User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Il senato approva

  1. #1
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il senato approva

    con quattro distinti voti di fiducia

    - una manovra finanziaria che nel passaggio dalle camere è lievitata del 50 per cento passando da 10,5 a oltre 16 MLD di euro (non essendo, fin dall'inizio, stata basata su parametri realistici: crescita del pil, tassi di interesse, cambi delle valute, prezzo del petrolio, inflazione)

    - un protocollo sul welfare che porterà a un aggravio per la spesa pensionistica di miliardi di euro nei prossimi anni.

    tutto nella logica che i servizi forniti dallo Stato hanno il tocco magico della gratuità e che il proliferare dei tanto detestati (dai cittadini) rivoli della spesa pubblica siano il toccasana imprescidibile per la società italiana.

    pare che di questo sia convinto anche un venerabile cattolico liberale come il senatore Cossiga che votato la fiducia sul protocollo del welfare.

    Intanto, però, sul cielo del prossimo anno si ammassano le nubi degli effetti della crisi dei mutui subprime, dell'allargamento del credito offerto dalle banche centrali alle banche commerciali per aggiustare le pessime esposizioni accumulate, la pressione inflazionistica (in europa), il probabile ritocco dei tassi d'interesse, la chiusura del ciclo di crescita.

    per alcuni paesi questo può significare una stretta della cinghia; per l'Italia che è in stagnazione da più di un lustro, la crescita dell'inflazione porta a un aumento del rischio di stagflazione.

    L'Italia ha il pregio di auto-consumare i pochi aspetti positivi del proprio quadro macroeconomico (come la eccezionale flessibilità delle entrate pubbliche in rapporto alla crescita economica).

    tutto è andato in spesa corrente. questi rivoli di spesa pubblica che piacciono molto al gruppo dei verdi e al ministro Pecoraio dello Skazzo dovranno essere prosciugati al più presto (riprendo l'immagine cara a Mr Padoa - dr. Skioppa, in sede di esposizione alle camere del dpef).

    Buon Natale signori italiani!


    ps di molte espressioni verbali plastiche e analisi macroeconomiche sono debitore a http://phastidio.net

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il Senato tornerà a riunirsi il 15 gennaio...


    .... speriamo del 20008

  3. #3
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito inflazione tassi d'interesse interessi passivi sul debito pubblico

    BCE: TRICHET, INFLAZIONE RESTERA' ALTA, PRONTI AD AGIRE/ANSA
    STOP ADEGUAMENTI AUTOMATICI SALARI; CRESCITA SOLIDA MA FRENA

    19/12/2007 - 17:13

    (ANSA) - BRUXELLES, 19 DIC - Jean-Claude Trichet torna a suonare l'allarme inflazione, che restera' ''significativamente sopra il 2% nel prossimo futuro'', tornando su livelli normali non prima del 2009. Le parole pronunciate dal presidente della Bce nel corso dell'audizione pre-natalizia davanti alla commissione affari economici e monetari del Parlamento europeo non lasciano dunque dubbi: l'impennata dei prezzi dovrebbe prolungarsi piu' del previsto.
    Tanto che la Banca centrale ''e' pronta a far fronte a tutti i rischi'', ''tenendo d'occhio prezzi e salari'' e ''agendo in maniera ferma e tempestiva''. Ad allarmare il numero uno dell'Eurotower non sono tanto il caro-petrolio o i prezzi dei generi alimentari, destinati prima o poi a stabilizzarsi, ma i cosiddetti ''effetti di secondo livello'' di questi aumenti, a partire da un incremento dei salari e, dunque, del costo del lavoro.
    ''Con grossi rischi - ha assicurato Trichet - per la crescita dell'economia e dell'occupazione''.
    Per questo ''il messaggio della Bce e' chiaro: vanno eliminati i fenomeni di indicizzazione automatica nelle nostre economie''.
    Trichet sa di rischiare l'impopolarita' assumendo tale posizione: ''Ma - ha detto - questa e' una cosa che va detta, ed e' la Bce che lo deve dire''.
    Del resto - ha spiegato - premesso che i picchi sui prezzi ci sono regolarmente, se c'e' un'impennata dell'inflazione e se automaticamente vengono aumentati i salari e il costo unitario del lavoro rispetto a una loro evoluzione spontanea, allora ci saranno delle conseguenze, a partire dal grosso rischio di ritrovarsi in una situazione negativa per la crescita e la creazione di posti di lavoro.
    Sono proprio questi gli effetti di secondo giro che noi vogliamo evitare''. Intanto, le previsioni sono peggiori del previsto.
    ''Guardando avanti - ha detto il presidente della Bce - il tasso di inflazione e' previsto restare significativamente sopra il 2% nel prossimo futuro, mentre probabilmente comincera' a scendere, ma solo gradualmente, nel corso del 2009''.
    Nel dettaglio, le ultime proiezioni indicano che l'indice dei prezzi al consumo in Eurolandia ''dovrebbe attestarsi tra il 2% e il 2,2% nel 2007 per poi salire tra il 2% e il 3% nel 2008 prima di scendere tra l'1,2% e il 2,4% nel 2009''. Oramai scontato anche il rallentamento della crescita dell'economia della zona euro, con le valutazioni della Bce che restano caratterizzate ''da un elevato livello di incertezza''.
    ''Le ultime informazioni - ha spiegato Trichet - confermano la natura sostenuta dell'espansione economica in Eurolandia, con il Pil che e' cresciuto dello 0,7% nel terzo trimestre 2007 rispetto ai tre mesi precedenti''.
    ''Ma anche qui, guardando avanti - ha spiegato - le proiezioni ci dicono che il Pil di Eurolandia si attestera' tra il 2,4% e il 2,8% nel 2007, tra l'1,5% e il 2,5% nel 2008 e tra l'1,6% e il 2,6% nel 2009''.
    Uno scenario - ha pero' aggiunto - che si basa ''sull'aspettativa che l'andamento dell'economia globale restera' sostenuto, con il rallentamento della crescita economica degli Stati Uniti parzialmente compensato dalla forza crescente delle economie dei Paesi emergenti''.
    (ugo.caltagirone@ansa.it)(ANSA).

 

 

Discussioni Simili

  1. Il Senato approva il gasdotto TAP.
    Di Napoli Capitale nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-10-13, 09:35
  2. Il Senato USA approva sesso con gli animali
    Di Robert nel forum Politica Estera
    Risposte: 69
    Ultimo Messaggio: 12-12-11, 18:00
  3. Senato Usa approva risparmi benzina
    Di W. Von Braun nel forum Politica Estera
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 23-06-07, 06:43
  4. [Afghanistan] Senato approva il decreto
    Di 22Ottobre nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 28-03-07, 23:44
  5. Il Senato approva il dl fiscale, è legge!
    Di Repubblica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 23-11-06, 18:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226