User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Secessionismo Sioux...

  1. #1
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Cool Secessionismo Sioux...

    Incredibile il genio di Hoppe......
    Firmati 150 anni fa, sono "parole senza senso su carta priva di valore"
    Pronti nuovi passaporti, patenti di guida e niente tasse
    Usa, la rivolta degli indiani Lakota

    "Stracciamo i trattati con il governo"




    WASHINGTON - Vennero firmati più di 150 anni fa. Adesso non sono altro "che parole senza senso su carta priva di valore". Così gli indiani Lakota hanno deciso di stracciare i trattati firmati dai loro antenati con il governo Usa. E' netta la presa di posizione di una delle tribù Sioux più leggendarie, che ha dato alla storia figure come Toro Seduto e Cavallo Pazzo. Destinatario il dipartimento Usa. Troppe violazioni, denunciano gli indiani. Continui abusi "per rubare la nostra cultura, le nostre terre e la nostra capacità di mantenere il nostro stile di vita". Per questo, dicono, quei trattati sono ormai carta straccia. Una lotta che cerca di salvare quel che resta di un'identità seriamente in pericolo. Con alcune tribù diventate "facsmili dei bianchi".
    "Non siamo più cittadini statunitensi e tutti coloro che vivono nell'area dei cinque Stati del nostro territorio sono liberi di unirsi a noi" attacca Russell Means, uno degli attivisti più famosi, annunciando tra l'altro che, a coloro che rinunceranno alla nazionalità statunitense, saranno consegnati nuovi passaporti e patenti di guida e, nella nuova entità statale, non si dovranno più pagare le tasse. "Abbiamo 33 trattati con gli Stati Uniti che non sono stati rispettati" rincara la dose Phyllis Young, colui che aiutò a organizzare la prima conferenza sugli indigeni, a Ginevra nel 1977.
    E' lunga e gloriosa la storia dei Lakota Sioux. Formidabili combattenti, guidati da Toro Seduto sconfissero il generale Custer nella battaglia di Little Big Horn, del 1876. Ma da allora molto tempo è passato. Oggi la loro storia parla di una media dei suicidi tra gli adolescenti di 150 volte superiore a quella statunitense, una mortalità infantile è cinque volte più alta e una la disoccupazione che tocca cifre altissime.



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,169
    Mentioned
    137 Post(s)
    Tagged
    48 Thread(s)

    Predefinito

    spero che non provino a fargli pagare le tasse con le armi, sarebbe l'ennesima barbarie
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  3. #3
    il pescatore
    Ospite

    Predefinito

    solidarietà agli indiani Lakota.

  4. #4
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si ok, ma vedete che le ipotesi di Hoppe stanno prendendo sempre più corpo? Ron Paul ha previsto la dissoluzione dell'URSS nel 1988. Hoppe ha previsto la fine degli Stati nazionali nei primi anni 90 mediante seccessioni a catena di gruppi etnici e individui. Rothbard ha previsto i crack come quelli argentini e l'evento della società libera addiritura con estremo ottimismo. Spooner aveva spiegato che il contratto sociale fatto dalle generazioni precedenti andava annullato e rivisto.

    Ogni volta che c'è un Kossovo o un Sioux o un Montenegro o una Catalogna o un Quebec che vuole seccedere è una dimostrazione che le tesi Libertarian non sono un Utopia. Anzi. Sono la naturale espressione delle indoli liberali degli esseri umani....

  5. #5
    il pescatore
    Ospite

    Predefinito

    The power of a thing or an act is in the understanding of its meaning.
    (Heüaúa Sapa / Alce Nero)
    La gloriosa tribù dei Lakota – meglio noti come Sioux – che nel 1875 ottennero la grande vittoria contro le giubbe blu di Custer al Little Big Horn sono decisi a dare una nuova lezione al governo federale: vogliono la secessione! E poiché Lakota deriva dal verbo lakolya, “essere amichevole,” dichiarano di essere pronti ad accogliere chiunque voglia unirsi a loro:

    “Non siamo più cittadini degli Stati Uniti d'America e tutti coloro che in vivono nella zona dei cinque stati compresi nel nostro paese sono liberi di unirsi a noi” ha detto l'attivista per i diritti degli indiani Russell Means ad una manciata di reporter e una delegazione dell'ambasciata boliviana, riuniti in una chiesa in un sobborgo di Washington per una conferenza stampa.

    Una delegazione dei capi Lakota ha consegnato lunedì un messaggio al Dipartimento di Stato, che annuncia il ritiro unilaterale dai trattati firmati con il governo federale degli Stati Uniti, alcuni di essi più di 150 anni fa.

    Il paese di Lakota include parti degli stati del Nebraska, del Dakota del Sud, del Dakota del Nord, del Montana e del Wyoming.

    Il nuovo paese emetterà i propri passaporti e patenti di guida e viverci sarebbe esente da imposte – se i residenti rinunciano alla loro cittadinanza degli Stati Uniti, ha detto Means.
    Chissà se vale anche la rinuncia alla cittadinanza italiana... Ma leggiamo ancora:

    I trattati firmati con gli Stati Uniti sono soltanto “parole senza valore su carta senza valore,” dicono sul loro sito gli attivisti per la libertà dei Lakota.
    (Per non parlare dei soldi...)

    I trattati “sono stati violati ripetutamente per rubare la nostra cultura, la nostra terra e la nostra capacità di mantenere il nostro stile di vita,” dice il rinato movimento per la libertà.

    Ritirarsi dai trattati è del tutto legale, ha detto Means. “Questo rispetta le leggi degli Stati Uniti, specificamente l'articolo sei della costituzione,” che dichiara che i trattati sono la legge suprema della terra, lui ha detto.

    “È inoltre all'interno delle leggi sui trattati passati alla convenzione di Vienna e messi in atto dagli Stati Uniti e del resto della Comunità internazionale nel 1980. Siamo legalmente nel nostro diritto di essere liberi ed indipendenti,” ha detto Means.
    Tutta la solidarietà del Gongoro a chi reclama la propria libertà. I leghisti e tutti i secessionisti della domenica nostrani imparino la lezione. Ho detto.


    http://gongoro.blogspot.com/2007/12/means-to-end.html

  6. #6
    Radicalpignolo
    Data Registrazione
    16 Apr 2004
    Località
    www.radicalweb.it
    Messaggi
    18,344
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da JohnPollock Visualizza Messaggio
    Incredibile il genio di Hoppe......
    Firmati 150 anni fa, sono "parole senza senso su carta priva di valore"
    Pronti nuovi passaporti, patenti di guida e niente tasse
    Usa, la rivolta degli indiani Lakota

    "Stracciamo i trattati con il governo"




    WASHINGTON - Vennero firmati più di 150 anni fa. Adesso non sono altro "che parole senza senso su carta priva di valore". Così gli indiani Lakota hanno deciso di stracciare i trattati firmati dai loro antenati con il governo Usa. E' netta la presa di posizione di una delle tribù Sioux più leggendarie, che ha dato alla storia figure come Toro Seduto e Cavallo Pazzo. Destinatario il dipartimento Usa. Troppe violazioni, denunciano gli indiani. Continui abusi "per rubare la nostra cultura, le nostre terre e la nostra capacità di mantenere il nostro stile di vita". Per questo, dicono, quei trattati sono ormai carta straccia. Una lotta che cerca di salvare quel che resta di un'identità seriamente in pericolo. Con alcune tribù diventate "facsmili dei bianchi".
    "Non siamo più cittadini statunitensi e tutti coloro che vivono nell'area dei cinque Stati del nostro territorio sono liberi di unirsi a noi" attacca Russell Means, uno degli attivisti più famosi, annunciando tra l'altro che, a coloro che rinunceranno alla nazionalità statunitense, saranno consegnati nuovi passaporti e patenti di guida e, nella nuova entità statale, non si dovranno più pagare le tasse. "Abbiamo 33 trattati con gli Stati Uniti che non sono stati rispettati" rincara la dose Phyllis Young, colui che aiutò a organizzare la prima conferenza sugli indigeni, a Ginevra nel 1977.
    E' lunga e gloriosa la storia dei Lakota Sioux. Formidabili combattenti, guidati da Toro Seduto sconfissero il generale Custer nella battaglia di Little Big Horn, del 1876. Ma da allora molto tempo è passato. Oggi la loro storia parla di una media dei suicidi tra gli adolescenti di 150 volte superiore a quella statunitense, una mortalità infantile è cinque volte più alta e una la disoccupazione che tocca cifre altissime.


    Richiedo la Carta d'identità, il passaporto e la patente Sioux.

    Augh

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    13,969
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    signori è una questione molto interessante. Esiste un trattato che dai tempi ha valenza di trattato internazionale, benchè allora non vi fossero ancora questo tipo di cose. Un trattato che vale come un armistizio. Ora, si può stracciare un armistizio? penso proprio di si' ma questo quindi equivale a una guerra... guerra di secessione?
    ad ogni modo tutto il mio supporto agli indiani Lakota.

  8. #8
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da il pescatore Visualizza Messaggio
    The power of a thing or an act is in the understanding of its meaning.


    (Heüaúa Sapa / Alce Nero)
    La gloriosa tribù dei Lakota – meglio noti come Sioux – che nel 1875 ottennero la grande vittoria contro le giubbe blu di Custer al Little Big Horn sono decisi a dare una nuova lezione al governo federale: vogliono la secessione! E poiché Lakota deriva dal verbo lakolya, “essere amichevole,” dichiarano di essere pronti ad accogliere chiunque voglia unirsi a loro:

    “Non siamo più cittadini degli Stati Uniti d'America e tutti coloro che in vivono nella zona dei cinque stati compresi nel nostro paese sono liberi di unirsi a noi” ha detto l'attivista per i diritti degli indiani Russell Means ad una manciata di reporter e una delegazione dell'ambasciata boliviana, riuniti in una chiesa in un sobborgo di Washington per una conferenza stampa.


    Una delegazione dei capi Lakota ha consegnato lunedì un messaggio al Dipartimento di Stato, che annuncia il ritiro unilaterale dai trattati firmati con il governo federale degli Stati Uniti, alcuni di essi più di 150 anni fa.


    Il paese di Lakota include parti degli stati del Nebraska, del Dakota del Sud, del Dakota del Nord, del Montana e del Wyoming.


    Il nuovo paese emetterà i propri passaporti e patenti di guida e viverci sarebbe esente da imposte – se i residenti rinunciano alla loro cittadinanza degli Stati Uniti, ha detto Means.
    Chissà se vale anche la rinuncia alla cittadinanza italiana... Ma leggiamo ancora:

    I trattati firmati con gli Stati Uniti sono soltanto “parole senza valore su carta senza valore,” dicono sul loro sito gli attivisti per la libertà dei Lakota.
    (Per non parlare dei soldi...)

    I trattati “sono stati violati ripetutamente per rubare la nostra cultura, la nostra terra e la nostra capacità di mantenere il nostro stile di vita,” dice il rinato movimento per la libertà.


    Ritirarsi dai trattati è del tutto legale, ha detto Means. “Questo rispetta le leggi degli Stati Uniti, specificamente l'articolo sei della costituzione,” che dichiara che i trattati sono la legge suprema della terra, lui ha detto.


    “È inoltre all'interno delle leggi sui trattati passati alla convenzione di Vienna e messi in atto dagli Stati Uniti e del resto della Comunità internazionale nel 1980. Siamo legalmente nel nostro diritto di essere liberi ed indipendenti,” ha detto Means.
    Tutta la solidarietà del Gongoro a chi reclama la propria libertà. I leghisti e tutti i secessionisti della domenica nostrani imparino la lezione. Ho detto.


    http://gongoro.blogspot.com/2007/12/means-to-end.html
    Quando parlavo di strategie. Questa è la strategia giusta. Seccedere senza fare grandi casini.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    562
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Pieno sostegno e appoggio al secessionismo Sioux!

    anarcotomista

 

 

Discussioni Simili

  1. Il piatto freddo dei Sioux
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-06-08, 15:49
  2. Sioux (Lakota): «Non siamo più cittadini Usa»
    Di mosongo nel forum Politica Estera
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 24-12-07, 00:28
  3. Sioux: non siamo piu' cittadini USA
    Di ilGladiatore (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-12-07, 13:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226