User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    312
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Nuovo Blog Obiettivo Nord Ovest

    Dopo qualche giorno di lavoro è on line il nuovo blog di Obiettivo Nord Ovest. Il blog sostituirà il forum, farà la funzione di archivio e comunicazione di tutte le nostre iniziative. Si accettano volentieri suggerimenti e proposte:


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lombardei mein Vaterland
    Data Registrazione
    30 Jul 2007
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    1,421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ben fatto, complimenti.

    ps. bella questa

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Danilo, in merito all'ipotesi di fusione delle autorità portuali di Genova e Savona alla quale ti dichiari legittimamente contrario, penso che dovresti riflettere sulla prima parte del tuo post, quando hai confrontato porti di diversi paesi europei.

    Non ha granchè senso, oggi, mettere in concorrenza Genova e Savona, e non solo perchè sul piano della movimentazione di merci non c'è gara. Oggi i porti liguri devono far sistema per competere con quelli catalani e francesi, dato che si deve ragionare in chiave di macro-aree.

    Forse è giunta l' ora di dire basta ai feudi e di ampliare il respiro.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    312
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Danilo, in merito all'ipotesi di fusione delle autorità portuali di Genova e Savona alla quale ti dichiari legittimamente contrario, penso che dovresti riflettere sulla prima parte del tuo post, quando hai confrontato porti di diversi paesi europei.

    Non ha granchè senso, oggi, mettere in concorrenza Genova e Savona, e non solo perchè sul piano della movimentazione di merci non c'è gara. Oggi i porti liguri devono far sistema per competere con quelli catalani e francesi, dato che si deve ragionare in chiave di macro-aree.
    Secondo me invece c'è gara eccome. Se infatti dai porti liguri passa più del 50% del mercato container itagliano e se, con la raggiunta autonomia, si mira a crescere questo numero, ritengo ci siano ampi spazi di concorrenza e competizione. Basti pensare a quello che è successo con la Costa Crociere. La Costa infatti era una realtà tutta genovese. L'autorità portuale di Savona gli ha prospettato un piano di sviluppo decennale ed ha convinto il colosso delle crociere a spostarsi a Savona. Una mini rivoluzione se pensiamo che il nostro porto prima accoglieva pescherecci ed ora fino a tre navi da crociera contemporaneamente. Una rivoluzione che ha influito sulla città: basti vedere il rifacimento del porto turistico e la costruzione di un terminal crociere adatto a tali utenze.

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Forse è giunta l' ora di dire basta ai feudi e di ampliare il respiro.
    Io la penso un po' alla Cattaneo, prima esistevano le città, poi i paesi; se oggi esiste un porto solo, domani forse ne esisteranno una moltitudine. Sembra assurdo ma io fino adesso considero i porti italici un tutt'uno dove da Roma vengono pilotati i vari presidenti che a loro volta assecondano le politiche romane. Non a caso l'idea di unire le autorità portuali di Savona e Genova è venuta in mente a tal Cristoforo Canavese (ex Lega, poi Cdl, ora vicino a Ds e poteri forti liguri) lo stesso Canavese proposto dalla Marta Vincenzi per fare il presidente dell'autorità portuale di Genova. Sinceramente non credo molto nella buona fede di questi "politici di professione" e quindi diffido dalle loro idee. Infine reputo sempre in maniera negativa l'accentramento di più poteri in mano ad una persona sola.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da M.A.Valsesia Visualizza Messaggio
    SU FRASI COME QUESTE SI BASA LA UNIFICAZIONE ITAGLIOTA.....

    per competere con gli altri ci vuole solo gente che abbia competenze e non i soliti padagni acculturati in squole dal 6 politico .
    Mi sembra un'interpretazione un pò strumentale: per "feudalesimo" intendo chiaramente il potere esercitato da piccole lobbies interessati a perpetuarsi e incapaci di guardare oltre il palmo del proprio naso. E guardacaso queste lobbies sono generalmente lacchè dello status quo. Faccio quindi riferimento alle logiche familistiche tipiche di conventicole chiuse dove si entra non per meriti ma per cooptazione. Qualcosa di molto simile alle mafie e qualcosa che è diffuso anche a Nord, specialmente nei piccoli centri.

    Se parlo dei Porti liguri è perchè devono cessare di essere gestiti dagli amici degli amici all'insegna del "mangiato io mangiato tutti" ed aprirsi a una vera competizione su scala europea. Per far questo i presidenti delle autorità devono ad esempio essere nominati attraverso una gara internazionale sulla base di meriti e curriculum.

    Va benissimo che la Costa abbia scelto Savona, ma quello della "competizione" selvaggia e soprattutto della frammentazione rischia di essere una strategia di marketing riduttiva. Divide et impera dice nulla?

    Un esempio ammirevole viene dalle industrie alimentari emiliane, organizzate sulla base di consorzi che sono leader di mercato. I produttori di parmigiano e di prosciutto crudo non si fanno concorrenza, perchè? Le piccole aziende che pensano di competere sui mercati senza fare rete sono destinate a vivacchiare o soccombere, e così i Porti.

  6. #6
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se la cooperazione discende da un negoziato e da un accordo (contratto politico) non ci vedo nulla di male, anzi, può portare ad una salutare diversificazione dei compiti. Se è calata dall'alto per imporre la pax romana non va bene e serve solo ad appiattire tutte le iniziative e tagliare la testa a chi emerge con le proprie forze e i propri meriti. Marco, Zena, che ne pensate?

    Naturalmente in un sistema federale tutti i contratti hanno una durata, oltre la quale si possono rinegoziare. Nel parastato invece tutto è immobile ed eterno.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    312
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si può fare rete siglando accordi; non capisco tutta questa necessità di accorpare il porto di Savona (che è già accorpato a quello di Vado Ligure) sotto quello di Genova. Non penso che per fare rete le industrie alimentari devono per forza avere un unico proprietario. Quindi ottima idea quella di fare rete e stringere accordi di volta in volta, ma ogni autorità portuale deve rimanere autonoma e capace di fare le proprie scelte e la propria politica. Il porto di Genova, come la comunità genovese, può avere bisogni e necessità differenti da quella savonese.

  8. #8
    Riot!
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    46
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Occhio però, quando si parla di Autorità Portuali, voi mi pare ragioniate solo dal punto di vista politico.

    Per fortuna però le Autorità Portuali non subiscono solo le purtroppo prevedibili e normali ingerenze politiche che sono poi le cause dei maggiori problemi. Una volta nominati da roma i presidenti con criteri squisitamente partitocratici e con un metodo peraltro assurdo e stupido, questi se la dovranno vedere con gli operatori ed i terminalisti vari che sinceramente mi pare abbiano un potere economico tale per cui possono influire molto sulle decisioni di politica portuale. (Stucchevoli le immagini di Aldo Spinelli prima e dopo le scorse elezioni regionali in cui girava per Genova a braccetto del Presidente Burlando).

    Per fortuna nel mondo dello shipping, oltre a quelle romane, vigono anche le pure leggi dello "ius mercatorum", per cui, come ha fatto Costa Crociere nel caso di Genova e Savona, ma come hanno fatto molti altri in passato pure tra Genova e Spezia, quando i costi (economici e politici) per operare su uno scalo si alzano, gli operatori fanno partire o arrivare le merci (e nel caso di Costa Crociere i passeggeri) dallo scalo più conveniente.

    Qualche anno fa Spezia ha rubato diversi traffici di Genova, ora che Spezia è saturo, per meri criteri di mercato, il prezzo dei servizi lì sta salendo e qualche operatore sta tornando su Genova, dove l'Autorità Portuale cercherà di muoversi perchè non si ripeta la perdita di traffici. Insomma, per dire alla Pagliarini, si tratta di una legittima e positiva concorrenza tra Enti.

    Per questo sorrido quando si parla del sistema dei porti liguri ovvero di quei porti che generano il 75% del traffico portuale itaglione VERO. (ai Padani che x loro natura di uomini di pianura non conoscono i porti, ricordo che Gioia Tauro non è un porto che genera traffico commerciale, ma solamente uno scalo di "transhipment", ovvero, dalle super-navi-portacontenitori che arrivano e vanno da Suez, si trasborda qualcosa su altre navi, così che le prime possono risparmiare qualche giorno di navigazione per le rotte verso america e nord-europa).

    Si arriverà ad un sistema integrato di porti liguri, nonostante si sia in itaglia, ovvero in un sistema dove lo sctato malato e corrotto rallenta e frena qualsiasi attività, solo se il mercato lo vorrà. Primo perchè i politici sono incapaci a fare qualsiasi cosa. Secondo perchè i politici, a parte alcuni casi hanno "mandati" limitati in ordine di potere e di tempo. Sull'unione Genova-Savona, boh, si potrà fare o no? Vedremo. Sicuramente e per fortuna non lo decideranno i ds, ma, di fatto gli operatori, anche se, ad ogni buon conto al mercato interesserà molto relativamente. Peraltro mi pare che oggi come oggi Savona si stia specializzando - giustamente - in alcuni traffici che a Genova interessano poco.

    Di sicuro a parte la morte c'è poi il fatto assodato che meno roma si occupa di porti e meglio è. Ricordo con orrore ancora adesso quando il povero signor Castelli, che prima di dedicarsi alla "giustizia", per anni è stato capogruppo lega in commissione trasporti al senato, aveva presentato un'iniziativa per cui, secondo i sommi principi di un misterioso e criptico approccio romano al federalismo, definiva i "primi dieci porti" itagliani come di interesse naziunale. Ora, a parte che tra i primi 3 porti itaglioni, GE, SP e Livorno ed il decimo c'è più o meno la differenza che c'è tra Milano e Milazzo, ma a roma sanno di cosa parlano o sparano cazzate a vanvera sempre e comunque? Beh, per fortuna di tale progetto s'è fatta tanta carta da macero...

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Vandereycken Visualizza Messaggio
    Occhio però, quando si parla di Autorità Portuali, voi mi pare ragioniate solo dal punto di vista politico.

    Per fortuna però le Autorità Portuali non subiscono solo le purtroppo prevedibili e normali ingerenze politiche che sono poi le cause dei maggiori problemi. Una volta nominati da roma i presidenti con criteri squisitamente partitocratici e con un metodo peraltro assurdo e stupido, questi se la dovranno vedere con gli operatori ed i terminalisti vari che sinceramente mi pare abbiano un potere economico tale per cui possono influire molto sulle decisioni di politica portuale. (Stucchevoli le immagini di Aldo Spinelli prima e dopo le scorse elezioni regionali in cui girava per Genova a braccetto del Presidente Burlando).

    Per fortuna nel mondo dello shipping, oltre a quelle romane, vigono anche le pure leggi dello "ius mercatorum", per cui, come ha fatto Costa Crociere nel caso di Genova e Savona, ma come hanno fatto molti altri in passato pure tra Genova e Spezia, quando i costi (economici e politici) per operare su uno scalo si alzano, gli operatori fanno partire o arrivare le merci (e nel caso di Costa Crociere i passeggeri) dallo scalo più conveniente.

    Qualche anno fa Spezia ha rubato diversi traffici di Genova, ora che Spezia è saturo, per meri criteri di mercato, il prezzo dei servizi lì sta salendo e qualche operatore sta tornando su Genova, dove l'Autorità Portuale cercherà di muoversi perchè non si ripeta la perdita di traffici. Insomma, per dire alla Pagliarini, si tratta di una legittima e positiva concorrenza tra Enti.

    Per questo sorrido quando si parla del sistema dei porti liguri ovvero di quei porti che generano il 75% del traffico portuale itaglione VERO. (ai Padani che x loro natura di uomini di pianura non conoscono i porti, ricordo che Gioia Tauro non è un porto che genera traffico commerciale, ma solamente uno scalo di "transhipment", ovvero, dalle super-navi-portacontenitori che arrivano e vanno da Suez, si trasborda qualcosa su altre navi, così che le prime possono risparmiare qualche giorno di navigazione per le rotte verso america e nord-europa).

    Si arriverà ad un sistema integrato di porti liguri, nonostante si sia in itaglia, ovvero in un sistema dove lo sctato malato e corrotto rallenta e frena qualsiasi attività, solo se il mercato lo vorrà. Primo perchè i politici sono incapaci a fare qualsiasi cosa. Secondo perchè i politici, a parte alcuni casi hanno "mandati" limitati in ordine di potere e di tempo. Sull'unione Genova-Savona, boh, si potrà fare o no? Vedremo. Sicuramente e per fortuna non lo decideranno i ds, ma, di fatto gli operatori, anche se, ad ogni buon conto al mercato interesserà molto relativamente. Peraltro mi pare che oggi come oggi Savona si stia specializzando - giustamente - in alcuni traffici che a Genova interessano poco.

    Di sicuro a parte la morte c'è poi il fatto assodato che meno roma si occupa di porti e meglio è. Ricordo con orrore ancora adesso quando il povero signor Castelli, che prima di dedicarsi alla "giustizia", per anni è stato capogruppo lega in commissione trasporti al senato, aveva presentato un'iniziativa per cui, secondo i sommi principi di un misterioso e criptico approccio romano al federalismo, definiva i "primi dieci porti" itagliani come di interesse naziunale. Ora, a parte che tra i primi 3 porti itaglioni, GE, SP e Livorno ed il decimo c'è più o meno la differenza che c'è tra Milano e Milazzo, ma a roma sanno di cosa parlano o sparano cazzate a vanvera sempre e comunque? Beh, per fortuna di tale progetto s'è fatta tanta carta da macero...
    Sul fatto che la decisione non debba essere presa da Roma siamo tutti d'accordo, almeno su questo forum. Il fatto è che se i porti sapessero fare sistema e lobby (nell'accezione positiva del termine) avrebbero qualche carta in più per sottrarsi alle mire romane che banchettano su divisioni, litigi e cannibalismi fratricidi. Il mio discorso si appuntava sul fatto che, all'interno di una strategia di marketing, Genova e Savona non possono essere considerati semplici "competitors". Questo perchè se la Liguria perde traffici lo fa a beneficio di altri scali europei, ragion per cui un'unica autorità portuale - dotata di poteri di indirizzo, programmazione e coordinamento - dovrebbe consentire di gestire al meglio, sotto i profili temporale e logistico ma anche sotto quello dei servizi, la movimentazione di navi e merci. Con questo non si vuole certo impedire alla Costa Crociere di optare per Savona a favore di Genova, anzi, ma se l'ottica deve essere quella di una guerra fratricida per spartirsi il sempre più misero "bottino" tanto vale trasformare tutti gli scali in un enorme "porto antico".

  10. #10
    Riot!
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    46
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Sul fatto che la decisione non debba essere presa da Roma siamo tutti d'accordo, almeno su questo forum. Il fatto è che se i porti sapessero fare sistema e lobby (nell'accezione positiva del termine) avrebbero qualche carta in più per sottrarsi alle mire romane che banchettano su divisioni, litigi e cannibalismi fratricidi. Il mio discorso si appuntava sul fatto che, all'interno di una strategia di marketing, Genova e Savona non possono essere considerati semplici "competitors". Questo perchè se la Liguria perde traffici lo fa a beneficio di altri scali europei, ragion per cui un'unica autorità portuale - dotata di poteri di indirizzo, programmazione e coordinamento - dovrebbe consentire di gestire al meglio, sotto i profili temporale e logistico ma anche sotto quello dei servizi, la movimentazione di navi e merci. Con questo non si vuole certo impedire alla Costa Crociere di optare per Savona a favore di Genova, anzi, ma se l'ottica deve essere quella di una guerra fratricida per spartirsi il sempre più misero "bottino" tanto vale trasformare tutti gli scali in un enorme "porto antico".

    Ma si, ci mancherebbe. Penso anch'io che l'unione potrebbe essere vantaggiosa per eliminare alcune faragginosità, ma penso altresì che non è automatico il collegamento:unione delle autorità uguale vantaggi e maggiore competitività. L'importante è la volontà comune di fare fronte e collaborare..

    E comunque c'è da dire che se volessero, i porti potrebbero fare sistema di più già adesso, senza per forza giungere all' "unione" visto e considerato peraltro che per accorpare due autorità portuali ci vorrebbe una legge romana e sinceramente tempi e modi di quei luoghi caldi sono un pochino imprevedibili e di sicuro incompatibili con le esigenze del mercato portuale. Se poi consideriamo la "competenza" dell'attuale ministro, beh, mi scappa da ridere...

    Il mio sogno cmq è diventare come Brema, altro che balle...città-land con potere normativo e via. Ma quello mi sa che lo potremo solo chiedere a Bin Laden, dopo che avrà conquistato l'Europa. E secondo me, visto che a differenza di molti politici itaglioni, Bin Laden viene da una famiglia di imprenditori, magari lui ce la concede.

    Per tornare ai vecchi ricordi Lega, ricordo con pena la risposta che mi diede il buon Speroni quando si parlava di Devolution e si era ancora all'inizio, ovvero quando il proprietario della lega (quello di arcore per intenderci) ed i suoi alleati terroni ci facevano credere che si, una bella devolution era proprio quello che ci voleva. Si era ancora a prima che la vicenda passasse nelle mani del calderuolo e che tutto divenisse merda. Bene, in Liguria come ricorderete attorno al progetto devolutivo era nato uno spontaneo movimento di idee, spinto pure dall'allora presidente regionale Biasotti di centro destra, perchè si aggiungesse pure quella "portuale" allle mitiche competenze da passare alle regioni. Bene, l'ex steward dell'Air Afrique, mi rispose seccato e scazzato come solo lui sa essere ogni tanto: beh, ma che cazzo ci volete fare in liguria della competenza legislativa sui porti? volete mica cambiare le lucine verdi e rosse all'ingresso dei bacini? La devolution passa competenze legislative, mica i soldi. Quelli arriveranno col secondo passaggio, quello del federalismo fiscale".

    Beh, a parte che le lucine sono verdi e rosse, non certo per legge romana, ma per convenzione internazionale, chissà cosa avevano in mente i colleghi deputati e senatori dello Speroni, mentre a inizio della scorsa legislatura votavano, turandosi - forse - il naso, a favore di tutti i bei provvedimenti salva-previti e salva-padronesilvio mandando a puttane l'enorme consenso popolare che la CDL aveva conquistato nel 2001...altro che devolution e federalismo fiscale...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Discorso Napolitano a Milano: obiettivo Nord Ovest concorda
    Di daniformica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-12-07, 12:09
  2. Decidere.net: il commento di Obiettivo Nord Ovest
    Di daniformica nel forum Padania!
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 17-10-07, 16:16
  3. Video presentazione Obiettivo Nord Ovest
    Di nord ovest nel forum Padania!
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-08-07, 19:29
  4. Obiettivo Nord Ovest
    Di nord ovest nel forum Liguria
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 12-08-07, 11:14
  5. Obiettivo Nord Ovest
    Di nord ovest nel forum Piemonte
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-08-07, 09:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226