User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'italia per il New York Times del 13 dicembre

    Dalla PRIMA PAGINA del New York Times di oggi (13 dicembre)

    http://www.nytimes.com/

    Italy Sings an Aria of Disappointment
    By IAN FISHER

    The comic Beppe Grillo, above, has given voice to Italy’s economic, political and social malaise, and has become the defining personification of the the country’s foul mood.


    In questa temperie, i politici della LN spendono parole di solidarietà e comprensione per i valori cattolici di riferimento del ministro mastella... (mie orecchie, l'altro ieri sera, trasmissione di Pierluigi Pellegrin)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    articolo (in inglese)

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    20 Jul 2005
    Messaggi
    382
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    All the world loves Italy because it is old but still glamorous. Because it eats and drinks well but is rarely fat or drunk. Because it is the place in a hyper-regulated Europe where people still debate with perfect intelligence what, really, the red in a stoplight might mean.
    But these days, for all the outside adoration and all of its innate strengths, Italy seems not to love itself. The word here is “malessere,” or “malaise”; it implies a collective funk — economic, political and social — summed up in a recent poll: Italians, despite their claim to have mastered the art of living, say they are the least happy people in Western Europe.


    si direbbe che lo stereotipo prevalente sugli italiani è quello di gente edonista e indisciplinata, che si gode la vita ma se ne strafotte delle regole.

  4. #4
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si tratta di uno sterronotipo.

  5. #5
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E l'idea di sovranità dei cittadini piace sempre di più, anche se non ancora in via Cadregherio.




  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Sep 2010
    Messaggi
    1,542
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://dagospia.excite.it/articolo_index_36561.html


    Tutto il mondo ama l’Italia, dice Fisher, ma sembra che sia lei a non amare più se stessa. Un “malessere” (malaise, in originale), che viene da lontano ed è di difficile soluzione.
    In un recente sondaggio, infatti, siamo risultati i meno felici tra tutti i popoli dell’Europa occidentale. E cita Walter Veltroni (presentato come “sindaco di Roma e possibile futuro primo ministro”) “è un paese in cui c’è più paura che speranza”.
    I problemi non sono nuovi, ma questo li rende ancora più complicati, spiega Fisher, perché ora potrebbe essere troppo tardi per risolverli, e nessuno pare avere le idee chiare.
    L’Italia è riuscita a modo suo a entrare in Europa, con difficoltà che altre nazioni non hanno avuto, causate da una politica frammentata, una crescita disuguale, crimine organizzato e un senso molto debole di nazionalismo.
    Difetti che nel mondo globalizzato sono ancora più evidenti e indeboliscono il paese molto più che in passato.
    Vent’anni fa esatti, l’Italia celebrava la raggiunta parità economica con la Gran Bretagna. Oggi è ampiamente superata dalla Spagna, che entrò nella Comunità Europea solo un anno prima. E l’Inghilterra è tornata molto lontana.
    Lo stile di vita low-tech degli italiani può affascinare i turisti, ma l’uso di internet e il commercio sono tra i più bassi d’Europa, così i salari. gli investimenti stranieri e la crescita. Al contrario, pensioni, debito pubblico e il costo del governo sono tra i più alti.
    Le ultime rilevazioni mostrano un paese che invecchia e si impoverisce. Ma quel che è peggio è che quelli che una volta erano punti di forza dell’Italia, si stanno trasformando in debolezze. Le piccole e medie imprese, spesso a gestione familiare, a lungo sono state la spina dorsale della nazione, ma la globalizzazione e la concorrenza delle merci cinesi le ha messe in seria difficoltà.
    Non può mancare un capitolo dedicato ai “bamboccioni”: il 70% degli italiani tra i 20 e i 30 anni vive in casa coi genitori, condannando la gioventù ad una lunga e non produttiva adolescenza. Molti dei migliori – come i poveri di un secolo fa – vanno all’estero.
    Lo stesso ambasciatore americano, Ronald Spogli, teme che andando avanti così il nostro paese possa pagare le sue debolezze con un minore ruolo internazionale, anche nelle relazioni con Washington.
    E già adesso i numeri non sono allegri, se si pensa che la Spagna (dati del 2004) può vantare investimenti americani per 49.3 miliardi di dollari, mentre l’Italia non va oltre un misero 16.9.
    “Devono tagliare l’edera che è cresciuta intorno a questo meraviglioso albero di 2.500 anni e che minaccia di ucciderlo”, dice Spogli.
    Ma le interviste con politici, uomini d’affari, economisti e accademici, danno poche speranze che questo edera possa essere tagliata. E questo rende gli italiani tristi e arrabbiati, gettandoli nelle braccia di fenomeni di antipolitica come Beppe Grillo.
    Fisher (forse con un po’ di ritardo, non sembrano passati anni luce dal V-Day?) si dilunga molto sul ruolo che il comico genovese ha avuto in questi mesi passati, e sul sito del “New York Times” è visibile un video di quasi otto minuti sul fenomeno. Descritto come la personificazione dei sentimenti di rabbia degli italiani.
    Vengono poi citati i due fenomeni editoriali dei mesi scorsi, “La Casta” di Stella e Rizzo e “Gomorra di Alberto Saviano, che consente di affrontare il tema della criminalità organizzata, lasciata crescere dalla politica fino a diventare l’economia più florida del paese.
    Problemi vecchi secoli, secondo Alexander Stille, che sottolinea come i cittadini tollerassero la corruzione negli anni di crescita economica, dal dopoguerra ai primi anni novanta. Ma la crisi nata da Tangentopoli e il declino della qualità della vita seguito all’arrivo dell’euro hanno reso per molti la situazione difficile.
    Seguono analisi già lette sulla veneranda età dei nostri immarcescibili leader, il fallimento di Berlusconi seguito dalla crisi di consensi del governo Prodi, fino all’arrivo del Partito Democratico e all’inizio del disgelo con il Cavaliere sulla legge elettorale.
    Per non parlare del tasso di natalità più basso d’Europa e delle difficoltà delle giovani generazioni.
    Le prove che l’Italia sia un paese di vecchi si trovano ovunque, dice Fisher. Nei parchi, vecchie signore coccolano il loro unico nipotino, alla tv le star sono anziane (e cita l’età media dei presentatori di Miss Italia – Mike Buongiorno e Loretta Goggi, con l’inserimento di Pippo Baudo - 70 anni).
    E sembra che nessuno aspiri più alla grandezza. Non ci sono più Fellini, Rossellini o Loren. Il cinema, la televisione, l’arte, la letteratura, la musica, raramente sono considerate all’avanguardia. Restano gli storici marchi: Ferrari, Ducati, Vespa, Armani, Gucci, Piano, Illy, Barolo – simboli di stile e prestigio, l’unica cosa che l’Italia ha di per se, e molti pensano che l’unica speranza nel futuro resti nella simbologia del “Made in Italy”.
    Ma difficilmente basterà. Gli investimenti stranieri, la ricerca e i fondi per lo sviluppo restano troppo bassi, così come la competitività del paese.
    Ma capire i problemi, conclude il giornalista americano è un piccolo passo. Molti temono che nel frattempo l’Italia intera possa fare la fine della Repubblica di Venezia.
    Se non rinuncerà alle proprie comodità in favore del cambiamento è questo quello che l’attende. Bloccata da un grande passato,con vecchi turisti come fonte di ricchezza: la Florida dell’Europa.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,940
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma Di Quale Italia Parla Il New-york Times ? Non Sanno Che L'italia-nazione E' Morta L' 8 Settembre Del 43 ?

  8. #8
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ferruccio Visualizza Messaggio
    Ma Di Quale Italia Parla Il New-york Times ? Non Sanno Che L'italia-nazione E' Morta L' 8 Settembre Del 43 ?
    fosse così andrebbe ancora bene. L'italia nazione non è mai esistita.

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,714
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ferruccio Visualizza Messaggio
    Ma Di Quale Italia Parla Il New-york Times ? Non Sanno Che L'italia-nazione E' Morta L' 8 Settembre Del 43 ?
    l'itaglia-nazione non è mai esistita

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,940
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Necrologio




    Italia Nazione


    Nata A Torino Morta A Roma
    17 Marzo 1861 8 Settembre 1943


    Un Prece


    Gli Italiani Che Ancora La Ricordano E Rimpiangono

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-01-14, 14:40
  2. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 18-03-11, 20:03
  3. Il New York Times: l'Italia è triste
    Di -UDC- nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 17-12-07, 15:34
  4. Beppe Grillo: L'Italia vista dal New York Times
    Di LegittimaOffesa nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-12-07, 11:41
  5. l'italia scivola nella recessione new york times
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-08-03, 17:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226