User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: I Bagration Di Georgia

  1. #1
    roberto m
    Ospite

    Predefinito I Bagration Di Georgia

    I RE PIU ANTICHI
    Il 25 ottobre 2007 il parlamento di Tbilissi è stato chiamato dai partiti d’opposizione a discutere l’ventualità dell’instaurazione di una monarchia costituzionale, se questo progetto dovesse andare a buon fine cio’ significherà che una della più antiche dinastie del mondo sarà restaurata sul trono

    Certo oggi nessuno storico serio oserebbe affermare che i Bagratidi discendono dal profeta Davide, eppure la leggenda nata fin dall’alto medioevo ad opera del cronista Mosè di Khorene è curiosa.
    Essa racconta di come, nel VI secolo Avanti Cristo, 7 fratelli cacciati dalla Palestina avessero trovato rifugio tra le montagne del Caucaso. Come Gesu’ Cristo questi 7 fratelli sarebbero appartenuti alla dinastia dei Re d’Israele. Tre di essi si sarebbero stabiliti in Armenia mentre gli altri quattro nella vicina Georgia e uno di questi ebbe un figlio, Bagrat, fondatore dell’omonima dinastia...
    In ogni caso anche se i Bagration hanno dovuto rinunciare all’ascendenza biblica, essi restano comunque una della dinastie più antiche del mondo, in concorrenza con la dinastia Imperiale Giapponese.
    Comunque gli specialisti non riescono ad accordarsi sulle loro reali origini: alcuni di loro affermano che il nome discende dall’antico persiano “Bagadata” cioè “donato da Dio”.
    Già nel I secolo Avanti Cristo un certo Bagratades è vicerè di Siria sotto Tigrane il grande.
    Nelle cronache il nome della dinastia Bagratuni appare nel 314 Dopo Cristo come quello di feudatari della regione di Speri, attuale Ispir, nella Turchia nord-orientale che in seguito governarono i principati di Samtzkhé e di Klajerti sotto la sovranità persiana, più tardi gli imperatori bizantini gli conferirono il titolo di “curopalates”. Nel V secolo i Bagratuni ricevettero il titolo di “thagadir” o “posa-corona” dei re Arsacidi d’Armenia.
    In realtà la certezza dell’esistenza dei Bagratuni è provata solo a partire dall VIII secolo col declino del clan rivale dei Mamikonian: nel 772 dopo la vittoria dopo la vittoria musulmana di Bagrevand, uno di loro, certo Vassak figlio di Aschot III il cieco, principe d’Armenia, si stabilisce nei monti di Klarjeri dove sposa la figlia di un nobile locale.
    Nell’813 suo nipote Aschot I si proclama principe d’Iberia –l’antico nome della Georgia-, con il sostegno di Costantinopoli. I suoi discendenti si divideranno in rami rivali tra loro finchè Adanassé II nell’888 restauro’ l’antico Regno di Georgia.
    Mentre un ramo dei Bagraditi continuerà a governare l’Armenia fino al XII secolo, Bagrat III (1001-1014) completa l’unificazione del Regno conquistando l’Abkazia.
    Nel corso dell’XI secolo essi mantengono una precaria indipendenza minacciati alle loro frontiere dai Bizantini e dai Turchi Selgiucidi.
    L’età d’oro dei Bagration inizia con il regno di Davide IV il costruttore (1089-1125) che nel 1122 occupa Tbilissi e ne fa la sua capitale. L’Impero Georgiano si estende allora dal Caucaso all’Iran e verso l’Asia Minore. Il nipote di Davide, Giorgio III è il primo a portare il titolo persiano di Shahinshah – re dei re – nonchè dell’altro titolo altisonante di “padrone di tutto l’Occidente e l’Oriente”. Sua figlia Tamara (1160-1213) meriterà il titolo di “regina delle regine”, associata al trono dal padre all’età di 24 anni, bella e intelligente, Tamara eserciterà la sua autorità fino al Mar Caspio favorendo la creazione dell’Impero greco di Trebisonda.
    Molto caritatevole essa dedicherà ai poveri un decimo delle entrate dello stato.
    Si dice anche che essa avesse appetiti canali insaziabili: la leggenda dice che ogni sera attitrava nel suo palazzo un giovane viandante e, dopo una notte d’amore, lo facesse gettare nelle gole del fiume Terek...
    Sposando il principe di Ossezia, Davide Oslan - ritenuto d’ascendenza Bagratide – Tamara diede origine a un nuovo ramo della dinastia georgiana.
    Con le invasioni mongole il Caucaso inizia un inarrestabile declino: una delle province georgiane fa secessione e un ramo della famiglia instaura un un principato indipendente.
    Dopo una breve parentesi sotto il regno di Giorgio V il brillante (1318-1346) la Georgia riprende il suo declino e all’inizio del XV secolo le truppe di Tamerlano mettono il paese a ferro e fuoco, devastando i santuari cristiani.
    Sempre più divisa, nel 1490 la Georgia si scinde in tre regni indipendenti: la Karthlia, la Kakhezia e la Iremezia attorno ai quali gravitano una miriade di principati e ducati come la Mingrelia, la Guria, l’Abkazia e la Samtskhé.
    Sia i persiani che i turchi effettuano incursioni e rapiscono donne georgiane che vengono vendute come schiave in tutto il mondo musulmano.
    Malgrado questo sbriciolamento e guerre civili sanguinose il paese saprà preservare la sua identità, incarnata dalla famiglia Bagration con diversi suoi esponenti a capo dei regni principali.
    Finalmente nel 1762 la Karthlia e la Kakhezia si liberano dalla tutela persiana e vengono unite dal re Eraclio II che nel 1783 si pone sotto la protezione dell’Impero Russo col trattato di Giorgievsk.
    Nal 1798 alla sua morte, gli succede il figlio Giorgio XII che, debole e indeciso dovrà fronteggiare gli appetiti dello zar Paolo I il quale sancirà l’annessione dei due regni,
    Il 18 dicembre 1800 confermata il 12 settembre 1801 dal figlio Alessandro.
    Nel frattempo il reggente Davide, figlio di Giorgio XII tenta di resistere ma viene deportato in Russia con molti altri principi della sua famiglia. Dieci anni dopo anche il re d’Imerezia Salomone II, vassallo nominale dell’Impero Ottomano, viene detronizzato dal potente vicino ortodosso e da allora i Bagration saranno integrati nell’alta aristocrazia russa illustrandosi come militari, come l’eroico generale Piotr Bagration ferito mortalmente nel 1812 nella battaglia di Borodino contro Napoleone, o come Piotr Romanovic Bagration, governatore delle provincie baltiche e ingeniere metallurgico.
    Dopo la rivoluzione d’Ottobre e l’instaurazione del potere sovietico in Georgia nel 1921, molti Bagration emigrano nell’Europa occidentale.
    Uno di essi, il principe Irakli Bagration-Moukhransky (1909-1977) si proclama Capo della Casa Reale: dal suo primo matrimonio con la contessa romana Maria Antonietta Pasquini dei conti di Costafiorita nascerà a Roma un figlio Giorgio, la madre non sopravvisse al parto e mori’ dandolo alla luce il 22 febbraio 1944. Nel 1994 i resti di Irakli vennero trasferiti nella cattedrale di Svetitskhoveli, in Georgia.
    La repubblica di Georgia riconosce ufficialmante il principe Giorgio come erede della dinastia storica, che presto potrebbe salire sul trono col nome di Giorgio XIII.
    Una sorella di Irakli l’ultranovantenne granduchessa Leonida (nata nel 1914) sposo’ il granduca Vladimir Romanov (1917-1992) riconosciuto capo dalla Casa Imperiale Russa, la loro unica figlia Maria è attualmente uno dei pretendenti al Trono Imperiale
    Da Point de Vue del 30 ottobre 2007
    Traduzione di Roberto M

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    roberto m
    Ospite

    Predefinito

    Il principe Giorgio Bagration-Moukhransky
    Riconosciuto ufficialmente erede al trono dalle autorità georgiane il principe è nato a Roma da madre Italiana morta nel metterlo al mondo nel 1944.
    Ha trascorso gran parte della sua vita in Spagna dove era pilota di rallye, da diversi anni si è trasferito a Tbilissi

    Cosa pensa della proposta del Patriarca di instaurare una Monarchia Parlamentare in Georgia?
    Gli interventi di Sua Santità Elia II presentano la migliore soluzione per l’avvenire del paese.
    Una monarchia costituzionale garantirebbe la democrazia, la Georgia non si troverebbe colpita dai cambiamenti politici e la monarchia garantirebbe l’indipendenza del parlamento dando alla Georgia la stabilità necessaria. Penso che la monarchia sia più che possibile in un futuro prossimo

    Chi dovrebbe essere il Re della Georgia?
    Il patriarca si augura che venga scelto un bimbo non ancora nato, che dovrà nascere in Georgia perchè sia educato secondo le tradizioni antiche dalla chiesa stessa.
    Credo che si lascerà prudentemente trascorrere del tempo prima di proclamare un Re anche se cio’ non significa che la costituzione non possa essere modificata subito e che il paese non ritorni ad essere il Regno di Georgia.

    Cosa farebbe se diventasse Re?
    Mi sembra difficile che io stesso possa diventare Re: penso che sia necessario scegliere un uomo giovane, che disponga del tempo necessario per realizzare questa difficile missione storica. Comunque io attiverei un piano economico per rilanciare l’agricoltura e l’industria affinchè il paese crei ricchezza, cosi’ necessaria qui.
    Bisognerebbe stabilire delle leggi sociali e creare delle cooperative in certi campi.
    Io penserei al benessere del popolo e mi augurerei che le riccezze vangano redistribuite senza spoliazioni. La figura del Re Juan Carlos è il migliore esempio ai mio avviso: egli è riusciti a dare alla Spagna una grande stabilità e a rimettere il suo paese nel senso della Storia.

    Tra i suoi figli chi potrebbe raccogliere la successione?

    Il più preparato è il mio secondo figlio David, nato nel 1976 che vive in Georgia da 4 anni: egli conosce bene la lingua e si è perfettamente adattato al nostro paese, cosa non facile quando si è vissuti in Occidente. Credo che David discponga di tutte le qualità necessarie per essere il padre del futuro Re. Per me, come padre e capo della Familgia Reale Georgiana sarebbe un onore immenso.
    Il mio figlio maggiore Irakly (nato nel 1972) invece, vive e lavora a Madrid
    Il più piccolo Ugo Guram (nato nel 1984) sta terminando l’università a Madrid
    Mia figlia maggiore Maria Antonietta (nata ne 1969) abita a Barcellona e mi ha dato un nipotino.
    Sono molto orgoglioso di tutti loro

    Da Point de Vue del 30/10/2007
    Traduzione di Roberto M

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Speriamo facciano presto, per il bene della Georgia!
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  4. #4
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    13 Jul 2009
    Messaggi
    5,455
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    monarchia solo e soltanto monarchia e poveracci i georgiani se non ritorna il re.

  5. #5
    roberto m
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da REGNO D'ITALIA Visualizza Messaggio
    monarchia solo e soltanto monarchia e poveracci i georgiani se non ritorna il re.
    triste notizia: l'erede al trono di Georgia, il principe Giorgio di cui parlo in questo articolo è morto a soli 63 anni , lascia diversi figli

  6. #6
    roberto m
    Ospite

    Predefinito

    Morto Giorgio Bagration, erede al trono della Georgia
    Tbilisi – Il principe Giorgio di Bagration e di Mukhrani, erede al trono della Georgia, due volte campione di Rally di Spagna è morto il 16 gennaio 2008 nella capitale georgiana all’età di 63 anni.
    il rito funebre è stato officiato nel tempio principale del paese la Cattedrale della Trinità dal Patriarca della chiesa Georgiana, Ilias II.
    il principe Bagration è stato successivamente seppellito nella Cattedrale Svetitsjoveli nell’antica capitale georgiana di Mtsjeta, situata a 20 chilometri a ovest di Tiblisi, dove riposano i suoi antenati.
    Per combinazione lo stesso giorno della sepoltura si è svolta l’investitura del presidente Mijaíl Saakashvili. Akaki Asotiani, leader del partito monarchico 'Unione tradizionalista' ed ex presidente del Parlamento, il politico più vicino alla famiglia relae ha dichiarato che il principe è morto a causa di un’epatite.
    Campione di Spagna di rally, Bagration inizio’ la sua carriera agonistica con le moto nel 1959 e otto anni dopo, al volante di una Renault Alpine M67, arrivo’ secondo al circuito di Jarama.
    nel 1968 nel 1974 cerco’ di partecipare alla Formula 1ma non riusci’ a causa di problemi con i suoi sponsors.
    Due anni fa il principe lascio’ Marbella per trasferirsi in questa repubblica caucasica ricca di vini. Qualche mese fa si discusse di reintrodurre nella terra natale di Stalin la monarchia che fu abolita con l’annessione della Georgia all’impero Russo nel 1801: nel settembre scorso il Patriarca della Georgia propose di iniziare un dibattito per l’instaurazione di una monarchia costituzionale che ristabilisca la dinastia dell’ultimo re Giorgio XII, detronizzato dallo zar Paolo ISecondo il Patriarca per assumere la corona il futuro sovrano dovrà essere educato in Georgia fin da bambino e proprio Giorgio Bagration dichiaro’ che questo arduo compito dovrebbe essere svolto da uno dei suoi quattro figli

    Figlio del principe esiliato Irakli di Bagration e Mukhrani (morto nel 1977) e della contessa italiana Maria Antonietta Pasquini che mori’ di parto nel metterlo al mondo, Giorgio di Bagration era nato a Roma nel 1944.In prime nozze con una nipote del Re Alfonso XIII l’infanta María de las Mercedes de Zornoza Ponce de León ebbe tre figli:
    • María Antonietta (nata il 21 giugno1969) sposata nel 1996 con Jaime Gaixas
    • Principe Irakly (nato il 26 agosto 1972) teoricamante nuovo erede al trono ma residente in Spagna
    • Principe Davit (nato il 24 giugno 1976) residente in Georgia e considerato la speranza futura della dinastia
    In seconde nozze con Nuria Llopis i Oliart ebbe un figlio:
    • Gurami Ugo (nato il 14 febbraio 1985) residente in Spagna
    Roberto M


  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da roberto m Visualizza Messaggio
    triste notizia: l'erede al trono di Georgia, il principe Giorgio di cui parlo in questo articolo è morto a soli 63 anni , lascia diversi figli
    Questa non ci voleva proprio.
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

 

 

Discussioni Simili

  1. Operazione Bagration
    Di blobb nel forum Storia militare
    Risposte: 65
    Ultimo Messaggio: 14-09-10, 13:17
  2. La Georgia bombarda l'Ossezia. La Russia bombarda la Georgia
    Di GionataPacor (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 4325
    Ultimo Messaggio: 06-09-08, 21:23
  3. Georgia e Ossezia
    Di JohnPollock nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-08-08, 19:37
  4. Georgia!
    Di Sabotaggio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 03-11-07, 02:19
  5. Gli USA in Georgia
    Di Attenzioneimbelli nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-02, 17:08

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225