http://www.spreconi.it/2007/11/auto-blu-cos-co.html

Qualcosa si muove. Forse le cose non cambieranno, ma l'abuso di mezzi di servizio per farne privilegi personali comincia a creare qualche problema. A Roma Salvatore Sottile è stato rinviato a giudizio per avere usato la vettura di rappresentanza del ministero degli Esteri per portare in giro la sua amichetta Elisabetta Gregoraci: Sottile era portavoce dell'allora ministro Fini. A Napoli invece una nuova inchiesta fa i conti sulla flotta di auto blu del Comune, che a dispetto della stagione di tagli alla spesa pubblica naviga a tutta velocità. Il sindaco Rosa Russo Iervolino ha una vettura del Viminale con scorta in quanto ex ministro dell'Interno. Invece assessori e presidente del Consiglio comunale hanno a disposizione 17 Alfa 159, grintose e comode. In più, però, ai consiglieri viene rimborsato il noleggio di auto private e i taxi. Otto Fiat punto sono poi a disposizione dei dirigenti delle società municipali. E per i manager del Comune sarebbe garantita la copertura H24, con due turni di autisti e spesso due macchine diverse che si alternano nella stessa giornata. Adesso Procura e Guardia di Finanza vogliono capire come sono state utilizzate le auto blu e hanno sequestrato la documentazione su otto anni viaggi. Ci sono trasferte a feste di partito in tutta Italia, ma anche escursioni a Rimini e in località turistiche della Calabria: di tutte si verificherà la reale motivazione. E' banale ricordare ai vertici del Comune di Napoli l'esempio di Gordon Brown, che da ministro continuava a usare metropolitana e autobus?