User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pronto soccorso: Istat, il Veneto la peggiore regione del nord

    -----
    COMUNICATO STAMPA
    -----

    -----


    Pronto soccorso: Istat, il Veneto la peggiore regione del nord


    Un’indagine pubblicata ieri dall’Istat rivela che la nostra politica regionale è la peggiore del nord e di molte altre regioni anche del centro. La politica leghista non sembra premiare l’efficienza neanche nell’accesso alle ASL.


    Treviso, lì 27 novembre 2007Una indagine Istat pubblicata ieri su una ripartizione dell’indagine sui Consumi delle Famiglie 2006 dimostra come le regioni dello stato italiano con maggiori difficoltà di utilizzo del pronto soccorso (valori superiori alla media ripartizionale) sono il Veneto (8,7%), la Valle d’Aosta (7,1%) e l’Emilia Romagna (6,6%); il Veneto e l’Emilia Romagna mostrano, tra le regioni settentrionali, la maggiore difficoltà di utilizzo anche rispetto alla ASL (5,7% e 5,0%).


    Il Veneto in particolare sembra dimostrare imbarazzanti risultati molto simili a quelle del Molise.

    Con l’auspicio che l’Istat venga smentita, ci chiediamo le ragioni di quella che sembra essere una pessima performance. E speriamo che non ci venga riproposta solo l’eterna lamentela contro lo stato centrale che, per quanto situazione veritiera, da sola non basta a spiegare tale dato, soprattutto se raffrontato con altre regioni che hanno una situazione simile alla nostra.

    Sembra in realtà che la politica (che qualche maligno ha definito nepotista) della Lega Nord in Regione nel dipartimento sanità, portata avanti dall’attuale assessore Martini, ma anche quella del suo illustre predecessore ora primo cittadino di Verona non abbia portato i frutti che tutti si aspetterebbero dalla nostra Nazione Veneta, che pur vanta una tradizione di eccellenza nel settore e un aiuto fondamentale dal grande apporto di volontariato.

    Il comitato per un Partito Nazionale Veneto si augura che la Giunta Regionale sappia dare una sterzata all’attuale mala gestione dell’accesso ai Pronto Soccorsi e alle ASL, di cui maggiormente risentono le famiglie disagiate.

    In ogni caso il Comitato per un Partito Nazionale Veneto sarebbe anche disponibile a chiudere un occhio su tale pessima conduzione della politica sanitaria, se nel contempo almeno i nostri rappresentanti regionali si decidessero finalmente a porre le basi concrete per l’indizione di un referendum per l’indipendenza dei veneti, prima che i nostri conti correnti siano magari congelati per il prossimo raggiungimento del collasso finanziario di uno stato centrale di cui ormai non possiamo più fidarci.

    Per informazioni
    Portavoce: Gianluca Busato
    Web:
    www.pnveneto.org - E-mail: [email protected]
    Telefono: 348.8827427 - Fax: 0422.1830131

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I sa smentés mai...
    Data Registrazione
    26 Nov 2006
    Messaggi
    994
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me il modo in cui ha presentato l'argomento è sbagliato.


    Il senso dell'indagine, già da quanto spiegato nell'articolo che riporto di seguito, mi sembra chiaro: le famiglie lamentano principalmente il disagio legato all'affollamento (ci siamo già capiti) e alla lontananza del servizio (questo penso spieghi il dato della Val d'Aosta).


    Ad ogni modo c'è anche il PDF con il testo integrale dell'indagine.

    -------------------------------------------------------------------------------------------

    SOCIETA'. Istat: in crescita disagio sociale delle famiglie

    26/11/2007 - 15:10
    Cresce, seppur di poco rispetto al 2002, il disagio sociale delle famiglie italiane. Disagio che colpisce più le famiglie del sud e delle metropoli. A rilevarlo è l'Istat che, nell'ambito del progetto "Informazione statistica territoriale e settoriale per le politiche strutturali 2001-2008", ha analizzato alcuni indicatori quali i problemi della zona di residenza, l'accesso ad Asl, Pronto Soccorso, asilo nido e scuola materna.
    Nell'ambito del questionario dell'indagine sui consumi delle famiglie (Anno 2006), sono stati inseriti cinque quesiti che indagano su alcune caratteristiche della zona di residenza e sull'accesso ad alcuni servizi sanitari. In particolare, è stato chiesto alle famiglie se la zona in cui abitano presenta problemi legati alla sporcizia delle strade; alla diffusione di criminalità, atti vandalici, violenza; alla presenza in strada di persone che si drogano, si ubriacano o si prostituiscono. Altri quesiti si soffermano invece sulle eventuali difficoltà a utilizzare, a causa dell'affollamento o della lontananza, i servizi dell'Azienda Sanitaria Locale o il Pronto Soccorso nonché l'accesso ad asili nidi e scuola materna.
    Sporcizia, criminalità, atti vandalici. Una qualche forma di disagio legato alla zona di residenza viene lamentato da oltre un terzo delle famiglie residenti e, almeno a livello nazionale, i problemi denunciati non sembrano associarsi in misura rilevante alla condizione di povertà.
    Servizi ASL e Pronto Soccorso. La difficoltà a utilizzare alcuni servizi sanitari, quali l'azienda sanitaria locale (ASL) e il pronto soccorso, a causa della lontananza e dell'affollamento, rappresenta un problema rilevante soprattutto in alcuni contesti territoriali. Nel 2006 il disagio maggiore riguarda il pronto soccorso, con il 9% delle famiglie che dichiara di avere molta difficoltà, mentre il 6,5% riferisce di avere molte difficoltà ad utilizzare i servizi offerti dalla ASL
    Accesso nidi e scuola materna. Quasi 2 famiglie su 10 hanno incontrato difficoltà nel mandare i propri figli al nido o alla scuola materna, per problemi di lontananza o di affollamento. Poco meno del 20% delle famiglie interessate dichiara di avere avuto molte o qualche difficoltà, oltre il 50% riferisce di non aver avuto alcun problema, mentre il restante 27,8% non esprime opinione a riguardo.
    PDF: Il testo integrale dell'indagine


    2007 - redattore: VC

    http://www.helpconsumatori.it/news.php?id=16176

  3. #3
    I sa smentés mai...
    Data Registrazione
    26 Nov 2006
    Messaggi
    994
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giane Visualizza Messaggio
    -----
    COMUNICATO STAMPA
    -----

    -----

    Pronto soccorso: Istat, il Veneto la peggiore regione del nord

    Un’indagine pubblicata ieri dall’Istat rivela che la nostra politica regionale è la peggiore del nord e di molte altre regioni anche del centro. La politica leghista non sembra premiare l’efficienza neanche nell’accesso alle ASL.
    ...
    In realtà, se prendiamo le regioni "del centro-sud", le uniche che per difficoltà di utilizzo del pronto soccorso fanno meglio del Veneto sono il già citato Molise (con valore 8,0 contro 8,7 del Veneto) e la Toscana che ha il 5,8.

    Per dare un'idea generale dell'indagine riguardo ai temi citati riporto di seguito il valore "riassuntivo" della percentuale delle "famiglie che hanno molte difficoltà nell'utilizzo dell'ASL e/o del pronto soccorso".

    PIEMONTE: 6,5
    VALLE D'AOSTA: 7,5
    LOMBARDIA: 6,5
    TRENTINO-ALTO ADIGE: 3,4
    VENETO: 9,8
    FIULI-VENEZIA GIULIA: 5,4
    LIGURIA: 4,2
    EMILIA-ROMAGNA: 7,6

    TOSCANA: 6,3
    UMBRIA: 14,1
    MARCHE: 10,0
    LAZIO: 16,9
    ABRUZZO: 11,6
    MOLISE: 9,6
    CAMPANIA: 15,5
    PUGLIA: 16,2
    BASILICATA: 10,6
    CALABRIA: 12,3
    SICILIA: 16,3

    SARDEGNA: 12,3

    REPUBBLICA ITALIANA: 10,5


    http://www.helpconsumatori.it/data/d...tat_disagi.pdf

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Jul 2003
    Località
    laddove fabbricano la nebbia
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' certo che il servizio di Pronto Soccorso dovrebbe essere fra quelli più efficenti offerti da un ospedale, ma onestamente il più delle volte sono intasati di gente che non ha niente di veramente grave. Il problema sono i medici di famiglia e i pediatri, che son sempre meno reperibili e disponibili ... per cui cosa fa' uno? Corre in pronto soccorso e poi si lamenta sui giornali se passa ore in attesa.
    Mah non farei cambio con la sanità molisana: forse l'accesso facilitato di cui parla l'inchiesta, fa' riferimento solo ai cartelli per arrivarci in pronto soccorso

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-08-08, 11:57
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-01-08, 12:42
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-11-07, 09:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226