23 settembre 1993 - Concessa l'autorizzazione a procedere per l'ex ministro della Sanità Francesco De Lorenzo, per due soli voti la Camera approva (nella nostra timeline è stata respinta) la richiesta d'arresto.
Oscar Luigi Scalfaro, sentiti i presidenti delle due camere ed il presidente del consiglio Ciampi, decide di sciogliere il parlamento ed indire le elezioni politiche anticipate in contemporanea con il primo turno delle amministrative il 21 novembre 1993
Scalfaro annuncia che gli italiani andranno a votare con il sistema elettorale proporzionale puro, dato che i collegi della nuova legge elettorale non sono stati ancora completati. Il presidente della Repubblica, nel suo discorso straordinario a reti unificate giustifica le nuove elezioni con la necessità di "svuotare il Parlamento italiani da chi non ha la legittimità morale ed il consenso politico per traghettare il paese verso una nuova repubblica" e dichiara che la prossima sarà una "legislatura costituente temporanea" e che ci saranno nuove elezioni entro i prossimi tre anni.
Chi avresti votato?