, pugno duro dei giudici sugli ultrà

    Roma, pugno duro dei giudici sugli ultrà
    Nella capitale si complica la posizione dei quattro teppisti arrestati per violenza
    lesioni, resistenza e danneggiamento. Alla Digos i filmati realizzati durante gli assalti


    Roma, pugno duro dei giudici sugli ultrà
    s'ipotizza anche il reato di terrorismo


    Per i giudici gli slogan fascisti durante gli assalti fanno pensare ad una matrice politica
    Arrestate sette persone a Bergamo. Indagini in corso anche a Taranto, Parma e Milano



    I danni alla sede del Coni

    ROMA - Terrorismo. E' l'aggravante che la procura di Roma contesterà ai quattro arrestati (tre uomini e una donna) nei gravissimi disordini di ieri nella capitale, scoppiati in seguito alla morte di Gabriele Sandri. In città ci sono ancora i segni che raccontano la notte di follia, ma i magistrati vogliono capire se c'è stato anche qualcosa di più, una regia che può aver diretto e organizzato gli scontri. La Digos è al lavoro per esaminare i filmati degli scontri non solo a Roma, ma anche a Bergamo dove sono state arrestate alcune persone e a Milano. Ma agli ultrà del capoluogo lombardo non sarebbe applicabile l'aggravante del terrorismo.

    L'indagine nella capitale.
    E' la prima volta, secondo quanto risulta a Roma, che la magistratura contesta il terrorismo per fatti di violenze compiute da ultras. L'accusa è stata formulata sulla base dell'eventuale matrice politica che potrebbe esserci dietro gli assalti dei teppisti (sono stati gridati slogan inneggianti al fascismo) e della messa in pericolo delle due sedi di polizia e carabinieri. Ma i giudici intendono estendere l'aggravante anche ai gruppi di teppisti che con le loro incursioni miravano a condizionare le decisioni delle istituzioni che gestiscono il mondo del calcio e lo svolgimento delle partite (come Federazione, Lega, Ministeri, prefetture...). Una dimostrazione della linea dura decisa dagli uffici giudiziari di Piazzale Clodio sarebbe da ricercare anche nell'annullamento dei processi per direttissima delle quattro persone arrestate ieri, nei confronti delle quali sono in corso accertamenti per stabilire le loro responsabilità.


    L'aggravante. In particolare gli inquirenti hanno configurato la norma prevista dall'articolo 270 sexies del codice penale che considera "condotte con finalità di terrorismo quelle che possono arrecare grave danno a un Paese e sono compiute allo scopo di intimidire la popolazione o costringere i poteri pubblici a compiere o astenersi dal compiere un qualsiasi atto o destabilizzare o distruggere le strutture politiche fondamentali, costituzionali, economiche e sociali di un Paese". I pm hanno chiesto la convalida dei fermi. I quattro arrestati saranno interrogati dal gip probabilmente mercoledì prossimo.

    Doppio binario. Non viene, tuttavia, escluso il ricorso ad un "doppio binario" nei criteri di giudizio: questo per distinguere i gruppi che avrebbero agito seguendo una strategia pianificata, e quelli che - ad esempio - si sono lasciati andate alle violenze, ai danneggiamenti e alle devastazioni nei dintorni dello stadio. In questo secondo caso, i responsabili individuati e fermati nei prossimi giorni potrebbero essere processati per direttissima.

    Le indagini. Gli investigatori stanno esaminando le immagini dei sistemi a circuito chiuso per identificare altri responsabili degli assalti. Nei confronti dei quattro arrestati in flagranza di reato i pm Pietro Saviotti e Caterina Caputo, sotto il coordinamento del capo del pool antiterrorismo Franco Ionta, procedono, tra l'altro, per violenza, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

    I feriti. In totale sono 75 i poliziotti feriti. Molti di loro hanno riportato per lo più delle contusioni e sono funzionari che guidavano gli agenti contro gli hooligans. Per i carabinieri solo danni materiali, tre macchine danneggiate e una incendiata.

    I danni a Roma. Ci sono ancora, in città, i segni che raccontano la guerriglia urbana di ieri: nell'edificio sede del Coni, è ancora transennata l'entrata principale, le cui vetrate sono state infrante dagli ultrà. L'ingresso è transennato anche allo Iusm (l'Istituto universitario di scienze motorie), dove un cartello invita ad entrare dal retro, da via Franchetti, perché sul fronte dell'edificio tre vetrate sono ancora infrante e una quarta conserva preciso il foro di un sampietrino. In via Guido Reni è rimasta solo una volante, davanti alla caserma 'Maurizio Giglio', che per tutta la notte dopo gli incidenti è stata presidiata da un folto schieramento di agenti. Non c'è traccia del bus bruciato, ma i segni della "battaglia" restano sulla vetrata del gabbiotto d'ingresso. Anche a Ponte Milvio, davanti alla caserma dei Carabinieri, è rimasto lo scheletro carbonizzato dell'Alfa 156 data alle fiamme, perché parcheggiata nell'area riservata all'Arma. Il bar-pasticceria che si trova nello stesso edifico della caserma oggi è chiuso, ma, a terra, fuori tra i tavoli, resta qualche sampietrino divelto e vari frammenti di bottiglie.

    Le indagini di Bergamo. Digos e carabinieri, in serata, hanno effettuato sette arresti a Bergamo per gli scontri di ieri pomeriggio tra la stazione e lo stadio. Francesco Palafreni, detto 'Baffo', il più anziano del gruppo che nelle immagini tv si vede in cima ad una balaustra si è presentato direttamente in questura quando ha saputo che erano andati a cercarlo. E' stato poi lasciato a piede libero. Alcuni degli arrestati sono già conosciuti alle forze dell'ordine: dovranno rispondere a vario titolo di danneggiamento aggravato, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

    Le aggressioni. Gli arrestati sarebbero responsabili dell'aggressione nei confronti delle forze dell'ordine, avvenuta intorno alle 14 nei pressi della curva Nord atalantina, altri avrebbero cercato di sfondare le protezioni di plexiglass con un tombino sradicato all'esterno. Alla fine degli interrogatori saranno accompagnati in carcere. Nessuno di loro sarà processato per direttissima. Gli investigatori sono risaliti a loro grazie alle immagini delle telecamere a circuito chiuso presenti dentro e fuori lo stadio e alle immagini diffuse dalle televisioni locali e nazionali.

    Le indagini di Milano. La Digos di Milano sta lavorando intensamente per identificare gli ultras coinvolti negli episodi di violenza avvenuti davanti alla Rai e nell'assalto al commissariato di via Novara, lanciando pietre, bottiglie e fumogeni. Gli investigatori stanno visionando tutti i filmati acquisiti e procedere con gli arresti in flagranza differita. I risultati delle indagini saranno descritti in una relazione che sarà trasmessa in procura, forse, entro domani mattina. Al momento non sono state formulate ipotesi di reato, ma gli inquirenti sono indirizzati a ipotizzare accuse come danneggiamento e lesioni a pubblico ufficiale. L'aggravante del terrorismo per gli inquirenti non sarebbe applicabile a Milano.

    Le indagini di Taranto. Il prefetto e il questore di Taranto, Alfonso Pironti e Gian Carlo Pozzo, insieme col comandante provinciale dei carabinieri Adolfo Pecone, hanno compiuto oggi un sopralluogo allo stadio 'Erasmo Iacovone' per verificare i danni subiti dall'impianto e le condizioni di sicurezza, dopo gli incidenti provocati ieri da ultras del Taranto che hanno causato la sospensione della partita Taranto-Massese (C/1, girone B). "Si tratta di episodi di puro teppismo che rischiano di uccidere lo sport - ha dichiarato il prefetto -. Di questo passo gli stadi sono destinati a svuotarsi". Ieri i disordini sono proseguiti anche all'esterno dello stadio, dove tre carabinieri impegnati nel servizio d'ordine hanno riportato contusioni guaribili in pochi giorni. Anche nella città pugliese, gli agenti della Digos stanno esaminando alcuni filmati.

    (12 novembre 2007)
    DA la Repubblica.it cronaca

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E cosa volevano, anche un premio magari? Mi stupisco del numero, altro che quattro, minimo quattrocento dovevano essere portati davanti al giudice...

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    26,593
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Però il poliziotto è ancora a casa sua...

  4. #4
    Flaxio
    Ospite

    Predefinito

    La prossima volta, gridate No Pasaran se non volete correre rischi!!!

  5. #5
    Onore e Fedeltà
    Data Registrazione
    14 Mar 2007
    Località
    In Ostuni, la Città Bianca piena di Cuori Neri!!! Di origine chiaramente romana, di razza puramente Italiana!!! Laziale nell'anima!!!
    Messaggi
    4,154
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Malik Visualizza Messaggio
    Però il poliziotto è ancora a casa sua...
    E questa è la giustizia italiana...

  6. #6
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,318
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Malik Visualizza Messaggio
    Però il poliziotto è ancora a casa sua...
    ....esatto...
    Giustizia sempre poco chiara ed obiettiva.
    E sempre ed ancoar di piu' quando la sinistra e' a capo di queste cose,l'ultra statalismo e "l'importanza delle autorita' costituite"e' un male incurabile
    Per gli assassini niente pugno di ferro quando in divisa.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    14,734
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Malik Visualizza Messaggio
    Però il poliziotto è ancora a casa sua...
    che schifo

  8. #8
    geppo
    Ospite

    Predefinito

    Oggi al funerale si è parlato anche dell'incredibilità di aver sentito alla radio che i 4 amici di gabbo sono indagati per lesioni contro ignoti!!! Senza neanche una querela. Incredibile ormai si sta facendo di tutto. vedrete come andrà a finire!!!

    Geppo!!!

  9. #9
    gerardo1961
    Ospite

    Predefinito



    Sicuramente gli amici di Gabbo passeranno con questa giustizia di m***a POSSIBILI GUAI, ma colui che ha AMMAZZATO sta tranquillamente a casa, oggi l'ho pure sentito al telegiornale parlare tranquillamente al citofono.

    Per non parlare dei nostri 4 amici che ancora sono reclusi anche se sono domiciliari e ancora devono avere un processo per un qualcosa che non si sà!

 

 

Discussioni Simili

  1. Pugno duro a Firenze contro una gelateria.
    Di zwirner nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 16-08-11, 16:24
  2. Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 10-03-11, 12:25
  3. pugno duro contro gli sbarchi
    Di zwirner nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 15-07-09, 18:10
  4. Roma, pugno duro dei giudici sugli ultrà
    Di geppo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13-11-07, 18:56
  5. Real: pugno duro di Luxemburgo
    Di Nirvana nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-01-05, 14:29

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226