User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Perché i media internazionali stroncano il Belpaese

    http://www.pnveneto.org/index.php/20...o-il-belpaese/

    L’Italia è sotto il tiro dei più importanti giornali anglosassoni, che da tempo rivestono un’importanza fondamentale per la costruzione della fiducia, del prestigio e dell’immagine necessarie per poter ambire alla presenza nel salotto buono del mondo e in particolare per poter continuare a fare affari con discreta tranquillità.

    Ciò spiega bene le ragioni per cui a un articolo del New York Times di una decina di giorni fa ha risposto l’intero establishment politico italiano, dal capo di stato Napolitano al “gran visir” Amato e all’amaro regalo di Natale del Times con un successivo durissimo pezzo ha prontamente replicato lo stizzito capo di governo Prodi.

    In realtà attacchi alla credibilità del sistema Italia si stanno susseguendo in tutte le testate internazionali, compresi media tedeschi, australiani, francesi, spagnoli e turchi.

    È ormai cosa nota che i governi di molti Paesi siano in realtà in balìa delle decisioni finanziarie di enormi gruppi di pressione finanziaria che da soli e in poche ore possono mutare i destini politici di centinaia di milioni di persone in qualsiasi parte del mondo, attraverso lo spostamento di investimenti e capitali, talvolta in modalità solo simbolica, sotto forma di ricatto.

    Per chi avesse la memoria corta, è bene ricordare quali furono le premesse per la nascita della cosiddetta 2° Repubblica. Come ben ci ricorda Ludovico Pizzati in un articolo pubblicato sul bimestrale in lingua veneta Raixe Venete.

    Correva l’anno 1991, il 13 di settembre parte l’attacco speculativo di George Soros contro la lira. Seguono i goffi tentativi dell’allora governatore della Banca d’Italia Carlo Azeglio Ciampi di resistere alla massiccia vendita di lire contro dollari fino al saccheggio delle riserve auree pur di evitare la svalutazione successiva. Il risultato fu il blocco dei mercati italiani per tre settimane, il crollo della lira che fu svalutata di blocco del 22% subito per giungere con l’azione dei mercati in poco tempo ad una svalutazione dell’88%!!

    In 3-4 mesi seguirono tangentopoli, il crollo del potere del PSI craxiano, la fine della corazzata DC, la nascita di un’allora battezzata 2° Repubblica, covata guarda caso dall’attuale ministro dell’interno Giuliano Amato.

    Non molto diverso fu dopo qualche anno il destino politico di un altro stato, in un altro continente e emisfero del globo: l’Argentina.
    Oggi un’azione speculativa di tale portata è più difficile. Infatti l’Italia è ancorata al sistema monetario dell’Euro e un attacco finanziario massivo potrebbe avere derive in tutti i Paesi europei dell’Unione e di conseguenza a livello globale.

    Ecco perché l’attacco mediatico internazionale di questi giorni è solo apparentemente rivolto ai bolsi politici italiani, ma in realtà esso è diretto all’intero sistema-paese, compresi, anzi in primis, ai “capitani” di industria e finanza.

    Questa volta a pagare le conseguenze del debito contratto saranno chiamati direttamente i Montezemolo, gli Agnelli-Elkann, i Benetton, i Pirelli-Tronchetti-Provera, i Berlusconi, veri responsabili dello sfascio morale ed economico di oggi, dato il ruolo secondario di poveri e vecchi pagliacci degli esponenti politici. Essi non hanno saputo rigenerare un sistema industriale aperto, innovativo, giovane e si sono ancorati alle loro posizioni di potere sterili, parassitarie e speculative, destinate al puro godimento personale, a discapito del benessere di uno stato e dell’intera comunità internazionale di cui questo stato italiano gravemente indebitato e ampiamente sfiduciato fa parte.

    A tal proposito, qualcuno, con ironia non troppo distante dalla realtà, ha detto che per rovesciare il sistema politico italiano basterebbe bloccare le forniture di pannoloni al parlamento.

    Noi veneti siamo in balìa di questo debolissimo sistema chiamato Italia. Prima che sia troppo tardi dobbiamo dare un segnale forte di distacco e creazione di un sistema politico virtuoso e responsabile veneto.

    Gianluca Busato
    Comitato PNV
    www.pnveneto.org

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ottimo articolo, anche se un po' troppo sensibile alle teorie sui "poteri occulti".
    Secondo me il problema è che ora l' UE si trova a dover mandare avanti un carrozzone con gente incapace e corrotto ai posti di comando e vuole dare all' italia un' ultima possibilità di cambiare classe dirigente. Finchè Prodi era in Europa, l' italia godeva di un occhio di riguardo, ora con alle porte un Veltroni qualsiasi, non c'è più freno.
    E' come la Padania vs. Terronia. Sono stufi di "paga, Europeo, paga!" per i forestali calabresi, i portaborse, i vari "grand commis" che non fanno un cazzo...

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A mio avviso, questa volta i vari Times, NYT hanno semplicemente riportato fatti, numeri e percezioni diffuse. Hanno cioè fatto informazione, l'unica possibile e doverosa. L'italia è un grande intreccio di tutti i fattori che frenano lo sviluppo: debito pubblico, in gran parte dovuto al dissesto del sistema pensionistico; burocrazia; deficit di libertà economica che non sia speculazione immobiliare; corruzione; basso tasso di popolazione attiva; infima qualità della spesa pubblica; scarsa propensione all' innovazione tecnologica; scompensi sociali dovuti alla spaccatura del paese in soggetti iper-tutelati e altri completamente privi di ammortizzatori; tassazione impropria delle attività produttive.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2003
    Località
    gallia cisalpina
    Messaggi
    4,702
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    --questi richiami sono dovuti alla constatazione che il sistema italia non è più da tempo un mercato che offre opportunità d'investimento sia finanziario sia autonomo ed è naturale che la massa monetaria internazionale spinga per avere occasioni di collocare in modo produttivo il capitale che si è finanziarizzato.
    L'Italia è spacciata e si potrà tirare fuori dalle secche solo con dolore e amputando le sue metastasi improduttive geograficamente ben individuabili.
    Mo si dirà con quali forze? Le dovremo trarre da noi ma con una rigenerazione intellettuale che parta dalle famiglie e poi dalle scuole.La Società verrà dietro.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2004
    Località
    milano
    Messaggi
    123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'ITAGLIA e' in crisi ?

    Sinceramente NON vedo dov'e' il probl.

    Basta togliere agli operai e il SISTEMA ITAGLIA torna in AUGE(?)

    NON la conoscete la MASSIMA...

    "...SACRIFICARE LE FAMIGLIE PER SALVARE

    LE IMPRESE ? "...

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    l' italia è in crisi perchè è provinciale e chiusa nell' ammirazione di se stessa. Inoltre gli imprenditori italiani sono avidi e non capiscono che bisogna considerare non quello che uno può (=vuole) produrre, ma quello che il mercato richiede.
    NBon ha senso credere di essere esportatori a buon mercato in un mondo in cui il "buon mercato" irtaliano è sorpassato da quello cinese, indiano, brasiliano, messicano...
    Ormai tutti sanno fare le stesse cose con la stessa qualità: l' unica opportunità per l' italia è cambiare classe drigente, anche e soprattutto nelle imprese, e sviluppare prodotti di nicchia, non necessariamente solo moda e design.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2004
    Località
    milano
    Messaggi
    123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ti do' ragione mittel.

    Ma sai qual'e' il probl. ?

    Il probl. e' che se uno dice le cose giuste e vere,
    come quelle che dici tu,l'opinione pubblica,ivi compreso
    i padani NON ti rispondono :

    "...Che bravo che sei..."

    NO.

    Ti accusano che sei un comunista.
    (o quanto meno usi un linguaggio come tale).

    E sai perche' accade tutto cio' ?

    PERCHE' NON si puo' E NON SI DEVE,accusare la classe imprenditoriale di aver contribuito alla sfascio e
    alla corruzione del paese.

    In ITAGLIA gli operai(dal nord al sud)
    SONO SEMPRE STATI QUELLI,specializzati
    nel togliere sempre le castagne dal fuoco...

    VE LA RICORDATE LA CAMPAGNA CONTRO
    LA SCALA MOBILE ?

    PROVATE A PROPORLA AD UN IMPRENDITORE,
    POI VEDETE COSA VI RISPONDE...

    ...UN VAFFA'?

    SENZA VERITA' NON SI VA' DA NESSUNA PARTE.

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,997
    Mentioned
    40 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Perché i media internazionali stroncano il Belpaese

    Perchè questa è la ragion d'essere dell'italia: soffocare la Padania e i beoti padani nonchè essere lo zimbello dell'Europa. Se non del mondo intero.

 

 

Discussioni Simili

  1. Media internazionali protestano con governo israeliano
    Di Salah al-Din nel forum Politica Estera
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 23-11-08, 21:34
  2. I media internazionali si ritirano da Israele?
    Di Salah al-Din nel forum Politica Estera
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 03-09-08, 23:34
  3. La crisi di governo sui media internazionali
    Di sunrise (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-01-08, 19:06
  4. Ecco perchè la grancassa dei media
    Di Sheera nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-02-06, 19:45
  5. Perche i nostri media tacciono sul fatto?
    Di pietro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-04-04, 17:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226