User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito 174 sindaci restituiscono la fascia tricolore.

    Venezia

    «Caro presidente Napolitano, la invitiamo a venire a gestire i nostri Comuni, a dare le risposte ai nostri cittadini. Saprà lei trovare le ennesime parole per rispondere a chi domani non avrà più dove mandare i figli, case vuote e abbandonate, intere vallate spopolate. Queste 174 fasce tricolori attendono una dignitosa risposta, così come dignitoso e devastante è quanto può significare il fatto che oltre 100 sindaci le consegnano i propri municipi». Comincia così la lettera che accompagnerà le 174 fasce tricolori di altrettanti sindaci di Comuni di confine (già 35 le adesioni pervenute dal Veneto) che saranno recapitate in segno di protesta al Quirinale per finire sulla scrivania del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per chiedere il mantenimento degli accordi che il Governo aveva preso con Asscomiconf, l'Associazione dei Comuni di confine, per arginare i disagi socio-economici che gravano sui comuni che confinano con le Regioni autonome e gli Stati di Svizzera e Austria. La spedizione avverrà lunedì prossimo da Milano al termine di una conferenza stampa prevista in piazza Duomo e per il 1. dicembre è annunciata una manifestazione a Roma dove arriveranno oltre cento pullman dal Nord Italia.
    «Abbiamo una lettera della ministra Lanzillotta che si impegnava a nome del Governo a provvedere urgentemente con politiche d'attenzione per le nostre problematiche - ricorda gli impegni del Governo Marco Scalvini, sindaco di Bagolino, in provincia di Brescia, e presidente di Asscomiconf - Mi sono recato a Roma per un incontro al ministero e dopo aver fatto anticamera il capo di gabinetto mi annunciava che l'incontro veniva rimandato per questioni di protocollo. Stiamo aspettando da due settimane e nessuno si è fatto vivo». «Abbiamo presentato quindici emendamenti alla Camera sul decreto fiscale tramite i gruppi parlamentari trasversali di Forza Italia, Verdi, Alleanza nazionale, Lega e Udeur e sono stati tutti bocciati - ricorda ancora Scalvini - L'emigrazione, il pendolarismo, gli asili, le scuole e i servizi sociali hanno un colore? Se di colore si parla è solo il grigiore di uno Stato spesso padrone e quasi mai padre. Basta con questa politica di schieramenti e di contrasti che non porta mai soluzioni».
    E il Veneto, che conta una cinquantina di Comuni interessati, sarà sicuramente in prima fila in questa battaglia. «Il malcontento è molto grande e abbiamo avuto modo di verificarlo ad Adria venerdì scorso durante il nostro consiglio regionale - spiega Vanni Mengotto, presidente dell'Anci veneta - Esiste una situazione di grande sofferenza e non solo tra i Comuni di confine in quanto il dato aggiuntivo che è emerso coinvolge tutta una fascia di Comuni di "retroguardia". Ed è in relazione, ma non solo, alle dimensioni demografiche che si trovano in estrema difficoltà. I Comuni più piccoli hanno enormi problemi per quanto riguarda i trasferimenti, quelli un pochino più grandi, sopra i cinquemila abitanti e che rientrano nel patto di stabilità, hanno ulteriori difficoltà sui vincoli di bilancio e del patto stesso, che paradossalmente creano più difficoltà ai Comuni virtuosi che agli altri». L'Anci del Veneto quindi sposa in pieno l'iniziativa di Asscomiconf. «In questo momento purtroppo - aggiunge Mengotto - c'è in atto una politica denigratoria nei confronti degli enti locali: pare che gli sprechi avvengano nella Comunità montana o nel Comune e probabilmente a Roma non sanno quanto guadagna un consigliere comunale o l'assessore di un Comune di mille abitanti dove il consigliere, con il gettone di presenza, si prende il caffè. Non credo quindi che si risolva il problema italiano della finanza pubblica con azioni sugli enti locali, i baratri della finanza pubblica sono da tutt'altra parte».
    «L'insofferenza nasce anche da questo - sottolinea ancora il presidente dell'Anci veneto - non solo dal dato economico. Le indicazioni che ci sono venute dalla riunione di Adria sono quelle di far sentire la nostra voce e questo è venuto in maniera trasversale da enti gestiti dal centrodestra come dal centrosinistra: in Veneto su questo aspetto non c'è alcuna differenza».
    Ma l'Anci veneto non pensa solo alle proteste. «Vorremmo assieme al Friuli Venezia Giulia e al Trentino Alto Adige creare un forte coordinamento delle municipalità del Nordest - conclude Vanni Mengotto - E se su questa linea si muoverà anche la Lombardia, saremo ben lieti di fare sentire la voce del Nord perchè ci sono disagi che a livello nazionale non sono compresi, ma che sono evidentissimi nelle nostre realtà, e che si rischia di sottovalutare. Si tratta di indicatori che vengono dagli enti locali e sottovalutarli significa non considerare ciò che pensa il cittadino di cui il sindaco è il portavoce. Il malessere dei sindaci non è di chi amministra, ma è il malessere della comunità che rappresenta». Giuseppe Tedesco


    http://www.gazzettino.it/VisualizzaA...1-20&Pagina=10

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo schtato non funziona, e allora quei sindaci scrivono "Caro presidente Napolitano, la invitiamo a venire a gestire i nostri Comuni."



    "Caro napolitano stattene a roma", questo dovevano scrivere.

    E' cosi' difficile capire che il problema non si risolve implorando piu' concessioni da roma, o mandando a roma un governo di destra piuttosto che di sinistra, ma solo andando via da roma (o rifiutandosi di raccogliere tasse per roma, che e' lo stesso)?

    Invece di mandare quelle fasce tricolori a roma, se volevano veramente smuovere le acque, quei sindaci dovevano mandarle all'austria e dire "veniamo con voi". Cosi' invece e' solo un teatrino.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bhè caro Aussie di cosa ti stupisci? è la solita pagliacciata in salsa itagliota
    salucc

  4. #4
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,701
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio
    E' cosi' difficile capire che il problema non si risolve implorando piu' concessioni da roma, o mandando a roma un governo di destra piuttosto che di sinistra, ma solo andando via da roma (o rifiutandosi di raccogliere tasse per roma, che e' lo stesso)?

    Invece di mandare quelle fasce tricolori a roma, se volevano veramente smuovere le acque, quei sindaci dovevano mandarle all'austria e dire "veniamo con voi". Cosi' invece e' solo un teatrino.
    STRAQUOTO

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Cosa hanno fatto questi sindaci per staccarsi da roma.?.

    Dato che per diventare sindaco occorre che la persona sia dichiarata non analfabeta e pertanto capace di leggere, allora sapranno che se si fossero staccati da roma oggi i loro cittadini avrebbero cadauno duemila euro in più all’anno in tasca.
    E i comuni e le regioni avrebbero oltre 1000 euro in più per cittadino annui da spendere.

    Se vogliono stare con roma lo facciano, ma almeno abbiano la dignità di stare zitti.

    Come può pretendere un cittadino di dirigere un comune se non ha ancora capito che la Padania è una colonia?
    E le colonie sono sfruttate.

    Non si deve esagerare a prendere in giro i cittadini.
    Poi quando alla pentola salterà il coperchio, saranno problemi per tutti.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scritto in origine da aussiebloke
    E' cosi' difficile capire che il problema non si risolve implorando piu' concessioni da roma, o mandando a roma un governo di destra piuttosto che di sinistra, ma solo andando via da roma (o rifiutandosi di raccogliere tasse per roma, che e' lo stesso)?

    Invece di mandare quelle fasce tricolori a roma, se volevano veramente smuovere le acque, quei sindaci dovevano mandarle all'austria e dire "veniamo con voi". Cosi' invece e' solo un teatrino.

    STRAQUOTO

    Straquoto, unitamente a ciò che scrive JOT, come sempre. Il problema è l'itaglia e roma.."Basta roma..basta tasse...via da roma..la gallina dalle uova d'oro...." Sono diventata leghista per questo. Queste devono essere le
    nostre lotte....sempre . Soprattutto perchà ABBIAMO RAGIONE

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Tutti i cittadini pagano il pizzo.
    Solamente che quando si paga allo stato prende la denominazione di tassa.

    Perché se anche le tasse si chiamassero pizzo, in automatico lo stato per associazione di idee si dovrebbe chiamare Mafia. E questo è meglio che non venga evidenziato troppo.

    In italia non vi è evasione. Perché al Nord si paga il pizzo allo stato, ed al Sud si paga alle associazione mafiose. Ambedue gli enti sono contrari alle evasioni.
    Vi è solamente una cattiva interpretazione, per lo stato le tasse pagate alla mafia vengono classificate come evasione.
    Come le tasse pagate allo stato sono considerate evasione verso il dovuto alla Mafia.


    Ora che persino i partiti di destra e di sinistra PDL e PD sembrano che si accordino, si augura che anche lo Stato e la Mafia iniziano delle consultazioni.
    Discutendo intorno al tavolo si giunga a permettere che venga ritenuto come acconto delle tasse la detrazione per i pagamenti del pizzo alla Mafia.

    Per agevolare i commercialisti si potrebbe usare il rigo N27 del Modello Unico.

    Mafia e stato devono ammodernarsi e prendere esempio da PDL e PD nella disponibilità al colloquio. .

  8. #8
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Solo io ho notato, al di là delle frasi rituali di circostanza, il segno di un malessere profondo?

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    8,576
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da JuvSP Visualizza Messaggio
    Solo io ho notato, al di là delle frasi rituali di circostanza, il segno di un malessere profondo?
    Per la verità persiste da un pezzo questo profondo malessere, solo che non si concretizza in nulla di positivo per il nord, salvo queste sterili manifestazioni di scontento, d'altronde finchè la gente non prenderà realmente coscienza dello stato delle cose, non cambierà assolutamente un'emerita mazza.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    12 Apr 2002
    Località
    parma
    Messaggi
    3,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio
    Lo schtato non funziona, e allora quei sindaci scrivono "Caro presidente Napolitano, la invitiamo a venire a gestire i nostri Comuni."



    "Caro napolitano stattene a roma", questo dovevano scrivere.

    E' cosi' difficile capire che il problema non si risolve implorando piu' concessioni da roma, o mandando a roma un governo di destra piuttosto che di sinistra, ma solo andando via da roma (o rifiutandosi di raccogliere tasse per roma, che e' lo stesso)?

    Invece di mandare quelle fasce tricolori a roma, se volevano veramente smuovere le acque, quei sindaci dovevano mandarle all'austria e dire "veniamo con voi". Cosi' invece e' solo un teatrino.
    Vedi , ci vuol poco a capire come deve funzionare , lo stato , basta capire quello che disse una persona vissuta lo scorso secolo, una persona che ha lasciato ilò segno . Disse che non si può fare affidamento a sistemare i danni a chi questi danni ha provocato. Questo persona che se ne intendeva era Heinstain, qualcuno pensava fosse ....bossi ?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Poveri sindaci , con la fascia tricoloruta.....
    Di Watson nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-03-13, 22:44
  2. Risposte: 232
    Ultimo Messaggio: 05-07-10, 18:16
  3. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 13-04-10, 19:58
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 03-04-10, 01:38
  5. Alemanno: Matrimonio di De Angelis con fascia tricolore
    Di il Sig.Carosi nel forum Destra Radicale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-04-08, 08:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226